Frozen in Frobisher Bay

Frozen in Frobisher Bay è una canzone del mare scritta più recentemente dal canadese James Gordon sulla caccia delle balene nell’Artico canadese. Il marinaio si lamenta che il comandante della nave abbia voluto inseguire un’ultima balena sul finire della bella stagione; come da previsioni l’inverno arriva all’improvviso intrappolando l’equipaggio nel ghiaccio a Frobisher Bay.


Cold is the Arctic sea
Far are your arms from me
Long will this winter be
Frozen in Frobisher Bay
Frozen in Frobisher Bay

“One more whale,” our captain cried
“One more whale and well beat the ice.”
But the winter star was in the sky
The sea’s were rough the winds were high..

Deep were the crashing waves
That tore our whalers mast away
Dark are these sunless days
Waiting for the ice to break..

Strange is a whaler’s fate
To be saved from the raging waves
Only to waste away
Frozen in this lonely grave..

NOTE
(1) da Martin Frobisher navigatore inglese che la visitò nel 1576 durante la ricerca del passaggio a nord-ovest
(2) Sirio?
(3) i marinai moriranno intrappolati nella loro tomba di ghiaccio

James Gordon
Miranda Mulholland

Traduzione italiana Cattia Salto
Freddo è il Mar Artico
e distanti da me sono le tue braccia,
quest’inverno durerà a lungo
congelati a Frobisher Bay(1)
congelati a Frobisher Bay

“Ancora una balena -gridava il nostro comandante-
una balena e la faremo in barba al ghiaccio”
Ma la stella dell’Inverno(2) era nel cielo
il mare era agitato e il vento forte

Alte erano le onde che ci sferzavano
e che hanno strappato l’albero alla baleniera,
tetri sono questi giorni senza sole
nell’attesa che il ghiaccio si rompa.

Strano è il destino di una baleniera,
salvarsi dalle onde furiose
solo per marcire
congelata in questa tomba solitaria(3)..

Il brano è particolarmente diffuso tra i gruppi corali in svariati arrangiamenti vocali.

The Rockford Aces arrangiamento Diane Loomer
Belle Chantique




Pubblicato da Cattia Salto

Amministratore e folklorista di Terre Celtiche Blog. Ha iniziato a divulgare i suoi studi e ricerche sulla musica, le danze e le tradizioni d'Europa nel web, dapprima in maniera sporadica e poi sempre più sistematicamente sul finire del anni 90

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.