“Up, ride with the kelpie” by Ian Anderson

Ian Anderson in 1979 wrote “The Kelpie” for the concept album Stormwatch of Jethro Tull : with this song returns to its roots and the common legends in some Scottish loch about the “water horse”, a sort of aquatic demon that takes the form of a horse but also the human form, they are called “kelpie”, “each uisge” (in English water-horse), “eich-mhara” (in English sea horse); wanting to be picky “kelpie” lives preferably near the rapids of the rivers, fords and waterfalls, while “each uisge” prefers lakes and the sea, but kelpie is the most used word for both (see)
[Ian Anderson nel 1979 scrisse “The Kelpie” per il concept album Stormwatch: con questo brano ritorna alle sue radici e alle leggende comuni nei loch scozzesi sul “cavallo del mare”, una sorta di demone acquatico che prende la forma di cavallo ma anche la forma umana, “kelpie“, “each uisge” (in inglese water-horse),  “eich-mhara” (in inglese sea horse), cavalli d’acqua e del mare; a voler essere pignoli il kelpie vive preferibilmente nei pressi delle rapide dei fiumi, dei guadi e delle cascate, mentre l’each uisge preferisce i laghi e il mare, ma kelpie è la parola più usata per entrambi.(continua)]

Scotland paid to the myth a steel sculpture consisting of two gigantic horse heads of the artist Andy Scott, inserted in a monumental context in Falkirk.
[La Scozia ha tributato al mito una scultura di acciaio consistente in due gigantesche teste di cavallo dell’artista Andy Scott, inserite in un contesto monumentale a Falkirk.]

The Kelpies in Falkirk (https://parliamenthouse-hotel.co.uk/edinburgh-guide/attractions/kelpies-helix/)

Jethro Tull in “Stormwatch” 1979

Kelpie (Kersting Blodig & Ian Melrose) in “Kelpie” 2002 (here is all the CD, the song of Kelpie is track 3 and starts at 8:00 min) [qui è riportato tutto il cd , la canzone del Kelpie è la track 3 e inizia a 8:00 min]


I
There was a warm wind
with the high tide
On the south side of the hill
When a young girl
went a-walking (1)
And I followed with a will
II
“Good day to you,
my fine young lady
With your lips, so sweetly full”
“May I help you comb (2)
your long hair?
Sweep it from that brow, so cool (3)”
CHORUS
Up, ride with the kelpie (4)
I’ll steal your soul to the deep
If you don’t ride with me
while the devil’s free
I’ll ride with somebody else
III
“Well, I’m a man when I’m feeling
The urge to step ashore
So, I may charm you, not alarm you
Tell you all fine things and more (5)
CHORUS
IV
Say goodbye to all your dear kin
For they hate to see you go
In your young prime (6)
to this place of mine
In the still loch far below”
CHORUS
Traduzione italiano di Cattia Salto
I
C’era un vento caldo
con l’alta marea
Sul lato sud della collina
quando una giovane fanciulla
andò a passeggiare
e la seguii con un proposito
II
“Buon giorno a voi,
giovane e bella Madama
dalle labbra così turgide.”
“Posso aiutarvi a pettinare
i vostri capelli lunghi?
Vi nascondono una fronte tanto fredda”
CORO
Su cavalca con il kelpie
ti ruberò l’anima nell’abisso.
Se non cavalcherai con me,
mentre il diavolo è in libertà,
cavalcherò con qualcun altro
III
“Beh, sono un uomo quando sento
il bisogno di fare un passo a terra
così vi affascino, per non allarmarvi,
vi racconto tutte le cose più belle
CORO
IV
Dite addio ai vostri cari parenti
perchè odiano vedervi andare
nella vostra gioventù in fiore
in questo mio luogo lontano
sotto all’immoto lago”
CORO

NOTE
1) Kerstin Blodig modifies the context instead and says that the girl is intent on collecting berries
“There was a young girl,
off-picking brambles. “
[Kerstin Blodig modifica invece il contesto e dice che la ragazza è intenta a raccogliere delle bacche putrebbe trattarsi di prugnoli o di mirtilli]
2) The girl is not as naive as it seems, in fact being alone along the shores of a mountain lake (clearly the story is set on the high pastures of the Highlands) she suspected that it may be the kelpie: therefore she asks permission to comb his wet hair because the only way to recognize the demon is to look for sand and seaweed caught in the comb!
La fanciulla non è così ingenua come sembra, infatti trovandosi sola lungo le rive di un lago di montagna (chiaramente la storia è ambientata sugli alti pascoli delle Highlands) le viene il sospetto che possa trattarsi del kelpie: gli chiede quindi il permesso di pettirargli i capelli bagnati perchè l’unico modo per riconoscere il demone è quello di  cercare della sabbia e alghe impigliate nel pettine!
3) Kerstin Blodig sings
“Good day to you my young lady, let me show you where to go
To where the berries, they grow much sweeter, at the quiet loch side shore”
(traduzione italiano dei versi cantati da Kerstin: Buon giorno mia giovane madama, permettetemi di farvi vedere dove andare, dove le bacche più dolci crescono, sulla riva del lago)
4) the Kelpie is considered an evil creature a kind of demon that hunts victims to seduce and drown (and devour) them in the abyss (a memory of ancient sacrifices to the spirits of the waters?) So popular wisdom first recommended not to climb incautiously on the back of a lonely horse (because once we climbed on a kelpie there is no possibility of going down) and secondly if we have climbed and we are going to end up dragged in the deep water, we have to look for bridles to tame it (easier said than done naturally).
[il Kelpie è considerata una creatura malvagia una sorta di demone che va a caccia di vittime da sedurre e far annegare (e divorare) negli abissi (un ricordo di antichi sacrifici agli spiriti delle acque?) Così la saggezza popolare raccomandava per prima cosa di non salire mai incautamente in groppa ad un cavallo solitario (perchè  una volta saliti su un kelpie non c’è più possibilità di scendere) e per seconda cosa se proprio ci siamo saliti e stiamo per finire trascinati nelle acque profonde, di cercare le briglie per domarlo (più facile a dirsi che a farsi naturalmente).]
5)  Kelpie is often looking for a companion and it is described as a “leannan-sith” or a “fairy-lover”; Mary Mackellar in her essay ‘The Shieling: Its Traditions and Songs‘ (Gaelic Society of Inverness 1889) writes of the many enchanted seductions to the summer pastures, when the shepherds carried the sheep on the highlands.
[il Kelpie  è spesso in cerca di un compagno/compagna e viene descritto come un “leannan-sith” ovvero una “fata-amante” Mary Mackellar nel suo saggio ‘The Shieling: Its Traditions and Songs’ (Gaelic Society of Inverness 1889 qui) scrive delle molte seduzioni fatate ai pascoli estivi, quando i pastori portavano le pecore sugli altopiani.]
6) the last stanza puts this song in the context of the warning song: the kelpie is the sexual predator but also the sexual call that awakens in the body of a girl when she blooms starting to feel curiosity and desires mostly repressed by the society of adults
[l’ultima strofa colloca la canzone nel contesto delle warning song: il kelpie è il predatore sessuale ma anche il richiamo sessuale che si sveglia nel corpo delle fanciulle quando sbocciano e iniziano a provare curiosità e desideri per lo più repressi dalla società degli adulti]

Theodor_Kittelsen_-_Nøkken_som_hvit_hestARCHIVE (ARCHIVIO CANTI)
Skye Water Kelpie’s Lullaby
Dh’èirich mi moch, b’ fheàrr nach do dh’èirich
Òran Tàlaidh An Eich-Uisge
A Mhór, a Mhór, till ri d’ mhacan
Cronan na Eich-mhara
Song of the Kelpie
Up, ride with the kelpie

MAIN PAGE
https://terreceltiche.altervista.org/sea-song/creature-del-mare-nella-mitologia-celtica/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.