SEARCHING FOR LAMBS

Il contrasto amoroso a tema bucolico è piuttosto tipico nella canzone popolare di Irlanda e Scozia, spesso a sfondo erotico o piccantemente allusivo, più spesso come maschera del tentativo di stupro da parte del signorotto di turno che vuole togliersi il “capriccio” con la bella pastorella! (vedi).
Una melodia molto bella amata da Cecil Sharp, e prediletta dagli arpisti,  che la collezionò nel Somerset agli inizi del 1900 e la pubblicò in varie raccolte, non è tuttavia una canzone molto diffusa nella tradizione inglese anche se è stata ritrovata anche in Irlanda. La versione più accreditata riportata da Sharp in “One Hundred English Folk Songs” (1916) è piuttosto breve rispetto ai soliti lunghi fraseggi tra i due come preliminari all’atto amoroso con l’uomo nel ruolo di corteggiatore di una donna più ritrosa e indifferente.

Charles-Amable-Lenoir-The-Shepherdess
Charles Amable Lenoir

ASCOLTA Loreeena McKennitt live

ASCOLTA John Jones (vocal leader degli Oysterband) in Rising Road 2009 in una versione più moderna


I
As I went out one May morning,
One May morning betimes,
I met a maid from home had strayed,
Just as the sun did shine
What makes you rise so soon, my dear,
Your journey to pursue?
Your pretty little feet they tread so sweet,
Strike off the morning dew(1).
II
I’m going to feed my Father’s flock,
His young and tender lambs,
That over hills and over dales
Lie waiting for their dams.
O stay! O stay! You handsome maid,
And rest a moment here,
For there is none but you alone
That I do love so dear.
III
How gloriously the sun doth shine,
How pleasant is the air;
I’d rather rest on my true love’s breast
Than any other where.
For I am thine and thou art mine
No man shall uncomfort thee.
We’ll join our hands in wedded bands(2)
And a-married we will be.
TRADUZIONE   ITALIANO DI CATTIA SALTO
I
Mentre uscii in una mattina di Maggio,
una mattina di Maggio molto presto,
incontrai una fanciulla  arrivata dritta da casa
proprio al sorgere del sole.
“Che cosa ti spinge ad alzarti così presto, mia cara,
per metterti in viaggio?
I tuoi deliziosi piedini così dolcemente calcano e cancellano la rugiada del  mattino(1)”
II
“Vado a dar da mangiare al gregge di mio padre,
i suoi giovani e teneri agnelli,
che sulle colline e valli stanno
aspettando le loro mamme.”
“Resta oh resta affascinante fanciulla,
riposati qui per un momento,
che non c’è nessun altra
che io ami così caramente.”
III
“Come gloriosamente risplende il sole
e come è piacevole l’aria,
preferisco riposare tra le braccia del mio vero amore, che essere in ogni altro posto.
Perchè io sono tua e tu sei mio
nessun uomo si può paragonare a te
uniremo le nostre mani in lacci nunziali
e saremo sposati”

 

NOTE
1) pare che un tempo fosse considerato particolarmente  erotico il dettaglio dei piedini nudi  bagnati dalla rugiada, infatti dai boschi e dalle brughiere spunta sempre qualche bella fanciulla simile a una dea o a una fata
2) wedded bands: chiaro riferimento alla cerimonia dell’handfasting (continua); questa versione  si conclude un po’ bruscamente (rispetto ai prolissi duetti amorosi tipici del genere) con una terza strofa un po’ buttata lì, in cui lei dichiara il suo amore per lui convinta che la loro unione sarà suggellata dal matrimonio.

FONTI
http://www.joe-offer.com/folkinfo/songs/100.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*