ROSEMARY LANE STORY

Chocolate-Girl-JE-LiotardRosemay Lane è una ballata popolare inglese che racconta delle notte d’amore tra un marinaio e una servetta; la storia è ambientata a Londra, ma originariamente doveva essere iniziata a Amber town una piccola cittadina portuale del Nord Inghilterra.
La ballata divenne talmente popolare da finire anche nel repertorio delle “sea shanties” e così con il titolo di “Home dearie home” è ambientata anche in varie città portuali americane.  Ma andiamo con ordine.

THE SERVANT OF ROSEMARY LANE

La ballata si ritrova in alcuni broadsides stampati tre il 1809 e il 1815, anche se per la morale vittoriana, si trattava di una storia  licenziosa!! “An extremely widespread song, in Britain and America. Its potential for bawdry means that it was popular in male-centred contexts such as rugby clubs, army barracks and particularly in the navy, where it can still be heard, but traditional versions were often collected from women as well as men.” (in Roud, Steve & Julia Bishop (2012). The New Penguin Book of Folk Songs).

Il titolo viene da una via di Londra all’epoca piena di alloggi per marinai e negozi dell’usato.
The eighteenth and early nineteenth centuries the London thoroughfare known as Rosemary Lane (now called Royal Mint Street) consisted mostly of cheap lodging-houses and shady second-hand shops.” (Travellers’ Songs from England and Scotland. 1977)
La servetta Polly (o Maggie) doveva lavorare in una di quelle “cheap lodging-houses” ed essersi lasciata incantare dal fascino del bel marinaio.

ASCOLTA Freda Black, la testimonianza di una Romany Gypsy.

Le versioni testuali sono moltissime ma l’arrangiamento che ha riscosso il maggiore successo tra gli artisti folk è quello di Bert Jansch risalente al folk revival degli anni 70 (qui)

ASCOLTA Anam in Saoirse 1995

ASCOLTA Espers in The Weed Tree 2005

Versione testuale di Bert Jansch
I
When I was in service
in Rosemary Lane
I won the goodwill
of my master and did I(1)
Till a sailor came there
one night to lay
And that was the beginning
of my misery(2)
II
He called for a candle(3)
to light him to bed
And likewise a silk handkerchief
to tie up his head
To tie up his head as sailors will do(4)
And he said “my Pretty Polly will you come too”
III
Now this maid being
young and foolish
she thought it no harm
For to lie into bed
to keep herself warm
And what was done there
I will never disclose(5)
But I wish that short night had been seven long years
IV
Next morning this sailor so early arose
And into my apron three guineas did throw
Saying “take this I will give and more I will do
If you’ll be my Polly wherever I go
V
When your baby has borne you’ll put it out to nurse,
And sit like a lady with gold in your purse;
With gold in your purse and milk in your breast(6),
saying that’s what you got from the sailor from the West.”
VI(7)
Now if it’s a boy he will fight for the king
And if it’s a girl she will wear a gold ring
She will wear a gold ring and a dress all aflame
And remember my service in Rosemary Lane
TRADUZIONE ITALIANO DI CATTIA SALTO
I
Quando ero a servizio
in Rosemary Lane
avevo la benevolenza
del mio padrone(1)
finchè un marinaio arrivò
una notte per riposare
e fu l’inizio di tutti i miei guai(2).
II
Domandò una candela(3)
per fargli luce fino al letto
e pure una bandana di seta
da legare intorno alla testa
da legare intorno alla testa come fanno i marinai(4) e disse “Mia bella Polly vuoi venire anche tu?”
III
Ora essendo questa fanciulla
giovane e sciocca
credeva non ci fosse niente di male
a giacere nel letto
per tenersi al caldo
Quello che è stato fatto là,
non potrò mai rivelare(5)
ma vorrei che quella breve notte fosse durata sette anni.
IV
Il mattino seguente il marinaio si alzò presto
e sul grembiule mi gettò tre ghinee
dicendo “Prendi questo, te ne darò molti di più, se tu sarai la mia Polly ovunque vado in giro.
V
Quando il tuo bambino sarà nato lo manderai a balia,
e starai come una signora con l’oro nella tua borsa;
con oro nella borsa e il latte nel petto(6)
dicendo “Questo è quello che si ottiene dal marinaio dell’Ovest”
VI(7)
Se sarà un ragazzo combatterà per il re
e se sarà una ragazza indosserà un anello d’oro,
indosserà un anello d’oro e un abito tutto fiammeggiante
e si ricorderà del mio servizio a Rosemary Lane!

NOTE
1) anche come “I kept the good will of my master and dame“.
2) la storia è raccontata dal punto di vista della cameriera: è infatti solo per lei la calamità della gravidanza! Un tempo la gestione delle conseguenze della sessualità era lasciata esclusivamente alle donne, erano loro che dovevano provvedere a salvaguardarsi dalle gravidanze inopportune e facevano ricorso a erbe e pozioni nonchè a spugnette imbevute di varie sostanze come l’aceto da posizionare al collo dell’utero.
Erano loro che si procuravano degli aborti con tragiche conseguenze sulla loro salute e che come ultima risorsa uccidevano il bambino appena nato pur sapendo che rischiavano l’impiccagione.
3)sembra un linguaggio in codice, ovviamente la richiesta della candela è per illuminare il percorso fino al letto, ma nello stesso tempo allude a una sorta di complicità sessuale
4)  legare una bandana come fascia per i capelli era un vezzo diffuso tra i marinai (fa molto “rogues gallery”)
5) il segreto di Pulcinella
6) solo le signore benestanti mandavano i figli a balia e non allattavano dal proprio seno per non sciuparlo
7) in questa strofa è la fanciulla a meditare sulle promesse del marinaio già sapendo che il suo destino di ragazza-madre non sarà così roseo, così il maschio potrà solo aspirare a diventare un soldato (o un marinaio come il padre) e la figlia a sistemarsi con il matrimonio

continua

FONTI
http://mainlynorfolk.info/anne.briggs/songs/rosemarylane.html
http://www.joe-offer.com/folkinfo/songs/114.html
http://mudcat.org/thread.cfm?threadid=52935

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*