Crea sito
Terre Celtiche Blog

Across the Western Ocean

Una sea shanty che è anche un canto dell’emigrante dal titolo “Across the Western Ocean”, è all’origine della ben più conosciuta hauling song (long-drag) “Time for Us tu Leave Her” che prende l’abbrivio con “Oh the times are hard and the wages low”: è il lamento dell’emigrante irlandese che durante la carestia delle patate fu costretto a lasciare la sua casa per non morire di fame, e così s’imbarca per solcare l’oceano atlantico e approdare nella Terra Promessa. Una data probabile della sua origine è stata stimata da più collezionisti verso il 1850.

Green Fields of America in The Green Fields of America, 2009


Oh the times were hard and the wages low,
Amelia, whar you bound to? (1)
The Rocky Mountains it is my home,
Across the Western Ocean (2).

Oh the land of promise (3) there you’ll see,
I’m bound away across the Sea.
For I’m bound to leave my friends and home
I’m bound away to seak for gold.
Oh beware them packet ships (4), I pray,
They’ll steal your gold and stores away (5).
Oh ye mothers and sisters dont’ you cry
oh ye brothers loved I say goodbye

Traduzione italiana di Cattia Salto
Oh i tempi erano difficili e le paghe scarse
Amelia, dove sei diretta?
Le Montagne Rocciose sarà la mia casa,
Dall’altra parte dell’Atlantico.

Oh la terra della promessa lì vedrai,
sono costretto ad attraversare il mare.
Perché devo lasciare i miei amici e casa
e andare a cercare l’oro.
Oh attenzione ai postali, ti prego
Ruberanno l’oro e la roba.
Oh voi madri e sorelle non piangete
oh fratelli amati, dico addio

NOTE
trascrizione all’ascolto
1) Whall ipotizza che sia “O’melia”, Shay propende per “O’Malley”, ma potrebbe anche essere il nome di una ragazza e non di una nave
2) letteralmente l’oceano occidentale come inglesi e irlandesi chiamavano l’Atlantico
3) anche “land of plenty”
4) packet ship= nave di linea tra le due sponde dell’oceano per il trasporto della posta, passeggeri e merci
5) qui non capisco bene il verso trovato scritto anche come “They’ll steal your stores and clothes away” oppure “They steal your hide and soul away”

The Jolly Rogers in Shanty Time 2016 aggiungono un coro


Oh, the times were hard and the wages low,
Amelia, whar you bound for?
The Rocky Mountains are my home,
Across the Western Ocean.

The Land of Promise there you’ll see,
Amelia, whar you bound for?
I’m bound across the western sea,
Across the Western Ocean.
Chorus
Amelia, whar you bound for?
Amelia, whar you bound for?
The Rocky Mountains are my home,
Across the Western Ocean.


To Liverpool I’ll take my way,
To Liverpool that Yankee school (1).
There’s Liverpool Pat with his tarpaulin hat (2),
And Yankee Jack the packet rat (3).
Chorus
Beware those packet ships, I pray,
They’ll steal your stores and your clothes away

Traduzione italiana di Cattia Salto
Oh i tempi erano difficili e le paghe scarse
Amelia, dove sei diretta?
Le Montagne Rocciose sarà la mia casa,
Dall’altra parte dell’Atlantico.

Oh la terra promessa lì vedrai,
Amelia, dove sei diretta?
Sono costretto ad attraversare il mare.
Dall’altra parte dell’Atlantico.
Coro
Amelia, dove sei diretta?
Amelia, dove sei diretta?
Le Montagne Rocciose sarà la mia casa,
Dall’altra parte dell’Atlantico.

A Liverpool prenderò la mia strada
a Liverpool quella scuola di marinai
C’è Liverpool Pat con il suo cappello cerato
e Yankee Jack il topo del postale
Coro
Attenti ai postali, vi prego
vi rubano le provviste e i vestiti

NOTE
1)  l’emigrante prende una piccola imbarcazione da Cork o Dublino che lo porterà a Liverpool da dove si sarebbe imbarcato su un clipper per New York o Boston
2) anche abbreviato come tar hat detto comunemente “telone” è un tipico cappello portato dai marinai nel XVIII secolo e ancora utilizzati nel secolo successivo, fatto con paglia/tela spessa e incatramato; ma dalle prove documentarie sembrerebbe che fossero più diffusi i cappelli di feltro incatramati (cf)
3) “packet rat” letteralmente “topo delle navi di linea”, termine gergale con cui venivano chiamati i marinai

LINK
https://www.musicanet.org/robokopp/shanty/othetime.htm
http://www.stephengriffith.com/folksongindex/across-the-western-ocean/
https://www.balladofamerica.org/across-the-western-ocean/
https://folkways.si.edu/sam-eskin/across-the-western-ocean/american-folk-celtic/music/track/smithsonian
https://www.fresnostate.edu/folklore/ballads/San412.html
https://mainlynorfolk.info/folk/songs/acrossthewesternocean.html

Pubblicato da Cattia Salto

folklorista delle Terre Celtiche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.