Crea sito
Terre Celtiche Blog

The Dubliners’ Guide to Dublin City

The Dubliners’ Dublin itinerario cultural-turistico per la Dublino di ieri e di oggi scritto da Cattia Salto per Terre Celtiche Blog (giugno 2021)
NB Il tour non tiene conto delle restrizioni Covid-19, anche se man mano molte attrazioni sono state riaperte così come i locali. Il rimando agli orari di apertura e di accessibilità è riportato per ogni tappa descritta. Ove presenti ho sempre fatto un link ai virtual tours disponibili nel Net.

The Dubliners’ Dublin

Nel lontano 1988 lo stagionato ma sempre arzillo Ronnie Drew (alla regia) con lo zampino di Martin Duffy e il resto dell’allegra brigata targata Dubliners (Dubs per i fans) -Eamonn Campbell, Seán Cannon, Barney McKenna e John Sheahan- ha girato un documentario su Dublino, i posti e la gente mixati alle street ballads, le drinking song e le love songs della tradizione irlandese e dublinese in particolare. Come dice lo slogan “Irish tradition at its best“.

I PONTI SUL LIFFEY:
A spasso con Anna Livia
James Joyce Bridge (il ponte-libro)
Mellows Bridge, Father Mathew Bridge,
O’Donovan Rossa Bridge
Grattan Bridge
Ha’penny Bridge
SAMUEL BECKETT BRIDGE (il ponte-arpa)

A NORD DEL LIFFEY

SMITHFIELD SQUARE
THE CHIMNEY VIEWING TOWER
THE OLD JAMESON DISTILLERY
★ SOSTA AL PUB: THE COBBLESTONE (77 King St N)
SMITHFIELD Street Art
SAN MICHAN CHURCH
FOUR COURTS

Moore Street (Cadmen town o WASP town?)
Capel Street
THE CHAPTER HOUSE (ST. MARY’S ABBEY)
O’Connell Street e The Spire (l’arteria nord di Dublino)
GENERAL POST OFFICE

Monto la Nighhttown di Dublino (James Joyce)
Liberty House Flats (oggi Peadar Kearney House)

A SUD DEL LIFFEY

LE LIBERTIES: la Auld Dublin
THOMAS STREET
SOSTA ALLA GUINNESS: la Guinness Storehouse
Meath street
Francis Street
COOMBIE E PIMLICO
PIMLICO di ieri e d’oggi
A spasso con Easy and Slow: dalla Cattedrale di Cristo al Phoenix park passando per le Liberties
LIBERTY MARKET 
THE MUSEUM FLAT – THE IVEAGH TRUST

Biddy Mulligan: la gente delle Liberties

Dublinia (living history nella Dublino vichinga e medievale)
La Christ Church e la cripta Medievale
ST PATRICK CATHEDRAL (la Chiesa d’Irlanda nelle Liberties)
ST. PATRICK’S CLOSE
MARSH’S LIBRARY (biblioteca pubblica nell’Epoca dei Lumi)
ST PATRICK’S PARK
DUBLIN’S CASTLE (sede di rappresentanza della presidenza)
GOLDEN LANE
BANK OF IRELAND/IRISH PARLIAMENT HOUSE (sede del Parlamento Irlandese nel Settecento)

TEMPLE BAR
Parliament street
CITY HALL
George’s street

TRINITY COLLEGE: non c’è branca del sapere che non sia contemplata in questa università

LA DUBLINO GEORGIANA
St. Stephen’s Green (un parco incantato nel cuore di Dublino)
★ SOSTA AL PUB : O’Donoghue’s Pub (e la nascita dei Dubs)
National Museum of Archaelogy: offre varie mostre archeologiche (permanenti e temporanee) che ripercorrono l’evoluzione della civiltà irlandese dal periodo mesolitico al Medioevo
Afternoon tea at Lord Mayor’s Lounge ( il salotto iconico di Dublino e i suoi tè del pomeriggio sono impeccabili )

National Gallery of Ireland: cinque tappe per una visita approfondita della Galleria d’Arte Nazionale d’Irlanda
Prima TappaSeconda TappaTerza tappa
Quarta TappaQuinta Tappa
Il Little Museum of Dublin (museo del popolo di Dublino)
Merrion square
Fitzwilliam square: vivere in una casa georgiana nel Settecento GEORGIAN HOUSE MUSEUM (tour virtuale)
Mountjoy Square: visitare una casa georgiana di oggi “Al di là del Liffey”
Grafton street & Busking
☕SOSTA AL CAFFÉ: Bewley’s Oriental Cafè

I DOCKLANDS: il quartiere tecnologico e finanziario di Dublino (ma anche residenziale e turistico) a misura d’uomo
LIFFEY FERRY AI DOCKLANDS
THE CUSTOM HOUSE
FAMINE MEMORIAL (per non dimenticare)
EPIC (una sensazionale mostra interattiva sull’emigrazione irlandese)
The Jeanie Johnston (fedele replica del vascello degli emigranti)
Waterways Visitors Centre: The Box in the Docks sulle acque della darsena del Grand Canal per conoscere tutti i “navigations” d’Irlanda
Grand Canal Quay: sport acquatici a go-go: Kayak, Stand Up Paddleboarding, Wakeboard, Dragon Boat, ma anche kids camp
Poolbeg Lighthouse: il faro rosso nella Dublin Bay

Percorsi tematici

Brendan Behan e Dublino
Moving Out: Crumlin – Dannybrook/Ballsbridge
Brendan Behan e le patrie galere
The Roaring Boy (documentario di Maurice Sweeney)
Richard Patrick Shannon compagno di bevute
LAMENT FOR BRENDAN BEHAN (Joe O’Broin)
The Royal Canal (per sedersi sulla panchina/scultura con Brendan Behan)
Dublin pub crawl di Terre Celtiche Blog (i locali più particolari che meritano di essere visti almeno una volta)

Patrick Kavanagh
Il Grand Canal (per sedersi sulla panchina/scultura con Patrick Kavanagh)

I DINTORNI di DUBLINO

Phoenix Park e Zoo
IL MUSEO KILMAINHAM GAOL: visita al carcere più famigerato di Dublino
IRISH MUSEUM OF MODERN ART
The Masters Gardens: un giardino all’italiana del XVI-XVII tra sculture moderne e arte topiaria
IL MUSEO NAZIONALE D’IRLANDA – ARTI DECORATIVE E STORIA : visita alla Collins Barracks
NATIONAL BOTANIC GARDEN (con le grandi serre vittoriane)
GLASNEVIN CEMETERY (un cimitero-giardino contenente molte tombe monumentali e le sepolture di molti personaggi illustri di Dublino e di tutta la nazione)
★ SOSTA AL PUB : John Kavanagh (THE GRAVEDIGGERS)

CASINO MARINO
Marino Estate

LA PENISOLA DI HOWTH
Howth castle
Bog of Frogs loop

COMPILATION THE DUBLINERS

Si contano più di 800 canzoni registrate dai Dubliners, ecco alcune popolari compilation dal Net

Celebrate St. Patrick’s Day 2021 With The Dubliners
(con i Dubs vecchi e nuovi)
1. The Irish Rover (With The Pogues) – 00:00
2. Seven Drunken Nights04:07
3. I’ll Tell Me Ma07:20
4. The Fields Of Athenry09:50
5. Dirty Old Town13:56
6. Weile Waila17:30
7. Finnegan’s Wake19:54
8. Dicey Reilly22:23
9. Whiskey In The Jar25:02
10. Molly Malone27:31
11. Raglan Road30:33
12. The Sick Note – 34:50
13. The Craic Was Ninety In The Isle Of Man – 37:34
14. Farewell To Carlingford – 40:00
15. The Rare Auld Times42:56
16. Fiddler’s Green 48:22
17. The Wild Rover52:46
18. God Save Ireland – 55:33
19. Carrickfergus57:30
20. The Night Visiting Song – 01:01:25
21. Song For Ireland – 01:04:53
22. Home Boys Home – 01:09:36
23. The Foggy Dew01:13:02
24. Free The People – 01:16:33
25. The Parting Glass01:19:47

The Dubliner’s Dublin

Album del 1988 (l’ultimo del gruppo stampato in vinile) presenta quasi tutti i brani rilasciati nel documentario The Dubliners’ Guide to Dublin City
“Finnegan’s Wake”
“Raglan Road”
“The Zoological Gardens”
Hornpipes – The Honeysuckle/The Golden Eagle
Sez She” (recitato)
Three Lovely Lassies from Kimmage
“Johnny Doyle”
“Weile Waile”
“Bombo Lane”
“The Monto
” The Auld Triangle”
“The Dublin Jack of All Trades”
“Dicey Reilly”
Reels – Ríl Gan Ainm/Sheahan’s Reel/Jenny’s Wedding
“The Ragman’s Ball”
Seven Drunken Nights
“Christ Church” (jig)
The Spanish Lady
“The Rare Oul’ Times”

Pubblicato da Cattia Salto

Amministratore e folklorista di Terre Celtiche Blog. Ha iniziato a divulgare i suoi studi e ricerche sulla musica, le danze e le tradizioni d'Europa nel web, dapprima in maniera sporadica e poi sempre più sistematicamente sul finire del anni 90 tramite il sito dell'associazione L'ontano [ontanomagico.altervista.org]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.