Follow me up to Carlow

Leggi in italiano

The text of “Follow me up to Carlow” was written in the nineteenth century by the Irish poet Patrick Joseph McCall (1861 – 1919) and published in 1899 in the “Erinn Songs” with the title “Marching Song of Feagh MacHugh”.
Referring to the Fiach McHugh O’Byrne clan chief, the song is full of characters and events that span a period of 20 years from 1572 to 1592.

McCall’s intent is to light the minds of the nationalists of his time with even too detailed historical references on a distant epoch, full of fierce opposition to English domination. 16th century Ireland was only partly under English control (the Pale around Dublin) and the power of the clans was still very strong. They were however clans of local importance who changed their covenants according to convenience by fighting each other, against or together with the British. In the Tudor era Ireland was considered a frontier land, still inhabited by exotic barbarians.
front1

FIACH MCHUGH O’BYRNE

The land of the O’Byrne clan was in a strategic position in the county of Wicklow and in particular between the mountains barricaded in strongholds and control posts from which rapid and lethal raids started in the Pale. The clan managed to survive through raids of cattle, rivalries and alliances with the other clans and acts of submission to the British crown, until Fiach assumed the command and took a close opposition to the British government with the open rebellion of 1580 that broke out throughout the Leinster . In the same period the rebellion was reignited also in the South of Munster (known as the second rebellion of Desmond)

The new Lieutenant Arthur Gray baron of Wilton that was sent to quell the rebellion with a large contingent, certainly gave no proof of intelligence: totally unprepared to face the guerrilla tactics, he decided to draw out the O’Byrne clan, marching in the heart of the county of Wicklow, the mountains! Fiach had retired to Ballinacor, in the Glenmalure valley, (the land of the Ranelaghs), and managed to ambush Gray, forcing him to a disastrous retreat to the Pale.

glenmalure

Follow me up to Carlow

The melody was taken from McCall himself by “The Firebrand of the Mountains,” a march from the O’Byrne clan heard in 1887 during a musical evening in Wexford County. It is not clear, however, if this historical memory was a reconstruction in retrospect to give a touch of color! It is very similar to the jig “Sweets of May” (first two parts) and also it is a dance codified by the Gaelic League.

“Follow me up to Carlow” (also sung as “Follow me down to Carlow”) was taken over by Christy Moore in the 1960s and re-proposed and popularized with the Irish group Planxty; recently he is played by many celtic-rock bands or “barbarian” formations with bagpipes and drums.

Planxty

Fine Crowd

The High Kings live

FOLLOW ME UP TO CARLOW
I
Lift Mac Cahir Óg(1) your face,
broodin’ o’er the old disgrace
That Black Fitzwilliam(2) stormed your place,
and drove you to the Fern(3)
Gray(4) said victory was sure,
soon the firebrand(5) he’d secure
Until he met at Glenmalure(6)
with Fiach McHugh O’Byrne
CHORUS
Curse and swear, Lord Kildare(7),
Fiach(8) will do what Fiach will dare
Now Fitzwilliam have a care,
fallen is your star low(9)
Up with halberd, out with sword,
on we go for, by the Lord
Fiach McHugh has given the word
“Follow me up to Carlow!”(10)
II
See the swords at Glen Imaal (11),
flashin’ o’er the English Pale(12)
See all the children of the Gael,
beneath O’Byrne’s banner
Rooster of a fighting stock,
would you let a Saxon cock
Crow out upon an Irish Rock,
fly up and teach him manners.
III
From Tassagart (11) to Clonmore (11),
flows a stream of Saxon gore
How great is Rory Óg O’More(13)
at sending loons to Hades
White(14) is sick, Gray(15) is fled,
now for Black Fitzwilliam’s head
We’ll send it over, dripping red,
to Liza(16) and her ladies
II
See the swords at Glen Imaal (11),
flashin’ o’er the English Pale(12)
See all the children of the Gael,
beneath O’Byrne’s banner
Rooster of a fighting stock,
would you let a Saxon cock
Crow out upon an Irish Rock,
fly up and teach him manners.
III
From Tassagart (11) to Clonmore (11),
flows a stream of Saxon gore
How great is Rory Óg O’More(13)
at sending loons to Hades
White(14) is sick, Gray(15) is fled,
now for Black Fitzwilliam’s head
We’ll send it over, dripping red,
to Liza(16) and her ladies

NOTES
1) Brian MacCahir Cavanagh married Elinor sister of Feagh MacHugh. In 1572 Fiach and Brian were implicated in the murder of a landowner related to Sir Nicholas White Seneschal (military governor) of the Queen at Wexford.
2) William Fitzwilliam “Lord Deputy” of Ireland, the representative of the English Crown who left office in 1575
3) In 1572 Brian MacCahir and his family were deprived of their properties donated to supporters of the British crown
4) Arthur Gray de Wilton became in 1580 new Lieutenant of Ireland
5) appellation with which he was called Feach MacHugh O’Byrne
6) Glenmalure Valley: valley in the Wicklow mountains about twenty kilometers east of the town of Wicklow, where the battle of 1580 occurred that saw the defeat of the English: the Irish clans ambushed the English army commanded by Arthur Wilton Gray made up of 3000 men
7) In 1594 the sons of Feach attacked and burned the house of Pierce Fitzgerald sheriff of Kildare, as a result Feach was proclaimed a traitor and he become a wanted crimunal
8) Feach in Irish means Raven
9) William Fitzwilliam returned to Ireland in 1588 once again with the title of Lieutenant, but in 1592 he was accused of corruption
10) Carlow is both a city and a county: the town was chosen more to rhyme than to recall a battle that actually took place: it is more generally an exhortation to take up arms against the British. Undoubtedly, the song made her famous.
11) Glen Imael, Tassagart and Clonmore are strongholds in Wicklow County
12) English Pale are the counties around Dublin controlled by the British. The phrase “Beyond the Pale” meant a dangerous place
13) Rory the young son of Rory O’More, brother of Feagh MacHugh, killed in 1578
14) Sir Nicholas White Seneschal of Wexford fell seriously ill in the early 1590s, shortly thereafter fell into disgrace with the Queen and was executed.
15) in the original version the character referred to is Sir Ralph Lane but is more commonly replaced by Arthur Gray who had left the country in 1582
16) Elizabeth I. Actually it was Feach’s head to be sent to the queen!
The new viceroy Sir William Russell managed to capture Fiach McHugh O’Byrne in May 1597, Feach’s head remained impaled on the gates of Dublin Castle.

LINKS
http://mudcat.org/thread.cfm?threadid=52454&page=2
http://thesession.org/tunes/1583
http://thesession.org/tunes/10645
http://www.irishmusicdaily.com/follow-me-up-to-carlow
http://www.clannobyrne.com/glenmalure.html
http://neverfeltbetter.wordpress.com/2012/09/25/irelands-wars-the-battle-of-glenmalure/
http://www.blogofmanly.com/2012/09/17/heroes-feach-mchugh-obyrne/
http://www.doyle.com.au/chiefs.html

KELLY OF KILLANNE il ribelle di Wexford

Gli argomenti principali delle canzoni irlandesi sono il bere, l’amore e la guerra. Di quest’ultimo una buona parte riguardano le canzoni di protesta o di ribellione in particolare fiumi di parole furono versati per la “1798 rising“.

LA RIBELLIONE IRLANDESE DEL 1798

La rivolta durò una breve stagione dal maggio al settembre del 1798 e venne chiamata con il nome di “United Irishmen Rebellion” perché condotta da un gruppo politico denominato Society of United Irishmen. L’associazione, fondata nel 1791 a Belfast da un gruppo di nove presbiteriani capeggiati da Theobald Wolfe Tone (anglicano di Dublino), voleva riformare il Parlamento irlandese di Dublino (per ampliarne la base di rappresentatività) e perseguiva l’unione di tutti gli irlandesi a prescindere dalla loro osservanza religiosa e provenienza sociale affinchè la minoranza anglicana privilegiata concedesse piena uguaglianza politica ai presbiteriani e ai cattolici. Fu un tentativo di creare l’alleanza tra anglicani liberali, presbiteriani e cattolici irlandesi che però non si recuperò più, in quanto i protestanti irlandesi finirono per identificarsi nel modello “british” mentre la successiva lotta per l’indipendenza della Repubblica d’Irlanda sarà combattuta prevalentemente dalla popolazione cattolica irlandese. continua

KELLY, THE BOY FROM KILLANNE

La ballata vede come protagonista John Kelly, uno dei leader dei ribelli di Wexford,  pubblicata nel 1911 da Patrick Joseph McCall (1861–1919), famoso cantautore irlandese per aver dato alla tradizione musicale irlandese tre grandi classici: Boolavogue, Follom me up to Carlow  e Kelly the Boy from Killanne.

battaglia-new-rossLa ballata descrive l’arrivo a Forth di un messaggero da Wexford che porta le notizie dell’insurrezione: i ribelli sono riusciti a conquistare Enniscorty e Wexford e hanno proclamato la Repubblica, ora cercano rinforzi a Forth e Bargy per marciare verso New Ross!
Conosciamo le sorti della battaglia nell’ultima mesta strofa, perchè a Ross l’assedio si è risolto in un fallimento, prefigurazione della sconfitta generale.
La melodia molto probabilmente è ripresa da un aria tradizionale di Wexford, ma potrebbe essere stata composta da McCall stesso, di fatto solo dopo la sua pubblicazione divenne una melodia popolare.

The Dubliners (voce Luke Kelly) live 1973

Damien Dempsey in The Rocky Road (2008), la ballata è seguita dal reel “The Teetoraller” (in italiano L’astemio)

The origin of the word “teetotaler” apparently goes back to a British parliamentary debate in the 19th century when the subject of abstinence (from alcohol) was being discussed. One of the speakers was advocating total abstinence, but, because he had a slight speech impediment it came out as “t-total abstinence”. Hence the word “teetotal”. tratto da qui


I
“What’s the news, what’s the news,
oh my bold Shelmalier/With your long-barrelled gun of the sea[1] ?-
Say -what wind from the South blows a messenger here
With his hymn of a dawn for the free?”
“Goodly news, goodly news, do I bring, youth of Forth
Goodly news shall you hear, Bargy man
For the boys march at dawn from the South to the North
Led by Kelly, the boy from Killanne”
II
“Tell me who is that giant with the gold curling hair
He who rides at the head of your band?
Seven feet is his height with some inches to spare and he looks like a king in command[2]
“Oh me boys, that’s the pride of the bold Shelmaliers
He’s our bravest of heros, a man.
So throw your beavers[3] aloft and give three ringing cheers
For John Kelly, the boy from Killanne
III
Enniscorthy’s in flames and old Wexford is won
And tomorrow the Barrow we wil cross
On the hill o’er the town we have planted a gun
Which will batter a gateway to Ross
All you Forth men and Bargy men will march o’er the heath
With brave Harvey[4] to lead in the van
But the formost of all in that grim gap of death[5]
Will be Kelly, the boy from Killanne”
IV
But the gold sun of freedom grew darkened at Ross
And it set by the Slaney’s red waves
And poor Wexford, stripped naked, hung high on a cross
With her heart pierced by traitors and knaves[6]
Glory-o, glory-o, to her brave sons who died
In the cause of long downtrodden man
Glory-o to Mount Leinster’s own darling and pride
Dauntless Kelly, the boy from Killanne
Traduzione italiano di Cattia Salto
I
“Che novità, che novità ci porti
o mio prode di Shelmalier col tuo fucile a canne mozze da pescatore?”
dico io “Qual buon vento del sud ci porta un messaggero
e i suoi canti sull’alba dei liberi?”
“Buone notizie, buone notizie, vi porto giovani di Forth,
buone notizie, ascoltate uomo di Bargy
perchè gli uomini del Sud e del Nord marceranno all’alba
guidati da Kelly il ragazzo di Killan”
II
“Dimmi chi è quel gigante con i capelli ricci e biondi
che cavalca alla testa della truppa?
Sarà alto sette piedi con qualche spanna in più
e sembra un re sul trono!”
“Oh ragazzi è il vanto dei prodi di Shelmalier il più impavido degli eroi,  è il nostro uomo.
Così lanciate in aria i cappelli e gridate tre urrà
per John Kelly il ragazzo di Killan!
III
Enniscorty brucia e la vecchia Wexford è conquistata
e domani attraverseremo il fiume Barrow.
Sulla collina che sovrasta la città abbiamo posizionato un cannone,
che sfonderà l’ingresso a Ross.
Tutti voi uomini da Forth e Bargy marcerete attraverso la brughiera
col coraggioso Harvey a guidare l’avanguardia,
eppure il primo che si lancerà in quella breccia mortale
sarà Kelly il ragazzo di Killan.”
IV
Purtroppo il sole dorato della libertà sorse insanguinato a Ross e tramontò nelle rosse onde dello Slaney,
la povera Wexford fu spogliata e crocifissa
e il suo cuore trafitto da traditorie e canaglie.
Gloria! gloria! Ai sui figli coraggiosi che morirono
per la causa dei perseguitati.
Gloria al caro orgoglio del Monte Leinster
l’impavido Kelly, il ragazzo di Killan
.

NOTE
*traduzione rielaborata da qui
1) Shelmaliere è una baronia nel Wexford e la sua popolazione composta per lo più da cacciatori e pescatori,  long-barrelled gun è più una pistola a canna lunga con l’innesco a pietra focaia. Era utilizzata come arma da caccia per l’uccellagione. In Mudcats (qui) si descrivono però due diverse armi, una una spece di fucile a canne mozze impreciso e da utilizzare per sparare nel mucchio a a brevi distante, un altro un fucile a canna lunga da precisone usato dai cecchini per far fuori i comandanti inglesi.
2) probabile descrizione mitizzata di quale dovrebbe essere l’aspetto di un eroe, come un indomito e nobile guerriero celta dai capelli biondo-rame. Poche sono le notizie biografiche: John Kelly nacque a Killan un piccolo villagio nei pressi di Enniscorthy ed era poco più che ventenne ai tempi della ribellione del ’98
3) beaver: è un termine generico che indica il cappello di feltro realizzato con la pelliccia del castoro, ma il modello cambia a seconda delle mode. Nel XVI secolo trionfa il cappello di feltro ad ampie e morbide falde (come quello dei Tre Moschettieri per intenderci) con abbondanza di piume, fibbie e nastri . Fu invece Luigi XIV a lanciare la moda del tricorno (in inglese “tricorne” o “three cornered hat”) sul finire del Seicento, che sarà di moda per tutto il Settecento,  quello che nel nostro immaginario è il cappello del pirata per antonomasia! Era detto anche “Cocked” hat, perchè i lati erano piegati (cocked up) per dargli la forma.
Nell’Ottocento invece la moda cambia radicalmente e beaver diventa sinonimo di cappello a cilindro! (continua)
4) Bagenal Harvey era il comandante in campo dei ribelli
5) la colonna guidata da Kelly sfondò la Three Bullet Gate di Ross ma gli uomini venero respinti
6) ribelli e civili furono massacrati dopo la sconfitta, le campagne bruciate gli United Irishmen impiccati, lo stesso Kelly che era riuscito a fuggire seppure ferito a una gamba, e a rifugiarsi nella cittadina di Wexford venne catturato e impiccato sul ponte sul fiume Slaney (probabilmente il 25 giugno 1798): decapitato, il suo corpo fu gettato in acqua e la testa presa a calci fino al luogo in cui venne lasciata in mostra ficcata su di una picca (insieme a quella di altri sette capi-ribelli che quel giorno trovarono la stessa sorte). C’è da dire che massacri e ritorsioni sanguinose ci furono da entrambi gli schieramenti (tanto per cambiare!?)

GeorgeCruickshank_RebelsExecutePrisoners
Ponte di Wexford sullo Slaney dove vennero giustiziati i capi ribelli

FONTI
http://www.irishmusicdaily.com/kelly-the-boy-from-killane https://thesession.org/tunes/4980
https://thesession.org/tunes/114 http://butlerfamilyhistoryaustralia.blogspot.it/2012/08/laurence-butler-ch1-1798-irish-rebellion.html

BOOLAVOGUE

E’ il titolo di un canto patriottico irlandese (rebel song) scritto da Patrick Joseph McCall (1861–1919) nel 1898 per commemorare il centenario della Ribellione Irlandese del 1798.
Boolavogue è un piccolo paese nella diocesi cattolica di Ferns passato alla storia per le gesta di Padre Murphy che vi risiedeva come parroco.

LA RIBELLIONE IRLANDESE DEL 1798

united-irishLa rivolta durò una breve stagione dal maggio al settembre del 1798 e venne chiamata con il nome di “United Irishmen Rebellion” perché condotta da un gruppo politico denominato Society of United Irishmen ovvero un gruppetto di intellettuali e di eminenti cittadini per lo più di confessione presbiteriana e anglicana che volevano riunire tutti gli Irlandesi (senza distinzione di fede) in una repubblica indipendente. continua

LA RIBELLIONE A WEXFORD

murphyNella contea di Wexford (Irlanda Sud-Est) i ribelli (mobilitati in grande numero) sconfissero i governativi a maggio, nella prima fase della rivolta. Uno dei capi dei ribelli fu Padre John Murphy parroco di Boolavogue (dal 1785), lui non era un affiliato della Society of United Irishmen, ma un semplice prete di campagna che durante i primi fallimenti della ribellione esortava i suoi parrocchiani a cedere le armi e a dichiarare la loro fedeltà alla Corona, convinto che il nazionalismo irlandese avrebbe dovuto ottenere le riforme con mezzi pacifici.

Ha cambiato opinione dopo che gli Yeomen nella notte del 27 maggio hanno bruciato la sua chiesa (per la verità una cappella di paglia) e alcune case del paese! Pare che consigliasse allora alla gente “di morire coraggiosamente in battaglia piuttosto che essere massacrata nella propria casa“.
Nel 1798 Padre Murphy aveva 45 anni ed era ancora un uomo possente, agile e di piccola statura. Diventato il capo dei ribelli del sua paese, seppe condurre la gente comune, inesperta e equipaggiata alla meglio alle vittorie di Oulart Hill, The Harrow, Camolin, Ferns e Enniscorthy.
Fu a Wexford (abbandonata dagli Inglesi in fuga) che l’esercito sempre più numeroso dei ribelli si diede una struttura di comando: Bagenal Harvey, un ricco protestante e leader degli Irlandesi Uniti di Wexford, liberato dal carcere, assunse il ruolo di comandante generale. L’esercito venne diviso in tre gruppi e al gruppo in cui era Padre Murphy venne dato l’ordine di prendere Gorey e Arlow. Ad Arlow però i ribelli furono sconfitti e ricevettero l’ordine dal nuovo comandante in capo padre Philip Roche di ripiegare a Vinegar Hill dove era stato montato il campo centrale dell’esercito.
La collina fu lo scontro di una battaglia il 21 giugno che infranse le speranze della repubblica di Wexford: da allora i ribelli si dispersero in azioni di guerriglia e razzie che si trascinarono fino agli inizio dell’Ottocento. 

Padre Murphy, Miles Byrne ed i resti dell’esercito irlandese di Wexford cercarono di ricollegarsi agli altri gruppi ribelli nelle Midlands, per attendere l’arrivo della fantomatica spedizione francese mandata in soccorso all’Irlanda; separatosi dal gruppo nei pressi di Scullogue Gap padre Murphy fu intercettato nella campagna di Tullow contea di Carlow, il 2 luglio: venne catturato e brutalmente ucciso (picchiato, impiccato, bruciato e impalato). Così come sempre quando la malvagità arriva all’apice John Murphy è stato trasformato in martire e eroe e non sarà mai dimenticato. I resti carbonizzati del suo corpo sono sepolti nel cimitero cattolico di Ferns.

GUIDA ALL’ASCOLTO

Il testo della canzone riesce a riassumere la rivolta di Wexford in poche strofe dense di storia, accompagnate da una vecchia melodia irlandese, una slow air dal nome “Calad n-Eocaill” o anche “Eochaill” (“Youghal Harbour“) vedi
Boolavogue è un brano diventato subito popolare ed è quasi un inno per la contea di Wexford, ieri come oggi è cantata dalla gente irlandese anche se negli arrangiamenti più recenti si tende a tagliare la V e la VI strofa
ASCOLTA The Dubliners con la voce di Jim McCann (strofe da I a IV e VII, VIII)

ASCOLTA The High Kings in Memory Lane (strofe da I a IV e VII, VIII)

I
At Boolavogue as the sun was setting
O’er the bright May meadows of Shelmalier,
A rebel hand set the Heather blazing
and brought the neighbours from far and near.
II
Then Father Murphy(2) from old Kilcormack(3)
Spurred up the rocks with a warning cry:
‘Arm! Arm!’ he cried, ‘For I’ve come to lead you;
For Ireland’s freedom we’ll fight or die!'(4)
III
He led us on against the coming soldiers,
And the cowardly yeomen(7) we put to flight:
‘Twas at the Harrow(1) the boys of Wexford
Showed Bookey’s regiment(5) how men could fight.
IV
Look out for hirelings, King George of England;
Search every kingdom where breathes a slave,
For Father Murphy of County Wexford
Sweeps o’er the land like a mighty wave.
V
We took Camolin(1) and Enniscorthy(1)
And Wexford storming drove out our foes
‘Twas at Slieve Coilte our pikes were reeking(6)
With the crimson blood of the beaten Yeos(7).
VI
At Tubberneering(1) and Ballyellis(1)
Full many a Hessian(8) lay in his gore,
Ah! Father Murphy had aid come over(9)
The green flag floated from shore to shore!
VII
At Vinegar Hill(10), o’er the pleasant Slaney(11)
Our heros vainly stood back to back,
and the Yeos at Tullow took Father Murphy
and burned his body upon a rack.(12)
VIII
God grant you glory, brave Father Murphy
And open Heaven to all your men,
The cause that called you may call tomorrow
In another fight for the Green(13) again.

NOTE
1) tutte località sede di scontri vittoriosi per i ribelli. Nel pomeriggio del 27 maggio (la domenica di Pentecoste) un migliaio di ribelli si erano uniti a Oulart Hill, erano male armati, alcuni con picche e armi da fuoco, ma la maggior parte con forconi e falcetti, eppure sconfissero la milizia e gli yeomen. Il 29 maggio 5000 ribelli conquistarono la cittadina di Enniscorthy. Dopo pochi giorni l’esercito ribelle era arrivato a 15.000 uomini.
2) in realtà all’epoca Murphy era chiamato semplicemente “Mister Murphy” perchè l’appellativo di Padre divenne una consuetudine per i preti irlandesi sono nel 1860
3) Kilcormuck è il comune a cui fa riferimento la località di Boolavogue, nella baronia di Shelmaliere ovvero il luogo dei discendenti di Maol Lughra, il cuore della ribellione nella contea di Wexford
murphy-flag4) la bandiera di padre Murphy era un vessillo verde con una croce bianca al centro e la scritta “Libertà o Morte”
5) il tenente Thomas Bookey, era il capo della Camolin Cavalry nella zona di Boolavogue, un membro della piccola nobiltà locale. Bookey è stato ucciso nell’incursione a Boolavogue
6) sulla cima di Slieve Coillte c’è un monumento commemorativo della battaglia. La postazione era stata scelta dai ribelli come ottimo punto d’osservazione trovandosi a quasi 900 mt. Un altro monumento eretto nel 1998 a Ballysop reca la targa con la citazione di questa frase
7) Yeos è il diminutivo con cui venivano chiamati gli Yeomen : originariamente il nome dato ai coltivatori diretti inglesi del XVII secolo che fornirono soldati per lo più nel corpo a cavallo dell’esercito inglese. Nel 1790 vennero formati i reggimenti Yeomen in risposta alla minaccia rappresentata dalla Francia in seguito alla rivoluzione francese. Era una forza riservista e volontaria, composta principalmente da piccoli agricoltori e proprietari terrieri che erano fedeli alla Corona. Essi si trovavano in tutta la Gran Bretagna, ma fu in Irlanda, che vennero coinvolti come prima linea di difesa contro i ribelli. Qui indica una unità militare britannica la Camolin Cavalry. Occorre osservare che le yeomanry nel XVIII secolo erano composte anche da volontari irlandesi, per lo più orangisti ovvero appartenenti all’Orange Order. Tra le forze governative c’era anche la milizia del North Cork composta però da cattolici che per dimostrare di non essere dalla parte dei ribelli si diede alle consuete brutalità.
8) hessian sta per indicare il mercenario nome o aggettivo dato a un signore della guerra germanico anche più in generale sinonimo di barbaro
9)  l’aiuto francese tanto promesso arrivò troppo tardi e in numero scarso: un migliaio di soldati francesi occuparono una parte della contea di Mayo, ma finirono per arrendersi alle forze inglesi. Wolfe Tone che era sbarcato con i francesi preferì la cattura alla fuga e si suicidò poco dopo in carcere.
10) i ribelli furono sconfitti nella battaglia di Vinegar Hill appena fuori Enniscothy
11) Slaney è il fiume che attraversa Enniscothy
12) Padre Murphy e il suo compagno James Gallagher vennero portati a Tullow dove furono condannati a morte. James Gallagher è stato spogliato e frustato davanti a Murphy, prima di essere impiccato. Nella piazza del mercato di Tullow, Murphy fu brutalmente picchiato, spogliato dei suoi vestiti e impiccato. Eppure gli Inglesi non seppero mai i nomi dei due uomini catturati.
Il corpo di Padre Murphy venne sottoposto ad un ulteriore profanazione, poiché dalla stola trovata indosso sapevano che era un sacerdote: prima fu decapitato e il suo cadavere fu bruciato in un barile di catrame davanti alla casa di una famiglia cattolica (costretta a tenere le finestre di casa aperte per far entrare il “Santo Fumo”). La testa fu impalata su uno spuntone di fronte alla Chiesa cattolica, come monito per tutti gli altri che ribelli.
13) l’Irlanda la verde

TRADUZIONE ITALIANO CATTIA SALTO
I
A Boolavougue al tramonto del sole
sopra i prati primaverili di Shelmalier
una mano ribelle coglieva l’erica,
tracciava per far radunare il vicinato
II
Allora Padre Murphy(2) della vecchia Kilcormack(3), incitava dalle alture con un grido d’avvertimento
“Alle armi – urlava – che sono venuto a guidarvi;
per la libertà d’Irlanda noi combatteremo o moriremo”
III
Ci guidò contro i soldati in arrivo
e il vile cavalleggero(7) mettemmo in fuga:
fu ad Harrow(1) che i ragazzi di Wexford
mostrarono al reggimento di Bookey(5) come combattono gli uomini.
IV
Cercate i mercenari, re Giorgio d’Inghilterra
cercateli in ogni regno dove respira uno schiavo
che Padre Murphy della contea di Wexford
si abbatte sulla terra come un’onda possente.
V
Prendemmo Camolin ed Enniscorthy(1)
e lo stormo di Wexford cacciò via i nostri nemici,
fu a Slieve Coilte che le nostre picche puzzarono(6)
del sangue cremisi degli Yeos(7) sconfitti
VI
A Tubberneering e Ballyellis (1)
un gran numero di mercenari(8) giacevano nel sangue,
Ah! Padre Murphy aspettava un aiuto (9),
la bandiera verde sventolava da costa a costa
VII
A Vinegar Hill(10) sul bel Slaney(11)
i nostri eroi invano stavano schiena contro schiena
e gli Yeos a Tullow presero Padre Murphy
e arsero il suo corpo in un barile(12).
VIII
Dio ti conceda la gloria, coraggioso Padre Murphy
e spalanchi il Paradiso a tutti i tuoi uomini,
la causa che hai invocato tu si potrà invocare domani
in un’altra lotta ancora per l’Irlanda(13).
FONTI
http://www.antiwarsongs.org/canzone.php?id=48361&lang=it
http://thesession.org/tunes/5322
http://thesession.org/tunes/2173
http://www.irishmusicdaily.com/boolavogue
http://multitext.ucc.ie/d/The_1798_Rebellion_in_Wexford
http://www.historyireland.com/18th-19th-century-history/the-military-strategy-of-the-wexford-united-irishmen-in-1798/
http://homepage.eircom.net/~horeswoodns/slieve_coillte.htm

ILLUSTRAZIONI
probabile ritratto di Padre Murphy
la bandiera di Padre Murphy dalle tavole di F. G. Thompson

Follow me up to Carlow

Read the post in English

Il testo di “Follow me up to Carlow” è stato scritto nell’Ottocento dal poeta irlandese Patrick Joseph McCall (1861 – 1919) e pubblicato nel 1899 nelle “Erinn Songs” con il titolo “Marching Song of Feagh MacHugh“.
Per quanto si faccia riferimento al capo clan Fiach McHugh O’Byrne la canzone è ricca di personaggi e vicende che abbracciano un periodo di 20 anni dal 1572 al 1592.

L’intento di McCall è quello di accendere gli animi dei nazionalisti del suo tempo con riferimenti storici anche fin troppo dettagliati su un epoca lontana, ricca di fiere opposizioni al dominio inglese. L’Irlanda del XVI secolo era solo in parte sotto il controllo inglese (il cosiddetto Pale intorno a Dublino ) e il potere dei clan era ancora molto forte. Erano tuttavia clan di importanza locale che cambiavano le alleanze a seconda della convenienza combattendo tra di loro, contro o insieme gli inglesi. In epoca Tudor l’Irlanda era considerata una terra di frontiera, abitata ancora da esotici barbari.
front1

FIACH MCHUGH O’BYRNE

La terra del clan O’Byrne si trovava in una posizione strategica nella contea di Wicklow e in particolare tra le montagne asserragliata in roccaforti e postazioni di controllo dalle quali partivano rapide e letali incursioni nel Pale. Il clan riuscì a barcamenarsi tra razzie di bestiame, rivalità e alleanze con gli altri clan e atti di sottomissione alla corona britannica finchè Fiach assunse il comando e intraprese una serrata opposizione al governo inglese sfociato nell’aperta ribellione del 1580 che divampò in tutto il Leinster. Nello stesso periodo si era riaccesa la ribellione anche nel Sud del Munster (nota come la seconda ribellione del Desmond)

Il nuovo Luogotente Arthur Grey barone di Wilton mandato a sedare la ribellione con un grosso contingente, non diede certo prova di intelligenza: totalmente impreparato a fronteggiare le tattiche di guerriglia dei clan decise di snidare gli O’Byrne marciando nel cuore della contea di Wicklow, le montagne! Fiach si era ritirato a Ballinacor, nella valle di Glenmalure, (la terra dei Ranelagh) e riuscì a tendere un imboscata all’incauto Grey costringendolo a una disastrosa ritirata verso il Pale.

glenmalure

Follow me up to Carlow

La melodia è stata tratta dallo stesso McCall da “The Firebrand of the Mountains”, una marcia del clan O’Byrne sentita nel 1887 durante una serata musicale nella contea di Wexford. Non è ben chiaro tuttavia se tale memoria storica sia stata una ricostruzione a posteriori per dare un tocco di colore! E’ molto simile alla jig “Sweets of May” (prime due parti) anche danza codificata dalla Gaelic League.

“Follow me up to Carlow” (cantato anche come “Follow me down to Carlow“) è stato ripreso da Christy Moore negli anni 60 e riproposto e reso popolare con il gruppo irlandese Planxty; recentemente è interpretato da molte band celtic-rock o dalle formazioni “barbare” con cornamuse e tamburi.

Planxty

Fine Crowd

The High Kings live


I
Lift Mac Cahir Óg(1) your face,
broodin’ o’er the old disgrace
That Black Fitzwilliam(2) stormed your place,
and drove you to the Fern(3)
Gray(4) said victory was sure,
soon the firebrand(5) he’d secure
Until he met at Glenmalure(6)
with Fiach McHugh O’Byrne
CHORUS
Curse and swear, Lord Kildare(7),
Fiach(8) will do what Fiach will dare
Now Fitzwilliam have a care,
fallen is your star low(9)
Up with halberd, out with sword,
on we go for, by the Lord
Fiach McHugh has given the word
“Follow me up to Carlow!”(10)
II
See the swords at Glen Imaal (11),
flashin’ o’er the English Pale(12)
See all the children of the Gael,
beneath O’Byrne’s banner
Rooster of a fighting stock,
would you let a Saxon cock
Crow out upon an Irish Rock,
fly up and teach him manners.
III
From Tassagart (11) to Clonmore (11),
flows a stream of Saxon gore
How great is Rory Óg O’More(13)
at sending loons to Hades
White(14) is sick, Gray(15) is fled,
now for Black Fitzwilliam’s head
We’ll send it over, dripping red,
to Liza(16) and her ladies<
traduzione italiano di Cattia Salto
I
Alza il viso giovane Mac Cahir e smetti di rimuginare sulla passata disgrazia,
Black Fitzwilliam ha  distrutto la tua casa
e ti ha mandato per la macchia.
Gray diceva che la vittoria era certa
e presto avrebbe tenuto a bada il “sobillatore”, finchè non s’incontrò a Glenmalure con Feach MacHugh O’Byrne
RITORNELLO: Giuri e maledici Lord Kildare, Fiach farà quello che Fiach oserà
ora Fitzwilliam devi preoccuparti
è caduta in basso la tua stella!
Su con l’alabarda, fuori la spada,
andiamo dal Lord
Fiach McHugh ha detto
“Seguitemi a Carlow”
II
Guarda le spade a Glen Imaal
lampeggiare sull’ English Pale
Guarda i figli dei Celti
sotto la bandiera di O’Byrne
Gallo di un lignaggio guerriero
vuoi che il gallo sassone
voli come un corvo sull’Irlanda?
Vola alto e insegnagli le buone maniere
III
Da Tassagart a Clonmore
scorre un fiume di sangue sassone,
che grande è il giovane Rory O’More
a mandare gli stupidi nell’Ade;
White è malato, Gray è fuggito
allora per il cranio di Black FitzWilliam,
glielo manderemo tutto inzuppato di rosso, alla Regina Lisa e alle sue damigelle

NOTE
1) Brian MacCahir Cavanagh ha sposato Elinor sorella di Feagh MacHugh. Nel 1572 Fiach e Brian sono stati implicati nell’omicidio di un proprietario terriero imparentato con Sir Nicholas White siniscalco (governatore militare) della Regina a Wexford.
2) William Fitzwilliam “Lord Deputy” d’Irlanda ovvero il rappresentante della Corona Inglese che lasciò la carica nel 1575
3) Nel 1572 Brian MacCahir e la sua famiglia sono stati privati delle loro proprietà donate ai sostenitori della corona britannica
4) Arthur Grey de Wilton diventato nel 1580 nuovo Luogotenente d’Irlanda
5) appellativo con cui veniva chiamato Feach MacHugh O’Byrne
6) Glenmalure Valley: vallata tra i monti Wicklow a una ventina di kilometri a est della cittè di Wicklow, in cui avvenne la battaglia del 1580 che vide la sconfitta degli Inglesi: i clan irlandesi tesero un’imboscata all’esercito inglese comandato da Arthur Grey di Wilton composta da ben 3000 uomini
7) Nel 1594 i figli di Feach hanno attaccato e dato alle fiamme la casa di Pierce Fitzgerald sceriffo di Kildare, come conseguenza Feach venne proclamato traditore e fu messa una taglia sulla sua testa.
8) Feach che in irlandese significa Corvo
9) William Fitzwilliam ritornò in Irlanda nel 1588 ancora una volta con il titolo di Luogotenente, ma nel 1592 venne accusato di corruzione
10) Carlow è sia una città che una contea: la cittadina è stata scelta più per fare rima che per richiamare una battaglia effettivamente svoltasi: è in senso più generale un’esortazione a prendere le armi contro gli inglesi. Indubbiamente la canzone l’ha resa famosa.
11) Glen Imael, Tassagart e Clonmore sono roccaforti nella contea di Wicklow
12) English Pale sono le contee intorno a Dublino controllate dagli inglesi. La frase “Beyond the Pale” stava a indicare un luogo pericoloso
13) Rory il giovane figlio di Rory O’More cognato di Feagh MacHugh ucciso nel 1578
14) Sir Nicholas White siniscalco di Wexford si ammalò gravemente nei primi anni del 1590, poco dopo cadde in disgrazia presso la regina e venne giustiziato.
15) nella versione originale il personaggio a cui si fa riferimento è Sir Ralph Lane ma più comunemente viene sostituito da Arthur Grey che aveva lasciato il paese nel 1582
16) Elisabetta I. In realtà fu la testa mozza di Feach a essere mandata alla regina
Il nuovo vicerè Sir William Russell riuscì a catturare Fiach McHugh O’Byrne nel maggio del 1597, la testa di Feach rimase impalata sui cancelli del castello di Dublino.

FONTI
http://mudcat.org/thread.cfm?threadid=52454&page=2
http://thesession.org/tunes/1583
http://thesession.org/tunes/10645
http://www.irishmusicdaily.com/follow-me-up-to-carlow
http://www.clannobyrne.com/glenmalure.html
http://neverfeltbetter.wordpress.com/2012/09/25/irelands-wars-the-battle-of-glenmalure/
http://www.blogofmanly.com/2012/09/17/heroes-feach-mchugh-obyrne/
http://www.doyle.com.au/chiefs.html

SAILING FOR THE LOWLANDS

irish_soldierIl testo è stato scritto dall’irlandese Patrick Joseph McCall (1861 – 1919) già autore di famose ballate popolari come “Follow me up to Carlow“, “Boolavouge“, “Kelly the Boy From Killaneand” per lo più di stampo patriottico. Compare in “Irish Fireside Song” (vedi) e la melodia è la n° 182 in “Old Irish Folk Music and Songs” di P.W. Joyce (1909) (anche abbinata a “The Golden Vanity” in Child ballad #286).
Il testo ha una doppia chiave di lettura, apparentemente parla di in un traffico di contrabbando: liquori e vini raffinati in cambio di pregiata lana e oche selvatiche irlandesi. In realtà quelle “oche” dei registri di carico erano reclute militari irlandesi che prendevano il volo!

(immagine tratta da qui)

OCHE SELVATICHE PRENDONO IL VOLO

Dopo la vittoria del Boyne (1690) in cui l’Inghilterra segnò un punto fermo sul dominio dell’Irlanda, vennero approvate le Penal Laws che penalizzavano i cattolici, impedendo loro l’accesso a posizioni di potere negli affari pubblici e finanche diritti di proprietà sulla propria terra; gli Irlandesi cattolici vengono privati del diritto di voto, sono esclusi dall’esercito, dall’amministrazione locale e centrale e dalla magistratura (mancava solo che gli facessero portare la stella gialla!) Così molti furono i giovani irlandesi cattolici che cercarono la fortuna negli eserciti europei (che fossero possibilmente in lotta contro l’Inghilterra!).
Per estensione le oche selvatiche sono tutti gli uomini e le donne che hanno lasciato l’Irlanda come emigranti per tutto ciò che non potevano realizzare nel loro paese! continua

ASCOLTA Slogmåkane

ASCOLTA The Clancy Brothers & Tommy Makem in Sing Of The Sea 1969 (strofe I, II, V, IV, VIICB)


TESTO di PJ Mccall
I
Dunmore(3) we quitted, Michelmas(1) gone by
Cowhides and wool and live cargo
Twenty young wild geese(2)
Ready fledged to fly
Sailing for the Lowlands Low
chorus 
The lowlands low, the lowlands low
Sailing for the lowlands low
II
Shaun Paor’s the skipper
From the church of Crook
Peary keeps log for his father
Crew all from Bannow
Fethard and the Hook(3)
Sailing for the Lowlands low
III
These twenty wild geese
Gave Queen Anne the slip
Crossing to Louis(4) in Flanders
He and Jack Malbrook(5)
Both are in a grip
Fighting in the Lowlands Low
IV (6)
Close lay a rover
Off the Isle of Wight
Either a Salee(7) or Saxon!
Out through the sea mist
We bade them goodnight
Sailing for the Lowlands Low
V
Ready with priming,
We’d our galliot(8) gun
Muskets and pikes in good order
We should be riddled,
Captives would be none
Death! or else the Lowlands low
VI
Pray Holy Brendan(9)
Turk nor Algerine
Dutchman nor Saxon may sink us!
We’ll bring Geneva(10),
Sack(11) and Rhenish wines (12)
Safely from the lowlands low
VII CB
We smuggled out the Wild Geese weapons safe ashore
Then we unloaded our cargo
A fair wind is blowing we’re headed for Dunmore
Sailing from the lowlands low
traduzione italiano Cattia Salto
I
Lasciammo Dunmore(3)
il giorno di San Michele(1)
pelli bovine e lana era il nostro carico
venti giovani Oche Selvagge(3)
pronte a tutti gli effetti a volare
navigando per l’Olanda
CORO:
Olanda,
navigando per l’Olanda
II
Sean Paor è il comandante
dal pese di Crook
Piery mantiene il posto per il padre,
l’equipaggio è tutto di Bannow,
Fethard e Hook(3)
a navigare per l’Olanda
III
Queste 20 Oche Selvagge
fanno lo sgambetto alla regina Anna
tagliando la strada a Luigi(4) nelle Fiandre, lui e Jack Malbrook(5)
sono entrambi in una morsa
a combattere in Olanda
IV(6)
Dappresso c’era una nave pirata
al largo dell’isola di White
o marocchini(7) o sassoni
tra la nebbia del mare
gli abbiamo dato la buona notte
a navigare per l’Olanda
V
Pronti con l’innesco
avendo la nostra galeotta(8), pistola
moschetti e picche in buono stato,
piuttosto essere crivellati
che essere fatti prigionieri
A Morte o per l’Olanda
VI
Pregate San Brendano(9)
né Turchi o Algerini
Tedeschi o Sassoni possono affondarci!
Porteremo gin olandese(10)
sherry spagnolo(11) e vino bianco del Reno(12)
al sicuro in Olanda
VII CB
Abbiamo contrabbandato le Oche Selvagge e le armi al sicuro a terra
poi abbiamo scaricato  la nostra merce
un vento leggero soffia, siamo diretti a Dunmore
navigando per l’Olanda
NOTE
1) l’equinozio d’autunno o il 29 settembre
2) Il volo delle oche è legato alla partenza di 14.000 soldati irlandesi dopo il trattato di Limerick (1691) per prestare servizio in Francia. Il trattato dava l’autorizzazione a questi soldati di andare dove volevano su delle navi fornite dal governo inglese.
3) paesi dell’Irlanda Sud-Est
4) Luigi XIV di Francia
5) Jack Malbrook: l’unico personaggio che potrebbe rientrare nel contesto è John Churchill primo Duca di Marlborough (1650-1722)
6) la versione dei Clancy Brothers dice
A pirate approached us many leagues from shore
We fought and we sunk him in good order
He’ll go a-roving plundering no more
Sailing for the lowlands low
(traduzione italiano: i pirati si avvicinarono a diverse leghe dal litorale, combattemmo e li affondammo per buona misura, non andranno più in giro a saccheggiare, navigando per l’Olanda)
7) algerini e marocchini erano pirati nordafricani che un tempo infestavano il Mare della Manica
8) galliot: galeotta, con lo stesso termine si identificano storicamente ben tre diverse navi: una piccola galea leggera e veloce usata fin dal Medioevo nel Mar Mediterraneo ; un barcone olandese o tedesco da carico o da pesca dal fondo quasi piatto e quindi adatto a navigare in acque poco profonde; una nave da guerra francese. Tra i tre propendo per il barcone

9) San Brendano noto anche come Brendano il navigatore è ricordato in letteratura per la Navigatio sancti Brendani e non poteva che essere santo protettore dei marinai e dei viaggiatori
10) gin olandese comunemente chiamato Ginevra
11) sherry spagnolo
12) in realtà si tratta di un messaggio in codice per indicare gli aiuti militari portati all’Olanda, Spagna e Germania