Crea sito
Terre Celtiche Blog

Young Andrew: Attenti al lupo!

Young Andrew è una ballata tradizionale che avverte le ingenue fanciulle di stare alla larga dai lupi (quelli con il pelo dentro), una murder ballad che rispecchia il detto “Chi la fa, l’aspetti”.
La ballata è antica, proveniente dal Percy folio, (in forma lacunosa) e non sembra abbia avuto una diffusione nella tradizione orale delle isole britanniche, quanto piuttosto dall’origine germanica/scandinava, ritrovata anche in Polonia.

Young Andrew

Roud 6740 ; Child 48 ; Ballad Index C048 ; trad.]

La ballata ha l’andamento di una fiaba di quelle alla Barbablù, la fanciulla sedotta e umiliata, il corteggiatore-predatore, il bosco e il lupo che alla fine rende giustizia alla morte di crepacuore della fanciulla. E’ stato Martin Carthy nel 1979 a rielaborale questa storia brutale di inganno e vendetta con il titolo “Death of Young Andrew” aggiungendo una melodia.

branco di lupi
Men will strip you to the skin
But the wolves will strip you to the bone

Ecco la storia come cantata da Martin Carthy: la fanciulla sedotta dal giovane Andrea ruba l’oro di casa per scappare con l’amante, che tuttavia l’ha ingannata; invece di fuggire con lei, l’abbandona su di una solitaria collina dopo averla derubata fin anche degli indumenti più intimi. La fanciulla nottetempo ritorna a casa, ma il padre rifiuta di andare ad aprire: la ritroverà al mattino stesa a terra morta.
I fratelli inseguono Young Andrew e lo catturano e invece di ucciderlo, lasciano la vendetta ai lupi.

Nel Percy a compiere giustizia è una lupa “shee came roaring like a beare, and gaping like a feend of hell ” [ in italiano: lei venne ruggendo come orsa con le fauci spalancate come un demone dell’inferno], lo spirito della fanciulla reicarnato (o un mutaforma?)
A me l’associazione tra il nome Andrea e il Lupo fa pensare alla notte del lupo che porta l’inverno.

Martin Carthy in Because It’s There 1979

One night as I lay on my bed
A dreadful draught of sleep I drew
For I dreamed as all the trees turned brown
That I saw the death of young Andrew.

For the moon shone bright and it give good light
Welcome she rise my honey my sweet
For seven long years you have been gone
I thought chance was we’d never more meet.

And he’s ta’en her all in his arms
And there they kissed both cheek and chin
And they loved sweet and they loved long
Before that one was two again.

And O my love and sweet my love
And dear my love if you love me
Go fetch me some of your father’s gold
The time has come that we was away.

Now she’s run down to her father’s hall
For well she knew where his good gold lay
So swiftly she’s returned again
She’s counted it out all down by his knee.

For he’s ta’en her by the lily-white hand
And he’s led her up the hill so high
But oh the smiles they fell from his mouth
As dark and grim there grew his eye

Take off take off your velvet gown
Deliver it here over to me
For I’ve a love in a far far land
That I love far far more than thee

Take off take off your silken robe
Deliver it here over to me
For I’ve a love in a far far land
And I’ve been too long gone from she

But O my love and sweet my love
And love Andrew that lay with me
You loved me sweet and you loved me long
So why do you now love betray

But he’s drawn out his good long sword
And he’s placed it twixt her nose and her chin
Cries You may die on the point of this
Or you may run naked home again.

And oh the bitter tears down fall
As down her clothes fell at his feet
And her body lately so deep in love
A hiding place from shame did seek.

And there she’s stood at her father’s door
She’s naked as the day she’s born
Oh rise rise and let me in
For the night winds whip me to the bone

But up and spoke her own father
All where he lay in his high bedroom
Oh that thief and whore is at my door
Let no-one rise and let her in

But when he’s waked in the bright morning
And all the birds began to sing
He’s spied his daughter lying dead
She’s dead and cold as any stone

And oh the bitter tears down fall
And seven sons stood all around
Crying Why’s our sister lying dead
And why did you not let her in

And they have sworn a solemn oath
And they have sworn by earth and sky
That they would take this young Andrew
That he would wish for the day he’d die

And up they rose these seven brothers
And they chased him deep into Wales
There they caught him by such a wile
That now he must tell no more such tales

For there he stood this young Andrew
Like any fox they ringed him round
Crying We’ve not come for our father
But for the sister you done down

Two of them they broke his legs
And two of them broke his collar bone
And two of them broke his two arms
They leaned him back all against a stone

And up and rose the eldest one
Saying See the pity we show thee
For you ne’er shed our sister’s blood
So we’ll not do that unto thee

And they took up their father’s gold
And they laid it out in young Andrew’s sight
Saying, Guard this well ye young Andrew
Defend it well from the wolves tonight

And they have left this young Andrew
As naked as the day he’s born
Saying Men will strip you to the skin
But the wolves will strip you to the bone

Una notte che dormivo nel mio letto
abbozzai un sogno spaventoso,
sognai di vedere la morte del giovane Andrea,
mentre tutti gli alberi diventavano spogli.

Perchè la luna splendeva luminosa e chiara
“Benvenuto – si alzò- mio dolce tesoro
per sette lunghi anni te ne sei andato
e credevo non ci saremmo mai più incontrati”.

E la prese tra le braccia
e si baciarono sulla bocca (1)
e si amarono dolcemente e a lungo
prima che uno ritornasse ad essere nuovamente due.

“Amore mio, mio tesoro,
cara, amore mio, se mi ami
vai a prendermi un po’ del tesoro di tuo padre
è arrivato il tempo di andare via (2)”

Allora andò di corsa a casa
perchè ben sapeva dove il padre tenesse l’oro
e poi svelta ritornò
e lo contò tutto, prostrata ai suoi piedi.

Lui la prese per la bianca mano
e la condusse sulla cima della collina,
oh ma che sorrisini faceva con la bocca,
mentre scuri e cupi gli diventavano gli occhi!

“Levati il vestito di velluto
e consegnalo a me
perchè ho una innamorata in una terra lontana
che amo più di te.

Levati gli indumenti di seta
e consegnali a me
perchè ho una innamorata in una terra lontana
ed è da troppo tempo che me ne sono andato.”

“O amore mio, mia adorato amore
Andrea, che hai fatto l’amore con me,
mi amasti dolcemente e a lungo,
allore perchè ora, amore, mi tradisci?”

Ma lui cavò il suo spadone
e gliela mise sulla bocca
gridando “Puoi morire sulla punta di questa
o puoi correre nuda fino a casa”

Lacrime amare versava
mentre ai suoi piedi le cadevano i vestiti
e il suo corpo poco prima così innamorato
cercava un posto dove nascondere la vergogna.

Ed eccola davanti alla porta del padre
nuda come il giorno in cui era nata
“Alzatevi, alzatevi e fatemi entrare
perchè il vento della notte mi sferza le ossa”

Ma così disse il padre
restandosene nella sua stanza da letto padronale
” Oh quella ladra e donnaccia è alla mia porta,
che nessuno si alzi e la faccia entrare”

Ma quando si svegliò nel giorno luminoso
e tutti gli uccellini iniziarono a cantare,
vide la figlia che giaceva morta
“E’ morta e fredda come la pietra”.

E lacrime amare cadevano
e i sette figli stavano tutt’intorno
gridando “Perchè la nostra sorellina giace morta
e perchè non l’avete lasciata entrare?”

E fecero un solenne giuramento
e giurarono sulla terra e il cielo,
che avrebbero preso il giovane Andrea
e che lui avrebbe invocato il giorno della sua morte.

E i sette fratelli si alzarono
e lo inseguirono per tutto il Galles
dove lo catturarono con l’astuzia
“e ora non racconterà più di queste storielle” (3)

Perchè là stava il giovane Andrea,
come una volpe accerchiata,
“Non siamo venuti per nostro padre
ma per la sorella che hai screditato “

Due di loro gli spezzarono le gambe,
due di loro la clavicola
e due di loro gli spezzarono le braccia
e lo appoggiarono contro a un masso.

E il maggiore si mise a parlare
“Vedi la pietà che ti mostriamo,
poichè tu non hai sparso il sangue di nostra sorella,
così altrettanto faremo con te”

E presero il tesoro del padre
e lo misero sotto gli occhi del giovane Andrea
dicendo “Sorveglialo bene giovane Andrea
difendilo bene dai lupi stanotte”

E lasciarono il giovane Andrea
nudo come il giorno in cui nacque
dicendo “Gli uomini ti denuderanno
ma i lupi ti spoglieranno delle ossa” (4)

Note e traduzione italiana di Cattia Salto
1) nelle antiche ballate si menziona raramente il bacio sulla bocca quanto piuttosto tra “la guancia o il naso e il mento”
2) dopo aver irretito la fanciulla con le gioie del sesso il bell’Andrea la convince a rubare i soldi in casa per poter fuggire insieme
3) cioè Andrea non ingannerà più nessun altra ingenua fanciulla
4) nel Percy le strofe finali dicono
Ffull soone a wolfe did of him smell,
And shee came roaring like a beare,
And gaping like a feend of hell.

Soe they fought together like two lyons,
And fire betweene them two glashet out;
Th raught eche other such a great rappe,
That there young Andrew was slaine, well I wott.

But now young Andrew he is dead,
But he was neuer buryed vnder mold,
For ther as the wolfe devoured him,
There lyes all this great erles gold.

Link
https://mainlynorfolk.info/martin.carthy/songs/deathofyoungandrew.html
http://www.pbm.com/~lindahl/ballads/early_child/
http://71.174.62.16/Demo/LongerHarvest?Text=ChildRef_48

Pubblicato da Cattia Salto

Amministratore e folklorista di Terre Celtiche Blog. Ha iniziato a divulgare i suoi studi e ricerche sulla musica, le danze e le tradizioni d'Europa nel web, dapprima in maniera sporadica e poi sempre più sistematicamente sul finire del anni 90 tramite il sito dell'associazione L'ontano [ontanomagico.altervista.org]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.