Lord Olaf e la Morte Occultata

La storia, condivisa da così tante ballate dal Nord al Sud dell’Europa, in origine narra dell’incontro di un cavaliere (Oluf, Olof o Olaf) con una fanciulla elfica sulla collina delle fate (un bosco) o presso l’acqua (in alcune versioni figlia del Re degli Elfi, ma in altre una sirena); all’invito a danzare, egli rifiuta perché l’indomani è il giorno del suo matrimonio. La creatura fatata gli chiede di danzare o di bere con lei (allusiva offerta sessuale), promettendogli in cambio dei regali magici e tanto, tanto oro, ma al rifiuto del cavaliere lei lo maledice, condannandolo a morte rapida per l’indomani.