DOWN BY THE SALLY GARDENS

Dolcissima e malinconica canzone tratta da una poesia di William Butler Yeats, nota anche come Salley Gardens, “i giardini dei salici piangenti”. Yeats la scrisse nel 1889 pubblicandola nella raccolta giovanile “The Wanderings of Oisin and other poems” con il titolo “An Old Song Re-Sung“, ispirandosi alla ballata popolare “The Rambling Boys of Pleasure” di cui riprende alcuni versi della seconda strofa, facendoli diventare il tema principale della sua poesia, intitolata poi “The Salley Gardens” nella ristampa del 1895.

I versi popolari
She advised me to take love easy, as the leaves grew on the tree.
But I was young and foolish, with my darling could not agree.

nella mano di Yeats diventano
She bid me to take love easy, as the leaves grow on the tree
But I being young and foolish, with her I did not agree

Solo nel 1909 la poesia fu messa in musica dal compositore Herbert Hughes sulla melodia tradizionale di Maids of Mourne Shore (ASCOLTA versione strumentale Celtic Violin) e sebbene successivamente altri autori composero delle melodie per la canzone, quello più accreditato dagli interpreti contemporanei è rimasto l’arrangiamento di Hughes.

Sally garden oltre a tradursi come “il giardino dei salici piangenti” è anche il termine per indicare il viale degli innamorati: comunque al di la delle disquisizioni sull’albero specifico che la parola sally o salley vuole indicare (dall’eucalipto alla betulla) a mio avviso l’immagine del salice piangente è quella che più rispecchia il “mood” della poesia; il protagonista, perché troppo giovane e inesperto esita nella sua prima esperienza d’amore con la sua innamorata, nonostante ella lo inviti a cogliere l’amore –She bid me to take love easy, as the leaves grow on the tree– e l’immagine delle foglie che crescono sull’albero richiama un che di giovane virgulto, di fresco e verde germoglio che cresce secondo natura. L’attimo fuggente non colto è perduto per sempre e ciò che resta è il rimpianto. I rami di salice simboleggiano infatti il dolore e la nostalgia.

 

Dante Gabriel Rossetti "Water willow" 1871
Dante Gabriel Rossetti “Water willow” 1871

Molti sono gli artisti che interpretano questa canzone e non solo nell’ambito del folk, ma le versioni che ho selezionato sono quelle più “celtiche”

ASCOLTA Clannad

ASCOLTA Loreena McKennitt  in The Wind That Shakes the Barley, 2010: Loreena apporta delle lievi modifiche testuali

ASCOLTA Meav Ni Mhaolchatha

VERSIONE CLANNADI
Down by the Sally Gardens, my love and I did meet
She passed the Sally Gardens, with little snow-white feet
She bid me to take love easy, as the leaves grow on the tree
But I being young and foolish, with her I did not agree
II
In a field by the river, my love and I did stand
And on my leaning shoulder, she laid her snow-white hand
She bid me to take life easy, as the grass grows on the weirs
But I was young and foolish, and now I am full of tears
TRADUZIONE ITALIANO (a cura di Roberto Sanesi edizioni Mondadori)
I
Fu là nei giardini dei salici che la mia amata ed io ci incontrammo;
Ella passava là per i giardini con i suoi piccoli piedi di neve.
M’invito’ a prendere amore cosi’ come veniva, come le foglie crescono   sull’albero;
Ma io, giovane e sciocco, non volli ubbidire al suo invito.
II
Fu in un campo sui bordi del fiume che la mia amata ed io ci arrestammo,
E lei poso’ la sua mano di neve sulla mia spalla inclinata.
M’invito’ a prendere la vita cosi’ come veniva, come l’erba cresce sugli argini;
Ma io ero giovane e sciocco, e ora son pieno di lacrime.

ASCOLTA Angelo Branduardi – Nel giardino dei salici in Branduardi canta Yeats 1985 la poesia è tradotta ed adattata dalla moglie di Angelo, Luisa Zappa su musica scritta da Branduardi

Nel giardino dei salici
ho incontrato il mio amore
là lei camminava
con piccoli piedi bianchi di neve
là lei mi pregava
che prendessi l’amore come viene
così come le foglie crescono sugli alberi.

Così giovane ero
io non le diedi ascolto
così sciocco ero
io non le diedi ascolto
fu là presso il fiume che
con il mio amore mi fermai
e sulle mie spalle lei posò
la sua mano di neve.

Nel giardino dei salici
ho incontrato il mio amore
là lei mi pregava
che prendessi la vita così come viene
così come l’erba
che cresce sugli argini del fiume
ero giovane e sciocco
ed ora non ho che lacrime.

SALLY GARDEN REEL

Sally garden è anche il titolo di una popolare reel irlandese

ASCOLTA tin whistle
ASCOLTA Comhaltas Ceoltoiri Éireann

FONTI
http://www.chivalry.com/cantaria/lyrics/you_rambling_boys_of_pleasure.html
http://mudcat.org/thread.CFM?threadID=13144
http://www.irishmusicdaily.com/down-by-the-salley-gardens
http://www.debaser.it/recensionidb/ID_6756/
Angelo_Branduardi_Branduardi_canta_Yeats.htm

http://thesession.org/tunes/98
http://comhaltas.ie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*