The highland laddie

The song “Highland Laddie” recalls green hills, scents of moorland, two hearts and a hut .. a proud girl from the Scottish Lowlands claims her choice to marry and go live with a boy from the Highlands with a sincere heart and strong soul.
La canzone  “Highland Laddie” richiama colline verdi, profumi di brughiera, due cuori e una capanna.. una fiera ragazza delle Terre Basse scozzesi rivendica la sua scelta di sposarsi e andare a vivere con un ragazzo delle Terre Alte dal cuore sincero e d’animo forte.

The Tannahill Weavers in Passage 1984
This song deals with a Lowland girl’s love for a Highland man.  She wants to run away with him and live in his kilt.  The last statement is not as ridiculous as you think, as the plaidie and kilt were used not only as a uniform but as somewhere for a traveling man to sleep.  A soldier in particular would never fight wearing his kilt, as it restricted his movement.  This is also the reason why the Scots did win a few battles.  If you know what is worn beneath the kilt, and you can imagine 5,000 of them running towards you… you would want to run away.”
Ecco cosa scrivono nelle note “Questa canzone parla dell’amore di una ragazza delle Pianure Scozzesi per un uomo delle Terre Alte, vuole scappare con lui e vivere nel suo gonnellino. L’ultima affermazione non è ridicola come si pensa, visto che mantello e gonnellino erano usati non solo come uniforme ma come un luogo in cui un uomo in viaggio poteva dormire. Un soldato in particolare non avrebbe mai combattuto indossando il suo kilt, perchè limitava i movimenti. Questo è anche il motivo per cui gli scozzesi hanno vinto alcune battaglie. Se sai cosa s’indossa sotto il gonnellino e riesci a immaginare che 5.000 di loro corrono verso di te … vorresti scappare.


I
The Lawland Lads think they are fine
But oh they’re vain and idle gaudy
How much unlike the graceful mein
And manly looks o’ my Highland Laddie
II
If I were free at will to choose
To be the wealthiest Lawland Lady
I’d tak’ young Donald without trews
Wi’ bonnet blue and Highland plaidie
Chorus:
Oh my bonnie bonnie Highland Laddie
Oh my bonnie bonnie Highland Laddie
When I was sick and like to die
He rowed me in his Highland plaidie
III
O’er Benty Hill wi’ him I’ll run
And leave my Lawland kin and daddy
Frae winters chill and summers sun
He’ll screen me in his Highland plaidie
IV
A painted room, a silken red
Maun please a Lawland Lord and Lady
But I can kiss and be as glad
Behind a bush in his Highland plaidie
V
Nae greater joy I’ll e’er pretend
Than that his love prove true and steady
Like mine to him which ne’er shall end
While heaven preserves my Highland Laddie
Traduzione italiano Cattia Salto
I
I ragazzi delle Lowland si credono belli,
ma oh sono sciocchi e anche volgari,
quanto diversi dall’animo grazioso e dagli sguardi virili del mio ragazzo delle Highland
II
Se fossi libera di scegliere
di essere la più ricca Dama delle Lowland prenderei piuttosto il giovane Donald senza braghe (1), con il berretto blu e il tartan (2)
Coro:
O
il mio bel ragazzo delle Highland,
O il mio bel ragazzo delle Highland,
quando ero malata e mi sentivo morire, 
mi avvolgeva nel suo tartan
III
Su Benty Hill con lui correrei e lascerei il mio clan delle Lowland e mio padre, dal freddo dell’inverno e dal sole dell’estate
mi riparerà nel suo tartan
IV
Una stanza affrescata, un letto di seta piaceranno a un Signore e una Signora delle Lowland;/ma potrei baciare e essere altrettanto contenta dietro a un cespuglio nel suo tartan
V
Nessuna gioia più grande mai pretenderei
del suo amore leale e costante
come il mio verso di lui che mai finirà e che il cielo preservi il mio ragazzo delle Highland

NOTE
1) even a more modern humorous song reads “Donald where are your trousers?“; maliciously the Tannies make it clear that the young man is without underwear; the trews were short tartan trousers, made of wool and worn with thigh-high socks. The shape of the close-fitting trousers (in Gaelic troovash) comes from the Middle Ages, in particular in the Lowlands of Scotland the tartan was cut on the bias (to obtain a certain elasticity of the fabric) and sewn very tightly to the legs (the seams are they were on the back of the leg like old-style nylon stockings).
anche  una canzoncina umoristica più moderna recita “
Donald where are your trousers?“; maliziosamente i Tannies fanno intendere che il giovane è senza mutande; trews sono infatti dei braghettoni corti di lana scozzesi indossati con calzini alti fino alla coscia. La foggia dei pantaloni aderenti (in gaelico troovash) viene dall’epoca medievale, in particolare nelle Terre Basse della Scozia il tartan era tagliato di sbieco (per ottenere una certa elasticità del tessuto) e cucito in modo molto aderente alla gamba (le cuciture si trovavano sul dietro della gamba come le calze di nylon vecchio stile). 
2) she describes the Highlander dress before the battle of Culloden: the great kilt (in Gaelic philabeg) is in fact a long blanket (plaid) that is a single, very long, piece of cloth (the tartan) of the size of 65- 75 cm high for a length of about 5 meters, pleated and draped around the hips and then carried over the shoulders like a cloak (which also worked well as a large pocket to put objects to carry or weapons). The tartan plaid served as blankets to cover themselves during the day and as a bed to sleep during nights spent on the moor. It was undoubtedly a practical garment, without too many pretensions to elegance that kept warm and sheltered, and therefore predominantly a “rustic” dress combined mostly with the knee-high boot (cuaron) but more often worn bare-footed
la ragazza descrive il tipico abbigliamento del montanaro scozzese prima della battaglia di Culloden: il vero kilt (in gaelico
philabeg) è in effetti una lunga coperta (plaid) cioè un unico, lunghissimo, pezzo di stoffa (il tartan) delle dimensioni di 65-75 cm di altezza per una lunghezza di 5 metri circa, pieghettato e drappeggiato intorno ai fianchi e poi riportato sulle spalle come un mantello (che funzionava bene anche come grande tasca dove infilare gli oggetti da trasportare o le armi).  Ai rudi scozzesi di montagna  serviva come coperta per coprirsi durante il giorno e come giaciglio in cui dormire durante le notti passate nella brughiera. Era indubbiamente un capo pratico, senza troppe pretese di eleganza che teneva al caldo e al riparo, e perciò prevalentemente un abito “rustico” abbinato per lo più allo stivale ad altezza ginocchio (cuaron) ma più spesso portato a piede nudo (si veda anche https://terreceltiche.altervista.org/the-highland-laddie-i-hae-been-at-crookieden/)

The Highland Laddie / A Painted Room and silken Bed~/ May please a Lawland Laird and Lady; /But I can Kiss and be as glad~/Behind a Bush in’s Highland Pladdie.[From a favourtie Song. The Highland Laddie] Printed for & Sold by Bowles & Carver. No.69 in St.Paul’s Church Yard, London. [n.d., c.1790.]

As I Came O’er the Cairney Mount

ritratto di Robert Burns‘As I cam o’er the Cairney Mount’ was published in James Johnson’s Scots Musical Museum in 1796. It is thought to be Burns’s polite adaptation of a bawdy folksong. The original is included in The Merry Muses of Caledonia (1799). Robert Burns wrote to his friend and publisher Thomson in September, 1793, “There is a third tune, and what Oswald calls ‘The Old Highland Laddie,’ which pleases me more than either of them; it is sometimes called ‘Jinglin’ Johnie,’ that being the air of an old humorous bawdy song of that name—you will find it in the Museum.” Burns refers to James Oswald’s Curious Collection of Scots Tunes (1740), in which the song is dedicated to the Duke of Perth. The piece is entitled ‘The Highland Lassie’ and is very similar to the song, ‘The German Lardy’, also collected by Burns for the ‘Museum’. 
The authors of the “Complete Songs of Robert Burns Online Book” have classified this song as a “Jacobite song”, though the lyrics don’t contain explicit references to the rising of 1945 we may assume it is a disguised ditty on Charlie, who is the “Bonnie Highland laddie” of so many a song.

‘As I cam o’er the Cairney Mount’ è stata pubblicato nello SMM del 1796. Si pensa che sia la versione edulcorata da Burns di un canto popolare osceno. L’originale è incluso in “The Merry Muses of Caledonia” (1799) Robert Burns scrisse al suo amico ed editore Thomson nel settembre 1793, “C’è una terza melodia, e quella che Oswald chiama ‘The Old Highland Laddie’, che mi piace più tra tutte, a volte viene chiamata ‘Jinglin’ ​​Johnie ‘, che essendo l’aria di una vecchia canzonaccia umoristica con quel nome, la troverai nel Museo. ” Burns si riferisce a Curious Collection of Scots Tunes (1740) di James Oswald, in cui la canzone è dedicata al Duca di Perth. Il brano è intitolato “The Highland Lassie” ed è molto simile alla canzone “The German Lardy”, anch’essa raccolta da Burns per il “Museum”.
Gli autori dei “Complete Songs of Robert Burns Online Book” hanno classificato questa canzone come una “canzone giacobita”, anche se i testi non contengono riferimenti espliciti alla ribellione del ’45 possiamo presumere che e che si tratti di una canzoncina camuffata su Charlie, che è il “Bonnie Highland laddie” di così tante canzoni.

Kirsten Easdale & Gregor Lowry: As I came o’er the Cairney mount +Dainty Davy


I
As I came o’er the Cairney mount,
And down amang the blooming heather
Kindly stood the milking-shiel
To shelter frae the stormy weather.
Chorus.
O, my borne Highland lad,
My winsome, weel-faurd Highland laddie!
I wha wad mind the wind and rain
Sae weel rowd in his tartan plaidie!
II
Now Phoebus blinkit on the bent,
And o’er the knowes the lambs were bleating;
But he wan my heart’s consent
To be his ain at the neist meeting.
Traduzione italiano Cattia Salto
I
Mentre andavo per il Cairney Mount
e giù per la brughiera in fiore
benevolmente c’era il capanno della mungitura
per riparasi dal tempo burrascoso
Coro:
O
il mio bel ragazzo delle Terre Alte,  il mio affascinante, Montagnino
chi si preoccuperebbe del vento e della pioggia
così ben avvolto nel suo mantello scozzese!

II
Febo (1) faceva capolino sull’erba
e sulle colline gli agnelli belavano
e lui vinse il mio consenso
essere sua al prossimo incontro.

NOTE
* standard english translation from here
1) the sun 

LINKS
https://terreceltiche.altervista.org/donald-wheres-your-troosers/
http://www.tannahillweavers.com/lyrics/3031lyr5.htm
http://www.grosvenorprints.com/stock_detail.php?ref=393
http://chrsouchon.free.fr/cairney.htm
https://tunearch.org/wiki/Annotation:As_I_came_o%E2%80%99er_the_Cairney_Mount
http://www.burnsscotland.com/items/v/volume-v,-song-467,-page-480-as-i-came-oer-the-cairney-mount.aspx
https://burnsc21.glasgow.ac.uk/as-i-cam-oer-the-cairney-mount/
https://mainlynorfolk.info/folk/songs/thehielanladdie.html
http://ingeb.org/songs/asicameo.html
http://www.robertburnsfederation.com/poems/translations/as_I_came_oer_the_cairney_mount.htm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.