Crea sito
Terre Celtiche Blog

The Mountains of Pomeroy, Renardine il ladro gentiluomo

“The Mountains of Pomeroy” o “The Mountains High” è una ballata irlandese scritta, su una melodia omonima già esistente, dal Dott. George Sigerson che prese il nome del protagonista Renardine, da un’antica ballata.

George Sigerson medico-poeta di Tyrone colloca la storia nella sua Contea, la ballata è pubblicata da Alfred Percival Graves in Irish Song Book (Londra, 1894).

Niall Hanna live

Tommy Fleming · De Dannan

E due versioni strumentali i Bow Bros live e Deirdre Millane al piano (in Idir Dubh Agus Bán 2019)


I
The morn was breaking bright and fair
The lark sang in the sky
When the maid, she bound her goIden hair
With a blithe glance in her eye
For, who beyond the gay green-wood
Was a-waiting her with joy
Oh, who but her gallant Renardine
On the mountains of Pomeroy (1)
II
Full often in the dawning hour
Full oft in twilight brown
He met the maid in the woodland bower
Where the stream comes foaming down
For they were faithful in a love
No wars could e’er destroy
No tyrant’s law touched Renardine (2)
On the mountains of Pomeroy
III
‘Dear love’ she said ‘l’m sore afraid
For the foeman’s force and you
They’ve tracked you in the lowland plain
And all the valley through
My kinsmen frown when you are named
Your life, they would destroy
‘Beware’ they say, ‘of Renardine
On the mountains of Pomeroy’
IV
‘Fear not, fear not, sweetheart’ he cried
‘Fear not the foe for me
No chain shall fall, whate’er betide
On the arm that would be free
Oh, leave your cruel kin and come
When the lark is in the sky
And it’s with (my gun) (my life), I’ll guard you
On the mountains of Pomeroy”
V
The morn has come, she rose and fled
From her cruel kin and home
And bright the wood, and rosy red
And the tumbling torrent’s foam
But the mist came down and the tempest roared
And did all around destroy
And a pale, drowned bride met Renardine
On the mountains of Pomeroy
An outlawed man in a land forlorn
He scorned to turn and fly

But kept the cause of freedom safe (3)
On the mountains (of Pomeroy) (high)

Traduzione italiana di Cattia Salto
I
Il mattino era spuntato luminoso e bello
L’allodola cantava nel cielo
Quando la fanciulla si legò i biondi capelli
con uno sguardo malizioso
per colui che oltre il gaio bosco
la stava aspettando con gioia
Oh, chi se non il suo galante Rinaldino
sui monti di Pomeroy?
II
Spesso all’ora dell’alba
spesso all’oscuro crepuscolo
incontrava la fanciulla nell’anfratto boschivo
dove il torrente scende schiumoso
Perchè si amavano di un amore sincero
nessuna guerra mai poteva distruggerlo
nessuna legge del tiranno toccava Rinaldino
sui monti di Pomeroy
III
“Amore caro- disse lei – sono molto preoccupata
per le forze del nemico e per te
Hanno seguito le tue tracce nella pianura
e per tutta la valle
i miei genitori si accigliano quando sei nominato
la tua vita, vorrebbero distruggere:
Attenti -dicono- a Rinaldino
sui monti di Pomeroy”
IV
“Non temere amore mio-disse lui
non temere il nemico per me
Nessuna catena avvinghierà, qualunque cosa accada,
le braccia che vorrebbero stare libere
Oh lascia i tuoi crudeli genitori e vieni
Quando l’allodola è nel cielo
e con la mia arma (la mia vita) io ti proteggerò
sui monti di Pomeroy”
V
Venne il mattino, lei si alzò e fuggì
dalla casa dei suoi crudeli genitori
e chiaro il bosco e rossastra
la schiuma del torrente scosceso,
ma calò la nebbia e la tempesta scoppiò
e distrusse tutto quanto
e una pallida, annegata sposa incontrò Rinaldino
sui monti di Pomeroy
Un fuorilegge in una misera terra
che rifiutò di voltarsi e fuggire
ma protesse la causa della libertà
sui monti di Pomeroy

NOTE
1) parlare di montagne è un po’ esagerato essendo più propriamente delle alte colline quelle che circondano la cittadina di Pomeroy, County Tyrone. Potrebbe trattarsi delle Sperrins
2) Renardine è un fuorilegge che veste i panni del ladro gentiluomo. Le campagne irlandesi del Seicento-Settecento erano la terra degli highwaymen, fuorilegge (outlow) dalle origini nobili (o quasi) che scelsero la strada per combattere la loro personale battaglia contro i ricchi possidenti inglesi o scozzesi venuti in Irlanda ad impossessarsi delle terre di famiglia (continua)
2) in alcuni adattamenti dicono: And lost his love on that fateful day

LINK
https://terreceltiche.altervista.org/the-rambling-blade-ovvero-il-ladro-gentiluomo-nelle-ballate-irlando-scozzesi/
https://tyronegaa.ie/2015/02/dr-george-sigerson-90th-anniversary/
https://thesession.org/tunes/13306
http://www.countysongs.ie/song/mountains-of-pomeroy

Pubblicato da Cattia Salto

folklorista delle Terre Celtiche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.