Terre Celtiche Blog

City Hall di Dublino & Parliament Street

Quattro passi nel quartiere di Temple bar, come la Dublino medievale si è trasformata in una attrazione turistica.

Prima dell’apertura di Parliament street la Vecchia Dogana (su Wellington Quay) e il Castello erano collegati dalla stretta Crane Lane -che prese il nome dalla gru della Custom House (la Dogana) eretta nel 1571. Dopo varie trasformazioni al suo posto oggi si trova il Clarence Hotel (di proprietà di Bono e Edge).
Con la costruzione del Grattan Bridge e il tracciamento di Parliament street si era venuto a creare un importante asse di collegamento con Capel Street (al di là del Liffey) e il Castello.

THOMAS READ SHOP

Una residenza mercantile del XVIII secolo con negozio al numero 4 di Parliament Street: si vendevano spade, strumenti medici o posate da tavola. La famiglia Read aveva aperto l’attività sul Blind Quay che si trovava in Lower Exchange Street nell’anno 1670. Nel 1750 acquistarono una proprietà in Crane Lane che era allora una trafficata strada di Dublino e quando nel 1750 fu tracciata Parliament Street, si ampliarono con un appezzamento di terreno sul retro dei locali di Crane Lane e spostarono l’ingresso sulla nuova strada. Oggi l’edificio è stato ristrutturato ed è in attesa di un proprietario.

City Hall (ex Royal Exchange)

Il Royal Exchange fu il primo edificio monumentale della Dublino neo-classica, costruito fra il 1769 e il 1779 dalla corporazione dei mercanti su progetto dall’architetto Thomas Cooley. Vi si svolgevano le operazioni di Borsa in quello che, all’epoca, era il cuore commerciale di Dublino già nucleo del primo insediamento vichingo e il punto di attracco delle navi lungo la sponda sud del Liffey.
E’ un edificio in stile palladiano che vuole riprodurre la famosissima Rotonda di Andrea Palladio, anche se solo due facciate sono decorate con un ordine gigante di colonne e lesene corinzie (e solo la facciata principale sormonta il timpano sulla trabeazione).

Cessata l’attività nel 1840 l’edificio venne acquistato dal Comune di Dublino nel 1850 come sede del Municipio (in inglese: City Hall). Al 1898 risale la pavimentazione sotto la cupola con la raffigurazione a mosaico dello stemma e del motto di Dublino
Quando nel 1995 venne costruito il nuovo Municipio, l’edificio neoclassico rimase come sede rappresentativa per le riunioni del Consiglio Comunale e sotto la sua cupola ancora oggi si celebrano i matrimoni civili.

Samuel Frederick Brocas veduta della facciata in Dame street in asse con Parliament street
ingresso al castello di Dublino da Castle street , sulla sinistra il lato ovest della City Hall.
I luoghi del 1916: Dr John Gibney descrive le azioni attorno al City Hall durante l’Easter Rising. 

https://www.rte.ie/archives/2020/0825/1161225-restored-dublin-city-hall/

Sunlight Chambers

All’angolo tra Parliament Street e Essex Quay Sunlight Chambers è un palazzo fiorentino cinquecentesco trapiantato a Dublino con tanto di fregio marcapiano in maiolica invetriata secondo lo stile dei Della Robbia.
Senonchè i fregi sono stati realizzati nel 1902 nelle ceramiche di Dressler nel Buckinghamshire, un’artistica réclame dell’omonimo sapone, il Sunlight dei fratelli Lever, tra i primi saponi ad essere prodotti su scala industriale da olio vegetale anziché da sego di origine animale

LINK
https://comeheretome.com/tag/parliament-street/
https://dublinghostsigns.com/parliament-street/
http://www.olddublintown.com/thomas-reads-1670.html
https://www.dublinbypub.ie/pubs/oak-dame-st/
https://www.buildingsofireland.ie/buildings-search/building/50020057/the-oak-81-dame-street-crane-lane-dublin-2-dublin-city
https://comeheretome.com/2013/11/20/the-murals-of-city-hall/
https://www.dublincity.ie/sites/default/files/media/file-uploads/2018-07/History_of_Rotunda___City_Hall.pdf
https://www.dublincastle.ie/the-royal-exchange-now-dublin-city-hall/
https://www.dublincity.ie/residential/arts-and-events/city-hall/city-hall-12-murals
https://dublin.ie/live/stories/dublin-treasures-sunlight-chambers/
https://lovindublin.com/dublin/the-intriguing-history-behind-the-dublin-sunlight-chambers-wall-mural

CLARENCE HOTEL

https://theclarence.ie/

Wellington Quay
“Elevation” Live dal tetto del Clarence Hotel, Dublino 2000
Beautiful day live 2000 Parte del video è girato nel sottotetto dell’hotel Clarence

SOSTA AL PUB

Oak Bar all’angolo tra Dame Street e Crane Lane fu fondato nel 1860. Nel 1920 venne acquistato dalla famiglia Humphrys (e all’ingresso c’è ancora il mosaico con il loro nome) finchè nel 1946 prese il nome attuale in seguito alla ristrutturazione degli interni che vennero rivestiti con i pannelli di legno di quercia recuperati dalla RMS Mauretania, la nave gemella della RMS Lusitania.
Il pub ha occupato tutto il piano terra dell’edificio con un ingresso anche in Parliament street

Porterhouse Temple bar
16-18 Parliament Street all’incrocio con Essex gate della Porterhouse Brewing Company una catena di pub che è anche microbirrificio, per bere la loro plain porter insieme a tanti altri stili di birra. Su tre piani con musica live al secondo piano.

☕COFFEE TIME

City Hall Café
per un tè del pomeriggio all’interno del Municipio di Dublino (ingresso lato Castle street)

DUBLIN CITY HALL

in Dame Street in asse con Parliament street, ingresso libero.
La decorazione all’interno è da Mille e una Notte (tra stucchi, dorature e fregi) ecco perchè molti dublinesi scelgono la rotonda come luogo per il loro matrimonio civile. La cupola rivestita di rame lanciò la moda a Dublino per gli edifici pubblici. Oggi ancor più splendente dopo il restauro del 2000.
Il piano del basamento ospita la Mostra “Dublin City Hall, The Story of the Capital” (ingresso a pagamento)

https://www.virtualvisittours.com/dublin-city-hall/
https://www.dublincity.ie/residential/arts-and-events/city-hall

I MURALES DEL MUNICIPIO

I murales sono collocati nella fascia alta della rotonda su disegno di James Ward ed eseguiti dagli studenti della Dublin Metropolitan School of Art tra il 1914 e il 1919 nello stile Arts&Crafts (oggi il National College of Art and Design). Narrano la storia di Dublino attraverso leggende e momenti di lotta per l’indipendenza irlandese: La leggenda del nome di Dublino; “San Patrizio che battezza il re di Dublino (anno 448); irlandesi si oppongono allo sbarco della flotta vichinga (anno 841) ; Mael Sechnaill II, re di Tara, riceve il tributo annuale dai norreni di Dublino (anno 988); Brian Boru e la battaglia di Clontarf (1014 ) ; Tristano e Isotta; Colloquio tra St Laurence O’Toole e Strongbow fuori Dublino (1170); Lambert Simnel portato per le strade di Dublino
(1487)

Sunlight Chambers

Progettato da Edward Ould per i Lever Brothers di Liverpool nel 1899 occupa l’angolo tra Parliament Street e Essex Quay proprio di fronte al Grattan Bridge.

Dubliners’ Dublin: itinerario cultural-turistico per la Dublino di ieri e di oggi

Pubblicato da Cattia Salto

Amministratore e folklorista di Terre Celtiche Blog. Ha iniziato a divulgare i suoi studi e ricerche sulla musica, le danze e le tradizioni d'Europa nel web, dapprima in maniera sporadica e poi sempre più sistematicamente sul finire del anni 90 tramite il sito dell'associazione L'ontano [ontanomagico.altervista.org]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.