Crea sito
Terre Celtiche Blog

The lovely lass o’ Inverness

The lovely lass o’ Inverness [in italiano L’amabile fanciulla di Inverness] è un canto scritto da Robert Burns nel 1746 a partire dai primi quattro versi d’apertura della versione tradizionale. Burns lo compose sulla melodia di James Oswald dal titolo “The Pretty Girl from Inverness” (in Caledonian Pocket Companion, 1743) e con tale abbinamento venne pubblicato nello “Scots Musical Museum” al numero 401,  Volume V (1796). La versione precedente è stata scritta da Allan Cunningham e pubblicata per la prima volta in “Remains of Nithsdale and Galloway Song”.
Beethoven scrisse il suo arrangiamento (25 Scottish Songs, Op. 108: No. 8) della melodia di Oswald stravolgendone però la linea del canto.
Una fanciulla di Inverness si lamenta soavemente per la perdita di tutti i suoi affetti nella battaglia di Culloden (1746). Terre Celtiche Blog ha riservato alla questione giacobita un approfondimento speciale

James Malcolm
Carsten Timpe la melodia di James Oswald
Hi Lo Singers su musica di Phoebe Garratt
la versione classica di Beethoven
Ian Bostridge
David Morier battaglia di Culloden
La battaglia di Culloden (David Morier, 1746.)

1. The lovely lass o’ Inverness,
Nae joy nor pleasure can she see;
For, e’en to morn she cries, alas!
And aye the saut tear blin’s her e’e.

2. “Drumossie moor (1), Drumossie day-
A waefu’ day it was to me!
For there I lost my father dear,
My father dear, and brethren three.

3. “Their winding-sheet the bluidy clay (2),
Their graves are growin’ green to see (3);
And by them lies the dearest lad
That ever blest a woman’s e’e! (4)

4. “Now wae to thee, thou cruel lord (5),
A bluidy man I trow thou be;
For mony a heart thou has made sair,
That ne’er did wrang (6) to thine or thee!”

L’amabile fanciulla di Inverness
non conoscerà gioia e piacere
poichè, da mane a sera piange, ahime!
e sempre lacrime di sale le velano gli occhi.

“Brughiera di Drumossie, giorno di Drumossie
che giorno doloroso sei stato per me!
Là persi il mio caro padre,
il mio caro padre e tre fratelli.

La terra insanguinata è il loro sudario
l’erba verde la loro tomba;
e accanto a loro è sepolto il mio amatissimo ragazzo
la cui vista deliziò molte donne!

Guai a te, lord crudele,
un uomo che reputo sanguinario;
perchè al cuore di molti hai recato dolore
sebbene non fecero nulla di male al tuo o a te.

NOTE Traduzione italiana Cattia Salto
versione italiana in rima di Ferdinando Albeggiani (2005)
1) dove si svolse la funesta battaglia di Culloden, l’ultima battaglia dei clan scozzesi nei pressi di Inverness
2) molti corpi conobbero sepolture sommarie a causa del massacro
3) letteralmente “sulle tombe si vede crescere l’erba;”
4) letteralmente “che mai occhio di donna benedisse” l’immagine ricorre nelle canzoni del bardo a riprova che amore nasce dagli occhi
5) il Duca di Cumberland, Guglielmo Augusto di Hannover figlio di Giorgio II, si meritò il soprannome di Macellaio a causa della brutale repressione della rivolta giacobita
6) si sottolinea il rispetto di una sorta di codice d’onore degli Highlanders giacobiti durante il conflitto, in effetti il Bonnie Charlie, dopo le battaglie a lui favorevoli, diede ordine ai suoi medici di curare i feriti da ambo le parti, perchè entrambi gli schieramenti erano composti dai suoi “sudditi”. Christian Souchon riporta in nota

On several occasions the Prince exhibited undue clemency and in the Highland army military discipline was supplied “by implicit obedience to the will of their chiefs…No symptoms of outrage, no ebullition of violence was discernible in the deportment of the lawless mountaineers.” (Sir Henry Stewart in ‘Anti-Jacobin Review, vol.XIII’)

In diverse occasioni il Principe esibì una generosa clemenza e nell’esercito degli Highlanders la disciplina militare fu integrata “dall’obbedienza implicita agli ordini dei loro capi clan … Nessun segno di brutalità, nè esplosione di violenza è mai stata notata nel comportamento di questi montanari fuorilegge. (Sir Henry Stewart in ‘Anti-Jacobin Review, vol.XIII’)

LINK
Christian Souchon: Lovely lass of Inverness
The Lovely Lass of Inverness (Period performance project)
https://www.lieder.net/lieder/get_text.html?TextId=3376

Pubblicato da Cattia Salto

Amministratore e folklorista di Terre Celtiche Blog. Ha iniziato a divulgare i suoi studi e ricerche sulla musica, le danze e le tradizioni d'Europa nel web, dapprima in maniera sporadica e poi sempre più sistematicamente sul finire del anni 90 tramite il sito dell'associazione L'ontano [ontanomagico.altervista.org]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.