Crea sito

The Laily Worm and the Machrel of the Sea, Child #36

Una ballata a tema fantasy raccolta dal professor Child in forma incompleta (dallo Skene Manuscript): un fratello e una sorella lasciati dal padre (partito per la guerra, o un lunghissimo viaggio?) nelle mani della loro matrigna, vengono subito trasformati il primo in un lucertolone/serpente disgustoso e la seconda in uno sgombro del mare.
Quando il padre ritorna si ferma a riposare sotto ad un albero e sente il figlio cantare la sua triste storia.
L’uomo chiede conto dei figli alla moglie e lei dice che sono a corte. L’uomo la smentisce e le ordina di rimettere le cose a posto: la donna a questo punto con tre colpi di bacchetta ritrasforma il serpente in un bellissimo cavaliere, ma quando suona nel suo corno d’argento per richiamare i pesci del mare, Lady Maisry preferisce restare nel suo stato di creatura del mare. La strega viene bruciata sul rogo.

Non ci sono melodie tradizionali abbinate al testo così nel folk revival ognuno ha messo la sua versione.

Steeleye Span in Est’d 1969 con il titolo Mackerel of the Sea

Spriguns in Revel Weird And Wild 1976 .
La folk band inglese formata da Mike e Mandy Morton nel loro secondo album intitola la ballata “Laily Worm” La loro versione è diventata uno standard

Celtic Nots in Not Music 2003

Floating Crowbar in Going to the well 2015


I=XI
When I was but seven years auld
My mither she did die;
My father married the ae warst woman
The warld did ever see.
II=XII
For she has made me the laily worm
That lies at the fit o’ the tree,
An’ my sister Masery she’s made
The machres of the sea (1).
III
An’ every Saturday at noon (2)
The machrel comes to me,
She kaims my head wi’ a siller kaim
An’ washes it in the sea.
IV
Seven knights hae I slain
Sin’ I lay at the fit of the tree;
An’ ye war na my ain father
The eight ane ye should be.
V
He sent for his lady gay,
As fast as send cou’d he:
Whar is my son that ye sent frae me,
And my daughter, Masery?
VI
Your son is at our king’s court
Serving for meat an’ fee,
An’ your daughter’s at our queen’s court
A mary sweet an’ free.
VII
Ye lie, ye lie, ye ill woman,
Sae loud as I hear ye lie:
My son’s the laily worm
That lies at the fit o’ the tree,
And my daughter, Masery
Is the machrel of the sea.
VIII
She has ta’en a siller wan’ (sword) (3)
An’ gien him strokes three,
An’ he has started up the bravest knight
That ever your eyes did see.
IX
She has ta’en a siller horn,
An’ loud an’ shrill blew she,
An’ a’ the fish came her untill
But the proud machrel of the sea:
X
Ye shapeit me ance an unseemly shape,
An’ ye’s never mare shape me (4).
He has sent to the wood
For whins and for hawthorn,
An’ he has ta’en that gay lady
An’ there he did her burn.
Traduzione italiana di Riccardo Venturi *
I
Avevo solo sette anni
Quando mia madre morì;
Mio padre sposò la peggior donna
Che il mondo mai avesse visto.
II
Perché m’ha trasformato in un abominevole serpente /Che striscia ai piedi d’un albero,
E mia sorella Maisry l’ha trasformata
In uno sgombro che sta nel mare.
III
Ogni sabato a mezzogiorno
Lo sgombro viene da me,
Mi pettina li capelli col suo pettine d’argento
E li lava nel mare.
IV
Sette cavalieri ho ucciso
Da quando striscio ai piedi dell’albero;
E se voi non foste mio padre
Sareste certo l’ottavo.
V
Mandò a chiamare la sua signora
Il più veloce che poteva:
Dov’è mio figlio che hai mandato via da me,
Dov’è mia figlia, Maisry?
VI
Vostro figlio è alla corte del Re
A servizio, per vitto e salario;
Vostra figlia è alla corte della Regina,
Un’ancella dolce e graziosa.
VII
Tu menti, tu menti, donna malvagia,
Ti sento mentire ad alta voce!
Mio figlio è un abominevole serpente
Che striscia ai piedi d’un albero,
E mia figlia, Maisry
È uno sgombro nel mare.
VIII
Lei ha preso una bacchetta d’argento
Ed ha battuto tre colpi
E ha fatto uscire il più valente cavaliere
Che occhi mai abbiano visto.
IX
Ha preso un corno d’argento
E l’ha suonato acuto e tintinnante;
Ed arrivarono tutti i pesci
Tranne il fiero sgombro del mare:
X
Una volta mi avete dato un orribile aspetto,
E non me lo darete mai più.
Lui ha mandato della gente al bosco
A cogliere sterpi e ramoscelli;
Ha preso quella bella signora
E lì la mise al rogo.

NOTA
tratta da Ballate angloscozzesi (Child Ballad)
1) in molti si sono interrogati sul perchè la fanciulla sia diventata uno sgombro del mare, il tipico pesce azzurro dei mari del Nord. Nelle favole troviamo molti pesci fatati che in genere regalano anelli magici ai pescatori
2) ogni sabato a mezzogiorno la maledizione li fa trasformare nuovamente in fratello e sorella con lei che si prende cura del fratellino, pettinandogli i capelli e lavandoli nel mare.
3) mi sembra che dicano sword
4) perchè la ragazza rinuncia a ritornare a casa? Si ritiene comunemente che manchi una parte finale in cui anche la fanciulla trova la sua redenzione, a me piace pensare che lei preferisca essere un libero pesce del mare che un bell’uccello in una bella gabbia dorata (immagine con cui vengono spesso identificate le fanciulle nelle ballate)

Kate Fletcher & Corwen Broch in Fishe or Fowle 2017 Scrivono nelle note: “This ballad has no known tune so we have borrowed one from a Danish magical transformation ballad called Nattergalen (Nightingale). The tune was collected by Evald Tang Kristensen in 1907 from a clogmaker called Christen Sørensen Thomaskjær. We omitted the last grim verse which tells us the step-mother is burnt at the stake in a fire of gorse and hawthorn.”


I
I was barely seven years old
When my mother she did die;
My father married the worst woman
That ever your eyes did see.
II
For she has made me the laily worm,
To lie at the foot of the tree,
My sister Masery she has made
The machrel of the sea.
III
There’s seven knights that I have slain,
Since I lay at the foot of this tree,
And were you not my own father,
The eighth one you should be.
IV
Sing on your song, you laily worm,
That you did sing to me
I never would sing my song before
But I will it sing to thee.
V
Every Saturday at noon
The machrel comes to me,
She takes by my laily head
And lays it on her knee,
VI
She takes me by my laily head
And lays it on her knee,
She combs it with a silver comb,
And washes it in the sea.
VII
He has sent for his lady,
As fast as send could he:
‘O Where is my son that you sent from me,
And my daughter, Lady Masery?’
VIII
‘Your son is at our king’s court,
Serving for meat and fee,
your daughter’s at our queen’s court,
The queen’s lady to be’
IX
‘You lie, you ill woman,
So loud do I hear you lie;
My son he is the laily worm,
That lies at the foot of the tree,
X
My son you’ve made the laily worm,
To lie at the foot of the tree,
my daughter, Lady Masery you have made,
machrel of the sea!’
XI
She has taken a silver wand,
Given him strokes three,
And up has started the bravest knight
That ever your eyes did see.
XII
And she has taken a silver horn,
Loud and shrill blew she,
And all the fish came unto her
But the machrel of the sea:
XIII
All the fish came unto her
But the machrel of the sea:
You shaped me once an unseemly shape,
you’ll never more shape me.’
Traduzione italiana di Riccardo Venturi
I
Avevo solo sette anni
Quando mia madre morì;
Mio padre sposò la peggior donna
Che il mondo mai avesse visto.
II
Ché m’ha trasformato in un abominevole serpente /Che striscia ai piedi d’un albero,
E mia sorella Maisry l’ha trasformata
In uno sgombro che sta nel mare.
III
Sette cavalieri ho ucciso
Da quando striscio ai piedi dell’albero;
E se voi non foste mio padre
Sareste certo l’ottavo.
IV
Canta ancora la canzone, orribile serpente,
Quella che cantavi a me;
Non l’ho mai cantata tranne quando
La volevo cantare a te
V
Ogni sabato a mezzogiorno
Lo sgombro viene da me,
Prende la mia orribile testa
E la posa sulle sue ginocchia;
VI
Prende la mia orribile testa
E la posa sulle sue ginocchia;
La pettina col suo pettine d’argento
E la lava nel mare.
VII
Mandò a chiamare la sua signora
Il più veloce che poteva:
“Dov’è mio figlio che hai mandato via da me, Dov’è mia figlia, Lady Maisry?” 
VIII
“Vostro figlio è alla corte del Re
A servizio, per vitto e salario;
Vostra figlia è alla corte della Regina,
Un’ancella dolce e graziosa.”
IX
“Tu menti, tu menti, donna malvagia,
Ti sento mentire ad alta voce!
Mio figlio è un abominevole serpente
Che striscia ai piedi d’un albero,
X
Di mio figlio avete fatto un abominevole serpente
Che striscia ai piedi d’un albero,
E di mia figlia, Lady Maisry avete fatto
uno sgombro nel mare.”
XI
Lei ha preso una bacchetta d’argento
Ed ha battuto tre colpi
E ha fatto uscire il più valente cavaliere
Che occhi mai abbiano visto.
XII
Ha preso un corno d’argento
E l’ha suonato acuto e tintinnante;
Ed arrivarono tutti i pesci
Tranne il fiero sgombro del mare
XIII
Arrivarono tutti i pesci
Tranne il fiero sgombro del mare
Una volta mi avete dato un orribile aspetto,
E non me lo darete mai più.” 

LINK
http://bluegrassmessengers.com/36-the-laily-worm-and-the-machrel-of-the-sea.aspx
https://mainlynorfolk.info/folk/songs/thelailyworm.html
https://vulpeslibris.wordpress.com/2012/01/27/the-ballad-of-the-loathsome-worm-not-the-year-of-this-dragon/

Pubblicato da Cattia Salto

folklorista delle Terre Celtiche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.