TAKE HER UP TO MONTO

“Take up to Monto” o più comunemente “Monto” è una canzone cha invita ad andare nel quartiere a luci rosse di Dublino. Chiuso nel 1925, aveva origine in Montgomery street (rinominata Foley Street): è stato il più grosso mercato del sesso di metà ottocento, il più grande d’Europa per quei tempi.

Il canto dell’usignolo al Maggio

“The Sweet Nightingale” (The Birds in the Spring), “By the Green Grove” e “One May Morning Early” sono tre titoli per la stessa canzone tradizionale inglese la cui melodia gareggia con i gorgheggi dell’usignolo. Da non confondere con il canto tradizionale diffuso in Cornovaglia sempre dal titolo “The Sweet Nightingale” Il brano è diffuso in particolare nel sud dell’Inghilterra nel repertorio di George Maynard e della famiglia Copper.
Il testo è molto semplice e sereno più un pretesto per imitare il canto dell’usignolo che per raccontare una storia, è più precisamente l’attimo fuggente e magico che segna l’alba in un giorno di primavera con il canto degli usignoli che saluta il sole nascente.

In traghetto sul Liffey

L’ultimo traghetto pubblico sul Liffey ha funzionato fino al 1984 quando è stato aperto l’East Link Bridge il 20 ottobre. In quell’occasione era presente anche Pete St. John che ascoltò il traghettatore poco più che quarantenne lamentarsi per essere rimasto senza  lavoro dopo vent’anni dedicati al sevizio: “Here I am redundant and I’m only 42, after 20 years befriending the machine”, Pete è un cantore moderno della Dublino del passato e non poteva lasciarsi sfuggire l’occasione per scrivere una canzone The Ferryman: la forma è quella dell’intimo colloquio del traghettatore alla moglie, un appello a restare uniti e non farsi travolgere dai cambiamenti della vita. Come tante altre canzoni scritte da Pete è subito diventata una canzone popolare.

Outlander: Wool Waulking Songs

Nel libro “”Il ritorno” della saga Outlander scritta da Diana Gabaldon Claire è invitata dalle donne di Lallybroch a prendere un tè e assiste alla follatura del tweed che si svolge in un apposito capanno “riservato” alle donne della tenuta. Nella serie televisiva questo scorcio di vita nei villaggi della Scozia settecentesca è sviluppato nella Stagione I , l’episodio “”Riscossione” durante il giro di Dougal  Mackenzie di Castel Leoch presso gli affittuari. Quasi per caso Clarie sentento delle voci, si avvicina alle donne mentre infeltriscono il tweed. Le Wool Waulking Songs sono due cantate dalla voce principale di Fiona Mackenzie: Latha Siubhal Beinne Dhomh e Mo Nighean Donn

WEARY PUND O’ TOW

La canzone umoristica “Weary pund of tow” adattata da Robert Burns su una canzone tradizionale esistente, ci racconta di un uomo che ha comprato per la sposina un bel po’ di piante di lino (della migliore qualità) affinchè le trasformasse in filato; ma lei è un’incapace (inesperta o pigra) ed è riuscita a ricavarne solo della scadente lanuggine (le fibre più corte). Così nel ritornello l’uomo si lamenta che la moglie non ha nessuna intenzione di mettersi a filare (cioè di obbedire ai suoi ordini).

STOLEN CHILD

W. B. Yeats in Stolen child descrive un rapimento fatato, è la Corte della contea di Sligo, patria spirituale del poeta, la poesia fu  messa in musica  nel secolo successivo dal compositore inglese Cyril Rootham, ma a dare notorietà alla poesia nell’ambito della musica folk ci ha pensato Loreena McKennitt con il suo album d’esordio, componendo la melodia.

Una fetta di dolce della dodicesima notte

Le fonti letterarie e cronachistiche inglesi menzionano un “torta con il fagiolo” solo a partire dal XIV secolo a imitazione delle usanze nella corte francese  “La Roi de la Feve” (vedi), le due torte quella francese e quella inglese sono completamente diverse, essendo la seconda una variante più tradizionale dei pasticci in crosta medievali (vedi). Sebbene nel primo periodo Tudor si festeggiasse la Dodicesima notte con un ballo in maschera e una specie di gioco di ruolo, basato su dei personaggi stereotipati da impersonare, la tradizione prese piede solo nel Seicento.

BRING US IN GOOD ALE

Bring Us in Good Ale è un wassail song di origine medievale. E’ un’evidente parodia di The Salutation Carol (carol dell’Annunciazione) i menestrelli infatti  iniziavano in tono serio con “Nowell, Nowell, Nowell this is the salutation of the Angel Gabriel” (eventualmente con qualche strofa del carol) e poi proseguivano con l’invocazione “Portaci della buona birra per l’amore della Madonna Santissima, portaci della buona birra!”, una dimostrazione delle licenziosità che si prendevano i questuanti dopo aver bevuto troppa buona birra, ma anche del clima festoso e godereccio delle più antiche feste del Solstizio d’Inverno

IL CIGNO DI MONTFORT

Il testo e la melodia di “Kan An Alarc’h” sono stati raccolti da Hersart de la Villemarqué e pubblicati nel 1839 nella sua “Barzas Breiz”: “Il cigno” è una canzone tradizionale bretone in cui si racconta del ritorno dall’esilio in Inghilterra del duca Jean de Montfort (1339-1399) per riconquistare il trono di Bretagna. La melodia è nota anche nella balladry britannica essendo stata abbinata alla ballata “Twa Corbies” dal poeta scozzese Morris Blythman (1919-1981), noto con lo pseudonimo di Thurso Berwick, negli anni del 1950 come l’aveva imparata dal bretone Zaig Montjarret.