Crea sito
Terre Celtiche Blog

Water Lilies

O divinità mattutina, sorgi dalle acque come Afrodite schiudendo la tua corolla magnifica, accarezzata dai primi raggi del sole caldo della bella stagione. Nessuno può sottrarsi al tuo incanto, è un dono contemplarti, perché si sa, la tua bellezza dura un giorno, a tarda sera richiudendoti in te stessa ritorni nel mondo liquido da dove sei venuta
(Anny Pellecchia da qui)

From the Greek “Nymphaia” = plant of the nymphs, because typical of the woods and of the aquatic and marshy areas where the nymphs live; the water lily is mainly a symbol of spiritual transformation, it grows in the darkness under the water from the mud and looks for the light in which it lives to open up to the day spreading all its beauty.
Water lily
 ovvero giglio d’acqua è il nome più utilizzato nel mondo anglosassone per indicare la ninfea. Dal greco “Nymphaia” = pianta delle ninfe, perchè tipica dei boschi e delle zone acquatiche e paludose dimora delle ninfe;  il fiore è principalmente un simbolo di trasformazione spirituale, cresce nell’oscurità sotto l’acqua dal fango e cerca la luce in cui vive per aprirsi al giorno donando tutta la sua bellezza.

In this poem written in the nineteenth century by Felicia Dorothea Hemans and set to music by Anton Brejestovski the water lilies are transformed into fairy boats on which the elves celebrate the midsummer.
In questa poesia scritta nell’Ottocento da Felicia Dorothea Hemans e messa in musica da Anton Brejestovski le ninfee si trasformano in barche fatate su cui gli elfi festeggiano la mezza estate.

Music by Anton Brejestovski
Lyrics by Felicia Dorothea Hemans

Caprice, Girdenwodan Part I 2012


I
Come away, Elves,
while the dew is sweet (1),
Come to the dingles
where Fairies meet;
Know that the lilies
have spread their bells (2)
O’er all the pools
in our forest dells;
II
Stilly and lightly
their vases rest
On quivering sleep
of the water’s breast,
Catching the sunshine (3)
throught leaves that throw
To their scented bosoms
an emerald glow;
Chorus
Come away with me!
for the midsummer (4) sun grows strong,
And the life of the lily may not be long (5)

III
Come away!
Under arching boughs we’ll float,
Making those urns
each a Faerie boat
Row them with reeds
o’er the fountains free,
tall flag-leaf (6) shall
our streamer be,
IV
And a star (7) from the depth
of each pearly cup,
A golden star unto
Heaven looks up,
As if seeking its kindred
where bright they lie,
Set in the blue
of the summer sky.
[Chorus]
V
And we’ll send out
wild music so sweet and low,
It shall seem 
from the bright flower’s heart to flow,
As if ‘twere breeze
with a flute’s low sigh,
Or water drops train’d into melody.
(End)
Come away, Elves,
Come away, Faeries,
Come away, Elves
Come away, Come away, Faeries,
Traduzione italiano Cattia Salto
I
Andiam via Elfi
mentre la rugiada è dolce,
andiamo alle vallette 
dove le Fate si riuniscono,
per certo le ninfee
hanno aperto le loro corolle
su tutte le polle
nelle nostre conche boscose
II
Immobili e leggiadre
le loro coppe riposano
nel sonno tremulo
sul seno dell’acqua,
Catturando la luce del sole
con le foglie che diffondono
Ai loro boccioli profumati
un bagliore di smeraldo;
Coro
Andiam via!
perché il sole di mezza estate si rinforza,
E la vita della ninfea potrebbe non durare
III
Andiam via!
Sotto i rami penduli galleggeremo,
Facendo di quelle urne
ciascuno una barca fatata
Remiamo con i giunchi
verso la sorgente la libera,
alta lamina 
il nostro vessillo sarà,
IV
E una stella dal fondo
di ogni tazza madreperlacea,
Una stella d’oro 
al cielo alza lo sguardo
Come se cercasse il suo parente
dove giacciono luminosi
incastonati nel blu
del cielo estivo.
[Coro]
V
E diffonderemo
musica selvaggia così dolce e greve,
sembrerà che
sgorghi dal cuore del fiore luminoso,
Come se fosse brezza leggera
con un sospiro basso di flauto,
O gocce d’acqua esperte di melodia.
(Coda)
Andiam via Elfi
Andiam via Fate,
Andiam via Elfi
Andiam via, Andiam via Fate,

Foodnote
1)  it’s the dawn [si descrive il momento dell’alba]
2) the water lilies open in the morning with sunlight and close again in the evening [le ninfee si aprono al mattino con la luce del sole e si richiudono nel tardo pomeriggio]
3) A Norwegian legend tells us how the water lily was born: once upon a time a nymph lived in a lake. the Sun fell in love with her and going down to the lake in his golden dress.
The Nymph felt miserable and was ashamed of her little pearls dress compared to the god, so she dived in down the deep of the lake, where many treasures were hidden, to show that wealth to the Sun. But the gold weighed too much and the Nymph sank into the muddy bottom. The Nymph cried, begged the Lake Fairy to help her, but no one answered, the mud submerged her little by little, and only her white hands full of gold remained.
According to a very similar variant, the lake nymph falls in love with a beautiful prince, and ashamed of her simple forest clothes, so she dives into the lake to retrieve the treasures that are secretly hidden there. However, the weight of the jewels pushes it towards the bottom and only the white hands laden with gold emerge from the water. The merciful Fairy of the Lake turns it into the flower of the water lily.
Una leggenda norvegese ci spiega come è nata la ninfea: un tempo era una Ninfa che abitava in un lago. Raggio di Sole s’innamorò di lei e la volle conoscere scendendo verso il lago nel suo abito tutto d’oro.
La Ninfa si sentì misera e si vergognò del suo abitino di semplici perle al paragone del dio e si tuffò verso il fondo del lago, dove erano nascosti molti tesori, per mostrare quella ricchezza a Raggio di Sole. Ma l’oro pesava troppo e la Ninfa sprofondava nel fondo melmoso. La Ninfa pianse, pregò la Fata del Lago di aiutarla, ma nessuno rispose, il  fango la sommerse a poco a poco, e di lei rimasero soltanto le candide mani aperte piene d’oro.
Secondo una variante molto simile, la ninfa del lago si innamora di un bellissimo principe, e vergognandosi dei suoi semplici abiti boschivi si tuffa nel lago per recuperare i tesori che vi sono segretamente celati. Il peso dei gioielli però la spinge verso il fondo e solo le candide mani cariche d’oro emergono dalle acque. La Fata del Lago impietosita la trasforma nel fiore della ninfea.
4) on the eve of midsummer the fairies gather to make revelry is one of their great feasts of the year [alla vigilia di mezz’estate le fate si radunano per fare baldoria è una delle loro grandi feste dell’anno]
5) the water lily opens on the surface of the water and lasts a few days [la ninfea si apre a pelo dell’acqua e vive pochi giorni]
6) does it refer to the wheat leaf or the stem of the water lily? [si riferisce forse alla foglia del grano o al fusto della ninfea?]
7) it describes the golden heart of the water lilies comparing it to the light of the stars [si descrive il cuore dorato delle ninfee paragonandolo alla luce delle stelle]

LINK
https://ilgiardinodeltempo.altervista.org/ninfea-linguaggio-dei-fiori-miti-e-storia/
https://www.ugopellecchia.it/blog/donna-tra-i-fiori/133-ninfee,-incantesimo-di-acqua-luce-e-petali.html
https://www.hydrophyllum.it/blog/simbologia-del-fior-di-loto-n24

Pubblicato da Cattia Salto

Amministratore e folklorista di Terre Celtiche Blog. Ha iniziato a divulgare i suoi studi e ricerche sulla musica, le danze e le tradizioni d'Europa nel web, dapprima in maniera sporadica e poi sempre più sistematicamente sul finire del anni 90 tramite il sito dell'associazione L'ontano [ontanomagico.altervista.org]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.