Giochi di Potere (Patriot Game)

In questi tempi moderni tra covid, contesa tra Russia e Ucraina, il vaiolo delle scimmie, una riflessione sui Giochi di Potere, dalla irish rebel song “Patriot Game” a “God Was Never on Your Side” dei Motörhead, passando per il tormentone di Bob Dylan “With God on our side” e il corollario Vite Perdite di Daniele Sepe

Patriot Game (Dominic Behan)
With God on our side (Bob Dylan)
God Was Never on Your Side (Lemmy Kilmister)
Vite Perdite (Daniele Sepe)

Patriot Game

“The Patriot Game” è una irish rebel song scritta da Dominic Behan e dedicata a Fergal O’Hanlon un giovanissimo soldato dell’IRA morto durante un’operazione militare -o attacco terroristico per altri- (lui e i suoi compagni cercarono di far saltare con le bombe una caserma della Royal Ulster Constabulary nel villaggio di Brookeborough – contea Fermanang) nella notte di inizio del nuovo 1957.

I “martiri” di quella notte furono in realtà due, ma più che commemorare l’azione militare in sè, Behan con lo scrivere The Patriot Game voleva riportare sulla bocca di tutti la questione irlandese, e mettersi dal punto di vista dei combattenti dell’IRA, che avevano continuato la loro lotta dopo il Trattato del 1921.

Patriot Game


I
Come all ye young rebels, and list while I sing,
For the love of one’s country is a terrible thing.
It banishes fear with the speed of a flame,
And it makes you all part of the patriot game
II
My name is O’Hanlon, and I’ve just gone sixteen.
My home is in Monaghan, where I was weaned
I learned all my life cruel England’s to blame,
So I am part of the patriot game..
III
It’s nearly (barely) two years since I wandered away
With the local battalion of the bold IRA,
I read of our heroes, and I wanted the same
To play out my part in the patriot game.
IV
This Ireland of ours has too long been half free
Six counties lie under John Bull’s tyranny.
But still De Valera is greatly to blame
For shirking his part in the Patriot game
V
They told me how Connolly was shot in his chair
His wounds from the battle all bloody (bleeding) and bare.
His fine body twisted, all battered and lame
They soon made me part of the patriot game…
VI
And now as I lie with my body all holes
I think of those traitors who bargained and sold
I’m sorry my rifle has not done the same
For the quislings who sold out the patriot game

Traduzione italiana Cattia Salto [20-02-2016]
I
Venite giovani ribelli e ascoltatemi mentre canto
l’amore per la patria è una cosa terribile,
scaccia la paura come il divampare di un incendio
e coinvolge tutti nel patriottismo(1)
II
Mi chiamo O’Hanlon e ho appena 16 anni(2),
vengo da Monaghan e lì sono cresciuto,
ho imparato a maledire la crudele Inghilterra
così sono diventato un patriota
III
Appena due anni fa me ne sono andato via
con il battaglione locale della coraggiosa IRA,
ho letto dei nostri eroi e ho voluto anch’io
avere il mio ruolo nel patriottismo (3)
IV
Questa nostra Irlanda è da tempo libera solo a metà(4)
sei regioni sono sotto la tirannia di John Bull(5)
eppure De Valera(6) è decisamente da biasimare
per essersi messo da parte nei giochi del potere.
V
Mi dissero come Connolly fu fucilato (legato) alla sedia (7)
le sue ferite di battaglia aperte e sanguinanti,
il suo bel corpo sfregiato mutilato e contuso:
subito mi misero dalla parte del patriottismo
VI
Ma ora che giaccio con il corpo crivellato di colpi,
penso a quei traditori che si sono venduti(8),
e mi dispiace che il mio fucile non abbia fatto lo stesso
con i collaborazionisti che hanno svenduto il patriottismo.

John Bull
John Bull ovvero il Regno di Gran Bretagna,

NOTE
(1) letteralmente “gioco patriottico, gioco del Patriota” e per estensione patriottismo
(2) O’Hanlon non è morto a 16 anni, ma a 19 anni
(3) il verso sulla polizia (RUC ) è spesso censurato, soprattutto nelle versioni “ufficiali”
I don’t mind a bit if I shoot down police
They are lackeys for war never guardians of peace
And yet at deserters I’m never let aim
The rebels who sold out the patriot game
(traduzione italiana:
Non mi dispiace affatto uccidere la polizia,
sono scagnozzi della guerra, mai guardiani di pace .
e fino ad ora ai disertori non ho mai mirato,
ai ribelli che hanno venduto il patriottismo)
(4) l’Irlanda del Nord nata nel 1921 sotto la protezione del governo britannico a seguito del trattato con cui si chiudeva la guerra d’indipendenza
(5) John Bull è la personificazione nazionale del Regno di Gran Bretagna, il nomignolo nasce nel 1700 a rappresentare il tipo del gentiluomo di campagna, uomo d’affari capace e onesto ma collerico e di umore variabile, amante dello scherzo e della buona tavola.(Treccani)
(6) La strofa nella versione dei Clancy viene molto diplomaticamente censurata e sostituita con
So I gave up my Bible, to drill and to train
To play my own part in the patriot game.
(Traduzione italiana: 
Così ho rinunciato alla Bibbia per addestrarmi 
e fare la mia parte nel patriottismo)
Eamonn de Valera anch’egli tra i leader della Rivolta di Pasqua durante la trattativa con il governo inglese per sancire la fine della guerra d’indipendenza era a capo del governo provvisorio: gli irlandesi chiedevano la repubblica, gli inglesi erano disposti a concedere lo statuto di Dominion. De Valera alla fine si defila e lascia prendere il suo posto al tavolo delle trattative da Michael Collins e Arthur Griffith.
De Valera nel 26 fonda il partito Fianna Fail che diventa il primo partito di opposizione ed il principale referente politico dell’I.R.A., anch’essa ormai in rotta con il Sinn Fein.
“Alle successive elezioni legislative del 1932 il Fianna Fail è ormai stabilmente il primo partito; De Valera diventa primo ministro. Come ringraziamento per l’opera prestata alla nazione e come sprone alle nuove generazioni, De Valera offre una pensione a tutti i reduci dell’I.R.A. irregolare che avevano combattuto durante la guerra civile; offre invece ai membri del gruppo armato clandestino la possibilità di venire inquadrati nell’esercito dello Stato Libero d’Irlanda. La situazione nello Stato Libero peggiora drasticamente. Buona parte dei sostenitori della linea estremista di De Valera premono perché il loro leader si faccia promotore di una campagna per la liberazione del nord occupato e ottenga l’appoggio del governo. In particolare l’I.R.A. cerca di far valere il sostegno dato al Fianna Fail per vincere le elezioni del ’32. Nel 1936, dopo aver tentato una linea di conciliazione che però non porta a risultati positivi, De Valera dichiara l’I.R.A. illegale in tutto lo Stato Libero d’Irlanda; l’esercito repubblicano intanto avvia una poco efficace campagna di bombing in Inghilterra (1939). Il governo lavora per costruire i presupposti di una convivenza civile che garantisca rispetto ed equità a tutti i cittadini. Nel 1937 vede la luce la Costituzione Irlandese: lo Stato Libero d’Irlanda diviene Eire (nome gaelico dell’isola); negli articoli 2 e 3 si fa riferimento all’intera superficie dell’isola come territorio naturale, compreso il nord.” (tratto da qui)
(7) James Connolly era uno dei leader della Rivolta di Pasqua del 1916, per eseguire la sua sentenza di morte, gli inglesi lo legarono ad una sedia, essendo le condizioni delle sue ferite riportate nella battaglia così gravi che non riusciva a restare in piedi.
(8) L’assemblea irlandese di Dublino approvò le clausole del trattato negoziato con gli inglesi (con una maggioranza risicata). L’IRA prese la decisione di combattere, così ebbe inizio la guerra civile, fratello contro fratello, con Michael Collins e Arthur Griffith considerati gli arci-traditori. Pare che il governo dello stato libero abbia fucilato più irlandesi degli inglesi stessi.

The Dubliners
Tony Coe · feat. Maggie Bell in Les Voix d’Itxassou 2011
Clancy Brothers live 1966, Strofe I, II, III, V, IV

Dominic Behan VS Bob Dylan

Nel 1964 Dominic Behan ha accusato Bob Dylan di plagio per l’anti-war song “With God on its side” del 1964 . In quel periodo circolava in America la versione dei Clancy Brothers di “The Patriot Game” e Dylan avrà pensato si trattasse di uno dei tanti rebel song impostato su melodie popolari della tradizione irlandese!
Al contrario pur attingendo dalla tradizione popolare Behan aveva scritto un pezzo proprio nuovo, e infatti per quanto in molti si affannino a trovare questa o quella corrispondenza-ognuno lo dice per un diverso titolo e una diversa versione, citando titoli come “The Bold Grenadier” o “The Nightingale” o “Paddington Green” o “One Morning in May” ma anche “The merry month of may”.

Così alcuni parlano di versione appalachiana, altri invece irlandese (per la verità il riferimento è a una non meglio precisata versione o se la precisano e poi si va a fare il confronto, la differenza tra le due melodie è palese).
Così alla fine si è arrivati a definire la melodia di “The Patriot Game” come un “folk song template” e si dice che Dominic Behan, avendola attinta da un “modello” del diciassettesimo secolo, non ha fatto altro che creare una variante di questo modello, per la quale non può rivendicare alcun diritto.

Sarà.. ma a Dylan l’idea di scrivere una melodia così forse non gli sarebbe mai venuta, se non l’avesse presa pari-pari da Dominic!!

Dio è con noi (With God on our side)


I
My name it means nothing my age it means less
The country I come from is called the Midwest
I was taught and brought up there the laws to abide
And that the land that I live in has God on its side.
II
The history books tell it, they tell it so well
The cavalries charged and the Indians fell
The cavalries charged and the Indians died
The country was young with God on its side.
III
The Spanish American War had its day
And the Civil War too was soon laid away
And the names of the heroes I was made to memorize
With guns in their hands and God on their side.
IV
The first World War, boys, it came and it went
The reason for fighting I never did get
But I learned to accept it and accept it with pride
For you don’t count the dead when God’s on your side.
V
The second World War it came to an end
We forgave the Germans and then we were friends
Though they murdered six millions
in the ovens they fried
The Germans now too have God on their side.
[about Vietnam
In the nineteen-sixties came the Vietnam war.
Can somebody tell me what we’re fighting for ?
So many young men died so many mothers cried.
Now I ask the question was God on our side ?]
VI
I’ve learned to hate Russians all through my whole life
If another war starts it’s them we must fight
To hate them and fear them to run and to hide
And accept it all bravely with God on my side.
VII
But now we got weapons of the chemical dust
If fire them we’re forced to then fire them we must
One push of the button and a shot the world wide
And you never ask questions with God on your side.
VIII
In many a dark hour I been thinkin’ ‘bout this
That Jesus Christ was betrayed by a kiss
But I can’t think for you You have to decide
Whether Judas Iscariot had God on his side.
IX
So now as I’m leavin’ I’m weary as hell
The confusion I’m feelin’ ain’t no tongue can tell
The words fill my head and fall to the floor –
But if God is on our side He’ll stop the next war.

Traduzione italiana Cattia Salto [23-05-2022]
I
Il mio nome non conta, la mia età ancor meno.
il paese dal quale provengo è il Midwest(1).
Mi hanno insegnato ad rispettare le leggi
e che il Paese in cui vivo ha Dio dalla sua parte.
II
I libri di storia lo dicono, chiaro e tondo:
la cavalleria caricava, gli indiani cadevano.
La cavalleria caricava e gli indiani morivano(2)
(perché) il paese era giovane e con Dio dalla sua parte.
III
La guerra ispano-americana(3) è trapassato remoto
e come la guerra civile(4) è già dimenticata,
e i nomi degli eroi li ho imparati a memoria
con il fucile in mano e Dio dalla loro parte.
IV
La prima guerra mondiale è cominciata e finita,
la ragione per combatterci non l’ho mai capita(5).
Ma ho imparato ad accettarla e con fierezza,
non si contano i morti quando c’è Dio dalla propria parte.
V
Quando la seconda guerra mondiale finì,
perdonati i Tedeschi siamo diventati amici,
nonostante ne ammazzarono sei milioni
e li distrussero nei forni(6).
Anche i Tedeschi, ora, hanno Dio dalla loro parte.
[strofa aggiuntiva Vietnam
Negli anni 60 venne la guerra del Vietnam.
Qualcuno mi sa dire per cosa abbiamo combattuto?
Così tanti giovani morti, e tante madri in lacrime(7).
Adesso domando “Dio era con noi?”]
VI
Ho imparato a odiare i Russi(8) come il nemico,
se ci sarà un’altra guerra(9), sarà contro di loro che combatteremo, odiarli e temerli, fuggire a nascondersi(10),
e accetterò tutto con coraggio con Dio dalla mia parte.
VII
Ma ora abbiamo le armi chimiche(11)
e se saremo costretti a usarle, lo faremo.
Si preme il pulsante e si colpirà il mondo intero(12),
non si fanno domande quando Dio è dalla tua parte.
VIII
Nelle ore più buie ho pensato
che Gesù Cristo fu tradito con un bacio.
Ma non posso pensare per voi, tocca a voi decidere
se pure Giuda Iscariota(13) avesse Dio dalla sua parte.
IX
E adesso devo lasciarvi, sono stanco da morire,
la confusione che provo non riesco a dirla,
le parole mi riempiono la testa e cascano a terra.
Ma se Dio è dalla nostra parte, fermerà la prossima guerra(14).

NOTE
(1) Stati Uniti d’America medio-occidentali una regione a fortissima prevalenza di bianchi
(2) le guerre indiane furono il genocidio dei nativi americani e si estesero in un arco di tempo tra il 1775 e il 1890 prolungandosi in alcune aree anche durante e oltre la guerra di secessione.
(3) La guerra ispano-americana fu combattuta nel 1898 tra gli Stati Uniti e la Spagna in merito alla questione cubana. Teatro delle operazioni furono le Antille spagnole e l’arcipelago delle Filippine. La Spagna rinunciò a Cuba, proclamata indipendente, a Porto Rico, all’Isola di Guam e alle Filippine
(4) Conflitto (1861-65) scoppiato negli USA dopo il tentativo di secessione degli Stati meridionali
(5) Gli USA entrarono nel Primo Conflitto Mondiale il 6 aprile del 1917.  Il presidente Wilson, nel suo discorso dichiarò che gli Stati Uniti intervenivano nella guerra per la causa della giustizia internazionale e per contribuire al bene dell’umanità, con l’obiettivo di costruire un mondo democratico più sicuro attraverso la promozione di una nuova diplomazia. E’ la prima volta che l’America allunga la sua mano sull’Europa
(6) i Tedeschi procedettero all’uccisione degli Ebrei con vari metodiche, ma in modo sistematico nei campi di sterminio con l’uso delle camere a gas (la Soluzione Finale). I forni crematori furono solo un modo efficiente per lo “smaltimento” di tutta quella massa giornaliera di cadaveri
https://encyclopedia.ushmm.org/content/it/article/gassing-operations-abridged-article
Il trattamento venne riservato non solo agli Ebrei perchè sotto il Nazismo vennero eliminati più o meno sistematicamente anche i malati di mente, i comunisti e gli oppositori politici, i nomadi, gli omosessuali.
(7) La guerra del Vietnam venne combattuta tra il 1964 e il 1975 ed è stata la prima significativa sconfitta militare degli Stati Uniti. Da parte degli americani, 58.226 vennero uccisi in azione o classificati come dispersi in combattimento. (da Wikipedia). La strofa è stata aggiunta da Dylan negli anni 70
(8) in quanto Comunisti
(9) il terrorismo arabo nei confronti dei paesi occidentali era ancora aldilà da venire
(10) nei bunker anti-atomici, lo scenario ai tempi della guerra fredda era quello in cui si viveva con la paura dell’atomica, in particolare durante la crisi dei missili di Cuba (ottobre 1962)
(11) lo scenario apocalittico più attuale è la guerra chimico-biologica, armi facili da produrre -anche per Paesi meno ricchi e evoluti tecnologicamente e in particolare dai gruppi terroristici- e estremamente facili da nascondere https://www.opcw.org/our-work/what-chemical-weapon (vedasi la contesa tra Russa e Ucraina)
Silenziose e invisibili, ma comunque micidiali (forse addirittura più della bomba atomica) le armi chimiche e biologiche possono diffondere nella popolazione infezioni letali come il botulismo o il vaiolo. Sono semplici da produrre e da nascondere nei laboratori o in allevamenti di bestiame e gli agenti patogeni che servono per produrle sono piuttosto facili da acquistare, anche su Internet. https://www.archiviodisarmo.it/view/4Ti_vqVbfvhP6R7bGeoGl14Gp38SS5dTrIwmRhxRpbA/2001-11-12-verda.pdf.
(12) al momento la consapevolezza che buona parte dei continenti possa venire distrutta in un conflitto totale, fa si che l’armamento con il nucleare e il chimico-batteriologico sia considerato a scopo “difensivo” per una pronta risposta solo in caso di attacco di un’altra potenza..
(13) nella religione cristiana il tradimento di Giuda rientra nei piani di Dio per la Salvezza dell’Umanità…
(14) Dylan esce dall’impasse “teologico” auspicando la pace di Dio, e chi non vorrebbe la pace nel mondo?
Peccato che quando sento questa frase mi sovvengono prima gli slogan Ubi solitudinem faciunt, pacem appellant [Dove fanno il deserto, lo chiamano pace] (Tacito lo mette in bocca alll'”highlander” Calgaco e Byron la riprende nell’Ottocento con il verso “He makes a solitude, and calls it — peace”) VS “si vis pacem para bellum” di Vegezio

Bob Dylan: all’epoca bastava una chitarra e una voce roca, e il canto di protesta di matrice folk riusciva a catalizzare le masse dei giovani..
Accostando le due canzoni, non si può fare a meno di pensare, dopo il successo mondiale di  “With God on its side”, di come anche gli Irlandesi (di entrambi gli schieramenti) abbiano Dio dalla loro parte.
live del 1988 alla Okland Coliseum Arena 
Buddy Miller:  in versione nuovo secolo con la minaccia dei paesi arabi e l’attentato dell’11 settembre 2001

Tantissime le “tradu-canzoni” in varie lingue (molte le versioni italiane in metrica) da leggere -e cantare- nel sito Antiwarsongs.org

God Was Never on Your Side

E come ciliegina sulla torta la canzone dei britannici Motörhead “God Was Never on Your Side”. Scritta nel 2006 da Lemmy Kilmister (coadiuvato per la parte musicale dagli altri componenti del gruppo)

Libera traduzione italiana e interpretazione di Cattia Salto [24-05-2022]
Se le stelle cadessero su di me e il sole non sorgesse più
allora si apriranno tutti gli anelli delle catene
e tutte le litanie finalmente la smetteranno!(1)
Se il cielo fosse una lapide, che m’importa,
perchè non c’è paradiso in cielo,
e l’inferno non attende la nostra caduta(2).
Brilli la voce della ragione
e le religioni svaniscano per sempre,
tanto il volto di Dio è celato,
così non domandare il significato della vita,
Dio non è mai stato dalla tua parte(3).
Distingui da solo il giusto e lo sbagliato(4)
Dio non è mai stato dalla tua parte

Prendiamo quei diecimila religiosi,
i mastini della giusta fede,
dicono di curare e invece rubano e derubano,
ti imbrogliano e abusano della tua fede.
Un Dio saggio non accetterebbe
l’amicizia di questi falsi profeti.
Perchè tace, è forse cieco?
In definitiva siamo soli?
Brilli la spada della ragione
per liberarci dalle preghiere e dagli altari,
tanto il volto di Dio è celato, voltato dall’altra parte(5),
non ha niente da dire, Dio non è mai stato dalla tua parte.
Distingui da solo il giusto e lo sbagliato
Dio non è mai stato dalla tua parte

If the stars fall down on me
And the sun refused to shine
Then may the shackles be undone
May all the old words cease to rhyme
If the sky turned into stone
It will matter not at all
For there is no heaven in the sky
Hell does not wait for our downfall

Let the voice of reason shine
Let the pious vanish for all time
God’s face is hidden, all unseen
You can’t ask Him what it all means

He was never on your side
God was never on your side
Let right or wrong alone decide
God was never on your side

See ten thousand ministries
See the holy, righteous dogs
They claim to heal, but all they do is steal
Abuse your faith, cheat, and rob
If God is wise, why is He still
When these false prophets call Him friend?
Why is He silent? Is He blind?
Are we abandoned in the end?

Let the sword of reason shine,
Let us be free of prayer & shrine
God’s face is hidden, turned away
He never has a word to say
He was never on your side
God was never on your side
Let right or wrong, alone decide,
God was never on your side.

NOTE
(1) l’iperbole è un paradosso, solo alla fine del mondo gli uomini saranno liberi dalla religione. Tra l’altro il termine stesso sottolinea il concetto di legame sacro, re-ligo =legati a Dio (ovviamente le interpretazioni sull’etimologia della parola sono molteplici Wikipedia docet)
(2) nella seconda strofa è ribadito il concetto: non ci sarà il Giudizio universale di cui molti uomini hanno tanto paura
(3) side traduce sia fianco che parte: esserti accanto ma anche parteggiare per te, sostenerti, venire in tua difesa. Anche in italiano parte corrisponde al duplice significato
(4) un po’ di riflessioni di filosofia morale: Cosa dovrei fare ? Che cosa avrei dovuto fare? Ci sono limiti alle mie azioni?
(5) l’intelligenza creativa è indifferente alla sua creazione, e men che meno alla parte che gli è riuscita peggio: gli uomini

Corollario: Vite Perdite

Il collage di Daniele Sepe unisce parte del testo (con relativa musica medievale) di Vite Perdite dei Carmina Burana con il discorso retorico di Tacito (Agr. 30,6-7) nell’originale latino e versificato in italiano

in Polo Sud 1993 cantato da Zulu dei 99 Posse

NOTE
(1) brano attribuito per il testo e la musica a Pierre de Blois (Petrus Blesensis (1135 circa – 1212 circa), -secondo fonti moderne la musica è invece attribuita a Gautier de Châtillon
traduzione italiana [25-05-2022]
Mi sono arreso a perseguire una vita dissoluta
e illecitamente infransi i miei voti,
ma al tramonto della mia vita scelsi di correggere
i miei errori di gioventù.
La prima strofa di Vite Perdite (1170-1180 ca.) fa da incipit e intercalare ripetuto al testo di Tacito.
(2) Tacito (Agricola 30,6-7)
Predatori del mondo intero: quando alle loro ruberie vennero meno le terre, si misero a frugare il mare.
Se il nemico è ricco, eccoli avidi; se è povero, diventano arroganti. Né Oriente né Occidente potranno mai saziarli: soli fra tutti gli uomini riescono a essere ugualmente avidi della ricchezza e della povertà. Depredare, trucidare, rubare essi chiamano col nome bugiardo di impero. Dove passano, creano deserto e lo chiamano pace.
(approfondimento Storie Romane
http://storieromane.altervista.org/ubi-solitudinem-faciunt-pacem-appellant/)
Alice Bonandini https://www.classicocontemporaneo.eu/PDF/327.pdf)

Vite perdite me legi subdideram,
minus licite dum fregi, quod voveram;
sed ad vite vesperam corrigendum legi,
quidquid ante perperam puerilis egi.
(1)

Predatori del mondo intero adesso che mancano terre
alla vostra sete di totale devastazione
andate a frugare anche il mare,
avidi se il nemico è ricco arroganti se è povero
gente che nè l’Oriente nè l’Occidente possono saziare
solo voi bramate possedere con pari smania ricchezza e miseria
rubano, massacrano, rapinano e con falso nome
lo chiamano impero
rubano, massacrano, rapinano e con falso nome
lo chiamano nuovo ordine
infine dove fanno il deserto dicono che è la pace
«Raptores orbis, postquam cuncta vastantibus
defuere terrae mare scrutantur
si locupes hostis est avari, si pauper ambitiosi,
quos non oriens, non occidens satiaverit;
soli omnium inopes atque inopiam
pari adfectu concupiscunt,
Auferre, trucidare, rapere
falsis nominibus imperium,
atque ubi solitudinem faciunt pacem appellant.»
(2)

LINKS
http://mysongbook.de/msb/songs/p/patriotg.html
http://www.antiwarsongs.org/canzone.php?id=37410&lang=it
http://www.antiwarsongs.org/canzone.php?id=112&lang=it
https://www.antiwarsongs.org/canzone.php?lang=it&id=53464
https://www.antiwarsongs.org/canzone.php?id=198&lang=it
http://www.wowiezowie.it/wz/?p=188
http://www.historyireland.com/20th-century-contemporary-history/sean-south-of-garryowen/
http://files.studiperlapace.it/spp_zfiles/docs/irlanda.pdf

Pubblicato da Cattia Salto

Amministratore e folklorista di Terre Celtiche Blog. Ha iniziato a divulgare i suoi studi e ricerche sulla musica, le danze e le tradizioni d'Europa nel web, dapprima in maniera sporadica e poi sempre più sistematicamente sul finire del anni 90

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.