ALL THE SHEEP HAVE MILK

THA BAINN’ AIG NA CAORAICH UILE

Per Imbolc ho selezionato l’ascolto di un canto che è una sorta di invocazione (preghiera di ringraziamento) per l’abbondanza del latte che sgorga dalle mammelle delle pecore (aggiungo io ai primi parti di febbraio).

ATTIVITA’ DEL GIORNO
Confezionare la croce di Brigid da appendere all’entrata. Fare e accendere candele, fare il sapone, piantare bulbi, preparare il burro, lo yogurth o del formaggio fresco. Cucinare il pane dandogli la forma di treccia, o meglio ancora le crepes che in Bretagna sono tradizionali della Candelora, e si preparano nella Francia nord occidentale con la farina di grano saracen (galette). In Piemonte sono tradizionali delle cialde molto simili alle varianti bretoni chiamate variamente “miacce” nella Valsesia, “amiasc” nella Valle Vighezzo o “miassa” nel Canavesano. (per le ricette qui)

ASCOLTA

Gàidhlig (Scottish Gaelic)
I
Tha bainn’ aig na caoraich uile
Tha bainn’ aig na caoraich uile
Tha bainn’ aig na caoraich uile
‘S galan a’chaora chruim
II
Ubh oirr’ cho mòr ri gamhain
Ubh oirr’ cho mòr ri gamhain
Ubh oirr’ cho mòr ri gamhain
‘S e cho sleamhain ris an im
TRADUZIONE INGLESE
I
All the sheep have milk
All the sheep have milk
All the sheep have milk
And the one with the crooked horn has a gallon
II
She has an udder as big as a milk cow’s
She has an udder as big as a milk cow’s
She has an udder as big as a milk cow’s
And it’s as slippery as butter


TRADUZIONE ITALIANO

Tutte le pecore hanno il latte e quella con il corno storto ne fa un gallone, ha una mammella grande come quella di una mucca da latte ed è scivolosa come burro

seconda parte continua

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*