EARL RICHARD

TITOLI: Young Hunting, Henry Lee, Love Henry, Earl Richard, The Proud Girl.

Child Ballad #68

Della ballata originaria della Scozia si trovano tracce scritte risalenti al 1700, una ballata che si è diffusa oralmente nelle isole britanniche e in America. La ballata riprende il tema del predatore visto già in Lady Isobel and the Elfin Knight e questa donna uccide non per difendersi, ma per gelosia (il classico delitto passionale). Dopo aver pugnalato l’innamorato nasconde il corpo gettandolo in un pozzo (oppure si fa aiutare dalle sue ancelle). Nel finale compare anche la figura del pappagallino come nel ritorno a casa di May Colvin a svolge il ruolo di ficcanaso. (vedi)

LA VERSIONE SCOZZESE: EARL RICHARD

Il testo diffuso in Scozia è riportato in Motherwell  (Child 68, Young Hunting Version F)

ASCOLTA The Easy Club – Earl Richard (che apportano qualche piccola variazione al testo in Child 68F)


Earl Richard is a-hunting gone,
As fast as he could ride
His hunting horn(1) hung round his neck
And broadsword by his side
When he came to my lady’s gate
he tirled(2) at the pin;
And answered yes she had said(3)
To rise and let him in.
“Oh light, oh light, Earl Richard,” she said,
“Oh light and stay the night
You shall have cheer with charcoal(4) clear
And candles burning bright”
“I will not light, I cannot light
I cannot light at all
A fairer lady than ten of you
Is waiting now at Richard’s hall.”
He stooped down from his milk white steed
To kiss her rosy cheek
She had a pen knife in her hand
And wounded him so deep
“Oh lie ye there, oh lie ye there
Oh lie ye there till morn
A fairer maid than ten of me
Will think long of your coming home.”
She’s called the servants one by one
She’s called them two by two
“I have a dead man in my bower(5)
I wish he were away.”
Then one’s a-take him by the hands
The other by the feet
They’ve thrown him in the deep draw-well
Full fifty fathom deep
Then up bespake a wee wee bird(6)
That sits upon a tree
“Go home, go home you false lady
And pay your maids a fee.”
“Come down, come down, oh my bonny bird
That sits upon the tree,
I have a cage of beaten gold
That I will give to thee.”
“Go home, go home you false lady
And pay your maids a fee.
as you have done to Earl Richard
So would you do to me.”
“If I had an arrow in my hand
And a bow bent on a string
I’d shoot a dart at thy proud heart
Among the leaves so green.”
TRADUZIONE ITALIANO a cura di Cattia Salto
Il Conte Richard è andato a caccia,
più veloce che poteva correre
il suo corno da caccia appeso al collo
e lo spadone al suo fianco.
Quando arrivò al portone delle mia dama
tirò il campanello
e lei gli rispose di si,
si alzò e lo fece entrare.
“Fai piano, Conte Richard – lei disse-
fai piano e resta la notte
avrai le coccole al calduccio
e candele che bruceranno luminose”
“Io non farò piano, non posso fare piano
non posso fare piano per niente
una dama più bella di te dieci volte
mi aspetta nel mio salotto”
Si chinò dal suo destriero bianco-latte
per baciare le sue guance rosee
ma lei aveva uno stiletto nella sua mano
e lo colpì a fondo
“Stattene qui
resta qui fino al mattino
una dama più bella di me dieci volte
starà in pensiero a lungo per il tuo ritorno”
Lei chiamò una serva
e ne chiamò due
“Ho un uomo morto nella mia camera
vorrei che lo portaste via!”
Una lo prese per le mani
l’altra per i piedi
e lo gettarono in un pozzo profondo
profondo 50 piedi.
Allora parlò un uccellino
che stava sul ramo
“Torna a casa,  falsa nobildonna
e paga alle tue ancelle una dote”
“Scendi bell’uccellino
che stai sul ramo,
ho una gabbia d’oro zecchino
che darò a te”
“Torna a casa,  falsa nobildonna
e paga alle tue ancelle una dote
quello che hai fatto al Conte Richard
lo vorresti fare a me”
“Se avessi una freccia in mano
e un arco teso
tirerei un dardo al tuo cuore coraggioso
tra le foglie così verdi”

NOTE
william_morris11) il contesto della caccia giustifica la presenza del corno eppure è così simbolico e allusivo che non può essere un semplice accessorio. Il corno qualifica il protagonista alla stregua del cavaliere-elfo di tante altre ballate
2) come già commentato in altre note:  “Twirl” is a variant (chiefly Scottish) of “tirl” (also chiefly Scottish) which means to make a rattling sound. When we were visiting some old fortified houses in Scotland, I seem to recall being shown a device on the outside of a door that was a vertical piece of metal with spiral ridges (a twisted “pin”) mounted perhaps an inch or three out. On the pin was a ring that was free to move up and down [to] produce a rattling sound that would transmit to the inside and announce a visitor … “twirling” or “tirling” the ring, or the pin. .. as we find in so many of the old ballads.” (Judy Cook, www.mudcat.org, 14 Nov)
3) la versione in Motherwell dice “And wha was sae ready as the lady hersell”
4) il carbone è un lusso riservato per le stanze private dei ricchi, ho tradotto la frase un po’ più liberamente
5) e qui “casca l’asino” nel senso che è evidente l’incongruenza di lui pugnalato al portone e del corpo finito nella camera privata della Lady. I due si sono ovviamente rotolati tra le lenzuola ma poi lui si stava rivestendo per andare dalla sua bella (forse la moglie o la promessa sposa) ..
6) nelle fiabe gli animali del bosco e specialmente gli uccelli, possiedono il dono della parola e interagiscono con i personaggi della storia, il nostro uccellino è un testimone e in altre versioni più estese rivela al re padre il nascondiglio del cadavere del figlio.

LA VERSIONE AMERICANA

La ballata si è diffusa in America ed è riportata in decine e decine di raccolte, e documentata con una decina di registrazioni sul campo conservate presso la Biblioteca del Congresso risalenti agli anni 1940. Testi e melodie sono tante.
In Britain, the song seems to have been largely confined to Scotland, but in America it has been found in most areas east of the Mississippi (there are also several versions from Texas). Bertrand Bronson’s Traditional Tunes of the Child Ballads lists forty-three melodies, mostly American but also from Ireland and Canada’s Maritime provinces. Versions with strong connections to modern old-time music can be found in Belden and Randolph. The most recent publications are in Warner and in Cazden/Haufrect/Studer.” (tratto da qui)

Bob Dylan ne ha fatto un arrangiamento con il titolo di Love Henry
ASCOLTA Bob Dylan in Love gone wrong 1993


I
“Get down, get down, Love Henry,” she cried.
“And stay all night with me.
I have gold chains, and the finest I have
I’ll apply them all to thee.”
II
“I can’t get down and I shan’t get down,
Or stay all night with thee.
Some pretty little girl in Cornersville
I love far better than thee.”
III
He layed his head on a pillow of down.
Kisses she gave him three.
With a penny knife that she held in her hand
She murdered mortal he.
IV
“Get well, get well, Love Henry, ” She cried,
“Get well, get well,” said she.
“Oh don’t you see my own heart’s blood
Come flowin’ down so free?”
V
She took him by his long yellow hair,
And also by his feet.
She plunged him into well water, where
It runs both cold and deep.
VI
“Lie there, lie there, Love Henry,” she cried,
“Til the flesh rots off your bones.
Some pretty little girl in Cornersville
Will mourn for your return.”
VII
“Hush up, hush up, my parrot,” she cried,
“And light on my right knee.
The doors to your cage shall be decked with gold
And hung on a willow tree.”
VIII
“I won’t fly down, I can’t fly down
And light on your right knee.
A girl who would murder her own true love
Would kill a little birdlike me.”
TRADUZIONE ITALIANO di Michele Murino (da qui)
I
“Vieni qui, vieni qui, amato Henry”, disse lei
“E resta con me tutta la notte.
Ho catene d’oro, e le più belle che ho
le metterò tutte a te”
II
“Non posso venire e non verrò
nè resterò tutta la notte con te
C’è una bella ragazzina a Cornersville
che amo molto più di te”
III
Lui chinò la testa sul guanciale di piume
Lei gli diede tre baci
e con un coltello che teneva nella mano
lo colpì a morte
IV
“Guarisci, guarisci, amato Henry” gridò lei
“Guarisci, guarisci” disse
“Oh, non vedi il sangue che
sgorga copioso dal mio cuore?”
V
Lo prese per i suoi lunghi capelli biondi
e per i piedi
lo immerse nella fredda acqua del pozzo
dove precipitò
VI
“Giaci lì, giaci lì, amato Herny”, disse piangendo
“Finchè la carne si staccherà dalle tue ossa imputridendosi, una graziosa ragazzina a Cornersville piangerà per il tuo ritorno”
VII
“Taci, pappagallo mio, taci” gridò
“E posati sulle mie ginocchia
Le porte della tua gabbia saranno ornate con oro
su di un salice piangente”
VIII
“Non volerò, non volerò
per posarmi sulle tue ginocchia
Una ragazza che uccide il suo amato
ucciderebbe un uccellino come me”

 

HENRY LEE

ASCOLTA Nick Cave & PJ Harvey & Bad Seeds in Murder Ballads 1996. La versione è riscritta ed arrangiata con lo stile personale di Nick Cave, la clip musicale è diretta da Rocky Schenck un languido duetto, una sorta di romantica danza macabra


PJ HARVEY:
Get down, get down, little Henry Lee
And stay all night with me
You won’t find a girl in this damn world
That will compare with me
And the wind did howl and the wind did blow
La la la la la
La la la la lee
A little bird lit down on Henry Lee
NICK CAVE:
I can’t get down and I won’t get down
And stay all night with thee
For the girl I have in that merry green land
I love far better than thee
And the wind did howl and the wind did blow
La la la la la
La la la la lee
A little bird lit down on Henry Lee
She leaned herself against a fence
Just for a kiss or two
And with a little pen-knife held in her hand
She plugged him through and through
And the wind did roar and the wind did moan
La la la la la
La la la la lee
A little bird lit down on Henry Lee
PJ HARVEY:
Come take him by his lily-white hands
Come take him by his feet
And throw him in this deep deep well
That’s more than one hundred feet
And the wind did howl and the wind did blow
La la la la la
La la la la lee
A little bird lit down on Henry Lee
Lie there, lie there, little Henry Lee
Till the flesh drops from your bones
For the girl you have in that merry green land
Can wait forever for you to come home
And the wind did howl and the wind did moan
La la la la la
La la la la lee
A little bird lit down on Henry Lee
TRADUZIONE ITALIANO (da qui)
PJ HARVEY:
“Scendi, scendi giù, mio piccolo Henry Lee,
e passa la notte con me
non troverai una sola ragazza in questo maledetto mondo, che sia pari a me”
e il vento urlava e il vento soffiava
lallalalalà
lallalalalì
un uccellino si posò su Henry Lee
NICK CAVE:
“No, non posso scendere e non voglio scendere giù
a passare la notte con te
perché il mio amore sta in quelle belle terre verdi
e la amo molto più di te”
e il vento urlava e il vento soffiava
lallalalalà
lallalalalì
un uccellino si posò su Henry Lee
Si sporse dallo steccato
disse che era solo per un bacio
e con il coltellino che teneva in mano
lo trapassò più e più volte
e il vento ruggiva e il vento gemeva
lallalalalà
lallalalalì
un uccellino si posò su Henry Lee
PJ HARVEY:
“Venite e afferratelo per le mani bianche come gigli
venite e afferratelo per i piedi
e buttatelo in quel bel pozzo
profondo più di cento piedi”
e il vento urlava e il vento soffiava
lallalalalà
lallalalalì
un uccellino si posò su Henry Lee
“Laggiù, stattene laggiù, piccolo Henry Lee,
finchè la carne si staccherà dalle ossa
perchè il tuo amore che sta in quelle terre verdi
aspetterà in eterno il tuo ritorno a casa”
e il vento urlava e il vento gemeva
lallalalalà
lallalalalì
un uccellino si posò su Henry Lee

 

ed ecco qual’era la fonte che sia Dylan che Nick hanno rielaborato

ASCOLTA Dick Justice in “Anthology of american folk music“, 1952
Dick Justice performed the song with his guitar in regular tuning, in the key of G. His playing style, on this song is the straightforward “hit bass, strum chord”, played in 3/4 time (waltz time). He sings it in the upper register, so characteristic of these early country artists. The melody is similar to the well-known Carter Family’s “Storms are on the ocean”. Singing ballads with guitar accompaniment was becoming more and more common in the early 20’s and 30’s and there are very few examples of solo ballad singing during the 78rpm records area. One has to go to field recordings made by folklorists all along the 20th century  to hear the unaccompanied singing of ballad singers. Due to the restricting nature of a chordal instruments like the guitar and the three minutes performance allowed but the 78rpm formats, these old ballads were often changed a lot for the new medium. The singer had to adapt his timing to the instrument and the story was shortened and cut down to only a few verses. (tratto da qui)


I
“Get down, get down, little Henry Lee,
and stay all night with me.
The very best lodging I can afford
will be fare better’n thee.”
II
“I can’t get down, and I won’t get down,
and stay all night with thee,
For the girl I have in that merry green land,
I love far better’n thee.”
III
She leaned herself against a fence,
just for a kiss or two;
With a little pen-knife held in her hand,
she plugged him through and through.
IV
“Come all you ladies in the town,
a secret for me keep,
With a diamond ring held on my hand
I’ll never will forsake.
V
Some take him by his lily-white hand,
some take him by his feet.
We’ll throw him in this deep, deep well,
more than one hundred feet.
VI
Lie there, lie there, loving Henry Lee,
till the flesh drops from your bones.
The girl you have in that merry green land
still waits for your return.”
VII
“Fly down, fly down, you little bird,
and alight on my right knee.
Your cage will be of purest gold,
in deed of property.”
VIII
“I can’t fly down, or I won’t fly down,
and alight on your right knee.
A girl would murder her own true love
would kill a little bird like me.”
IX
“If I had my bend and bow,
my arrow and my string,
I’d pierce a dart so nigh your heart
your wobble(1) would be in vain.”
X
“If you had your bend and bow(2),
your arrow and your string,
I’d fly away to the merry green land
and tell what I have seen.”
TRADUZIONE ITALIANO a cura di Cattia Salto
I
“Vieni qui, vieni qui, caro Henry Lee
e resta con me tutta la notte.
il migliore alloggio che posso permettermi
lo metterò al meglio per te”
II
“Non posso venire e non verrò
nè resterò tutta la notte con te
perché il mio amore sta in quelle belle terre verdi
e la amo molto più di te”
III
Si sporse dallo steccato
disse che era solo per un bacio
e con il coltellino che teneva in mano
lo trapassò più e più volte
IV
“Venite tutte voi signore della città
un segreto per me da tenere
sull’anello di diamante che porto
mai dimenticherò
V
Una lo prenda per per le mani bianche come gigli
l’altra per i piedi
lo butteremo in quel pozzo
profondo più di cento piedi.
VI
Giaci lì, giaci lì, amato Herny Lee
finchè la carne si staccherà dalle tue ossa,
il tuo amore che sta in quelle terre verdi
aspetterà in eterno il tuo ritorno a casa”
VII
“Vola giù, tu uccellino
e posati sulle mie ginocchia
la tua gabbia sarà d’oro purissimo
di tua piena proprietà”
VIII
“Non volerò, non volerò
per posarmi sulle tue ginocchia,
una ragazza che uccide il suo proprio vero amore
ucciderebbe un uccellino come me”
IX
“Se avessi il mio arco
corda e freccia
tirerei un dardo al tuo cuore
e il tuo trillo sarebbe inutile”
X
“Se tu avessi arco
corda e freccia
volerei via verso  le belle terre verdi
per raccontare quello che ho visto”

NOTE
1) warble
2) “bended bow”

FONTI
http://www.ondarock.it/speciali/murderballad.htm
http://71.174.62.16/Demo/LongerHarvest?Text=ChildRef_68
http://www.electricscotland.com/history/other/scott/lord_william.htm
https://www.fresnostate.edu/folklore/ballads/C068.html
https://mainlynorfolk.info/tony.rose/songs/younghunting.html
http://www.maggiesfarm.it/ttt359.htm
http://www.nickcave.it/
http://www.lizlyle.lofgrens.org/RmOlSngs/RTOS-HenryLee.html
http://mudcat.org/thread.cfm?threadid=12132
http://theanthologyofamericanfolkmusic.blogspot.it/2009/10/henry-lee-dick-justice.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*