IN THE MONTH OF JANUARY

Una volta, la donna che partoriva un figlio al di fuori del matrimonio, era considerata una donnaccia, ripudiata dalla famiglia e a malapena ripagata, dal padre del bambino, con qualche moneta; molte di questa sventurate finivano, se non sulla strada a prostituirsi di male in peggio nelle case della Maddalena.

THE MAGDALENE HOUSE

magdalene-sisterIn Irlanda le donne che partorivano fuori dal matrimonio erano punite (mentre gli uomini non erano ritenuti responsabili) e letteralmente carcerate in strutture “caritatevoli” dette “Magdalene Laundries“: bastava essere troppo bella o violentata dal marito o abusata da fratelli, padri e parenti per finire nelle Case della Maddalena (la prima casa venne fondata da una donna Lady Arbella Denny a Dublino nel 1766) e si consiglia caldamente di vedere “The Magdalene Sister” (2002) diretto da Peter Mullan, il film-denuncia dei soprusi subiti dalle ragazze nelle Case della Maddalena. continua

Così per inculcare dei saldi principi morali nelle fanciulle e scoraggiarle ad abbandonarsi alle gioie del sesso, la saggezza popolare faceva ricorso alle warning songs!

IN THE MONTH OF JANUARY

Anche con il titolo di: The Forsaken Mother And Child, The Cruel Father, It Was On A Winter’s Morning, The Snowstorm

La canzone è stata raccolta dalla tradizione orale in Irlanda  del Nord
ASCOLTA Sarah Makem, Armagh, 1952

( la troviamo in stampa in Folksongs of Britain and Ireland, Kennedy 1975 e anche in America in “Songs of the Newfoundland Outports” vol 2, in  Kenneth Peacock 1965 con il titolo The Forsaken Mother And Child ). Herbert Hughes ha raccolto nel Donegal un frammento della canzone con il titolo The Fanaid Grove, (in Irish Country Songs, Vol I 1909). La ballata è spesso suonata all’arpa celtica, come una ninna-nanna, su di una melodia triste.

La donna scacciata dalla famiglia e abbandonata dal suo falso innamorato, ammonisce le altre di non cedere alle lusinghe di un uomo, specialmente se di rango superiore al proprio, e di non lasciarsi abbagliare dalla bellezza di un giovanotto che è comunque fugace come neve al sole.
Il destino della donna, se non fosse riuscita a farsi sposare da qualche onesto lavoratore, sarebbe stato molto crudele, difficilmente sarebbe stata assunta a servizio a causa della sua immoralità e molto più facilmente sarebbe finita sulla strada!

ASCOLTA June Tabor in “Abyssinians” 1993 una voce ricca di sfumature, un’interpretazione sincera che sottolinea la disperazione della ragazza

ASCOLTA Dolores Kane in Tideland 2001


I
It was in the month of January,
the hills were clad in snow
And over hills and valleys,
to my true love I did go
It was there I met a pretty fair maid,
with a salt tear in her eye
She had a wee baby in her arms,
and bitter she did cry
II
“Oh, cruel was my father,
he barred the door on me
And cruel was my mother,
this fate she let me see
And cruel was my own true love,
he changed (1) his mind for gold
Cruel was that winter’s night,
it pierced my heart with cold”
III
Oh, the higher that the palm tree grows, the sweeter is the bark
And the fairer that a young man speaks, the falser is his heart
He will kiss you and embrace you,
‘til he thinks he has you won
Then he’ll go away and leave you
all for another one
IV
So come all you
fair and tender maidens,
a warning take by me
And never try to build your nest
on top of a high tree
For the roots (2), they will all wither,
and the branches all decay
And the beauties of a fair young man,
will all soon fade away”
TRADUZIONE DI CATTIA SALTO
I
Era il mese di Gennaio,
le colline erano coperte dalla neve,
e mentre per colline e valli
dal mio vero amore andavo
incontrai una graziosa fanciulla
lacrime amare avea agli occhi,
e un bambino tra le braccia,
e tristemente si lamentava.
II
“O crudele fu mio padre
che mi chiuse la porta in faccia,
e crudele fu mia madre
che mi lasciò a questo destino,
e crudele fu il mio vero amore
che cambiò la sua intenzione con l’oro,
crudele fu quella notte d’inverno
che mi trafisse il cuore con il ghiaccio.
III
Oh, più in alto cresce la palma
e più dolce è la sua corteccia,
così più dolcemente parla un uomo,
più falso è il suo cuore;
lui vi bacia e abbraccia
mentre pensa di avervi conquistate,
poi se ne andrà via
e vi lascerà per un’altra.
IV
Così venite voi
belle e giovani fanciulle,
un avvertimento prendete da me:
non cercate mai di costruire il vostro nido sulla cima di un albero alto (2),
perchè tutte le radici (3) si seccheranno
e tutti i rami cadranno
e la bellezza di un grazioso giovanotto
presto svanirà”

NOTE
1) l’uomo invece di sposarla come era nelle intenzioni (prima di ottenere la virtù della donna) preferisce darle un po’ di soldi e sbarazzarsi di lei e del bambino. Altri intendono invece che siano stati i genitori della ragazza a pagare l’amante povero per allontanarlo da ogni pretesa matrimoniale, ma così non si spiega perchè abbiano buttato fuori casa anche la figlia!! In altre versioni s’intende che il giovane sia andato via dal paese in cerca di fortuna, perchè troppo povero per mettere su una famiglia.
2) il verso è condiviso in molte altre warning songs sul tema dell’amore tradito o falsamente corrisposto. Vedasi “The verdant braes of Screen“, P stands for Paddy
3) a volte scritto come “leaves”

FONTI
http://mainlynorfolk.info/frankie.armstrong/ songs/itwasinthemonthofjanuary.html http://mudcat.org/thread.cfm?threadid=45014 http://mudcat.org/thread.cfm?threadid=126475 http://www.wtv-zone.com/phyrst/audio/nfld/17/forsaken.htm http://www.wtv-zone.com/phyrst/audio/nfld/13/morning.htm http://tunearch.org/wiki/Annotation:Fanaid_Grove http://tunearch.org/wiki/Fanaid_Grove

Never Wedd An Old Man!

Read the post in English  

Una canzone umoristica scozzese,  “Maids When You’re Young Never Wed An Old Man” o più semplicemente “Maids When You’re Young“, scoraggia le giovani donne  nello sposare uomini troppo anziani, e il suo canto, tra ironia e amarezza, è un monito per tutte.
maidenLa grande differenza d’età tre i due sposi era ancora una consuetudine fino alla metà del 1900: uomini anziani sposavano giovani ventenni, che svolgevano il ruolo di badanti ante litteram!

L’umorismo della canzone  scaturisce dal linguaggio allusivo ma mai esplicito e le parole più oscene  sono bippate come “faloorum” e “ding doorum”: dapprima la giovane donna è corteggiata dall’uomo più vecchio ed accetta di sposarlo, ma quando arriva il momento di andare a  letto scopre che l’uomo ahimè è impotente. Così appena il vecchio si addormenta la ragazza, per spegnere i  bollori, si getta nelle braccia di un giovane e virile amante.

Oggi la canzone  fa sorridere ma nell’Ottocento era considerata piuttosto piccante: la semplice allusione  al sesso era volgare ma il riferimento all’impotenza e all’adulterio doveva  risultare scandaloso! Nonostante tutto diventò una canzone popolare in  Scozia, Inghilterra, Irlanda  e in America. La prima  pubblicazione risale al 1869 in “Ancient   Scottish Songs, Heroic Ballads” di David Herd con il titolo “Scant of Love, Want of Love”.


The Dubliners (strofe 1-3-4-5-6-7) Quando i Dubliners la  registrarono nel 1962 fu considerata troppo esplicitamente sessuale per le radio del servizio pubblico inglese .

Mairi  Morrison & Alasdair Roberts in Urstan, 2012 (strofe 1-2-4-3) in  una versione più castigata. Il cd è stato commissionato dal Scotland’s Centre for Contemporary Arts come tributo alla musica e  cultura gaelica. Una collaborazione artistica che sprizza freschezza e creatività.

Lucy Ward in “Adelphi Has to Fly” 2011 e la sua grinta


CHORUS
For he’s got no faloorum,
fadidle eye-oorum

He’s got no faloorum,
fadidle  all day
He’s got no faloorum,
he’s lost his ding doorum
so maids when you’re young,
never wed an old man

I
An old man  came courting me,
hey ding dooram day (1)
An old man came courting me,
me being Young(2)
An old man came courting me,
all for to  marry me(3)
Maids, when you’re young
never wed an old man

II
When we sat down to tea,
hey doo me darrity
When we sat down to tea,
me being young
When we sat down to tea,
he started teasing me
Maids when you’re young
never wed an old man

III
When we went to church,
hey ding dooram day
When we went to church,
me being young
When we went to church,
he left me in the lurch (4)
Maids when you’re young,
never wed an old man

IV
When we went to bed,
hey ding doorum day
When we went to bed,
me being young
When we went to bed,
he lay like he was dead (5)
Maids when you’re young
never wed an old man

V
So I threw me leg  over him (6),
hey ding dorum da
I flung me leg over him,
me being young
I flung me leg over him,
damned nearly smothered him
Maids when you’re young
never wed an old man.

VI
When he went to sleep,
hey ding doorum day
When he went to sleep,
me being young
When he went to sleep,
out of bed I did creep
Into the arms of a handsome young man
VII
And I found his faloorum,
fadidle eye-oorum
I found his faloorum,
fadidle all day
I found his faloorum,
he got my ding doorum
So maids when you’re young
never wed  an old man

VIII
I wish this old man would die,
hey-ding-a  doo-rum
I wish this old man would die,
me being Young
I wish this old man would die,
I’d make the  money fly
Girls, for your sake,
never wed an old man

IX
A young man is my delight,
hey-ding-a  doo-rum
A young man is my delight,
me being Young
A young man is my delight,
he’ll kiss you day  and night
Maids, when you’re young,
never wed an old  man

Traduzione italiana Cattia Salto
CORO
Perché lui non è ” faloorum”,
fadidle eye-oorum
lui non è ” faloorum”,
fadidle  all day
lui non è ” faloorum”
lui ha perso il suo “ding doorum”
così ragazze, se siete giovani,
non sposate mai un vecchio!
I
Un vecchio mi corteggiava
hey ding dooram day
Un vecchio mi corteggiava
ed io ero giovane,
Un vecchio mi corteggiava
per sposarmi,
ragazze, se siete giovani,
non sposate mai un vecchio.

II
Quando ci sedemmo per il te,
hey doo me darrity
Quando ci sedemmo per il te,
ed io ero giovane,
quando ci sedemmo per il te,
lui cominciò a stuzzicarmi.
ragazze, se siete giovani,
non sposate mai un vecchio.

III
Quando andammo in chiesa
hey ding dooram day
quando andammo in chiesa
ed io ero giovane,
quando andammo in chiesa,
mi ha piantato in asso,
ragazze, se siete giovani,
non sposate mai un vecchio.

IV
Quando andammo a letto
hey ding doorum day
quando andammo a letto 
ed io ero giovane,
quando andammo a letto,
rimase disteso come morto.
ragazze, se siete giovani,
non sposate mai un vecchio.

V
Così mi sono messa cavalcioni (6),
hey ding dorum da
mi sono messa cavalcioni
 ed io ero giovane,
mi sono messa cavalcioni 
e maledizione per poco lo soffocavo.
ragazze, se siete giovani,
non sposate mai un vecchio.

VI
Quando si addormentò
hey ding doorum day
quando si addormentò  
ed io ero giovane,
quando si addormentò
strisciai fuori dal letto
nelle braccia di un bel giovane!
VII
E ho trovato il suo ” faloorum”,
fadidle eye-oorum
ho trovato il suo ” faloorum”,
fadidle all day
ho trovato il suo ” faloorum “
e ha preso la mia “ding doorum”
così ragazze, se siete giovani, n
on sposate mai un vecchio!

VIII
Vorrei che il vecchio morisse,
hey-ding-a  doo-rum
vorrei che il vecchio morisse
ed io essere giovane,
vorrei che il vecchio morisse,
potrei spendere i soldi,
ragazze per il vostro bene,
non sposate mai un vecchio!

IX
Un uomo giovane è la mia gioia,
hey-ding-a  doo-rum
un uomo giovane è la mia gioia
ed io sono giovane,
un uomo giovane è la mia gioia,
lo bacerei notte e giorno,
ragazze, se siete giovani,
non sposate mai un vecchio!

NOTE
1) oppure “Hey do a dority”
2) oppure Hey-do-a-day
3) oppure Fain wad he mairry me
4) in altre versioni è la donna ad andarsene ” I left him in the lurch”
5) oppure “he neither done nor said”, ma anche” he lays like a lump of lead”
6) letteralmente: ho buttato la mia gamba su di lui

FONTI
https://mainlynorfolk.info/eliza.carthy/songs/anoldmancamecourting.html
http://www.clarelibrary.ie/eolas/coclare/songs/cmc/
never_wed_an_old_man_pmcnamara.htm

http://sangstories.webs.com/anauldmancamcourtin.htm
http://mysongbook.de/msb/songs/m/maidswhe.html