DOMHNALL (BLACK DONALD)

Black Donald, Domnall Dubh, Donal Dubh, Mor A’Cheannaich sono titoli simili per un antica melodia scozzese proveniente dalle Isole Ebridi: la stessa melodia è anche interpretata come mouth music (puirt a beul) con un testo simile pur nelle varie versioni: il matrimonio di Donald e Morag.  Ho già trovato parte della storia in una canzone famosa su Rathlin Island (Donal agus Morag vedi) in cui si celebrava un matrimonio in terra irlandese (o meglio su  un isoletta a metà strada tra la costa settentrionale irlandese e la Scozia) e anche in questa versione scozzese sembra si parli sempre degli stessi due sposi: Donald MacDonald dai capelli neri che chiede in sposa Morag la figlia di un mercante (di certo molto facoltoso).
Resta il dubbio su chi sia Donald, non certo il diavolo anche se in Scozia Black Donald (in gaelico scozzese: Domhnall Dubh o Domnuill-dhu) è appunto un eufemismo per il diavolo, più probabilmente  un personaggio importante del Clan MacDonald.

highland-wedding

STRATHSPEY MELODIA E DANZA DELLA SCOZIA

Si tratta di uno Strathspey ossia una melodia per danza tipicamente scozzese che sembra sia originaria dalle valli del fiume Spey. Si tratta di un reel molto più lento (per semplificare si potrebbe dire che lo strathspey sta al reel come il valzer lento sta al valzer)

ASCOLTA La Lugh in “Senex Puer” – 1998

“La strathspey è una danza in 4/4, piuttosto vivace e caratterizzata dal ripetersi di una nota breve seguita da una nota puntata : questo viene chiamato Scotch snap (curiosamente è detto anche ritmo lombardo!) e tradizionalmente viene suonato esagerando il ritmo per enfatizzare l’espressione musicale. L’esempio più famoso è nella melodia Auld Lang Syne che spesso si sente cantare in occasione del Capodanno o in molte manifestazioni musicali scozzesi.
Di solito questa danza è molto veloce, anche se è più solenne di altre danze scozzesi come le hornpipes o le gighe, ed è quasi sempre abbinata ad un reel, che è in 2/2 e rilascia la tensione ritmica creata durante la strathspey.
Secondo un’ipotesi affascinante il ritmo di questa danza riproduce il ritmo della lingua Gaelica scozzese. Quando alla melodia era abbinato il testo si tramandava anche lo stile del canto: anche qui il ritmo ha la precedenza e costringe ad un alternarsi di sillabe corte seguite da sillabe lunghe che è quasi innaturale, ma deve essere esattamente così perchè la danza funzioni.
Queste danze furono originariamente composte per essere suonate col violino, che con una tecnica particolare dell’archetto può riprodurre lo “Scotch snap”; in seguito molte strathspey piu’ recenti furono composte nel XVIII e nel XIX secolo da William Marshall e James Scott Skinner” (tratto da qui)

COS’È LO SCOTCH SNAP?

Tutto chiaro no?

ASCOLTA Capercailliein “The Blood is Strong” 1995 con il titolo di  Domhnall

GAELICO SCOZZESE
I (x2)
Domhnall dubh an Domnallaich
A nochd an tòir air Mór a’ Cheannaich
Domhnall dubh an Domnallaich
A nochd an tòir air Móraig
CHORUS
bhi à bhi
Sìn do làmh a Mhór a’Cheannaich
I bhi a bhi ù bhi à bhi
Sìn do làmh a Mhórag
I bhi a bhi ù bhi à bhi
Sìn do làmh a Mhór a’Cheannaich
Domhnall dubh an Domnallaich
A nochd an tòir air Móraig
II (x2)
Tha ru’bheag u dhìth orm
A dh’fheumainn fhìn mun dèanainn banais
Tha ru’bheag u dhìth orm
A dh’fheumainn fhìn mu’m pòsainn
III (x2)
Dhannsainn is ruidhleadh mi
Air oidhche banais Mór a’Cheannaich
Dhannsainn is ruidhleadh mi
Air oidhche banais Mórag

TRADUZIONE INGLESE
I
Black-haired Donald MacDonald
Is tonight chasing after
the merchant’s daughter
CHORUS
I bhi a bhi ù bhi à bhi
Give me your hand,
daughter of the merchant
II
Black-haired Donald MacDonald
Is tonight chasing after Morag
There are many things which I need
Before I can have a wedding feast
There are many things which I need
Before I can get married
III
I danced and reeled
On the night of the merchant’s daughter’s wedding
I danced and reeled
On the night of Morag’s wedding
tradotto da Cattia Salto
I
Donald MacDonald dai capelli neri stasera corteggia
la figlia del mercante,
CORO
Vocaboli non-sense
Sposami
figlia del mercante!
II
Donald MacDonald dai capelli neri stasera corteggia Morag
Ci sono molte cose di cui ho bisogno prima che ci possa essere la festa di nozze, ci sono molte cose di cui ho bisogno prima che io possa sposarmi.
III
Ho ballato gighe e reel
nella notte del matrimonio della figlia del mercante,
ho ballato gige e reel
nella notte delle nozze di Morag

continua seconda parte

FONTI
http://www.celticlyricscorner.net/capercaillie/domhnall.htm https://thesession.org/tunes/2679

THE FROST IS ALL OVER

Una bella jig irlandese “The Frost is all over“: il titolo contiene una certa dose di ambiguità perché può significare, sia “to be everywhere” =essere dappertutto che, in senso colloquiale, “to be finished“=essere finito. Quindi possiamo essere in pieno inverno, con il gelo che ricopre ognicosa, come pure nella stagione del disgelo..
La melodia è anche conosciuta con i nomi di “The Praties are Dug” e “What Would You Do if You Married a Soldier?” Si tratta di una “jig” diffusa nella contea di Armagh e nel Donegal – Irlanda del Nord (ma conosciuta anche in Scozia e Inghilterra), risalente probabilmente al 1600, pubblicata nell'”English Dancing Master “di Playford- 1688 con il nome di Hey to the camp.

Il testo è un esempio di mouth music (ovvero un Puirt à Beul) un canto eseguito da una sola voce a tema umoristico, spesso con doppi sensi o decisamente osceno e infarcito di frasi non-sense, in cui il ritmo e il suono hanno più importanza del significato delle parole. Non si conosce con esattezza l’origine di questa forma di canto, poiché il ritmo delle parole è una replica del ritmo musicale, alcuni studiosi ipotizzano si tratti di versi composti per aiutare violinisti e zampognari ad imparare la melodia, oppure cantati quando non era disponibile (o vietato) l’uso di certi strumenti, oppure utilizzati dai cantanti per potenziare il loro respiro.

Come sempre si trovano molte versioni del testo, tutte le strofe hanno frasi senza senso, per far ridere o quantomeno sorridere, per questo si tratta di una perfetta canzone da pub.

ASCOLTA Planxty live 1974 in un’insolita formazione Paul Brady, Andy Irvine, Christy Moore, Liam Óg Ó’Flynn e Johnny Moynihan (voce e violino).

The Chieftains & Punch Brothers nel Cd “Voice of Ages” – 2012: il cd stampato per festeggiare i 50 anni di attività insieme alle nuove leve della musica folk-rock.


I
What would you do if the kettle boiled over?
What would I do? Only fill it again.
And what would you do if the cow ate the clover?
What would I do only set it again.
II
The praties(1) are dug and the frost is all over(2)
Kitty lie over close to the wall.
How would you like to be married to a soldier?
Kitty lie over, close to the wall.
III
What would you do if you married a soldier
What would you do, would you follow his gun (3)?
And what would you do if he drowned in the ocean? What would you do, would you marry again?
IV
The praties are boiled and the herring’s a roasting (4)
Kitty lie over close to the wall.
You to be drunk and me to be sober
Kitty lie over close to the wall.
Traduzione italiano di Cattia Salto
I
“Cosa faresti se il bollitore
traboccasse?”
“Cosa farei? Di nuovo lo riempirei.”
“E cosa faresti se la mucca mangiasse il trifoglio?”
“Cosa farei?  Di nuovo lo rimetterei.”
II
Le patate sono gustose e il gelo è dappertutto,
il gattino sta li, vicino al muro.
Ti piacerebbe essere sposata a un soldato?
Il gattino sta lì, vicino al muro.
III
Che cosa faresti se ti sposassi con un soldato?
Che cosa faresti, marceresti con lui?
E cosa faresti se affogasse nell’oceano?
Che cosa faresti, ti sposeresti di nuovo?
IV
Le patate sono bollite e l’aringa è arrostita.
Il gattino sta lì, vicino al muro
(perché) tu sei ubriaco e io sono sobrio,
il gattino sta lì, vicino al muro

NOTE
1) praties dall’irlandese pratai per indicare le patate
2) to be all over: curiosamente la frase può significare, sia “to be everywhere” =essere dappertutto che, in senso colloquiale, “to be finished”=essere finito.
3) letteralmente: seguiresti la sua arma?
4)  aringa e patate sono ingredienti base della cucina povera tradizionale: con le patate  e la verza gli irlandesi preparano d’inverno il colcannon
Per secoli la cucina irlandese si è realizzata con due soli strumenti: un pentolone da appendere nel camino per le zuppe e una piastra da mettere  sul fuoco per la carne o il pesce continua

ASCOLTA la versione dei Ceoltoiri Culturlainne che hanno inciso nel 2004 un cd di musica irlandese tradizionale (su Spotify)

Di altro tenore il brano dell’artista inglese Kate Rusby che nel suo album natalizio “The Frost is all over” (2015) incide una traccia omonima. Gli album natalizi di Kate sono ispirati dalla sua terra, il South Yorkshire, ma questa composizione è tutta sua, una winter love song.

When the frost is all over and
the trees shed their tones,
A cold blanket of beauty
encasing their bones,
and the blackbirds and thrushes
to the pale sun they climb

continua

FONTI
http://thesession.org/tunes/448
http://www.seamusenniscentre.com
http://www.ucd.ie/ucdnews/may95/folklore.html

http://ontanomagico.altervista.org/cucina-tradizionale-irlandese.html

Tail Toddle

ritratto di Robert BurnsTail Toddle is a cheerful scottish song about sex, but most people do not know its true meaning because of the archaic words!
A popular Fifeshire song, transcribed by Robert Burns in his collection of erotic songs “The Merry Muses of Caledonia”
Tail Toddle è un’allegra canzone scozzese sul sesso, ma la maggior parte della gente (compreso qualche scozzese) non conosce il suo vero significato a causa delle parole arcaiche!
Una canzone popolare del Fifeshire, trascritta da Robert Burns nella sua raccolta di canti erotici “The Merry Muses of Caledonia”

TUNE: Tail Toddle

The melody is a reel or a Strathspey from eighteenth-century, perhaps of Scottish or Welsh origin.
The earliest printings of the melody are in the Sinkler Manuscript of 1710 (where it is an untitled tune), the George Skene Manusript (1717-c. 1740, see “Lasses Gar Your Tails Toddle”) and the Drummond Castle Manuscript of 1734, inscribed “A Collection of the best Highland Reels written by David Young, W.M. & Accomptant.” It was printed by Young with variation sets, as it was in James Aird’s Selection of Scotch, English, Irish and Foreign Airs, vol. 2 (1782), as well as in Dunkeld fiddler-composer Niel Gow’s First Collection of 1784. 
(from here)
“Johnson (1983) believes the tune may have partly followed ‘passamezzo moderno’ form (a 16th century Italian musical form popular in England and Scotland later in that century). A version appears in the Margaret Sinkler MS of 1710 and the McLean Collection published by James Johnson in Edinburgh in 1772.” (from here)
La melodia è la stessa di una ballata giacobita detta “The Chevalier’s Muster Roll” 
La melodia è un reel o uno Strathspey dalle origini molto quantomeno settecentesche forse di origine scozzese o gallese. 
“Le prime stampe della melodia si trovano nel Sinkler Manuscript del 1710 (melodia senza titolo), il George Skene Manusript  (1717-c. 1740) e il Drummond Castle Manuscript del 1734, come “Una raccolta dei migliori reel delle Highland scritte da David Young, WM & Accomptant”. È stato stampato da Young con set di variazioni, come era nel Selection of Scotch, English, Irish e Foreign Airs, vol. 2 di in James Aird (1782), così come nel First Collection (1784.) di Niel Gow , violoncellista e compositore di Dunkeld”
“Johnson (1983) ritiene che la melodia possa aver in parte seguito la forma del” passamezzo moderno “(una forma musicale italiana del XVI secolo popolare in Inghilterra e Scozia più avanti in quel secolo). Una versione appare nel Margaret Sinkler MS del 1710 e la Collezione McLean pubblicata da James Johnson a Edimburgo nel 1772. ”
La melodia è la stessa di una ballata giacobita detta “The Chevalier’s Muster Roll”

TAIL TODDLE song

lovers-observed-dettaglioA song sung on many convivial occasions, presents a text of difficult comprehension being full of obsolete Scottish words and double meanings: a maiden has fun with a young man named Tommy while the mistress is gone to the market; when the time comes for her marriage, she is a skilled girl and can make an unflattering comparison with her husband’s “doddle”.
Una canzone cantata in molte occasioni conviviali, presenta un testo di difficile comprensione essendo pieno di parole scozzesi obsolete e di doppi sensi: una servetta si diverte con un giovanotto di nome Tommy mentre la padrona di casa è andata al mercato; quando arriva il tempo del suo matrimonio, la ragazza ormai esperta, fa un confronto poco lusinghiero con l’attributo del marito.

This song is a typical Puirt à Beul (Mouth music) a traditional form of singing proper to Scotland, Ireland and the Island of Cape Breton (Nova Scotia). It is a song performed by a single voice, with a humorous theme, with double meanings or decidedly obscene, often peppered with nonsense phrases: in fact rhythm and sound have more importance than meaning of the words. The origin of this form of singing is not known exactly, since the rhythm of the words is a replica of the musical rhythm, some scholars hypothesize that they are verses composed to help violinists and bagpipers to learn the melody or to sing when it was not available (or prohibited) the use of certain instruments, or used by singers to enhance their breathing.
Il canto è un tipico Puirt à Beul (Mouth music letteralmente vuol dire melodia per la bocca) ossia una forma tradizionale di canto proprio della Scozia, Irlanda e dell’Isola di Cape Breton (Nuova Scozia). Un canto eseguito da una sola voce, a tema umoristico, con doppi sensi o decisamente osceno, spesso infarcito di frasi non-sense: in effetti il ritmo e il suono hanno più importanza del significato delle parole.
Non si conosce con esattezza l’origine di questa forma di canto, poiché il ritmo delle parole è una replica del ritmo musicale alcuni studiosi ipotizzano si tratti di versi composti per aiutare violinisti e zampognari ad imparare la melodia oppure cantati quando non era disponibile (o vietato) l’uso di certi strumenti, oppure utilizzati dai cantanti per potenziare il loro respiro.

ATTENTION: THE CONTENT MAY RESULT OFFENSIVE
[ATTENZIONE : IL CONTENUTO POTREBBE RISULTARE OFFENSIVO]

The Chad Mitchell Trio (III, II, I)

Tony Cuffe live (III, II, I-I, II, III)

Hamish Henderson live, he introduces ‘Tail Toddle’ as a Lowland puirt that he learned in Perthshire in his childhood.
introduce ‘Tail Toddle’ come un  Lowland puirt che ha imparato nel Perthshire durante la sua infanzia.


Chorus
Tail toddle, tail toddle(1),
Tammy gars (2) ma tail toddle
But and ben (3) wi diddle doddle (4)
Tammy gars ma tail toddle!
I
Oor guidwife (5) held ow’r tae Fife
Fur tae buy a coal riddle
Lang ere she cam back again
Tammy gart (2) ma tail toddle

II
Jessie Rack she gied a plack (6)
Helen Wallace gied a boddle (7)
Quo’ (8) the bride (9), ” It’s ower little (10)
For to mend a broken doddle (11).”
III
When ah’m deid ah’m oot o date,
When ah’m seek ah’m fu o trouble,
When ah’m weel ah stap aboot (12)
an
Tammy gars ma tail toddle
traduzione italiano Cattia Salto
Coro
Zum-zum, zum-zum 
Tommy mi fa zum-zum
dentro e fuori, mi sbatte per bene 
Tommy mi fa zum-zum.
I
La nostra padrona andò fino a Fife
per comprare un setaccio per il carbone
molto tempo dopo è ritornata,
Tommy mi faceva zum-zum
II
Jessy Rack diede una monetina 
Helen Wallace diede una moneta 
disse la sposa “E’ troppo piccolo
per rattoppare un buco rotto”
III
Quando sono stanca sono fuori uso,
quando sono malata sono piena di dolori, quando mi sento bene tiro avanti
e Tommy mi fa zum-zum

NOTA
1) tail toddle= “made my behind go to and fro”, sexual intercourse
Tail: a tail is the female pudenda; Toddle: toddling is the motion backward and forward
[tail toddle =  camminare con passo incerto, allusivo al su e giù dell’accoppiamento sessuale. In italiano potrebbe equivalere all’espressione colloquiale: zum-zum. Nell’edizione di “The Merry Muses of Caledonia ” del 1966 si riporta come possibile traduzione: made my behind go to and fro, letteralmente =fa andare avanti e indietro il mio didietro]
2) gars, gart = to make
3) But and ben = Up and down  [dentro e fuori]
4) diddle doddle: To wag from side to side with great energy (doddle = the male genitals
“broken doddle” would be broken maidenhead. [(doddle =sesso maschile) agitare da una parte all’altra con grande energia (anche = sverginare). ]
5) Mistress of the house
6) plack = A copper coin worth one third of a penny – possibly a plack-pie – a pie costing a plack [moneta scozzese dal valore di un dodicesimo di penny con cui si comprava una plack- pie cioè torte da una monetina]
7) boddle =a Scottish coin issued under Charles II, worth two Scots pennies [antica moneta scozzese di rame del valore di un sesto di penny]
8) Said
9) an old Scottish tradition called Penny wedding wants for food and drink to be paid for by guests, a version that is not entirely extinct even today: guests bring their own food and drinks for the party, a sort of community sharing around the table.
si tratta di un Penny wedding: una vecchia tradizione scozzese prevedeva che il cibo e le bevande fossero pagate dagli ospiti, un versione non del tutta estinta ancora ai nostri giorni, vuole che siano gli ospiti a portare il proprio cibo e le bevande per la festa, una sorta di condivisione della collettività introno alla tavola.
10) Very little
11) evidentemente la sposa non era più vergine e poteva fare paragoni
12) stap aboot=stride about

Additional stanzas [Ulteriori strofe]

LINK
http://kistoriches.co.uk/en/fullrecord/46039/1
http://mudcat.org/thread.cfm?threadid=117836
http://sangstories.webs.com/tailtoddle.htm

https://tunearch.org/wiki/Annotation:Lasses_Gar_Your_Tails_Toddle
https://tunearch.org/wiki/Annotation:Tail_Toddle

https://thesession.org/tunes/1484
https://thesession.org/tunes/2146
https://thesession.org/tunes/2305