Crea sito
Terre Celtiche Blog

Fause Foodrage / East Muir King

Fause Foodrage (Fa’se Footrage) è una ballata-fiaba antica quanto ormai perduta nella tradizione popolare. Il professor Child la classifica al numero 89 in tre versioni (di cui la terza in forma di frammento).

Le ballate e le fiabe provengono dallo stesso mondo e narrano spesso le stesse storie; anzi, si può dire che, parecchie volte, una ballata popolare ed una fiaba differiscono solo perché la prima è una composizione in versi e la seconda è un racconto in prosa.
La vicenda narrata in Fa’se Footrage, il cui testo proviene dal Brown Manuscript del Tytler, ne è sicuramente un esempio. Gli elementi ci sono tutti: il Re onesto, buono e onorato (non per niente si chiama King Honor), la bella Regina che rimane vedova dopo pochi mesi di matrimonio, quando già sta per dargli un erede, la congiura di palazzo, il perfido e vile usurpatore che uccide il Re mentre è a letto (dal “furibondo” nome di Footrage -“rabbia-nei-piedi”- e dallo scomodo appellativo di fa’se che ormai fa praticamente parte del suo nome tanto che così lo chiamano tutti, amici compresi), la sostituzione del bambino appena nato con la figlia del saggio William così da salvare l’erede al Trono dalla morte giuratagli da Footrage. Il ragazzo che, divenuto uomo, viene a sapere proprio da William la sua vera identità e che punisce esemplarmente l’usurpatore. Libera la madre, si riappropria del titolo che gli spetta per nascita e per diritto e, dulcis in fundo, sposa la bambina che aveva un tempo preso il suo posto per salvargli la vita. (Riccardo Venturi in Racconti a lieto fine)

Una trama abbastanza complessa ricca di colpi di scena e di personaggi, come dice il Venturi “una fiaba in versi“. Dove siano le terre di Eastmure e di Westmure non è dato sapere. Inutile cercarle sulle mappe, c’è chi le colloca nelle Fiandre, chi le trasla ai regni indipendenti della costa orientale e della costa occidentale dell’antica Bretagna . Oppure potrebbero essere l’Inghilterra e l’Irlanda.
La ballata si trova anche nelle terre scandinave e quindi il suo areale di diffusione è abbastanza vasto ed è arduo avere riscontri storici e geografici quando è così remota l’origine.
La versione proveniente dal Brown Manuscript del Tytler (con le sue 35 strofe tradotte dal Venturi cf), ossia la Child #89 A è perduta nella tradizione popolare e non è -per il momento- ancora stata recuperata dal Folk Revival.

novelle del Decamerone

Fause Foodrage: Child #89 B

La versione B di Fause Foodrage dal Motherwell’s Manuscript è stata invece rielaborata da Brian Peters nel suo CD The Seeds of Time 1992 e inserita anche nel Cd sulle Child Ballads dal titolo Songs of Trial and Triumph, 2008

Al momento non trovo una traccia audio di questa versione ma ecco il testo

Now the Eastmure king
and the Westmure king
And the king of Honorie
They’ve courted of a fair young maid
All from the North Countrie

King Eastmure’s courted her for gold
King Westmure for her fee
But the king of Honor’s won her heart
His bride all for to be

King Eastmure swore a dreadful oath
All on their wedding day
And he has sent for False Foudrage
The king all for to slain

And at the dead hour of the night
When all were fast a-bed
False Foudrage so soft crept in
Stood at king Honor’s head

And his Lady she awakened
All from her drowsy dream
She saw her bride-bed swim with blood
And her good lord lay slain

O spare my life, False Foudrage
Until I lighter be
Spare me that I may bear the child
King Honor’s left with me

Well, if it be a lass – he said
Well nursed shall she be
But if it be a little boy
Then hangéd he will be

For I’ll not spare him for his tender age
Nor yet for his noble kin
But on the day that he is born
He’ll mount the gallows-pin

Then four and twenty valiant knights
Were set the Queen for to guard
And four stood at her bower-door
To keep both watch and ward

Ah, but when her time drew near its end
She’s given them beer and wine
And she has made them all as drunk
As any wildwood swine

And she’s slipped out of the window
She’s wandered out and in
And in the very swines’ stye
The Queen brought forth a son

Then they’ve cast lots all in the town
For who should go to the Queen
And the lot it fell on Wise William
And he’s sent his wife for him

This favour, Wise William’s wife
This favour grant to me
Change your lass for my little boy
That King Honor’s left with me

And you will learn my gay goshawk
Well how to breast a steed
And I will learn your turtle-dove
As well to write and read

And you will learn my gay goshawk
To wield the bow and brand
And I will learn your turtle-dove
To lay gold all with her hand

When we meet at the market-place
We must no more avow
Than – Madam, how does my gay goshawk?
Lady, how does my dove?

Now, when days were gone and years come on
Wise William he thought long
And he has ta’en King Honor’s son
And they’ve a-hunting gone

Do you see that high high castle
With walls and towers so fair?
Well, if every man had back his own
Of it you’d be the heir

For if you should slain False Foudrage
You’d set the wrong to right
For he has slain your father
E’er you ever saw the light

And if you should slain False Foudrage
There’s no man would you blame
For he keeps your mother prisoner
And she dare not take you home

So he’s set his bow all to his breast
He’s climbed the castle’s wall
And there he’s met with False Foudrage
A-walkin’ in the hall

Oh, what ails thee, my bonny boy?
What ails thee at me?
For I did never do you wrong
Your face I ne’er did see

O hold your tongue, False Foudrage
For I know you and who you be
And he has pierced him through the heart
And set his mother free

And he has given to Wise William
The best part of this land
And he has wed his turtle-dove
With a ring from off his hand

in elaborazione

East Muir King: Child #89 C

La versione B di Fause Foodrage è un frammento proveniente dalla tradizione orale in cui il re Onore diventa il Re Amore. Il testo proviene dalla famiglia Harris dal canto di Jannie Scott risalente al 1790 (The Song Repertoire of Amelia and Jane Harris, pubblicato da Emily Lyle nel 2002). 

Hermes Nye King O’Luve – Fause Foodrage · in Ballads Reliques – Early English Ballads from the Percy and Child Collections, 1957

Katherine Campbell 2004

Eastmuir king and Wastmuir king
And King o’ Luve, a’ three
It’s they cast kevils (1) them amang
Aboot a gay lady

Eastmuir king, he won the gold
And Westmuir king, the fee
But the King o’ Luve, wi’ his lands sae broad
He’s won the fair lady

These twa kings, they made an oath
That be it as it may
They would slay him, King o’ Luve
Upon his wedding day

Eastmuir king, he broke his oath
An sair penance did he
But Westmuir king, he made it oot
An’ an ill death may he die

Il Re d’Oriente e il Re d’Occidente
e il Re Amore tutti e tre
tirano a sorte tra loro
per una gaia dama.

Il Re d’Oriente vince l’oro,
Il Re d’Occidente le terre;
Ma il Re Amore, con le sue vaste terre,
vince la bella dama.

I due re, fanno un patto,
vada come vada,
che avrebbero ucciso lui, il Re Amore
nel giorno del suo matrimonio.

Il Re d’Oriente ruppe il giuramento
e fece penitenza,
ma il Re d’Oriente, lo mantenne
e che possa morire di mala morte.


NOTE
Traduzione italiana Cattia Salto
1) kevil dal DSL è un vecchio termine scozzese, cavel, kevel per tirare a sorte

LINK
https://mainlynorfolk.info/folk/songs/fausefoodrage.html
http://bluegrassmessengers.com/89-fause-foodrage.aspx

Prima bozza di uno studio che sarà più dettagliato non appena saranno disponibili tracce audio delle altre versioni

Pubblicato da Cattia Salto

Amministratore e folklorista di Terre Celtiche Blog. Ha iniziato a divulgare i suoi studi e ricerche sulla musica, le danze e le tradizioni d'Europa nel web, dapprima in maniera sporadica e poi sempre più sistematicamente sul finire del anni 90 tramite il sito dell'associazione L'ontano [ontanomagico.altervista.org]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.