Archivi tag: Ian Campbell Group

ROW BULLIES TO NEW YORK

Una canzone marinaresca estremamente popolare utilizzata secondo quanto riferito da Stan Hugill come Capstan shanty (ma anche come forebitter) si raggruppa in due principali versioni: una in cui il nostro marinaio sbarca a San Francisco, l’altra in cui sbarca a New York.

VERSIONE NEW YORK

Il titolo con la quale è più conosciuta  è  “Row, bullies, row”. Stan Hugill ci racconta che la canzone deve essere cantata con una cadenza irlandese (vedi) .  Il testo è tratto da  “Shanties and Sailors Songs”, Hugill, Stan, (1969)

ASCOLTA Ian Campbell Group (su Spotify) in Farewell Nancy


I
When I wuz a youngster
I sailed wid de rest,
On a Liverpool packet
bound out to the West.
We anchored one day
in de harbour of Cork,
Then we put out to sea
for the port of New York.
Chorus
And it’s roll, row bullies roll,
Them Liverpool Judies
have got us in tow.

II
For forty-two days
we wuz hungry an’ sore,
Oh, the winds wuz agin us,
the gales they did roar;
Off Battery Point
we did anchor at last,
Wid our jib boom hove in
an’ the canvas all fast.
III
De boardin’-house masters
wuz off in a trice,
A-shoutin’ an’ promisin’
all that wuz nice;
An’ one fast ol’ crimp
he got cotton’d  to me,
Sez he, “Yer a fool lad (foolish),
ter follow the sea.”
IV
Sez he, “There’s a job
is a waitin’ fer you,
Wid lashin’s o’ liqour
an’ begger-all (nothing) to do.
What d’yer say, lad,
will ye jump ‘er, too?”
Sez I, “Ye ol’ bastard,
I’m damned if I do.”
V
But de best ov intentions
dey niver gits far,
After forty-two days
at the door of a bar,
I tossed off me liquor
an’ what d’yer think?
Why the lousy ol’ bastard
‘ad drugs in me drink.
VI
Now, the next I remembers
I woke in de morn,
On a three-skys’l yarder
bound south round Cape Horn;
Wid an’ ol’ suit of oilskins
an’ three (two) pairs o’ sox,
An’ a bloomin’ big head
an’ a dose of the pox.
VII
Now all ye young sailors
take a warnin’ by me,
Keep a watch (an eye) on yer drinks
when the liquor is free,
An’ pay no attintion
to runner or whore,
Or yer head’ll be thick
an’ yer fid ‘ll be sore.
TRADUZIONE di Italo Ottonello
I
Quando era un giovanotto
ho navigato al meglio
su una nave postale di Liverpool
diretto all’Ovest.
Ci ancorammo per un giorno
nel porto di Cork
e poi prendemmo il mare
per il porto di New York.
CORO:
Vogate (1), vogate bulletti vogate
quelle ragazze di Liverpool (2) ci hanno passato un [cavo di] rimorchio (3)
II
Per 42 giorni
siamo stati affamati ed afflitti
perchè i venti erano contrari
e le tempeste ruggivano;
di fronte a Battery Point (4)
ci ancorammo infine
con l’asta di fiocco (5) rientrata
e tutte le vele serrate.
III
Gli arruolatori (6)
accorsero in un attimo
strillando e promettendo
un sacco di belle cose;
un vecchio e grasso marpione
mi prese in simpatia (7)
“Sei pazzo, ragazzo,
ad andare per mare.
IV
dice lui – C’è un lavoro
che ti aspetta
con liquore a volontà
e poco o niente da fare.
Cosa ne pensi, ragazzo,
non vuoi sbarcare?”(8)
Dico io “Vecchio bastardo
che io sia dannato se lo farò”
V
Ma le migliori intenzioni
non vanno mai troppo lontano
e dopo 42 giorni
che ero sulla porta del bar
e mi bevevo il liquore,
cosa credete?
Quel vecchio bastardo pidocchioso
mise le droghe nel mio drink.
VI
Ora, il ricordo successivo
è che mi svegliai al mattino
su un grande trealberi
diretto a sud per doppiare Capo Horn;
con una vecchia tenuta cerata
e tre paia di calzini,
una fottuta testa pesante
e una buona dose di febbre.
VII
Quindi voi tutti giovani marinai,
datemi ascolto,
attenzione alle vostre bevande
quando il liquore è gratis!
E non date retta
alle passeggiatrici (9) o alle puttane
o la vostra testa sarà pesante
e la vostra gola (10) infiammata

NOTE
1) in questo contesto roll e row sono presi come sinonimo
2) La parola judy è un’espressione dialettale di Liverpool per indicare una generica ragazza (non necessariamente una prostituta)
3) il termine è diventato nel gergo marinaresco sinonimo di venti favorevoli che spingono verso casa (una nave che fila veloce).
A tal proposito Italo Ottonello argomenta:
Il primo ufficiale stava al barcarizzo, fregandosi le mani e dicendo ad alta voce alla nave, “Evviva, vecchia bagnarola! le ragazze di Boston ti hanno passato il cavo di rimorchio!” e cose del genere. (tratto da: Dana “Two years before the mast”)
(the mate stood in the gangway, rubbing his hands, and talking aloud to the ship, “Hurrah, old bucket! the Boston girls have got hold of the tow-rope!” and the like)
Ad ogni cambio di guardia, quelli che salivano in coperta chiedevano agli smontanti, “Di quanto siamo andati avanti?” e ricevevano, come risposta, la stima accompagnata dall’abituale aggiunta, “Aye! E le ragazze di Boston ci hanno passato il cavo di rimorchio per tutta la guardia!”. Da : idem come sopra
(At each change of the watch, those coming on deck asked those going below, “How does she go along?” and got, for answer, the rate, and the customary addition, “Aye! and the Boston girls have had hold of the tow-rope all the watch.”)
4) New York, l’isola di Manhattan
5) Jibboom: asta di fiocco.  E’ un buttafuori, cioè un’asta (boom) che sporge da un’altra asta. Il buttafuori del bompresso (bowsprit), detto – asta di fiocco (jib-boom) – prolunga il bompresso ed è a sua volta prolungata dall’asta – o bastone – di controfiocco (flying -jibboom); i buttafuori degli altri alberi permettono di armare delle vele supplementari prolungando i rispettivi pennoni.
6) un procacciatore d’imbarco che con mezzi più o meno leciti procurava marinai alle navi
7) “cottoned” =”attached” ,”caught on” (british slang); oppure dice “likin’ to me” o anche “fancying”
8) il marpione (crimp) sta offrendo al ragazzo di aiutarlo nel suo mestiere e quindi gli dice di lasciare l’ingaggio sulla nave da cui è sbarcato (sicuramente il ragazzo ha firmato per l’andata e ritorno sulla tratta Liverpool-New York)
9) termine spregiativo
10) una versione meno ripulita utilizza il termine “yer knob’ll be sore” che significa testa di .. (tutta un’altra testa che si trova un po’ più in basso)

la versione ‘Frisco

FONTI
https://mainlynorfolk.info/louis.killen/songs/liverpooljudies.html
http://www.joe-offer.com/folkinfo/songs/136.html
http://shanty.rendance.org/lyrics/showlyric.php/judies
http://www.exmouthshantymen.com/songbook.php?id=69
http://www.jsward.com/shanty/LiverpoolGirls/index.html
http://mudcat.org/thread.cfm?threadid=61483