TAKE HER UP TO MONTO

“Take up to Monto” o più comunemente “Monto” è una canzone cha invita ad andare nel quartiere a luci rosse di Dublino. Chiuso nel 1925, aveva origine in Montgomery street (rinominata Foley Street): è stato il più grosso mercato del sesso di metà ottocento, il più grande d’Europa per quei tempi.

OMIE WISE

Se le murder ballad più antiche narrano di situazioni stereotipate, in quelle ottocentesche è più facile ritrovare il fatto di cronaca realmente accaduto che le ha precedute. Vedasi la murder ballad appalachiana dal titolo Omie Wise in cui nel 1808 a Randolph County, North Carolina l’amante massacra di botte e uccide la donna che ha messo incinta.

VENTICELLI E PECORE NELLA BALLADRY INGLESE

Nella versione più antica della ballata nota come The Baffled Knight, un giovane e inesperto cavaliere incontra una fanciulla per i campi e le chiede di fare sesso, ma la fanciulla si prende gioco della sua inesperienza amorosa e lo raggira con uno stratagemma. Attraversando i secoli e la trasmissione orale, il contesto della ballata diventa più prosaico, e la fanciulla non sta più giocando con il fuoco, ma è tutta intenta a preservare la propria virtù da uno stupro.

La ballata è riportata in moltissime versioni testuali sia nelle raccolte settecentesche che nei Broadsides, oltrechè trasmessa oralmente in Gran Bretagna e America con i titoli di ” Blow (Clear)(Stroll) Away The Morning Dew”; il protagonista maschile di volta in volta è un gentleman, o un pastorello / contadinello. La novità rispetto alle versioni A e B già viste è il ritornello che, declinato in un paio di varianti, richiama un allusivo venticello mattutino che spazza via la rugiada della notte.

COME HOME WITH ME, LITTLE MATTY GROVES

“Little Musgrave” ovvero “Matty Groves” è una murder ballad sull’adulterio medievale che si conclude tragicamente con la morte dei due amanti. La melodia di questa ballata cambia a seconda degli artisti che l’hanno interpretata, questa è la versione dei Fairport Convention che hanno composto una melodia sul testo tradizionale. Il racconto è ancora più conciso delle versioni testuali già esaminate.

POLLY VAUGHAN, AMERICAN VERSIONS

Le versioni americane della ballata Molly B(r)own con testo, traduzione in italiano e commento.
La ballata non è presente nella raccolta del professor Child e quindi alcuni studiosi mettono in dubbio la sua antichità, tuttavia Jennifer O’Connor ha pubblicato sul Canadian Journal for Traditional Music (1986) un esaustivo articolo a proposito, dal titolo “The Irish Origins and Variations of the Ballad “Molly Brown” al quale si rimanda per l’approfondimento.

POLLY VAUGHAN

La versione inglese della ballata Molly Brown con testo, traduzione in italiano e commento.
La ballata non è presente nella raccolta del professor Child e quindi alcuni studiosi mettono in dubbio la sua antichità, tuttavia Jennifer O’Connor ha pubblicato sul Canadian Journal for Traditional Music (1986) un esaustivo articolo a proposito, dal titolo “The Irish Origins and Variations of the Ballad “Molly Brown” al quale si rimanda per l’approfondimento.

KISHMUL’S GALLEY OR THE STORY OF ‘UNA THE LONELY’

Nelle note a corollario dello spartito di Kishmul’s galley pubblicato nel suo “Songs of the Hebrides” Marjory Kennedy-Fraser favoleggia la storia di ‘Una the Lonely’ che ha perso (come tante altre spose dei border reivers) padre, marito e figli, e lei che si reca sulla cima del Beann a’ Cheathaich con l’intento di buttarsi giù.
Ma mentre scruta il mare per l’ultima volta vede la galea di Kishmul che ritorna a Barra, lottando tra i flutti di un mare minaccioso e avverso, così dalla tenacia degli uomini, trova la forza per continuare a vivere.

ONDINE, SPIRITI DELL’ACQUA

Paracelso descrive l’ondina nel suo libro “De Nymphis, Sylphis, Pygmaeis et Salamandris et coeteris spiritibus” chiamandola ninfa e catalogandola tra gli spiriti elementari (elementali): è lo spirito dell’acqua che vive nelle polle e nei laghi, nei rivi e nei fiumi, sorta di genio protettore o guardiano, una ninfa dalla voce melodiosa e incantatrice. Il nome evoca l’onda, le increspature dell’acqua generate dalla corrente o dal vento, e si manifesta nella spuma che cavalca le onde. Viene raffigurata in genere come una bella donna dai lunghi e fluenti capelli biondi, dalle forme sinuose e dall’incarnato di perla.