Easy and Slow vs I Tuck’d Up My Sleeves

dublin canal night time“Easy and Slow” is an old street song from Dublin, attributed to Dominic Behan, who however said he heard it from Sean O’Casey. 
The song was also played by the Clancy Brothers and the Dubliners in the Folk Revival (‘1970).
It is the story of a chance encounter with a beautiful girl who, thanks to the night and the solitary walk in the park, gives herself to the protagonist. The erotic theme is accompanied without gags and giggles, by a melancholy melody.
Questa vecchia canzone dublinese è stata attribuita a Dominic Behan, il quale però disse di averla ascoltata da Sean O’Casey. La canzone è stata interpretata anche dai Clancy Brothers e dai Dubliners negli anni del Folk Revival (1970).
E’ la storia di un fortuito incontro con una bella ragazza che, complice la notte e la passeggiata solitaria nel parco, si concede al protagonista. Il tema erotico è accompagnato senza lazzi e frizzi, bensì da una melodia tutto sommato malinconica.

I Tuck’d Up My Sleeves

The original version inserted by O’Casey in his play “Red Roses for Me” (1942), with good probability he elaborated a street song of Dublin, adjusting the verses so that they fit the character of the play.
La versione originale inserita da O’Casey nella sua opera teatrale “Red Roses for Me” (1942) con buona probabilità egli elaborò una canzone di strada dublinese aggiustando i versi in modo che si adattassero al personaggio dell’opera.

John Kavanagh & Paul Brady in “The Songs And Words Of Sean O’Casey “(1980)


I
I stroll’d with a fine maid
far out in th’ country,
Th’ blossoms around us
all cryin’ for dew;
On a violet-clad bench,
sure, I sat down beside her,
An’ tuck’d up my sleeves for
to tie up her shoe
CHORUS
An’ what’s that to anyone
whether or no

If I came to th’ fore
when she gave me th’ cue ?

She closed her eyes tight
as she murmur’d full low,

“Be good enough, dear,
for to tie up my shoe.”

II
Th’ hawthorn shook
all her perfume upon us,
Red poppies saluted,
wherever they grew,
Th’ joyous exertion
that flaunted (1) before me,
When I tuck’d up my sleeves for
to fasten her shoe.
CHORUS
An’ what’s it to anyone,
whether or no

I learn’d in that moment
far more than I knew,

As she lifted her petticoat,
shyly and slow,

III
The heathery hills were
all dancin’ around us,
False things in th’ world
turn’d out to be true,
When she put her arms round me,
an’ kiss’d me an’ murmur’d,
“You’ve neatly an’ tenderly
tied up my shoe.”
CORO
An’ what’s that to anyone
whether or no,

I ventur’d quite gamely
to see th’ thing through,

When she lifted her petticoat,
silent and slow,

An’ I tuck’d up my sleeves for
to tie up her shoe.

traduzione italiano Cattia Salto*
I
Passeggiai con una bella fanciulla
in lontananza per la campagna
i fiori che ci circondavano
stillavano rugiada;
su una pietra di granito,
allora, mi sedetti accanto a lei,
e mi rimboccai le maniche
per allacciarle la scarpa.
CORO
E che capiti a chiunque 
oppure no,
se mi feci avanti
quando lei mi diede il segnale?

Lei chiuse gli occhi stretti
mentre mormorava piano,
“Fallo bene, caro,
nell’allacciarmi la scarpa.”
II
Il biancospino spargeva
tutto il suo profumo su di noi,
i papaveri rossi salutavano,
ovunque crescessero,
il gioioso sforzo
che ostentava davanti a me,
quando mi rimboccai le maniche
per allacciarle la scarpa
CORO
E che capiti a chiunque 
oppure no,

imparai in quel momento
molto più di quanto sapessi,
mentre sollevava la sottogonna,
timidamente e piano
III
Le colline d’erica danzavano
tutto intorno a noi,
cose false nel mondo
che si dimostravano vere,
quando mi abbracciò,
e mi baciò mormorando
“Sei stato accurato e delicato
nell’allacciarmi la scarpa.”
CORO
E che capiti a chiunque 
oppure no,

mi sono divertito tanto
ad affrontare la cosa
mentre sollevava la sottogonna,
in silenzio e piano,

e mi rimboccavo le maniche
per allacciarle la scarpa

* una traduzione ancora da migliorare
NOTE
1) I believe the subject is “the hawthorn” here we are in a clear metaphor, with those poppies that recall the red of the blood [credo che il soggetto sia “il biancospino” qui siamo in una chiara metafora, con quei papaveri che richiamano il rosso del sangue]

Easy and Slow

Dominic writes in the note of his “Down by the Liffyside” “Some of it in O’Casey’s Red Roses For Me. The rest of it I got from an old lady with a string bag and an awesome voice in Giggleswick” and in his “The Singing Irish” o(1967 Scott Solomon Productions Ltd, London); but he also writes: “In Sean O’Casey’s play [The Plough and the Stars 1916] you will find the chorus of the song printed here, nothing more. I wrote all the verses“.
Nelle note di copertina di “Down by the Liffyside” Dominic scrive “Alcuni versi sono nell’album “Red Roses For Me” di O’Casey. Il resto l’ho preso da una vecchia signora con una concertina e una voce terribile a Giggleswick” e in “The Singing Irish” (1967 Scott Solomon Productions Ltd, Londra) ma scrive anche: “nell’opera teatrale di Sean O’Casey si trova il coro della canzone stampata qui, nient’altro. Ho scritto io tutte le strofe” .

Dominic Behan in ‘Down by the Liffyside’ 1959

Joe Crookston live ( I, III, IV)


I
‘Twas down by Christ-church (1)
that I first met with Annie,
A neat little girl – and not a bit shy
She told me her father,
who came from Dungannon (2)
Would take her back home
in the sweet (3) by and by.
CHORUS
Ad what’s it to any man whether or no,
whether I’m easy (4) or whether I’m true.
As I lifted her petticoat easy and slow.
And I tied up my sleeve
for to buckle her shoe (5).
II
From city or country a girl is a jewel.
And well known for gripping
the most of them are.
But any young fella he is really a fool (6)
If he tries at the first time
for to go a bit far
III
We wandered by Thomas Street (7),
down to the Liffey,
The sunshine was gone
and the evening grew dark.
Along by Kingsbridge (8)
and begod in a jiffy
Me arms were around her
beyond in the park (9).
IV
If you should go to the town of Dungannon,
you can search till your eyes are weary of blind
Be you sitting or walking
or sporting (10) or standing
Another like Annie you never will find
traduzione italiano di Cattia Salto
I
Fu nei pressi della Cattedrale di Cristo
che per la prima volta incontrai Anna,
ragazzina di bell’aspetto e per niente timida.
Mi disse che suo padre
veniva da Dungannon,
e l’avrebbe riportata a casa
dai parenti prima o poi
CORO
E che capiti a chiunque oppure no,
che io la faccia facile o dica il vero
mentre le sollevavo la sottana piano piano,
e mi rimboccavo la manica
per chiuderle la fibbia della scarpa.
II
Cittadina o paesana una donna è un gioiello,
e la maggior parte di loro
ne sono ben consapevoli.
Ma un giovanotto sarebbe proprio pazzo
se non cercasse al primo incontro
di andare un po’ più lontano!
III
Passeggiammo per Thomas Street 
e per il fiume Lieffey,
il sole era tramontato
e la sera diventava buia
per il Kingsbridge
e come in un baleno
le mie mani le erano addosso
là nel parco.
IV
Se andrete nella città di Dungannon,
cercate pure fino a accecarvi gli occhi,
che siate seduti o in cammino
o a sollazzarvi o in piedi,
un’altra come Anna non la troverete mai!

NOTE
1) nella Old City la cattedrale di Cristo costruita nel Medioevo su di una chiesa vichinga in legno, è la cattedrale della diocesi anglicana di Dublino. Nel Medioevo la Christ Church Cathedral era una delle più popolari mete di pellegrinaggio per via della sua importante collezione di reliquie, tra cui la croce miracolosa parlante e un frammento della culla di Gesù. Una di queste reliquie è esposta ancora oggi: il cuore di Laurence O’Toole, santo patrono di Dublino. (tratto da qui)
2) città dell’Irlanda del Nord contea di Tyrone
3) if I have not bad understood “in the sweet” in the sense of “affections, loved ones” [ se non ho male inteso “in the sweet” nel senso di “affetti, persone care”]
4) i significati di easy sono molteplici in questo contesto fa il paio con true (nel ritornello) e con slow (nel titolo). nel primo verso easy -true sono antitetici nel secondo verso easy -slow ribadiscono il concetto di andare lento e con calma. “Take it easy and slow” si traduce come “prenditela con calma e senza fretta!” ma anche “fallo lentamente e piano”
5)  “I think the excitement from the song comes from her “lifting her petticoat” so he can see her ankles. It’s about courtship, not sex.” (from here), but I don’t’ think so!
[“Penso che l’eccitante della canzone sia quel “sollevare la sottana” in modo che lui le possa vedere le caviglie: si tratta di corteggiamento, non di sesso“. Io non concordo! Una parafrasi oggi del testo potrebbe essere: “mentre le sollevavo la sottana mi sono messo il preservativo per scopare” ]
6) the sentence is constructed as a negative form [la frase è costruita come negazione (any young..)]
7) one of Dublin’s historic streets Thomas Street is the artery to the west of the center that leads directly to the Guinness factory and the famous “Storehouse” (the popular neighborhood of the Liberties)
una delle strade storiche di Dublino (vedi) Thomas Street è l’arteria a ovest del centro che porta direttamente alla fabbrica della Guinness e alla famosa “Storehouse” (il quartiere popolare delle Liberties)
8) Kingsbridge [la stazione ferroviaria Heuston è la stazione di testa dublinese posizionata nei pressi del ponte sul Liffey]
9) the Phoneix Park, from the Old City they moved along the Thomas Street then crossed the Liffey near the Heuston train station, and finally secluded in a quiet place. il parco non è nominato direttamente ma si tratta evidentemente del Phoneix Park, la coppietta dall’Old City si è spostata lungo la Thomas Street poi ha attraversato il Liffey nei pressi della stazione ferroviaria Heuston, e infine si è appartata in un posto tranquillo tra le fronde!!
10) sporting può avere vari significati oltre all’attività sportiva in generale, ma anche in senso lato, come divertimento

Ronnie Drew  Easy and slow (I, III, II) + I Tuck’d Up My Sleeves (I, III)

And here is a presentation of Dublin with none other than the Dubliners as guide! 
Ed ecco una presentazione di Dublino nientemeno che con i Dubliners a fare da guida

Following the path of Ronnie I linked the pages related to the songs in sequence, and here qui go!
Seguendo il percorso di Ronnie ho collegato le pagine relative alle canzoni in sequenza e quindi cominciamo!

LINK
http://www.makem.com/lyrics/lyricpage/easyandslow.php

https://www.theballadeers.com/ire/db_d1959_t35_liffey.htm
http://mudcat.org/thread.cfm?threadid=69447
http://mudcat.org/thread.cfm?threadid=18196

3 thoughts on “Easy and Slow vs I Tuck’d Up My Sleeves”

  1. Ciao, complimenti per il sito e il gran lavoro che ci sta dietro. In merito a Easy And Slow, il ritornello non può avere quella connotazione (letta anche su mudcat) perché in Irlanda i contraccettivi erano illegali negli anni 70 e fino al 1985 non fu possibile acquistare preservativi, che restarono comunque ben poco diffusi fini agli anni 90. La canzone risale invece agli anni 60
    La connotazione sessuale tra l’altro cozzerebbe con la strofa “But any young fella is really a fool
    If he tries at the first time to go a bit far”

    1. Grazie per i complimenti.
      Per quanto riguarda i commenti sulla canzone Easy and Slow c’è da tener sempre presente il genere semi-serio per la working class people di Dublino https://www.theballadeers.com/ire/db_d1959_t35_liffey.htm
      e quando nella canzone popolare si menzionano le fibbie delle scarpe c’è sempre una punta di malizia: l’uomo non ha semplicemente allacciato le scarpe alla ragazza. Per il pubblico ancora più smaliziato contemporaneo il significato è ancora più “concreto” come la parafrasi della nota; che poi lei sia stata una facile o meno e che lui ci abbia provato o meno è tutto da interpretare, non dimentichiamoci testi come “Spanish Lady” o “Sally Garden” in cui il protagonista inesperto in amore resta a guardare incapace di cogliere l’attimo (e continua a rimpiangerlo fin nella vecchiaia!)

    2. Grazie per l’intervento, ho colto l’occasione per ampliare il contenuto dell’articolo e tradurre in inglese, ho anche risolto qualche perplessità precedente sulla traduzione in italiano, l’aggiunta della versione di Ronnie Drew è a mio avviso chiarificatrice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.