The Lowlands of Holland

“The Low Lands of Holland” is a popular lament in the British Isles that fits into the tradition of anti-war songs or the protest and anti-recruitment songs of the Anglo-American balladry, it is also a love song in which it is exalted loyalty amorous, which defies distance and even death.
“The Low Lands of Holland” è un lament  popolare nelle Isole Britanniche che si inserisce nel filone dei canti contro la guerra ovvero i canti di protesta e anti-reclutamento della balladry anglo-americana, è anche una love song in cui si esalta la fedeltà amorosa, che sfida la lontananza e anche la morte.

Arthur Hughes The Sailing Signal Gun 1881Perhaps written during the wars between England and Holland for the predominance on the seas of the 17th century, we find it (with the title The Sorrowful Lover’s Regrate ) in the broadsides of the second half of the ‘700; the song is still very popular during the Napoleonic wars.
Di probabile origine seicentesca forse scritta durante le guerre tra Inghilterra e Olanda per il predominio sui mari del 17° secolo, la ritroviamo (con il titolo The Sorrowful Lover’s Regrate – Il lamento dell’amante addolorata) (vedi) nei broadsides della seconda metà del ‘700; la canzone è ancora assai popolare durante le guerre napoleoniche.

Widespread in all the British Isles – in 7 textual versions (without counting the small variations) and at least 5 different melodies – it is the story of a young woman who, on the very night of the wedding, is abandoned by the groom, who joins the Royal Navy to go to fight in the “Lowlands of Holland.”
Diffusa in tutte le Isole Britanniche – in 7 versioni testuali (senza contare le piccole varianti) e almeno 5 diverse melodie – è la storia di una giovane donna che, la notte stessa delle nozze, è abbandonata dallo sposo, il quale si arruola in marina per andare a combattere nelle “Lowlands of Holland.”

“IRISH” VERSION: “there’s men enough in Ireland “

This version, which explicitly refers to Ireland, is the version released by the Dubliners in the 70s, very similar to the textual version testified by Paddy Tunney 
Questa versione in cui si fa esplicito riferimento all’Irlanda è quella diffusa negli anni 70 dai Dubliners molto simile alla versione testuale testimoniata da Paddy Tunney 

Paddy Tunney  (various 60s recordings) (I, II, III, IV, V) the melody has become the “standard” slow and melancholic one
(varie registrazioni anni 60) (I, II, III, IV, V) la melodia è diventata quella “standard” lenta e malinconica

The Dubliners reproduce this song in the 70s however, interpreting the melody in marching time (I-slow, II, III, V)
la ripropongono negli anni 70 nei circuiti dei folk clubs interpretando però la melodia a tempo di marcia (I -lenta, II, III, V)

The Chieftains & Natalie Merchant in Tears of Stone – 1999, (I, II, IV) 
the cd was recorded in collaboration with the female voices of the international folk rock scene. The melody is slow, melancholy and goes well with the sad and bitter tone of history and the voice of Natalie (the American folk rock poet).
Cd registrato in collaborazione con le voci femminili della scena folk rock internazionale. La melodia è lenta, malinconica e ben si abbina al tono triste e amaro della storia e alla voce di Natalie (la poetessa statunitense del folk rock)

Sandy Denny


I
On the night that I (1) was married
And upon my marriage bed
There came a bold sea captain
And he stood at my bedhead
Saying, “Arise, arise, young wedded man
And come along with me
To the lowlands of Holland (2)
To fight the enemy”.
II
Now then, Holland is a lovely land
And upon it grows fine grain
Surely ‘tis a place of residence
For a soldier to remain
Where the sugar cane is plentiful
And the tea grows on the tree
Well, I never had but the one sweetheart
And now he’s gone far away from me
III
Said the mother to her daughter
‘Give up your soil and bed
Is there ne’er a man in Ireland (3)?
That will be your heart content”
Way there’s men enough in Ireland
But alas there is none for me
Since high wind and stormy sea’s
Have parted me love and me
IV 
For the stormy winds began to blow
and the seas did loudly roar
and the captain and his gallant ship
was never see no more
V
I will wear no stays around my waist (4)
Nor combs all in my hair
I will wear no scarf (5) around my neck
For to save my beauty there (6)
And never will I marry (7)
Not until the day that I die
Since these four winds and these stormy seas
Came between my love and I (8)
Traduzione italiano di Cattia Salto
I
La sera che mi (1) ero appena sposata
accanto al mio letto di nozze
venne un coraggioso capitano
e stava ritto al capezzale
dicendo: “Alzati alzati, giovane sposo
e vieni con me
nei Paesi Bassi d’Olanda(2)
a combattere il nemico”.
II
Così l’Olanda è un paese meraviglioso
e ci cresce buon grano,
di sicuro è un posto dove vivere
per la ferma di un soldato,
dove la canna da zucchero è rigogliosa
e il tè cresce sugli alberi.
Beh, non avevo che un amore
e ora è andato molto lontano da me.
III
Disse la madre alla figlia
“Abbandonare casa e letto!
Ci sarà mai un uomo in Irlanda (3)
che ti farà felice?”
“Ci sono abbastanza uomini in Irlanda,
ma ahimè nessuno è per me,
da quando venti forti e oceani tumultuosi
mi hanno separata dal mio amore.
IV
Perchè i venti di tempesta iniziarono a soffiare
e i mari ruggirono con fracasso
e il capitano e la sua intrepida nave
non si videro mai più
V
Non mi metterò cintura in vita (4)
né pettinini fra i capelli,
non indosserò fazzoletti (5) intorno al collo
per mantenere la mia bellezza (6)
e non mi sposerò mai (7)
fino al giorno della mia morte,
da quando venti forti e oceani tumultuosi
si misero tra il mio amore e me.” (8)

NOTE
1) ho preferito far dire la prima strofa alla donna , anche se nelle ballate si salta spesso da palo in frasca senza nessun preavviso così la frase potrebbe essere detta dallo sposo.
2) Holland =the Dutch colonies in the West Indies or more probably the New Holland, that is Australia. But it could also be Surinam or Dutch Guyana. In the sea / shanty songs the Lowlands are more generally the Caribbean islets.
In realtà con l’Olanda si intendono le colonie olandesi nelle Indie Occidentali o molto più probabilmente la New Holland cioè l’Australia visto che ci crescono le piantine del tè e la canna da zucchero. Ma potrebbe trattarsi anche del Suriname ovvero la Guyana olandese.  Nelle sea song/shanty song le Lowlands sono più in generale le isolette caraibiche.
3) Paddy Tunney:”Galway”
4) The Dubliners: “I’ll wear no shoes all on my feet”
5) a scarf or a handkerchief (kerchiefs) is a sign of modesty “As bodices were cut lower and lower, silk and lace scarves were much used to preserve modesty (while at the same time, of course, drawing attention to a lady’s assets). Frothy muslin buffon scarves were often pinned about the breast, sometimes layered as high as the chin in an attempt to enhance the area’s perceived shape and size.” (from  here) see also
scritto come scarf o come handkerchief è un segno di modestia “Mentre i corpetti venivano tagliati sempre più in basso, le sciarpe di seta e di pizzo venivano usate per preservare la modestia (attirando naturalmente. l’attenzione sulle sostanze di una donna). I vaporosi fazzoletti da collo
di mussola venivano spesso appuntate intorno al seno, a volte a strati alti fino al mento nel tentativo di accrescere le dimensioni apparenti della zona“.
6) The Dubliners “For to shade my beauty fair”
7) she declares eternal loyalty to her new husband, despite having been abandoned on their wedding night.
la donna dichiara eterna fedeltà al suo novello sposo, nonostante sia stata abbandonata nella notte delle nozze.
8) or “Have parted me love and me” Probably the young man died in the war or drowned in the sea and the widow declares her mourning, it is in this context of lament that the widow swears eternal loyalty to the groom, a declaration of intent that does not necessarily correspond to reality
Probabilmente il giovane è morto in guerra o annegato in mare e la vedova dichiara il suo lutto, è proprio in questo contesto di lament che la vedova giura eterna fedeltà allo sposo, una dichiarazione d’intenti che non necessariamente corrisponderà alla realtà  

“SCOTTISH” VERSION: “there’s men enough in Galloway “

In the other most widespread text, the story is set in the Scottish Galloway, So they write in the notes of their first album the Steeleye Span “Although it happens quite often in the field of folk music that many versions of a particular song are reported, it is rare that, so in the case of of Lowlands of Holland, completely differing story lines are recorded. James Reeves (The Everlasting Circle) suggests that “there may have been an original in which a young bridegroom is pressed for service in the Netherlands, but in some of the later versions Holland appears to have become New Holland, the former name for Australia, which has perhaps been confused with the Dutch East Indies.” The words of the version we perform refer to Galloway (Scotland) but the song crops up in all parts of the British Isles. Our tune was learned from Andy Irvine, a former member of Sweeney’s Men. ” (from here)
Nell’altro testo più diffuso la vicenda è ambientata nel Galloway scozzese
Così scrivono nelle note del loro primo album gli Steeleye Span: “Anche se spesso nel campo della musica folk sono riportate molte versioni di una particolare canzone, è raro tuttavia che, come nel caso di “Lowlands of Holland”, vengano registrate trame completamente diverse. James Reeves (The Everlasting Circle ) suggerisce che “potrebbe esserci stato un originale in cui un giovane sposo viene arruolato forzosamente per combattere nei Paesi Bassi, ma in alcune versioni successive l’Olanda sembra essere diventata New Holland, l’antico nome per l’Australia, che forse è stato confuso con le Indie orientali olandesi “. Le parole della versione che eseguiamo si riferiscono al Galloway (Scozia), ma la canzone risuona in tutte le parti delle Isole britanniche. La nostra melodia è stata appresa da Andy Irvine, un ex membro degli Sweeney’s Men.” 

The Corries

Steeleye Span in “Hark! The Village Wait1970

Ye Vagabonds (Brían and Diarmuid Mac Gloinn) live version and in their debut album ‘Half Blind’ 2017 Paddy Tunney melody
versione live e nel loro album di debutto ‘Half Blind’ 2017,  l’arrangiamento riprende la versione melodica di Paddy Tunney 


I
The love that I have chosen
I”ll therewith be content
And the salt sea shall be frozen
before that I repent
Repent it shall I never
until the day I dee
But the lowlands of Holland
has twined my love and me.
II
My love lies in the salt sea
and I am on the side
It’s enough to break a young thing’s heart
what lately was a bride.
But lately was a bonny bride
with pleasure in her e’e.
But the lowlands of Holland
has twined my love and me.
III
My love he built a bonny ship
and set her on the sea
With seven score (1) good mariners
to bear her company.
But there’s three score of them is sunk
and three score dead at sea
And the lowlands of Holland
has twined my love and me.
IV
My love has built another ship
and set her on the main
And nane but twenty mariners
all for to bring her hame.
But the weary wind began to rise,
the sea began to roll
And my love then and his bonny ship
turned widdershins about.
V
There shall nae a quiff (2) come on my head
nor comb come in my hair
And shall neither coal nor candlelight
shine in my bower mair.
And neither will I marry
until the day I dee
For I never had a love but one
and he’s drowned in the sea.
VI
“Oh hold your tongue my daughter dear,
be still and be content.
There’s men enough in Galloway (3),
you need not sore lament.”
“Oh there’s men enough in Galloway,
alas there’s none for me
For I never had a love but one
and he’s drowned in the sea.”
Traduzione italiano di Cattia Salto
I
Sarò sempre contenta
dell’amore che ho scelto
e il mare piuttosto si congelerà
prima che me ne penta,
non avrò mai a pentirmi
finchè avrò vita,
ma le terre basse d’Olanda
hanno legato il mio amore e me in uno

II
Il mio amore giace nel mare salato
e io sono al sicuro,
è abbastanza per spezzare un giovane cuore
di una novella sposa
che poco prima era una bella sposa
con la gioia negli occhi:
ma le terre basse d’Olanda
hanno legato  il mio amore e me in uno

III
Il mio amore costruì una bella nave
e la mise in mare
con 140 bravi marinai
per tenerle compagnia
ma una sessantina sono andati a fondo
e una sessantina morti in mare
e le terre basse d’Olanda hanno
legato  il mio amore e me in uno

IV
Il mio amore ha costruito un’altra nave
e messa in mare
con appena 20 marinai
per portarla a casa
ma un vento teso iniziò ad alzarsi
e il mare incominciò a rollare
e il mio amore allora con la sua bella nave furono presi nel vortice.
V
Non mi metterò una cuffietta in testa
nè mi pettinerò i capelli
nè carbone o candela
brillerà nella mia camera,
e mai mi sposerò
fino al giorno della mia morte
perchè non avevo che un amore
ed è affogato in mare.

VI
“Tieni a freno la lingua figlia mia
stai zitta e accontentati.
Ci sono abbastanza uomini nel Galloway
non c’è bisogno che ti lamenti”
“Ci sono abbastanza uomini nel Galloway ;
ma non per me
perchè non avevo che un amore
ed è affogato in mare.”

NOTE
1) score= 20
2) in the 1700s Scottish married women, for decency and modesty wore a cap with frills and ribbons
letteralmente ciuffo: nel 700 le donne scozzesi maritate, per decenza e modestia, non restavano a capo scoperto in pubblico, ma indossavano una cuffietta con gale e nastri 
3)  a south-west region of Scotland which gave birth to Robert Burns
regione sud-ovest della Scozia che diede i natali a Robert Burns

LINK
http://ontanomagico.altervista.org/arthur-mcbride.htm
http://mudcat.org/@displaysong.cfm?songid=6646
https://mudcat.org/@displaysong.cfm?SongID=3770

https://mudcat.org/thread.cfm?threadid=79881
http://www.antiwarsongs.org/canzone.php?id=3318&lang=it
https://mainlynorfolk.info/martin.carthy/songs/lowlandsofholland.html

MacPherson’ s Lament

From “Drums of Autumn” of the Outlander saga written by Diana Gabaldon chapter 4.
In the future Roger sings many popular airs at the Celtic Festival in New England (Outlander Season 4, episode 3)
“Sae rantingly, sae wantonly, sae dauntingly gaed he, 
He played a tune and he danced it roond…alow the gallows tree!” 
[In “Tamburi d’Autunno” della saga “La Straniera” di Diana Gabaldon, capitolo 4.
Nel futuro Roger canta molti brani popolari al Festival Celtico nel New England (Outlander stagione 4, terzo episodio)

Macpherson_(R__R__McIan)James or Jamie Macpherson (1675–1700) was a Scottish outlaw who was the son of a “laird” of the Highlands (MacPherson of Invereshie) or a landowner of the low nobility. Character not to be confused with the later James Macpherson (1736-1796) author of the “Ossian Verses” and precursor of Romanticism in Scotland.
James o Jamie Macpherson
(1675–1700) fu un fuorilegge scozzese figlio di un “laird” delle Highland (MacPherson di Invereshie) ossia un proprietario terriero della bassa nobiltà. Personaggio da non confondere con il successivo James Macpherson (1736-1796) autore degli “Ossian Verses” e precursore del Romanticismo in Scozia.

Legend has it that he was born from a casual relationship between his father and a beautiful gypsy, at first he was recognized as a legitimate son, but he soon returned with his mother after his father was killed during a fight among clans (for a “controversal” property for cattle)! He lived with his mother, a gypsy, and soon became the leader of the group.
Tall, muscular and handsome, skillful swordsman and violinist, he lived on the horse trade, ad many gyspy did. It is not clear whether he was indeed a rascal, in an age and land where cattle raids were endemic and socially tolerated: the legend describes him as a Robin Hood who only stole from the rich who could afford it.
Protected by some friends and sympathizers even within the paternal clan, he had become reckless to the point of appearing in the towns of Aberdeenshire on market days, preceded by a bagpiper!
La leggenda vuole che fosse nato da un rapporto occasionale tra il padre e una bella zingara, accolto nella casa paterna  venne riconosciuto come figlio legittimo, tuttavia il ragazzo ritornò presto con la madre dopo che il padre venne ucciso durante uno scontro tra clan (per le solite “questioni” di bestiame)! Visse con la madre, una zingara, e divenne ben presto il capo del gruppo.
Alto, muscoloso e prestante, abile spadaccino e suonatore di violino, viveva del commercio di cavalli. Non è ben chiaro se fosse effettivamente un furfante, in un epoca e terra in cui le razzie di bestiame erano “faccende” regolate tra i clan: la leggenda lo descrive come un Robin Hood che rubava solo ai ricchi che potevano permetterselo.
Protetto da alcuni amici e simpatizzanti anche all’interno del clan paterno, era diventato temerario fino al punto da presentarsi nelle cittadine dell’Aberdeenshire nei giorni di mercato, preceduto da un suonatore di cornamusa!

Lord Alexander Duff of Braco was his mortal enemy who once captured him at Keith during the San Rufus fair; Jamie managed to escape imprisonment, but was recaptured and taken with a large armed escort to Banff prison.
Macpherson and three of his men were tried in Banff by sheriff Nicholas Dunbar (clearly a dear friend of Duff) and sentenced to be hanged with the generic accusation of being not only thieves but also “egyptians and vagabonds“. (see: The Gypsies in Scotland) In the condemnation, still preserved, among the accusations recognized meritorious of condemnation, there were also those of: speaking a foreign language, spending nights singing, dancing and having sex (the word used is “debauchery“). The sentence was carried out in Banff on November 16th 1700, a Friday market day, a quarter of an hour before the end of the three.
Lord Alexander Duff signore di Braco fu il suo mortale nemico che lo catturò una volta a Keith durante la fiera di San Rufus; riuscito a sfuggire alla prigionia, Jamie venne ricatturato e portato con una grossa scorta armata alla prigione di Banff.
Macpherson e tre dei suoi uomini furono processati a Banff dallo sceriffo Nicholas Dunbar (chiaramente un caro amico di Duff) e condannati all’impiccagione con la generica accusa di essere non solo ladri ma anche “egyptians and vagabonds” [zingari e vagabondi]. (vedi: Gli Zingari in Scozia) Nell’atto di condanna, ancora conservato, tra le accuse riconosciute meritorie di condanna, c’erano anche quelle di: parlare una lingua straniera, passare le notti a cantare, ballare e fare sesso (il termine utilizzato è “debauchery” ossia comportamento vizioso, dissolutezza). La condanna fu eseguita a Banff il 16 novembre 1700, un venerdì giorno di mercato, un quarto d’ora prima dello scoccare delle tre.

MACPHERSON’S FAREWELL

The song titled also as Macpherson’s Rant or Lament wasalready widespread and popular at the time, circulating in many verses and, in 1788, Robert Burns also rewrote a part of it. Thanks to this popular ballad, Jamie’s daring escapes are still told today!
La canzone nota anche come Macpherson’ s Rant o Lament era ampiamente diffusa e popolare già all’epoca dei fatti, circolante in molte strofe e versioni, nel 1788 anche Robert Burns ne riscrisse una parte. Grazie a questa popolare ballata si narrano ancora oggi le rocambolesche fughe di Jamie!

The Tune

broken_fiddle_2s

It seems that Jamie composed a tune with his violin in the days of imprisonment and that he played it under the gallows .
We have two distinct melodies, the first a strathspey, the second a slow air. Joined by James Scott Skinner (see)
Sembra che Jamie abbia composto una melodia con il violino nei giorni di prigionia e che lo abbia suonato sotto la forca.
Ci sono due distinte melodie la prima una strathspey, la seconda una slow air, lenta e malinconica. Annotata da James Scott Skinner (qui)

Paul Anderson in “The Journey Home” – 1998.
Paul Anderson is a Scottish violinist of the new generation who plays in the classical style of the North-East of Scotland (in primis Niel Gow (1727-1807), : not only virtuous interpreter, he is also composer of fame.
Paul Anderson è un violinista scozzese della nuova generazione che ha assorbito tutto lo stile di Niel Gow (1727-1807), ossia lo stile classico del Nord-Est della Scozia: non solo virtuoso interprete ma anche compositore di fama.

Jordi Savall in The Celtic Viol 2009

TRADITIONAL VERSION

The composer seems to have taken up the last words of the condemned man who greeted life by playing the violin for the last time. There are also a couple of anecdotal situations: Jamie was an excellent swordsman and he was captured only by the deception of a woman, who attracted him under his balcony, to throw a thick blanket over him, thus preventing him from drawing his sword against his attackers. Reference is also made to a Lord of Grant, belonging to the very powerful Grant clan of the County of Inverness, which appears to have sought to protect Jamie.
Chi scrive sembra aver ripreso le ultime parole del condannato a morte il quale salutò la vita suonando il violino per l’ultima volta.  Si aggiungono inoltre un paio di situazioni anedottiche: siccome Jamie era reputato essere un ottimo spadaccino, è stato catturato solo con l’inganno di una donna, che lo ha attirato sotto il suo balcone, per gettargli addosso una spessa coperta impedendogli così di sguainare la spada contro i suoi aggressori. Si fa inoltre riferimento a un Lord di Grant, appartenente al clan Grant molto potente della contea di Inverness, che sembra abbia cercato di proteggere Jamie.

Hamish Imlach

Old Blind Dogs live California WorldFest 2009.
To hear the typical Scottish accent in the Perthshire dialect: the voice is by violinist Jonny Hardie flanked by Ali Hutton (whistle and border pipes), Aaron Jones (bouzouki) and Fraser Stone (percussion). There are four of them left but they bring their soul, the final instrumental (almost as long as the sung part) is amazing.
Per ascoltare il tipico accento scozzese nel dialetto del Perthshire: la voce è del violinista Jonny Hardie affiancato da Ali Hutton (whistle e border pipes), Aaron Jones (bouzouki) e Fraser Stone (percussioni). Sono rimasti in quattro ma ci mettono l’anima, lo strumentale finale (lungo quasi come la parte cantata) è stuefacente.


Chorus
Sae rantinly, sae wantonly,
and sae dauntonly (1) gaed he
He played a tune as he danced around, 
below the gallows tree

I
Farewell, ye dungeons
dark and strong
A lang fareweel tae thee
Macpherson’s time will ne’er be lang
On yonder gallows tree.
II
‘Twas by a woman’s treacherous hand
That I was condemned tae dee (2)
She ca’ed me o’er tae the window sill
And a blanket she threw o’er me
III
The Laird o’ Grant (3), oh that hieland sant
That first laid hands on me
He pleads the cause o’ Peter Broon
Ach, let MacPherson free
IV (4)
“Untie these bands frae off my hands
An’ bring tae me my sword
There’s nae a man in a’ Scotland
I’ll brave him at a word”
V
“Oh there’s some come here tae see me hanged
And some to buy my fiddle
But before I do part wi’ her
I’ll brak thro’ her the middle (5)”
VI
He ta’en the fiddle into both his hands
He’s brak it o’er a stane
Sayin’, “No anither hand will play on thee
When I am dead and gane”
VII
“Oh little did my mither think
When first that she cradled me
That I would turn tae the rovin’ trade
And die on gallows tree”
VIII
Reprieve was comin’ o’er the brig o’ Banf
Tae set MacPherson free
They put the clock aye a quarter ‘fore (5)
And they hanged him frae the tree.
Traduzione italiano di Cattia Salto
Ritornello
Così gioviale,
deciso e sprezzante lui andava
suonando una melodia

mentre ballava sotto la forca”
I
“Addio, tu cella
dura e buia !
un lungo addio a te,
il tempo di MacPherson non resisterà
a lungo su quella forca
II
Fu per mano infame di una donna,
che fui condannato a morire,
mi chiamò sotto al suo balcone
e una coperta mi gettò addosso
III
Lord Grant, quel santo montanaro
che per primo mi protesse,
lui perorò la causa di Peter Brown
e di lasciare libero MacPherson
IV
Slegatemi le mani
e portatemi la mia spada;
e non ci sarà un uomo in tutta la Scozia
che io non possa sfidare sul mio onore
V
C’è gente venuta qui per vedermi penzolare
e altri per comprare il mio violino,
ma prima che io me ne separi
lo romperò nel mezzo”
VI
Così prese il violino con entrambi le mani
e lo ruppe su di una pietra
dicendo: “Nessun’altra mano ti suonerà
dopo che sarò morto e sepolto”
VII
“Oh mai pensava mia madre,
quando all’inizio mi cullava
che io sarei diventato un vagabondo,
e sarei morto sulla forca”
VIII
La grazia stava arrivando sul ponte di Banff
per liberare MacPherson,
ma essi misero l’orologio indietro di un quarto d’ora, e lo impiccarono sulla forca.

NOTE
1) defiantly, courageously [con aria di sfida, coraggio]
2) the betrayal by a woman is a common place in the ballads of the outlaws [il tradimento da parte di una donna è un luogo comune nelle ballate dei fuorilegge]
3) The Laird of Grant is mentioned in the song because he attempted to secure the release of two men captured with MacPherson, by claiming that they were subject to his hereditary feudal jurisdiction. He is referred to as “that Highland sant” (i.e. saint) because unlike the MacPhersons he was a staunch Protestant and a militant partisan of King William, whose cause he had supported with three hundred men at the Battle of the Haughs of Cromdale (1690). (Hamish Henderson, from here)
il signorotto Grant è menzionato nella canzone a causa del suo tentativo di ottenere il rilascio di due uomini catturati con MacPherson, sostenendo che erano soggetti alla sua giurisdizione feudale ereditaria. Viene definito “un santo delle Highland perché a differenza dei MacPherson era un fedele protestante e un sostenitore del re Guglielmo, per la cui causa aveva combattuto con trecento uomini nella battaglia di Haughs di Cromdale (1690 ). (Hamish Henderson)
4) by Robert Burns [strofa di Robert Burns]
5) since no one dared to claim the violin for himself, he broke it (some say on the head of the executioner). The broken violin is kept at the museum of the Macpherson clan in Newtonmore.[Poichè nessuno voleva prendere il suo violino, lo ruppe (alcuni dicono sulla testa del boia). Il violino rotto è conservato al museo del clan Macpherson a Newtonmore.]
6) Legend has it that Braco’s Laird having seen a knight come from Turriff and fearing that he would bring a letter of forgiveness to Jamie, he had the hands of the clock in the bell tower moved 15 minutes forward so he could hang his hated enemy before the arrival of forgiveness. [La leggenda narra che il Laird di Braco avendo visto sopraggiungere un cavaliere da Turriff e temendo che portasse una lettera di perdono per Jamie, fece spostare le lancette dell’orologio della torre campanaria avanti di 15 minuti in modo da poter impiccare il suo odiato nemico prima dell’arrivo del perdono.]

ROBERT BURNS Version, 1788: MacPherson’s Farewell

(The ‘Scots Musical Museum’ 1788 – Volume II, song 114)
The version written by Robert Burns takes up only chorus and a verse of the traditional matter to then build an almost heroic image of the outlaw.§
[La versione scritta da Robert Burns riprende solo coro e una strofa della materia tradizionale per poi costruire un’immagine quasi eroica del fuorilegge.]

The Corries live

Battlefield Band in Threads (1995) 
The album line-up (the one that characterized the 90s) is formed by Alan Reid voice and keyboards, a very young John McCusker on the violin, Iain MacDonald on the bagpipes and Alistair Russell voice and guitar.
La line-up dell’album (quella che ha caratterizzato gli anni 90) è formata da Alan Reid voce e tastiere, un giovanissimo John McCusker al violino, Iain MacDonald  alle cornamuse e Alistair Russell voce e chitarra.

Sheena Wellington


I
Farewell, ye dungeons
dark and strong,
The wretch’s destinie!
McPherson’s time will not be long,
On yonder gallows-tree.
CHORUS
Sae rantingly, sae wantonly,
Sae dauntingly gaed he;
He play’d a spring, and danc’d it round,
Below the gallows-tree.
II
O what is death but parting breath?
On many a bloody plain
I’ve dar’d his face, and in this place
I scorn him yet again!
III
Untie these bands from off my hands,
And bring me to my sword;
And there’s no a man in all Scotland,
But I’ll brave him at a word.
IV
I’ve liv’d a life of sturt and strife;
I die by treacherie:
It burns my heart I must depart,
And not avenged be.
V
Now farewell light,
thou sunshine bright,
And all beneath the sky!
May coward shame distain his name,
The wretch that dares not die! (1)
Traduzione italiano di Cattia Salto
I
“Addio, tu cella
dura e buia!
Il destino dello sciagurato,
la vita di MacPherson non resisterà a lungo
su quella forca”.
CORO
Così gioviale
deciso e sprezzante (3)  lui andava
e suonava una melodia mentre ballava

sotto la forca.
II
“Cos’è la morte se non l’ultimo respiro?
In molti campi di battaglia
l’ho già sfidata e in questo posto
mi scontro con lei ancora una volta.
III
Slegatemi le mani
e portatemi la mia spada;
e non ci sarà un uomo in tutta la Scozia
che io non possa sfidare sul mio onore
IV
Ho vissuto una vita di vessazioni e lotta; 
muoio davanti al traditore:
mi infiamma il cuore il dover morire
senza essere vendicato.
V
Allora addio luce,
tu sole luminoso
e tutto quanto sotto il cielo!
Che il codardo disonori e insozzi pure il suo nome, lo sfortunato che osa non muore”

NOTE
english translation
1) the one who shows courage in adversity will be remembered [il verso dice: colui che mostra coraggio nelle avversità sarà ricordato]

LINK
http://tunearch.org/wiki/Annotation:MacPherson’s_Lament
http://www.contemplator.com/scotland/macphers.html

http://www.tobarandualchais.co.uk/en/fullrecord/79266/4
https://thesession.org/tunes/3053
http://mysongbook.de/msb/songs/m/macphers.html
http://www.antiwarsongs.org/canzone.php?lang=it&id=31708
http://www.bbc.co.uk/arts/robertburns/works/mcphersons_farewell/

https://burnsc21.glasgow.ac.uk/mcphersons-farewell-new/
https://burnsc21.glasgow.ac.uk/mcphersons-farewell-kath-campbell/

ROBERT BURNS: RANTIN’, ROVIN’ ROBIN

ritratto di Robert Burns
ritratto di Robert Burns – Alexander Nasmyth 1787

Read the post in English

“Rantin’, rovin’, Robin” è un canto autobiografico un po’ d’antan,  scritto da Robert Burns in occasione del suo 28esimo compleanno (25 gennaio 1787), noto anche con il titolo “There was a lad“.
Burns descrive in termini scherzosi la propria nascita alla presenza di una comare-levatrice che ne predice il destino. Il tono è un po’ favolistico così la vecchierella accanto alla culla è una sorta di fata-madrina che dispensa il dono della Poesia al futuro Bardo.
Il casolare che vide i suoi natali si trova a Alloway nel distretto di Kyle, contea di Ayr ed è stato costruito dal padre William Burness (così era il nome della famiglia alle origini), una casetta di paglia ed argilla per una famiglia di piccoli mezzadri (ora Robert Burns Birthplace Museum)

Burns' s Cottage - Samuel Bough 1876
Burns’ s Cottage – Samuel Bough 1876

Poco dopo la sua morte (a solo 37 anni!), un gruppo di amici cenarono insieme per commemorarlo. Era il 1802 e da allora le cene sono entrate a far parte della tradizione scozzese, da allora il brano è tra i favoriti nelle Burns’ Supper.

Jim Malcolm

ASCOLTA The Corries

ASCOLTA Sylvia Barnes & The Battlefield Band con immagini dell’ambiente quotidiano di Robbie
ASCOLTA Andy M. Stewart


I
There was a lad was born in Kyle ,
But whatna day o’ whatna style,
I doubt it’s hardly worth the while
To be sae nice wi’ Robin.
Chorus.
Robin was a rovin’ boy,
Rantin’, rovin’, rantin’, rovin’,
Robin was a rovin’ boy,
Rantin’, rovin’, Robin!
II
Our monarch’s hindmost year but ane
Was five-and-twenty days begun,
‘Twas then a blast o’ Janwar’ win’
Blew hansel in on Robin.
III
The gossip keekit in his loof,
Quo’ scho, “Wha lives will see the proof,
This waly boy will be nae coof:
I think we’ll ca’ him Robin.
IV
He’ll hae misfortunes great an’ sma’,
But aye a heart aboon them a’,
He’ll be a credit till us a’-
We’ll a’ be proud o’ Robin.”
V
“But sure as three times three mak nine,
I see by ilka score and line,
This chap will dearly like our kin’,
So leeze me on thee! Robin.”
VI
“Guid faith,” quo’, scho, “I doubt you gar
The bonie lasses lie aspar;
But twenty fauts  ye may hae waur
So blessins on thee! Robin.” 
Traduzione italiana Cattia Salto
I
C’era un ragazzo nato a Kyle (1),
ma che giorno e che classe,
dubito che non  valga la pena
essere così buoni con Robin.
Ritornello
Robin era un ragazzo vagabondo
gioviale e vagabondo
Robin era un ragazzo vagabondo
gioviale e vagabondo
II
Il capodanno del nostro re
era iniziato da 25 giorni (2), fu allora che una raffica del vento di Gennaio soffiò sulla nascita (3) di Robin
III
La comare scrutò (4) il palmo
e disse
“Chi vivrà vedrà la conferma che
questo ragazzo vigoroso non sarà uno zuccone: credo si chiamerà Robin.
IV
Avrà sfortune grandi e piccole
ma sempre un cuore soprattutto,
sarà un vanto per tutti noi:
saremo tutti orgogliosi di Robin.
V
Di certo, come tre per tre fa nove,
vedo da ogni linea e il segno
che questo tipo sarà caro alla nostra gente,
così io ti elogio Robin.
VI
In verità -disse- dubito che tu farai
le belle ragazze stare lontano,
ma venti difetti potrebbero essere anche peggio,
così ti benedico, Robin”

La traduzione in inglese qui
NOTE
1) Il cottage dove nacque Robert Burns si trova a Alloway nel distretto di Kyle, contea di Ayr ed era stato costruito dal padre William Burness (tale era il nome della famiglia alle origini), una casetta di paglia ed argilla per una numerosa famiglia di piccoli mezzadri (ora Robert Burns Birthplace Museum)
2) hindmost year but one=25 gennaio 1759. Il forte vento che soffiò in quei giorni distrusse parte della casa, così la madre con il piccolino in braccio preferì sfidare la tempesta per rifugiarsi dal vicino.
3) hansel=birth-gift regalo di compleanno, nascita
4) keekit=peered – glanced. Si racconta che il padre, incontrò la donna mentre stava attraversando il fiume presso il guado, ma il fiume era in piena e la donna era in difficoltà, così il padre di Robert la aiutò e la portò a casa;  la donna in cambio della premura, fece una profezia sul bambino.

FONTI
http://sangstories.webs.com/therewasalad.htm
https://thesession.org/tunes/6927
http://www.darachweb.net/SongLyrics/ThereWasALad.html