The Irish Girl of Mr Tapscott

Read the post in English 

“Mr Tapscott” è una sea shanty conosciuta con vari nomi “The Irish Girl”, “The Irish Emigrant”, ” Yellow Meal”, una via di mezzo tra una sea shanty e una emigration ballad.
In alcune versioni il testo è stato riscritto per il music-hall, per mettere in ridicolo l’irlandese di turno. (vedi prima parte)

The Irish Girl of Mr Tapscott

Si racconta di una ragazza irlandese che dal molo di Liverpool s’imbarca su una nave della Linea Marittima gestita dal signor Tapscott diretta a New York. Il suo punto d’arrivo è la Irishtown di Brooklyn non altrettanto famosa come i Five Points di Manhattan ma ancor più sovraffollata da immigrati irlandesi. La Irishtown era nel  Fifth Ward/Vinegar Hill, una roccaforte irlandese piena di distillerie di whisky illegale e avulsa dalla cultura anglo-americana, in cui nemmeno la polizia osava mettere piede. Come il famoso rivoluzionario irlandese Michael Collins ha detto nel film omonimo, “C’è un’arma che gli inglesi non possono toglierci: possiamo ignorarli”. Più in generale ingenti masse di poveri e disperati irlandesi si insediarono lungo il litorale di Brooklyn, sul lungomare da Williamsburg a Gowanus.
I quartieri lungomare di Brooklyn antebellum era un posto così. Questi quartieri di protestanti in gran parte inglesi e l’antica aristocrazia olandese furono rapidamente sopraffatti da questi “invasori” cattolici disabilitati dalle malattie, affamati e con un’eredità di ribellione, segretezza, violenza e combattimenti faziosi all’interno delle loro cooperazioni tenacemente comunitarie. In breve, questi grandi numeri di immigrati di Brooklyn non erano in alcun modo interessati ad assimilare la cultura anglo-protestante ufficiale.(tratto da qui)

brooklyn-irishtown
illustrazione del Fifth Ward di Brooklyn del 1855 la parte ombreggiata è la Irishtown, sullo sfondo a destra Manhattan con Battery Park sulla punta

MR TAPSCOTT (John Short)

john-shortTesto e melodia sono una variante di “The New York gals” (“Can’t You Dance the Polka?”) Così scrivono nelle note gli autori del progetto Short Sharp Shanties: “Il testo  è più noto come The Irish Girl, The Irish Emigrant o Yellow Meal con versioni abbastanza coerenti, tuttavia questo testo è uno dei due soli casi in cui abbiamo deliberatamente cambiato alcune parole: non eravamo disposti a usare la parola “N” – e nemmeno Sharp, benché l’abbia annotata, così abbiamo fatto ricorso al suo testo per il versetto di “Foulton Ferry”. Il motivo di Short è, ovviamente, più conosciuto come  New York Gals o Can’t You Dance the Polka (che sono, probabilmente, varianti del testo di Jack-All-Alone (alias Patrick Street / Barrack Street) – che usava la melodia della polka Larry Doolan (The Irish Jaunting Car) – pubblicata nel 1852). La melodia è stata utilizzata anche per la canzone della guerra civile americana The Bonny Blue Flag (1861) e successivamente per The Southern Girl’s Reply. Il testo è stato anche registrato, come una shanty, cantata per Heave Away, Me Johnny (che Short canta su Banks of the Sweet Dundee.   (tratto da qui)

Sam Lee in Short Sharp Shanties : Sea songs of a Watchet sailor Vol 1 


I
As I was a-walking down
by the Clarence Dock (1),
I overheard an Irish girl
conversing with Tapscott (2).
Chorus (after each verse):
And away you Santy (3), my dear Annie,
Oh you Santy, I’ll love you for your money
II
“Good morning Mister Tapscott,
good morning, sir,” says she,
“O have you got a ship of fame
to carry me o’er the sea?”
III
“O yes, I have a ship of fame,
tomorrow she sets sail,
She’s lieing in the Waterloo Dock taking in her mail.”
IV
The day was fine when we set sail
but night has scare begun (4)
A dirty nor’west wind came up
and drove us back again.
V
Our captain, being an Irishman,
as you shall understand,
He hoisted out his small boat on the banks of Newfoundland.
VI
‘Twas at the Castle Gardens (5) fair
they landed me on shore,
And if I marry a Yankee boy
I’ll go to sea no more.
VII
I went down to Foulton Ferry (6)
but I could not get across,
I jumped on the back
of a ferryboat man
and rode him like an hoss.
VIII
My father is a butcher,
my mother chops the meat,
My sister keeps a slap-up (7)
shop way down on Water Street (8).
Traduzione italiano di Cattia Salto
I
Mentre camminavo
al  Molo Clarence
ascoltai una ragazza irlandese
conversare con Tapscott.
Coro
E andiamo Santina, mia cara Annie,
tu Santina, ti amerò per i tuoi soldi
II
Buon giorno signor Tapscott,
buon giorno signore -dice lei-
avete una nave di chiara fama
che mi porti oltre mare?”
III
“O si, ho una nave di chiara fama
che partirà domani
è in rada nel Molo Waterloo
a caricare la posta”
IV
Il giorno era bello quando salpammo, ma la notte ci mise in apprensione, un dannato vento di tramontana arrivò e ci ricacciava indietro.
V
Il Capitano, era irlandese,
come capirete,
ammarò la sua barcaccia sulle rive di Terranova.
VI
Fu a Castle Gardens
che mi sbarcarono a riva
e se sposerò un americano
non andrò più per mare
VII
Andai al  Fulton Ferry
ma non riuscii a salire sul traghetto, così saltai sulla schiena di un traghettatore e lo cavalcai come un cavallino
VIII
Mio padre è un macellaio, mia madre trita la carne, mia sorella tiene una bottega alla mano in fondo a Water Street.

NOTE
1) Il porto di Liverpool è un sistema portuale lungo l’estuario del fiume Mersey. Il primo bacino di Liverpool fu costruito nel 1715 sviluppandosi poi in un sistema di docks interconnessi che permettevano i movimenti delle navi ininterrottamente nonostante le maree. La maggior parte delle piccole banchine della parte sud del porto di Liverpool vennero chiuse nel 1971, man mano che s’inauguravano i nuovi bacini adatti ad ospitare le nuovi navi cargo.
2) Questa shanty aveva un fascino particolare per il marinaio Short: “Tapscott” era William Tapscott di una famiglia di Minehead (Somerset) che aveva vissuto in città (vicino a Watchet) almeno dalla metà del 1770. William era un affarista navale americano con sede a Regents Road, a Liverpool, e Eden Quay, a Dublino. Lavorò in collaborazione con suo fratello James, che si occupava della parte finale della tratta di New York e si specializzò nella vendita di passaggi prepagati agli immigrati arricchiti. Erano agenti della Black Ball Line e della Red Cross Line dei postali americani. Insieme, truffavano gli incauti. I fratelli Tapscott erano furfanti sistematici, a cominciare dalle dimensioni del carico venduto come 1000 tonnellate, e persino fino a 2000 tonnellate, mentre la maggior parte delle loro navi non superava le 600 tonnellate. Con l’aumentare della loro ricchezza, i Tapscot hanno creato la loro linea di navigazione. Passaggi economici per l’emigrante erano il nome dell’affare – ma le condizioni erano atroci e il cibo povero (il “pasto giallo”, cioè le pastone di mais del titolo). Nel 1849 William Tapscott fu dichiarato fallito, e nello stesso anno fu accusato di frode. È stato giudicato colpevole e condannato a tre anni di servitù penale  (tratto da qui)
3) richiamo ad un’altra  sea shanty e a Santy Anna- Santiana . Santy qui è usato come vezzeggiativo in italiano potrebbe essere Santina
4) I passeggeri soffrivano spesso il mal di mare specialmente con i forti venti di tramontana
5) Castle Clinton o Fort Clinton o Castle Garden era un forte circolare situato nella Città di New York a Battery Park, nella parte meridionale dell’isola di Manhattan: dalla metà del XIX secolo, fu utilizzato come primo centro di smistamento per l’immigrazione proveniente dall’Europa. La stazione fu in funzione fino al 1890, anno in cui l’amministrazione federale, sotto pressione di una seconda e più imponente ondata immigratoria proveniente da tutti gli stati d’Europa, decise di aprirne una più funzionale su Ellis Island.

New York 1850
John Bachmann. The Empire City, Birdseye View of New York and Environs, 1855, in primo piano Battery Park

6) Fulton Ferry era il traghetto che collegava Brooklyn con New York e che rimase in attività fino alla costruzione del famoso ponte (1883) vedi
7) slap-up oggi si traduce come “eccellente” ma alla luce delle sue origini sull’origine del termine vedere qui, m’immagino un posto dove mangiare un pasto economico antenato del fast-food, il termine è associato tuttavia a una qualità positiva come qualcosa di molto buono, ma può voler anche dire un posto alla moda.
8) sul lungomare del distretto di Brooklyn

FONTI
http://www.castlegarden.org/
http://visualizingnyc.org/essays/john-bachmanns-new-york/
https://artofneed.wordpress.com/2013/11/04/the-brooklyn-irish/
https://artofneed.wordpress.com/2013/03/30/brooklyns-irishtown/
https://artofneed.wordpress.com/2013/10/18/801/
https://www.vwml.org/record/CJS2/10/2877
https://mainlynorfolk.info/folk/songs/mrtapscott.html
http://www.theshipslist.com/ships/lines/tapscott.shtml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.