Crea sito

A bordo del Kangaroo

Read the post in English
Una sea shanty nata  per il music hall composta da Harry Clifton (1824-1872) e pubblicata nel 1856 con il titolo “On board of the Kangaroo”; Stan Hugill nella sua raccolta , “Shanties of the Seven Seas” ne riporta due versioni e le classifica come capstan shanty,  una da Stanley Slade di Bristol, e l’altra da Elizabeth Cronin di Macroom, Contea di Cork.

LA VERSIONE IRLANDESE

A quanto pare il brano non era poi così popolare nelle canzoni marinaresche e la sua diffusione nel circuito folk si colloca nel revival degli anni 70.
Planxty in After the Break 1979 dalla testimonianza di Elizabeth Cronin


I
Once I was a waitin’ man that lived at home at ease
Now I am a mariner that ploughs the angry seas
I always loved sea-faring life I bid my love adieu
I shipped as steward and cook, my boys, on board the ‘Kangaroo’ (1)
Chorus
I never thought she would prove false or either prove untrue
As we sailed away through the Milford bay on board the kangaroo

II
“Think of me oh think of me”,
she mournfully did say
“When you are in a foreign land
and I am far away
And take this lucky threepenny bit
it’ll make you bear in mind
That lovin’ trustin’ faithful heart you left in tears behind”
“Cheer up cheer up my own true love don’t weep so bitterly”
She sobbed she sighed she choked
she cried and could not say goodbye
“I won’t be gone for very long ‘tis
but a month or two.
When I will return again
of course I’ll visit you”
III
Our ship was homeward bound
from many’s the foreign shore
And many’s the foreign presents
unto my love I bore
I brought tortoises from Tenerife
and toys from Timbuktoo
A china rat and a Bengal cat and a Bombay cockatoo
Paid off I sought her dwelling on a street above the town
Where an ancient dame upon the line was hanging out her gown
“Where is my love? “”She’s vanished sir about six months ago
With a smart young man that drives the van for Chaplin Son & Co (2)”
IV
Here’s a health to dreams of married life to soap suds and blue (3)
Heart’s true love and patent starch (4) and washing soda too,
I’ll go unto some foreign shore
no longer can I stay
On some China Hottentot(5) I’ll throw myself away
My love she is no foolish girl
her age it is two score
My love she is no spinster
she’s been married twice before
I cannot say it was her wealth that stole my heart away
She’s a washer in a laundry for one and nine a day
Traduzione italiana Cattia Salto
I
Un tempo ero un uomo che viveva comodo a casa,
oggi sono un marinaio che solca i mari furiosi
ho sempre amato la vita del mare e ho detto addio al mio amore
per imbarcarmi come maggiordomo e cuoco, ragazzi, a bordo del Kangaroo
Coro
Non avrei mai immaginato che lei si rivelasse traditrice e bugiarda,
mentre si salpava da Milford bay
a bordo del Kangaroo

II
“Pensami, o pensami”
mi diceva lamentandosi
“quando sei in una terra straniera
e io sono lontana
e prendi questi tre penny portafortuna perchè ti faranno ricordare
che un cuore fedele e d’amore sincero hai lasciato in lacrime dietro di te”
“Rallegrati, rallegrati, mio vero amore non piangere così amaramente”
Singhiozzava e sospirava , soffocava e piangeva e non poteva dire addio!
“Non starò via per molto,
solo un mese o due.
Quanndo ritornerò di sicuro verrò a trovarti”
III
La nostra nave era in partenza
per più di una terra straniera
e molti regali  esotici
al mio amore ho preso
ho comprato tartarughe da Tenerife
e giocattoli da Timbuktoo
un topo dalla Cina e un gatto del Bengala e un pappagallo di Bombay
Appena pagato ho cercato la sua abitazione  in una strada  sopra la città
dove una vecchia dama stava appendendo al filo il suo vestito
“Dov’è il mio amore?”
“E’ scomparsa signore, circa sei mesi fa
con un simpatico giovanotto che guida il camioncino della Chaplin Son & Co”
IV
Addio sogni di una vita matrimoniale all’acqua saponata e sbiancante e al vero amore del cuore e anche  all’amido e alla soda da bucato,
andrò in qualche terra straniera
non posso più restare,
a qualche culona cinese
mi offrirò!
Il mio amore non è una stupida
ha una quarantina d’anni,
il mio amore non è una zitella,
è stata sposata due volte prima,
non posso dire che sia stata la sua ricchezza ad avermi rubato il cuore
è una apprettatrice in una lavanderia per uno e nove al giorno

NOTE
1) ci sono state varie navi a prendere il nome di Kangaroo, probabilmente si tratta dalla SS Kangaroo una nave di trasporto passeggeri e mercantile britannica, il cui periodo di navigazione coincide con l’epoca della canzone
2) Chaplin, Horne and Co fu descritta all’epoca come la più grande impresa di trasporti in Gran Bretagna
3) Reckitt’s Blue: la polvere blu è stata utilizzata negli ultimi trecento anni per rendere i bianchi più bianchi; prima dei moderni sbiancanti ottici, c’era una misteriosa bustina blu che veniva sciolta nell’ultima acqua di risciacquo e levava il colore giallastro dal cotone
4) nella varsione di Harry Clifton dice:
Farewell to dreams of married life! to soap, to suds, and blue, To “Glenfield starch” and “Harper Twelvetrees’ washing powder” too.
una reclame a due prodotti per il bucato della perfetta massaia, gli scrittori del music hall ricevevano un compenso economico da parte di produttori per la pubblicità alla loro merce; l’amido Glenfield starch era talmente popolare da avere imitatori “furbetti”, un’altra azienda mise una produzione a Glenfield per poter dare lo stesso nome al loro amido, ma perse la battaglia legale.
5) ‘hottentot’ è il termine dispregiativo con cui era chiamata una tribù dell’africa meridionale i Khoikhoi, nell’Ottocento gli africani erano presi come curiosità esotiche e l’anello mancante dell’evuluzione darwinaiana, i koi erano quelli più popolari a causa della loro bassa statura, le donne avevano la particolarità di accumulare grosse quantità di grasso nelle cosce e nei glutei, più di una donna è stata esibita come fenomeno da baraccone in Europa. Letteralmente “ottentotta cinese”

La versione di Stanley Slade: Where we sail away from Bristol Quay

Tra gli ultimi shantyman ad aver navigato su vascelli a vela, dalla voce potente, il marinaio Stanley Slade fu ingaggiato sulle prima navi a vapore come cantante  per intrattenere i passeggeri  con le versioni più oscene del suo repertorio.

ABOARD THE KANGAROO
Chorus

I never thought she would prove false or either prove untrue
As we sailed away from Bristol quay
on board the Kangaroo

I
I thought I’d like seafarin’ life, so I bid my love adieu,
And shipped aboard as bosun’s mate, aboard the Kangaroo…
II
My love, she was no foolish girl,
her age is was two score;
My love she was no spinister,
she’d been married twice before…
III
You would not think it was her wealth that stole me heart away;
She was starcher at a launderer’s for eighteen pence a day…
IV
Paid off, I sought her dwelling place, ‘twas high on Munjoy Hill;
Where an ancient dame upon the stoop was tossing out the swill…
V
“Where is my love?” “She’s married, sir, about six months ago,
To a smart young man who’s skipper of a bark that trades the coast in coal…”
VI
Farewell to dreams of married bliss, of soapsuds and the blue;
Farewell to all you Bristol gals, you’re fickled minded too…
VII
I’ll seek some distant foreign shore,
no longer will I stay;
An’ on some Chinese Hottentot I’ll waste my life away…
Traduzione italiana Cattia Salto
Coro
Non avrei mai immaginato che lei si rivelasse traditrice e bugiarda
mentre si salpava 
dal molo di Bristol
a bordo del Kangaroo

I
Credevo mi sarebbe piaciuta la vita del mare così ho detto addio al mio amore
per imbarcarmi come nostromo a bordo del Kangaroo
II
Il mio amore non era una stupida
aveva una quarantina d’anni,
il mio amore non era una zitella,
è stata sposata due volte prima
III
Non si potrebbe dire che sia stata la sua ricchezza ad avermi rubato il cuore
era una apprettatrice in una lavanderia per 18 penny al giorno
IV
Appena pagato ho cercato la sua abitazione, era in cima a Munjoy Hill
dove una vecchia dama sulla veranda stava gettando la spazzatura
V
“Dov’è il mio amore?” “Si è sposata signore, circa sei mesi fa, con un simpatico giovanotto , capitano di una chiatta nel commercio del carbone”
VI
Addio ai sogni di felicità coniugale all’acqua saponata e sbiancante;
addio a tutte le ragazze di Bristol e anche addio ai dispiaceri
VII
Cercherò qualche terra straniera
non posso più restare,
a qualche culona cinese
mi offrirò!

FONTI
http://folktrax-archive.org/menus/cassprogs/207slade.htm
http://www.contemplator.com/sea/kangaroo.html
https://www.christymoore.com/lyrics/good-ship-kangaroo/
https://mainlynorfolk.info/nic.jones/songs/onboardthekangaroo.html
https://mudcat.org//thread.cfm?threadid=8460
http://www.shanty.org.uk/archive_songs/aboard-the-kangaroo-.html
http://www.shanty.org.uk/archive_songs/on-board-of-the-kangaroo-.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.