Herr Peder e Liten Kerstin

Herr (“Il signor”) Peder e Liten (“la piccola”) Kerstin (o Kjerstin) sono nomi comuni per i principali protagonisti maschili e femminili nelle ballate svedesi. Non è insolito che i due appaiano insieme nella stessa ballata, e diverse canzoni hanno proprio il titolo Herr Peder och Liten Kerstin. Non è detto però che, pur avendo gli stessi nomi, i personaggi siano gli stessi in tutte le ballate. Talvolta i due sono amanti, altre volte fratello e sorella, in qualche caso appare solo uno dei due. In alcune ballate compaiono gli stessi personaggi con altri nomi.

Quelle qui presentata è probabilmente la più diffusa tra le ballate che hanno per protagonisti i due personaggi.

la storia

John Bauer

All’inizio della ballata i due protagonisti siedono uno di fronte all’altro al tavolo, scambiandosi dolci parole…
Sembrano due innamorati che discorrono del loro matrimonio, tuttavia il cavaliere ha altre intenzioni e annuncia all’innamoratissima Kerstin che si sposerà (con un’alta si capisce!).

Cerca di dissuadere la piccola Kerstin, invece lei si prepara una magnifica veste per l’occasione e si reca alla festa di nozze accompagnata da un paggetto. Il viaggio trascorre senza incidenti e al loro arrivo gli invitati mormorano, colpiti dalla bellezza della fanciulla, e dal suo sfoggio di ricchezze.
La piccola Kerstin chiede di sedersi accanto alla sposa, ma Peder glielo impedisce e le ordina di fare da coppiera alla festa nuziale. Peder e la sua sposa vengono infine condotti a letto e presto arriva la notizia che la piccola Kerstin si è impiccata nel frutteto di mele. Peder accorre sul luogo e dopo aver ordinato di essere sepolto con lei, si uccide. Anche la nuova sposa muore di dolore, rispettando uno dei canoni di questo genere di ballate che prevede un finale tragico con tre cadaveri.

varianti

La ballata era probabilmente abbastanza nota in questa forma e si è diffusa dalla Svezia settentrionale (Norrland) alla Danimarca e alla Finlandia di lingua svedese. Ci sono però delle varianti in cui il finale è diverso: invece di togliersi la vita, la piccola Kerstin si vendica di Peder e della sua sposa uccidendoli con un coltello, o bruciando la casa nuziale.

In danese questa ballata è conosciuta come Herr Peders Slegfred: slegfred è una parola arcaica che indica una donna che vive insieme a un uomo senza essere sposata. In alcune varianti svedesi, Kerstin è chiamata frilla, altro termine che sta a significare “amante non sposata”.

La ballata di Herr Peder e Liten Kerstin sembra essere abbastanza strettamente correlata alla Child Ballad #73 Lord Thomas and Fair Annet

la ballata (versione svedese)

La struttura delle ballate di Herr Peder e Liten Kerstin è quasi sempre la stessa, facendo riferimento al formato più comune della ballata scandinava medioevale: ogni strofa è un distico i cui versi sono intervallati da due ritornelli.

Herr Peder ocb Liten Kerstin de suto öfver bord
Den älskog vilje vi begynna 
Be talte så många skämtsamma ord
Allrakärasten min jag kan eder aldrig förglomma
Herr Peder han talar till Liten Kerstin så
Mitt bröllop det skall om sondag stå
Skall edert bröllop om söndag stå
Då skall jag vara när ocih se deruppå
Mitt bröllop skall stånda st högt tipp i land
Att aldrig någon Jungfru dit komma kan
Skall edert bröllop stå så långt upp land
Blifver jag buden jag slipper väl fram
Herr Peder öfver breda bordet språng
De röda guldsporrar på golfvet sång
Herr Peder ut genom dörren språng
Han slog igen dörren så låset sång
Herr Peder han gångar i apelgård
Der lägger han sadelen på gångaren grå
Liten Kerstin ut genom dörren steg 
Liten Kerstin honom med ögonen neg
Liten Kerstin vrider sina händer i blod
Ack stackar den Jungfru som skalkar tror
Herr Peder han låter sitt bröllop tillreda
Liten Kerstin låter sig bröllopskläder skära
Hennes kjortel var af gyllenduk fin
Tröjan var af skarlaken grön
Hennes förkläde var af perlor och gull
Armarne voro med diamanter full
Herr Peder låter sitt brölopp gå fort
Liten Kerstin låter sin gångare kringsko
Liten Kerstin hon rider på snöhvitan sand
Hennes häst han löper pä rödan gullsko
Liten Kerstin rider till bröloppsgård
En liten små dräng utför henne stå
Liten Kerstin binder sin häst vid apelgård
Hon borstar och krusar sitt fagergula hår
Liten Kerstin hon går sig i herr Peders gård
Hennes ögon fålla mång sorgefull tår
Du lilla små dräng gack i brudehuset in 
Säg här håller en jungfru fager och fin
Håller der en jungfru fager och fin
Du låt henne komma i brudhuset in
Liten Kerstin in genom dörren steg
Herr Peder henne med ögonen neg
Liten Kerstin gångar i brudhuset in
Det rann en ros på begge hennes kind
J våren välkommen liten Kerstin till mig
Här hafver jag blandat mjöd och vin
Ej lyster mig mjöd ej lyster mig vin 
Får jag ej sitta hos unga bruden din
Inte får du sitta hos unga bruden min
Gack på golfvet bär henne mjöd ooh vin
Liten Kerstin månde på golfvet gå
Hennes ögon fälla mång sorgelig tår
Unga bruden talte till småsvennen så 
Hvad är för en jungfru på golfvet går?
Herr Peder han hade en frilla så rik
Hon är visst kommen till brudhuset hit
Hon hafver mer guld på tin kjortelfåll
Än herr Peder hafver i allt sitt våld 
Hon hafver mer guld på sina fingrar små
An herr Peder på sina gullstolar två 
De drucko i dagar de drucko i två
Inte ville bruden åt sängen gå
Den tredje dag åt qvällen led
Då begynte bruden åt sängen se
De ledde den bruden till brudehus
Liten Kerstin bär för henne fackla och ljus
Och bruden satte sig på en stol
Liten Kerstin drar af henne strumpor och skor
De lade bruden i brudesäng
Liten Kerstin täcker öfver begga dem
Liten Kerstin ut genom dörren steg
Jag tror det fullvisst jag kommer här ej mer
Liten Kerstin bon gångar sig i apelgård
Der hänger hon sig med sitt fagergula hår
Brådt kom bud for herr Peder in
Liten Kerstin hänger i apelgård
Herr Peder han ut genom dörren språng
Han slog den igen så att låsen sång
Herr Peder han gånger i apelgård
Der löser han hennes fagergula hår
Och tårarne runno från kinderna ner
Ack medan du här lefde jag höll dig så kär
Han lät grafva en graf både djup och bred  
Här skola vi begge läggas ned  
Han lät grafva en graf både bred och lång
Och här skall vara vår spatsersgång
Herr Peder satte svärdet emot en sten
Så udden lopp hans hjerta till men
Herr Peder satte svärdet emot en rot
Så udden lopp hans hjerta emot
Den andra dagen när dager var ljus
Så lågo tre lik i herr Peders hus
Det första var herr Peder den andra var hans mö
Den tredje unga bruden af sorg blef bon död

Herr Peder e la piccola Kerstin sedevano insieme
La foresta d’amore che volevamo iniziare
Molte dolci parole si dicevano l’un l’altra
Mia carissima, certo mai ti dimenticherò
Disse Her Peder alla piccola Kerstin:
“Domenica sarà il giorno delle mie nozze”
“Se domenica sarà il giorno delle vostre nozze
io dico che vorrei essere là a vederle”
“Le mie nozze saranno in un luogo troppo in alto
perché possano arrivarci giovani belle fanciulle”
“Le vostre nozze possono essere in un luogo tanto in alto
ma se sono la benvenuta arriverò come posso”
Herr Peder balzò attraverso l’ampio tavolo
gli speroni d’oro rosso risuonavano sul pavimento
Herr Peder corse fuori dalla porta
sbattendola così che faceva cantare la serratura
Herr Peder camminava nel frutteto di mele
poi ha messo la sella al palafreno grigio
La piccola Kerstin stava ferma sulla porta
la piccola Kerstin lo fissava con i suoi occhi
La piccola Kerstin si torceva le mani a sangue
ahimè la fanciulla sembrava tremare
Herr Peder ha preparato le sue nozze
la piccola Kerstin si è fatta da sé l’abito di nozze
La sua veste era di stoffa fine
la maglia era verde scarlatto
Il suo grembiule era di perle e d’oro
le braccia erano piene di diamanti
Herr Peder faceva scorrere veloce le sue nozze
la piccola Kerstin faceva correre là il suo palafreno
La piccola Kerstin cavalcava sulla sabbia bianca come neve
il suo cavallo correva su zoccoli rosso dorati
La piccola Kerstin cavalcò fino al cortile delle nozze
un esile paggetto la seguiva a piedi
La piccola Kerstin lega il suo cavallo nel frutteto di mele
si spazzola e si arriccia i suoi biondi capelli
La piccola Kerstin entra nella corte di Herr Peder
i suoi occhi pieni di dolenti lacrime
“Tu ragazzino che sei venuto qui alla casa degli sposi
dì che qui sta una fanciulla leggiadra e bella”
“Qui sta una fanciulla leggiadra e bella
falla entrare nella casa degli sposi”
La piccola Kerstin apparve sulla porta
Herr Peder la fissò negli occhi
La piccola Kerstin entrò nella casa della sposa
rossa di orgoglio nelle guance
“In primavera diamo il benvenuto alla piccola Kerstin
qui abbiamo mescolato idromele e vino”
“Non desidero idromele, non desidero vino
posso sedermi con la vostra giovane sposa?”
“Non puoi sederti con la mia giovane sposa
cammina sul pavimento portandole idromele e vino”
La piccola Kerstin deve camminare sul pavimento
i suoi occhi versano molte tristi lacrime
La giovane sposa chiede ad uno degli amici
“Chi è la fanciulla che cammina sul pavimento?”
“Herr Peder aveva un’amante così ricca
deve essere venuta qui alla casa della sposa”
“Ella ha più oro sul bordo del suo cappello
di quanto Herr Peder abbia mai avuto con la sua forza
Ha più oro sulle sue piccole dita
di quanto abbia Herr Peder sulle sue sedie dorate”
Bevvero per un giorno, bevvero per due
la sposa non voleva mai andare a letto
Venne a fatica la sera del terzo giorno
e la sposa cominciò a cercare il letto
Portarono la sposa alla camera nuziale
la piccola Kerstin portava torce e candele per lei
E la sposa si è seduta su una sedia
la piccola Kerstin le toglie scarpe e calze
Mettono la sposa nel letto nuziale
la piccola Kerstin li copre entrambi
La piccola Kerstin uscì dalla porta
Di certo non credo verrò più qui
La piccola Kerstin cammina nel frutteto di mele
Lì si impicca con i suoi biondi capelli
Improvvisa giunge la voce a Herr Peder
“La piccola Kesrtin si è impiccata nel meleto”
Herr Peder balza fuori dalla porta
ancora la colpisce da far cantare la serratura
Arriva Herr Peder nel meleto
e le scioglie i biondi capelli
E le lacrime gli scorrevano lungo le guance
“Ahimè, quando vivevi qui quanto ti ho amato”
Ha scavato una fossa larga e profonda
qui saremo sepolti entrambi
Ha scavato una fossa profonda e larga
e qui dimoreremo entrambi
Herr Peder ha messo la sua spada contro una roccia
e la punta verso il suo cuore ha spinto
Herr Peder ha messo la sua spada contro una radice
così la punta ha attraversato il suo cuore
E un altro giorno quando venne la luce
ci furono tre cadaveri nella casa di Herr Peder
Il primo era Herr Peder, il secondo la sua amante
il terzo la giovane sposa morta di dolore

la ballata nel folk revival

Il quartetto femminile svedese Kongero dal loro terzo album (2014)
I norvegesi Tritulen nel loro album del 2012
Ancora la versione danese nella interpretazione di Camilla Granlien, dall’album Begjaer (2005)
La folk band svedese Triakel dall’album Thyra (2014)
La versione danese con Gny, il gruppo in cui militava Nanna Barslev prima di fondare gli Asynje. L’album che contiene il brano è del 2009

LINK

http://balladspot.blogspot.com/2016/08/lord-peter-and-little-kerstin.html

https://heimskringla.no/wiki/Herr_Peder_och_liten_Kerstin

Pubblicato da Sergio Paracchini

Sergio Paracchini, ascoltatore seriale di buona musica, dagli anni ’70 innamorato del folk revival (celtico e non solo). Gestisce il gruppo Facebook “Folk rock e dintorni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.