Crea sito
Terre Celtiche Blog

The Bonny Birdy

Bonny Birdy

Bonny Birdy è una ballata tradizionale riportata da Child al numero 82. Si narra di un triangolo amoroso con annesso uccellino parlante nel ruolo di delatore e messaggero.
Si potrebbe considerare una variante scozzese della ballata “Little Musgrave“: l’uccellino -un dono dell’amante- nella sua gabbietta d’argento è testimone dei tradimenti della Lady.
Risentito per essere male accudito, vola dal marito e lo avverte della presenza dell’amante nel letto coniugale.
Il marito ritorna precipitosamente a casa e uccide l’amante.

Steeleye Span (voce Peter Knight ) in Horkstow Grange(1998).

Peter Knight 2010



O it’s of a knight on a summer’s night
Was riding o’er the lee, diddle
There he spied a bonny bird
Sitting upon a tree. Singing:
Chorus:
“Wow (1) for the day!
An gin it for the day!
Oh gin it were day,
And gin I were away!
I ha na lang time to stay.” diddle


“O make hast, make hast,
ye gentle knight,
What keeps you here so late? diddle
Gin ye kent what’s doing at hame,
I fear ye would look blate.” diddle

“O why should I toil day and night,
My fair body to kill,
For ninety knights at my command,
An ladys at my will?”
“O ye lee ye lee ye gentle knight
So loud I hear you lee: diddle
There’s a knight in your lady’s arms
And she lees better than thee.” diddle

“O ye lee, you lee you bonny bird,
But you’ll no lee again,
For I will tak my bonny bow,
An split your head in twain.”
“But afore ye hae your bow well bent,
An a’ your arrows yare, diddle
I will flee tae another tree,
Where I may better fare.” diddle

“O whare was ye gotten,
and whare was ye clecked?
Pray bonny birdy, tell me:”
“O it was in the green wood,
Intil a holly tree
An a gentleman came riding by,
An frae my nest he herryed me,
Put me in a silver cage,
An ga me to his lady.”

“Then wi good white bread an farrow-cow milk
He bade her feet me aft
An ga her a little wee simmer-dale wanny (2),
To ding me sindle (3) and saft.
But wi good white bread an farrow-cow milk
I wot she fed me naught,
An wi a little wee simmer-dale wanny,
She dang me sindle and saft.”

“Time he was away
O time he was away
For he that’s in bed
Wi’s another man’s wife
It’s time he was away.” diddle
So the knight he rade, and the birdy flew …
“Lie still, lie still, ye gentle knight,
What makes ye toss an turn?”
“A birdy sang an it troubles me,
An I fear a coming storm.”
“But is no your hawk upon its perch?
Your horse eats oats and hay
An ye’ve a lady in your arms
How can ye wish for day?” diddle
So he’s turned himself at o’er again,
To take a little sleep,
And when he awoke the lady’s lord
Was standing at their feet. Crying:

So then he’s taken out his sword (4)
An straiked it o’er a strae,
An thro an thro the false knight’s heart
He ‘s gard cauld iron gae. diddle

Then he’s darked the windows up secure
With muttle shudders sprang
An there was neither sun nor sky
But darkness in her room. She cries:
Chorus
“Wow for the day!
An gin it for the day!
For there was never a living soul
That ever came our way.” diddle

Traduzione italiana Cattia Salto
Un cavaliere in una notte d’estate
cavalcava sul fianco della collina
Lì vide un bell’uccellino
posato sull’albero. Cantava
Coro
Wow per oggi
e se fosse questo il giorno
oh se fosse oggi
e io fossi lontano
non mi resta molto tempo”


“Affrettatevi, oh affrettatevi
gentile cavaliere
Cosa vi trattiene qui a quest’ora?
Se sapeste cosa sta accadendo a casa;
temo vi sentireste sorpreso”

“Oh perchè dovrei faticare giorno e notte
e consumare il mio bel corpo
per novanta cavalieri al mio comando
e le dame ai miei piedi?”
“Oh tu menti, menti gentile cavaliere
ti sento mentire così forte:
c’è un cavaliere tra le braccia della tua signora
e lei mente meglio di te”

“Oh tu menti, tu menti, bell’uccellino.
Ma non mentirai ancora,
perchè prenderò il mio bell’arco
e spaccherò il tuo cuore in due”
“Ma prima che il tuo arco sia incoccato
e la freccia tirata
io volerò su un altro albero;
dove avrò miglior sorte”

“Oh da dove arrivi
e dove sei nato?
Ti prego bell’uccellino, dimmelo”
“Ero nel folto del bosco
su un agrifoglio
e un gentiluomo venne a cavallo
e mi prese dal nido
mi mise in una gabbia d’argento
e mi portò dalla sua dama”

“Allora con del buon pane bianco e latte vaccino
lui l’ammonì di nutrirmi dopo
e le diede una piccola bacchetta di salice
per colpirmi di rado e con moderazione
Ma buon pane bianco e latte vaccino
lei non mi dava da mangiare
e con una piccola bacchetta di salice
mi batteva di rado e con moderazione.

“E’ tempo che vada via
Oh tempo che lui vada via
perchè è nel letto
Con la moglie di un altro
E’ tempo che vada via”
Così il cavaliere galoppò e l’uccello volò
“Resta ancora, resta ancora, gentile cavaliere
Cosa ti ha fatto agitare e rigirare?”
“Un uccello cantava e mi disturba,
temo che arriverà la tempesta”
“Ma non c’è il tuo falco sul trespolo?
Il tuo cavallo mangia avena e fieno
e hai una donna tra le braccia.
cosa puoi desiderare per oggi?”
Così lui si rimise giù
per fare un riposino
e quando si svegliò il signore della dama
stava ai loro piedi, gridando
coro
Così allora sguainò la spada
e la ficcò nel pagliericcio
e da parte a parte il cuore del falso cavaliere
il freddo ferro colpì!

Poi oscurò le finestre
e le sprangò con le imposte
e non ci fu sole nè cielo
ma l’oscurità nella stanza. Lei gridò:
Coro
Wow per oggi
e se fosse per oggi
Perché non ci fu mai un’anima vivente
Che sia mai venuta in nostro favore”


NOTE

  1. non riesco a decidere se l’espressione si traduca come evviva o come ahimè dal dsl: an exclamation expressing admiration or astonishment, or the emphatic asseveration of some surprising or impressive fact.  Occas. esp. in later use as an exclam. of regret -awow = alas. Anche la traduzione del coro mi è poco chiara
  2. simmer-dale wanny= A rod or stick used for chastisement, a switch; a carpet-beater
  3. sindle (= seldom)
  4. Clerck Saunders

LINK

https://mainlynorfolk.info/steeleye.span/songs/bonnybirdy.html
http://bluegrassmessengers.com/82-the-bonny-birdy.aspx
http://www.bluegrassmessengers.com/us–canada-versions-62-the-bonny-birdy.aspx

Pubblicato da Cattia Salto

Amministratore e folklorista di Terre Celtiche Blog. Ha iniziato a divulgare i suoi studi e ricerche sulla musica, le danze e le tradizioni d'Europa nel web, dapprima in maniera sporadica e poi sempre più sistematicamente sul finire del anni 90 tramite il sito dell'associazione L'ontano [ontanomagico.altervista.org]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.