MARY MAC

Una vecchia canzone scozzese Up Amang The Heather o “The Hill of Bennachie” potrebbe essere benissimo la matrice della versione attuale di Mary Mac una scanzonata e popolare drinking song, che è iniziata a circolare anche in Irlanda intorno agli anni 60-70.
La particolarità di questa versione della melodia è che il tempo diventa sempre più veloce, e le parole sono scandite sempre più velocemente in una specie di scioglilingua. Qui sembra quasi la parte seconda della storia raccontata in “Up among the heather”: dopo che il nostro galletto si è divertito a rotolarsi nell’erica con la ragazza (c’è chi preferisce la ginestra o il fieno..) è  costretto ad affrontare un matrimonio riparatore!

Il testo è stato accreditato a Tommy Makem che registrò per primo la canzone nel 1977 con il titolo di “Mary Mac”.
ASCOLTA Tommy Makem & Clancy Brothers (strofe I, II, III, VI e VII)
un vero scioglilingua che arrotola le “erre”

ASCOLTA Great Big Sea (strofe I e da III a VII), la IV e la V strofa sono chiaramente estrapolate da “Up among the heather.”

ASCOLTA Carbon Leaf ci sono delle leggere variazioni testuali riportate nelle note


I
There’s a neat(1) little lass
and her name is Mari Mac,
Make no mistake, she’s the girl
I’m gonna track;
Lots of other fellas
try to get her on her back,
But I’m thinking that
they’ll have to get up early(2).
Mari Mac’s mother’s
making Mari Mac marry me,
My mother’s making me
marry Mari Mac;
Well I’m going to marry Mari
for when Mari’s taking care of me,
We’ll all be feeling merry
when I marry Mari Mac.
Kaiyut-little-ottle-eetle-ottle-eetle-um(3)
II
Now this wee lass,
she has a lot of class.
She has a lot of brass
and her mother thinks I’m a gas(4).
So I’d be a silly ass
if I let the matter pass,
for my mother thinks
she suits me rather fairly
III
Now Mari and her mother
are an awful lot together,
In fact, you hardly see the one
or the one without the other;
And people(5) often wonder
if it’s Mari or her mother,
Or the both of them together
I am courting.
IV
Well up among the heather
in the hills of Benifee (6)
Well I had a bonnie lass
sitting on me knee
A bumble bee stung me
right above me knee
Up among the heather
in the hills of Benifee
V
Well I said, “Wee bonnie lassie,
where you going to spend the day?”
She said, “Among the heather
in the hills of Benifee;
Where all the boys and girls
are making out so free(7),
Up among the heather
in the hills of Benifee.”
VI
The wedding’s on Wednesday,
everything’s arranged,
Soon her name will be changed to mine
unless her mind be changed;
And making the arrangements,
I’m feeling quite deranged(8),
Marriage is an awful undertaking.
VII
(It’s) Sure to be a grand affair,
grander than a fair,
going to be a fork and plate
for every man that’s there(9);
And I’ll be a bugger
if I don’t get my share(10),
If I don’t, we’ll be very much mistaken.
Traduzione italiano di Cattia Salto
I
C’è una ragazzina fantastica
e si chiama Mary Mac,
nessun errore, lei è la ragazza
che ho preso di mira.
Un sacco di altri ragazzi
cercano di andarle dietro
ma credo che
dovevano svegliarsi prima!
La madre di Mary Mac
sta facendo Mary Mac sposare con me,
mia madre mi sta facendo
sposare con Mary Mac
Beh io mi vado a sposare Mary
che quando Mary si prenderà cura di me,
saremo tutti allegri,
quando mi sposerò Mary Mac
Kaiyut-little-ottle-eetle-ottle-eetle-um!

II
Questa ragazzina
ha un sacco di classe
ha un sacco di gingilli
e sua madre pensa che io sia uno sbruffone. Così sarei un asino sciocco
se lasciassi cadere la faccenda
perchè mia madre pensa
che sia quella giusta per me.
III
Ora Maria e sua madre
stanno un sacco di tempo insieme,
infatti difficilmente vedrete
l’una senza l’altra
e la gente si chiede spesso
se è Mari o sua madre
o entrambe insieme
che sto corteggiando.
IV
Su tra l’erica
sulle colline del Benifee,
avevo una bella ragazza
seduta sulle mie ginocchia
un calabrone mi punse
proprio sopra il ginocchio
lassù tra l’edera
sulle colline del Benifee.
V
Ho detto, “bene bella ragazza, dove hai intenzione di trascorrere la giornata?”
dice: “Tra l’erica sulle
colline di Benifee;
dove tutti i ragazzi e le ragazze
se la spassano,
lassù tra l’erica
sulle colline di Benifee!”
VI
Il matrimonio è per mercoledì,
tutto è organizzato,
presto il suo nome cambierà nel mio
a meno che lei cambi intenzione;
prendere gli accordi (per la festa di nozze)
mi fa sentire un po’ folle,
il matrimonio è un impegno terribile.
VII
Sarà di certo una grande festa
più grandiosa di una fiera
ci sarà una forchetta e un piatto
per ogni uomo presente;
e io sarei uno stronzetto
se non mettessi la mia parte,
se non lo facessi, sarebbe molto sbagliato

NOTE
1) i Carbon Leaf dicono wee Makem dice little
2) letterlamente “alzarsi per tempo”
3) abbellimento non sense. Il coro è evidentemente uno scioglilingua
4) Makem dice “There a little lass and she has a lot of brass, has a lot of gas and her father thinks I’m gas”
5) i Carbon Leaf dicono lads
6) le  hill o’ Bennachie sono storpiate in colline di Benifee (vedi)
7) i Carbon Leaf dicono “where all the boys and girls are makin’ it for free”
8) i Carbon Leaf dicono “We’re makin’ the arrangements and I’m just a bit deranged”.
9) Makem e i Carbon Leaf dicono “There’s gonna be a coach and pair for every couple there.”
10) Makem e i Carbon Leaf dicono “We’ll dine upon the finest fare. I’m sure to get my share”.

FONTI
http://chivalry.com/cantaria/lyrics/marymac.html
http://www.wtv-zone.com/phyrst/audio/nfld/04/marymack.htm

BIG STRONG MAN: MY BROTHER SYLVESTE

My Brother Sylveste (o  “Big strong man”) è una canzone perfetta come irish drinking song anche se probabilmente è di origine nordamericana-canadese : si riferisce ad alcuni eventi della storia americana e mondiale che ci permettono di collocare la data d’origine intorno agli anni 20 (l’incontro di box Jeffries-Johnson risale al 1910, la Lusitania è affondata nel 1915, Jack Dempsey è stato campione del mondo dei pesi massimi dal 1919 al 1926): la canzone è diffusa un po’ per il mondo tramite i soldati canadesi durante la seconda guerra mondiale.

primo-carneraLa canzone parla del fratello del protagonista descrivendolo come un uomo gigantesco, capace come l’italico Maciste o Ercole d’imprese straordinarie, anche se paradossali. Il parallelo a Primo Carnera è inevitabile anche se il grande pugile italiano (un vero e proprio colosso) si mise alla ribalta mondiale solo negli anni 30.

ASCOLTA The Wolfe Tones

ASCOLTA The Blaggards con un buffo arrangiamento strumentale tra musica da circo e cartoon!

ASCOLTA Carbon Leaf


I
Have you heard about the big strong man? He lived in a caravan.
Have you heard about the Jeffrey Johnson fight(1)?
Oh, Lord what a hell of a fight(2).
You can take all of the heavyweights you’ve got.
We’ve got a lad that can beat the whole lot.
He used to ring bells in the belfry,
Now he’s gonna fight Jack Demspey(3).
Chorus
That was my brother Sylvest’(4)
(What’s he got?)

A row of forty medals on his chest
(big chest!)

He killed fifty bad men in the west(5);
he knows no rest.

Think of a man, hells’ fire, don’t push, (just shove),
Plenty of room for you and me.
He’s got an arm like a leg
(a ladies’ leg!)

And a punch that would sink a battleship (big ship!)
It takes all of the Army and the Navy to put the wind up (6) Sylvest’.
II
Now, he thought he’d take a trip to Italy.
He thought that he’d go by sea.
He dove off the harbor in New York,
And swam like a great big shark(7).
He saw the Lusitania(8) in distress.
He put the Lusitania on his chest.
He drank all of the water in the sea,
And he walked all the way to Italy.
III
He thought he take a trip to old Japan.
They turned out a big brass band(9).
You can take all of the instruments you’ve got,
We got a lad that can play the whole lot.
And the old church bells will ring (Hells bells!)
The old church choir will sing
(Hells fire!)
They all turned out to say farewell to my big brother Sylvest’
TRADUZIONE DI CATTIA SALTO
I
Hai sentito dell’omaccione?
Vive in un caravan.
Hai saputo dell’incontro Jeffrey – Johnson?
Per dio che dannato scontro!
Potete prendere tutti i pesi massimi che volete,
abbiamo un ragazzo che li può battere tutti,
lui era solito suonare le campane del campanile, ora sta per combattere contro Jack Demspey
Chorus
Quello era mio fratello Silvestro
(che cos’ha?)

una serie di 40 medaglie sul petto
(che grande petto)

Ha ucciso una cinquantina di cattivi uomini dell’Ovest; non conosce riposo.
Pensa all’uomo, fuoco dell’inferno, non spingere (vai al diavolo),
c’è abbastanza spazio per entrambi.
Ha un braccio come una gamba
(la gamba di una donna)

e un pugno che potrebbe affondare una nave da battaglia (grande nave)
Ci vuole tutto l’esercito e la marina per catturare Silvestro
II
Beh, pensava di farsi un viaggetto in Italia
e di andarci per mare.
Si tuffò nel porto di New York
e nuotò come uno squalo bello grosso.
Vide la Lusitania in difficoltà
se la mise sulle spalle.
Bevve tutta l’acqua del mare
e si incamminò per l’Italia.
III
Pensava di farsi un viaggetto nel vecchio Giappone, si è presentata tutta la grande banda di strada.
Puoi suonare tutti gli strumenti che vuoi, noi abbiamo un ragazzo che è capace di suonarli tutti insieme.
E le campane della vecchia chiesa suoneranno ( dannate campane)
Il coro della vecchia chiesa canterà (fuoco dell’inferno)
tutti si volteranno per dare il saluto al mio grande fratello Silvestro

NOTE
1) Jack Johnson ha vinto il titolo di campione mondiale di pesi massimi nel 1910 battendo James Jeffries. La sensazionalità della notizia è che Johnson è stato il primo nero a vincere il titolo surclassando il vecchio campione.
2) La sconfitta della “Great white hope” ha dato origine a una serie di rivolte razziali anche se in realtà si trattava per lo più di celebrazioni entusiastiche dei neri usciti in strada per festeggiare la vittoria, osteggiate da poliziotti e cittadini bianchi infastiditi!
3) William Harrison Dempsey è stato campione del mondo dei pesi massimi dal 1919 al 1926. “Jack” Dempsey ha vinto il titolo dei pesi massimi da Jess Willard, l’uomo che ha sconfitto Johnson nel 1919. Per il suo spirito combattivo era soprannominato “il massacratore” o “il mangiatore di uomini”
4) il nome Silvestro è indubbiamente di origini italiane e proviene dal latino Silvester per indicare “colui che vive nei boschi” (dalla radice selva). In senso lato indica una persona rozza o grezza evocando al contempo un che di forte e primordiale, un vero portento della natura. Nome amato dai Papi è ricordato nella figura di San Silvestro, il papa al tempo di Costantino il primo imperatore romano che si convertì al cristianesimo.
5) tra le prodezze del grande Silvestro non mancano le catture dei fuorilegge del Wild-West americano
6) letteralmente “mettere sottovento” significa far innervosire o arrabbiare qualcuno, in italiano si potrebbe tradurre come “mettere la mosca al naso”: la forma gergale potrebbe risalire alla prima guerra mondiale; qui tradotto con il termine catturare perchè più coerente con il contesto
7) anche scritto come “a man made from Cork
8) La Lusitania era una nave passeggeri, che venne silurata da un sommergibile tedesco al largo dell’Islanda il 7 maggio 1915, la strage scosse l’opinione pubblica mondiale e probabilmente contribuì nella decisione di far entrare nel conflitto bellico anche gli Stati Uniti.
9) in italiano si dice semplicemente “banda” in inglese “brass band” ovvero banda d’ottoni (più comunemente riferita alle bande con strumenti a fiato di New Orleans)

FONTI
http://mudcat.org/thread.cfm?threadid=20727
http://www.word-detective.com/2008/04/put-the-wind-up/