Crea sito
Terre Celtiche Blog

Jimmy Randal

Jimmy Randal è la versione americana della Lord Randal, la ballata tradizionale che inaugura un genere narrativo, ripreso in molteplici varianti detto “il testamento dell’avvelenato”.

Jimmy Randal is the american version of Lord Randal, a popular folk ballad, that inaugurates a narrative genre, collected in multiple variations called “The will of the poisoned man“.

Jimmy Randal

In America il titolo nobiliare del nostro avvelenato viene omesso in favore del nome proprio così il protagonista diventa “Jimmy Randal”, “Jimmy Randolph”, “Jimmy Ransome”, oppure “Tiranti, my love”.In America the noble title of our poisoned is omitted in favor of the proper name so the protagonist becomes “Jimmy Randal”, “Jimmy Randolph”, “Jimmy Ransome”, or “Tiranti, my love”.

La vittima ha comunque molti nomi differenti: ‘Laird (= Lord) Rowland’ (Scozia), ‘Reynolds’, ‘Tyranty’ (New England), ‘Diranty’, ‘Duranty’, per arrivare ad un ‘Durango’ dell’Oklahoma, che ci ricorda certo più il Messico che le montagne scozzesi. In Virginia diventa ‘Johnny Randolph’ (con un cognome abbastanza simile all’originale; ma la sequenza ‘r-n’ o ‘-ran-‘ è presente in tutte le varianti del nome), mentre nella Carolina del Sud, persosi il nome, è rimasta comunque una sorta di coscienza dell’origine ed il protagonista diventa ‘McDonald’. Come è ovvio, in America il titolo nobiliare è di solito omesso.”
‘Lord Randal’, essendo tra le ballate più note, seguì nel Nuovo Mondo i primi colonizzatori scozzesi che vi si stabilirono (verrebbe voglia di dire: dagli Appennini agli Appalachi…): qui, alla perfida avvelenatrice spettano di solito il ‘fuoco infernale’ e lo ‘zolfo… per bruciar le sue ossa fino a carbonizzarle’ (Cox, p. 26), ma si ha anche il caso di un Lord Randal della Carolina del Sud (Smith, p. 102) che sbotta appassionatamente (in modo tipicamente yankee, diremmo): Le lascio un barile di polvere Per farla saltare in aria!” (Riccardo Venturi da “Fatti e Fattacci” in Ballate angloscozzesi)

JOHN JACOB NILES

John Jacob Niles raccolse la versione di Jimmy Randal dalla testimonianza di Solomon e Beth Holcolm di Whitesburg nel 1932

In 1932 John Jacob Niles picked up the version of Jimmy Randal from the testimony of Solomon and Beth Holcolm of Whitesburg 

Jimmy Randal
I
“Where have you been, Jimmy Randall, my son,
Where have you roved, my oldest dear one?”
“O mither o mither, go make my bed soon,
cause my courting has sicked me
and I fain would lay doon.”
II
“What had you for supper
What had you for supper
“Some fried eels and parsnips, (1)
go make my bed soon..
III
“What will you give me,
What will you your mother,
“My houses and my lands,
make my bed soon,
IV
“What will you your father,
What will you your father,
My wagon and team, mither
make my bed soon,
V
What will you your brother,
What will you your brother,
My horn and my hound
make my bed soon,
VI
And what will you your sweetheart
what will you your sweetheart
“Bullrushes, bullrushes
and them all parched brown
for she give me the pizen
that I did drink down “
VII
“And when you are dead
And when you are dead
Go dig me a grave
‘side my grandfather’s son
cause my courting has sicked me
and I fain would lay doon
Traduzione italiana di Cattia Salto
I
“Dove sei stato Jimmy Randall figlio mio
“Dove sei andato in giro il mio più adorato?”
“O madre, madre vai a prepararmi il letto
perchè il mio amore mi ha avvelenato
e temo di dovermi coricare”
II
“Cosa hai preso per cena
Cosa hai preso per cena?
Delle anguille fritte e pastinaca (1)
vai a prepararmi il letto…”
III
“Cosa disponi per me
cosa lascerai a tua madre?
“Le mie case e terre
prepararmi il letto..”
IV
Cosa lascerai a tuo padre
cosa lascerai a tuo padre?
“Il mio carro e i cavalli, madre
prepararmi il letto..”
V
Cosa lascerai a tuo fratello
cosa lascerai a tuo fratello?
“Il mio corno e il levriero
prepararmi il letto…”
VI
“Cosa lascerai alla tua fidanzata
Cosa lascerai alla tua fidanzata?
“Un fico secco, un fico secco (2)
tutto avvizzito
perchè lei mi ha dato il veleno
che ho bevuto
VII
” E quando sarai morto
quando sarai morto?
“Va a scavare una tomba
accanto al figlio di mio nonno
perchè il mio amore mi ha avvelenato
e temo di dovermi coricare”

NOTE
John Jacob Niles (1892-1980) was an American composer, singer and collector of traditional ballads.
1) the parsnip is a tuber that looks like a large carrot (it is in fact considered a wild carrot) but it is nutty in color, has a very fresh sweet taste, between carrot, celeriac and parsley root.

NOTE
John Jacob Niles (1892-1980) era un compositore, cantante e collezionista americano di ballate tradizionali.
1) la pastinaca è un tubero che assomiglia a una grossa carota (è infatti considerata una carota selvatica) ma è di colore nocciola, ha un sapore dolce molto fresco, una via di mezzo tra carota, sedano rapa e radice di prezzemolo.
2) bulrushes sono i giunchi e in particolare la varietà detta stiancia, ho preferito tradurre con un’espressione più italiana
3) il padre oppure lo zio 

Jimmy Randal

VERSIONI SCOZZESI
Lord Randal (Child # 12)
-Scottish version
Ciod è a ghaoil a tha ort
– scottis gaelic version
Lord Ronald, my Son (Robert Burns)
Croodin doo (nursery rhyme)

VERSIONI IRLANDESI
Henry my Son (Irish version)
Amhrán na hEascainne (gaelic irish version)
ALTRE VERSIONI

The Wild, wild Berry (english version from Shropshire)
Billy Boy (sea shanty)
“Il testamento dell’avvelenato” (Italian version)
Jimmy Randal (John Jacob Niles)

LINK
https://terreceltiche.altervista.org/lord-randal/
http://bluegrassmessengers.com/english-and-other-versions–12-lord-randal.aspx
http://bluegrassmessengers.com/us–canadian-versions-child-12-lord-randal.aspx
http://www.lizlyle.lofgrens.org/RmOlSngs/RTOS-JimmyRandall.html
https://dearballadeer.com/portfolio/niles-no-9-tiranti-my-love/
http://www.poetrybyheart.org.uk/poems/lord-randall/

Pubblicato da Cattia Salto

Amministratore e folklorista di Terre Celtiche Blog. Ha iniziato a divulgare i suoi studi e ricerche sulla musica, le danze e le tradizioni d'Europa nel web, dapprima in maniera sporadica e poi sempre più sistematicamente sul finire del anni 90 tramite il sito dell'associazione L'ontano [ontanomagico.altervista.org]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.