As I roved out

A title for three songs and two different melodies, one slow and melancholy, the other lively and cheerful, all coming from the Irish musical tradition handed down orally for generations and generations of its people.
Un titolo per tre canzoni e due diverse melodie, una lenta e malinconica, l’altra vivace e allegra, tutte provenienti dalla tradizione musicale irlandese tramandata per via orale da generazioni e generazioni della sua gente.

As I roved out (The Deluded lover, a broken romance)
As I roved out (courting song)
As I roved out (an hectic night)

AS I ROVED: a broken romance
[la storia d’amore spezzato]

Made famous by Planxty with a 1973 recording in the album “The Well Below The Walley” in the interpretation of Andy Irvine who listened to ballad from Paddy Tunney
Resa famosa dai Planxty con una registrazione del 1973 nel disco “The Well Below The Walley” nella interpretazione di Andy Irvine che la ascoltò da Paddy Tunney

013Courtship(Hillelson)THE PLOT
Two ex-boyfriends meet by chance and start regrets their love-story: he married another richer woman despite the promises among them (and the gift of an engagement ring); the cause of the break is not clear, the man refers to a misfortune, one can for example hypothesize an inescapable combined marriage between the families, others place the story in the period of the great famine (between 1845 and 1849) that struck many irish peasants throwing them into poverty. So the man is tempted by the earth in dowry, and leaves his first fiancée. He confesses his regret: when he was in bed with his wife instead of the gold he hoped to find, he only had brass.
But the most enigmatic stanza is the last one, it is not clear to whom of the two it is to be attributed, it is a question of three wishes: that the Queen (Vittoria?) recalls the soldiers from the colonies, that men and women can marry only for love, and that the two of them can meet again.
Due ex – fidanzati si incontrano casualmente e danno il via ai rimpianti: lui si è sposato con un’altra donna più ricca nonostante le promesse tra di loro, suggellate con il regalo di un anello di fidanzamento; la causa della rottura non è chiara, l’uomo si riferisce a una sfortuna, si può ad esempio ipotizzare un ineludibile matrimonio combinato tra le famiglie, altri collocano la vicenda nel periodo della grande carestia (tra il 1845 e il 1849) che colpì molti contadini gettandoli nella miseria. Così l’uomo è tentato dalla terra in dote, e lascia la fidanzata. Rivelatrice la penultima strofa in cui l’uomo confessa che quando è a letto con la moglie invece dell’oro che sperava di trovare, ha in mano solo dell’ottone.
Ma la strofa più enigmatica è l’ultima, non è chiaro a chi dei due sia da attribuire, si tratta di tre desideri: che la Regina (Vittoria?) richiami i soldati dalle colonie, che uomini e donne possano sposarsi solo per amore, e che loro due possano rivedersi ancora.

The melody is slow, melancholy and goes well with the sad and bitter tone of a broken love story. There are many recording worth mentioning, so I try to limit myself ..
La melodia è lenta, malinconica e ben si abbina al tono triste e amaro di una storia d’amore spezzata. Sono tante le versioni degne di nota, così cerco di limitarmi ..

Planxty in From The Well Below the Valley 1973
We learned this sad and beautiful song from the singing of Paddy Tunney who lives in Letterkenny, Co. Donegal. He has described it as dating back to the days of the famine, when any bit of property at all was enough to tempt a man to jilt his true love in favour of the lassie with the land.
[Abbiamo imparato questa canzone triste e bella dal canto di Paddy Tunney che vive a Letterkenny, nel Donegal. L’ha descritta come risalente ai tempi della carestia, quando bastava della terra in proprietà per indurre un uomo a ingannare il suo vero amore in favore della “ragazza con la terra in dote”.]

June Tabor in On Air 1998

Kate Rusby nel Cd “Hourglass” 1997

Loreena McKennitt in “The wind that shakes the barley” 2010 -“On a Bright May Morning”

Cara Dillon in A Thousand Hearts 2014


I
As I roved out on a bright May morning
To view the meadows and flowers gay
Whom should I spy but my own true lover
As she sat under yon willow tree
II
I took off my hat and I did salute her
I did salute her most courageously
When she turned around
well the tears fell from her
Sayin’ “False young man, you have deluded me
III
A diamond ring I owned I gave you
A diamond ring to wear on your right hand
But the vows you made(1), love,
you went and broke them
And married the lassie that had the land”
IV
“If I’d married the lassie that had the land, my love
It’s that I’ll rue till the day I die
When misfortune falls sure no man can shun it
I was blindfolded I’ll ne’er deny
V
Now at nights when I go to my bed of slumber
The thoughts of my true love run in my mind
When I turned around to embrace my darling
Instead of gold sure it’s brass I find
VI
And I wish the Queen would call home her army
From the West Indies, Amerikay and Spain
And every man to his wedded woman
In hopes that you and I will meet again.”
Traduzione italiano di Cattia Salto
I
Passeggiavo un bel mattin di maggio
per vedere i prati e in fiori in boccio,
chi ti trovo se non il mio vero amore
seduta sotto quel salice?
II
Mi sono levato il cappello e l’ho salutata
l’ho salutata facendomi coraggio
allora lei si è rigirata
con le lacrime che le colavano dal viso
dicendomi: “Bugiardo, mi hai ingannata.
III
Ti ho dato un mio anello con diamante ,
un brillante da portare alla mano destra,
ma i voti che hai fatto (1), amore, 
li hai presi e spezzati (2)
e hai sposato la ragazza ricca (3)”
IV
“Per aver sposato una ragazza ricca, amore mio,
me ne pentirò per tutta la vita,
ma quando la sfortuna si accanisce, di certo nessuno la può evitare,
io ne fui accecato, non posso negarlo
V
Quando la notte vado a letto per dormire
il pensiero del mio vero amore mi torna in mente
ma quando mi rigiro ad abbracciare la mia cara
invece che l’oro trovo l’ottone.
VI
Vorrei che la regina richiamasse il suo esercito
dalle Indie Occidentali, America e Spagna,
che ogni uomo ritornasse dalla sua sposa,
e spero che noi due ci rivedremo ancora”.

NOTE
1) sembrerebbe quasi che i due si fossero uniti in un matrimonio “consensuale” ma non regolarizzato vedi
2) letteralmente “sei andato e li hai infranti”
3)  letteralmente “una donna che possiede la terra” cioè per l’Irlanda rurale del tempo una donna con una ricca dote

https://mainlynorfolk.info/june.tabor/songs/asirovedout.html
https://thesession.org/tunes/1594
http://www.antiwarsongs.org/canzone.php?id=3319&lang=it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.