Crea sito

Robert Tannahill

Robert Tannahill (1774-1810), è nato a Paisley (un grosso borgo vicino a Glasgow) in Scozia, poeta e musicista contemporaneo di Robert Burns non divenne altrettanto famoso, anche perché distrusse gran parte della sua produzione prima di suicidarsi a 34 anni. “..figlio d’un tessitore e tessitore egli stesso. Roberto Burns fu tra i primi poeti ch’ egli lesse, ma Tannahill lo vince nella dolcezza malinconica. Le sue ingenue canzoni divennero veramente popolari: il popolo della Scozia le cantava, e le canta tuttora, sulla musica composta da R. A. Smith” (tratto da qui)

Robert Tannahill (1774-1810), was born in Paisley (a large village near Glasgow) in Scotland, Robert Burns’ contemporary poet and musician did not become as famous, partly because he destroyed much of his production before committing suicide at age 34. “..the son of a weaver and weaver himself.” Roberto Burns was among the first poets he read, but Tannahill won him in melancholy sweetness, and his naive songs became very popular: the people of Scotland sang them, and still sings, on the music composed by RA Smith “(translate from here)

Probabilmente Tannahill si sentiva inadatto alla vita in una società come quella scozzese dell’epoca, tutta fondata su contrapposizioni violente e con una cultura impregnata di militarismo, marzialità e culto degli eroi. Nato e morto a Paisley teneva contatti con la vicina Glasgow
Aveva amici a Glasgow e nelle città vicine, frequentava il teatro di Glasgow e, cosa più importante, aveva familiarità con gli editori di Glasgow specializzati nella vendita di poesie ballate. Le sue prime opere furono anche stampate nel Corriere di Glasgow, che gli valse il riconoscimento come il primo poeta dei periodici. La prima raccolta di Tannahill fu “Il ritorno del soldato”: un intermezzo scozzese in due atti, con altre poesie e canzoni, principalmente in dialetto scozzese (1805). Si vendette bene, e l’ultima parte del titolo è un chiaro omaggio a Burns.
Robert Archibald Smith (1780-1829), noto come il direttore musicale delle chiese in Scozia, compose arie per molte delle canzoni di Tannahill in seguito alla loro amicizia come compagni tessitori. La loro relazione è un esempio della vivacità delle città satellite di Glasgow quale contributori alla tradizione musicale e poetica della Scozia. “(tradotto da qui)

Probably Tannahill felt unsuitable for life in a society like the Scottish of the time, all based on violent contrasts and with a culture impregnated with militarism, marziality and heroic cult. Born and died in Paisley, he kept in touch with neighboring Glasgow
“He had friends in Glasgow and neighbouring towns, attended the theatre in Glasgow and, importantly, was familiar with the publishers in Glasgow who were established in selling ballad poetry. His early works were also printed in the Glasgow Courier, leading to his recognition as the leading poet of the periodicals. Tannahill’s first collection was “The soldier’s return”: a Scottish interlude in two acts, with other poems and songs, chiefly in the Scottish dialect (1805). It sold well, and the latter part of the title is a clear homage to Burns.
Robert Archibald Smith (1780-1829), renowned as the leading church musician in Scotland, composed airs for many of Tannahill’s songs following their friendship as fellow weavers. Their relationship is an example of the vibrancy of Glasgow’s satellite towns as contributors to Scotland’s poetic and musical tradition.” (from here)

Io me lo immagino un po’ come il nostro Leopardi, complessato per un difetto alla gamba, a girovagare solitario per i boschi e le colline.. “Spesso definito” figlio di Paisley “, Robert Tannahill ha lasciato un’eredità unica di canzoni e poesie, molte delle quali sono state ispirate dai fiori selvatici e dagli uccelli trovati nei paesaggi di Gleniffer Braes e nei boschi e brughiere che circondavano Paisley ai suoi tempi. Spesso questi paesaggi assumono associazioni romantiche e metaforiche con figure care al cuore del poeta. “(tradotto da qui)

I imagine him  like the italian poet Leopardi, with a defect in the leg, wandering alone through the woods and hills.“Often referred to as “Paisley’s son”, Robert Tannahill left a unique legacy of songs and poems, many of which were inspired by the wild flowers and birds found on the landscapes of the Gleniffer Braes and the woods and burns surrounding the Paisley of his day. Often these landscapes assume romantic and metaphoric associations with figures dear to the poet’s heart. ” (from here)

Sebbene il suo primo libro di poesie fosse andato esaurito alla sua prima pubblicazione nel 1807, Tannahill si vide respingere da ben due editori di Edimburgo la sua seconda raccolta. In preda alla depressione bruciò i suoi scritti e si annegò gettandosi in un canale il 17 maggio 1810.

Although his first book of poetry was sold out in its first publication in 1807, Tannahill saw himself rejecting his second collection from two publishers in Edinburgh. In the grip of depression, he burned his writings and drowned himself by throwing himself into a canal on May 17, 1810.

ARE YOU SLEEPIN’ MAGGIE
BRAES OF BALQUHIDDER
BRAES O GLENIFFER
GLOOMY WINTER’S NOW AWA’
WILL YE GO TO SHERIFFMUIR

LINK
http://www.grianpress.com/Tannahill/THE%20ROBERT%20TANNAHILL%20PAGE.htm
http://www.rampantscotland.com/famous/blfamtannahill.htm
http://www.roberttannahillfederation.com/1.html
https://itunes.apple.com/it/album/complete-songs-robert-tannahill/id389581446

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tra terra e cielo, la cultura nei paesi dei Celti