Then Said the Captain to Me by Harry Kemp

“Then Said the Captain to Me” è il brano che chiude la seconda tornata del progetto  “Rouge Gallery”.
Hal Willner aveva convocato la canadese, talentuosa figlia d’arte Mary Margaret O’Hara, lasciandola a leggere il libro di poesie di Harry Kemp , e lei alla fine della giornata  si è messa a canticchiare una melodia sul breve testo che più l’aveva colpita, con la band che le è andata dietro come nelle migliori free session.. e così hanno registrato.

ASCOLTA Mary Margaret O’Hara in Son Of Rogues Gallery ‘Pirate Ballads, Sea Songs & Chanteys ANTI 2013 (su spotify)

La prima poesia s’intitola “Then” e viene ripetuta tre volte, la seconda poesia è ” Said the Captain to Me” che chiude la canzone con il parlato


THEN
When all the sea’s high ships
have dropped beyond my sky
and life’s trumpet leaves my lips
and women pass me by-
Dear God, let me die
Dear God, let me die


SAID THE CAPTAIN TO ME
“Nothing but damn fools sail the sea”
Said the Captain to me.
“I have a young son –
Said the Captain to me-
I’m damned if ever shall sail the sea!”
Traduzione italiano di Cattia Salto
Poi
Quando tutte le navi a vela del mare
sono cadute al di là del mio cielo
e la tromba della vita lascia le mie labbra e le donne m’ignorano
Buon Dio, lasciami morire
Buon Dio, lasciami morire


Mi disse il capitano
“Solo i pazzi solcano il mare”
mi disse il Capitano
“Ho un figlio giovane
mi disse il Capitano-
e che io sia dannato se dovesse solcare il mare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.