Man of Constant Sorrow 

“Man of Constant Sorrow” is an American folk song first published in 1913 by Dick Burnett (1883 – 1977), as “Farewell Song”. About ten years later it was recorded by Emry Arthur with the current title.
The origin of the song is not clear, Burnett in an interview released a few years before his death did not remember if he had taken a traditional song or if it was a composition of his own, on the other hand Arthur claimed the authorship of the text, but more poblably he learned it from Burnett, -they came from the Elk Spring Valley , Kentucky and had both suffered a mutilation (the first was blind, the second with one hand disable,) which led them to live from their musical talent.
Some scholars believe this song as result of a semi-biographical re-elaboration of an old hymn “I Am A Poor Pilgrim Of Sorrow“, but it could date back to the first American pioneers settled in the Appalachian Mountains.
“Man of Constant Sorrow” è un canto tradizionale americano pubblicato per la prima volta nel 1913 da Dick Burnett (1883 – 1977), con il titolo di Farewell Song. Una decina d’anni più tardi venne registrato da Emry Arthur con l’attuale titolo.
Non è ben chiara l’origine del brano, Burnett in un’intervista rilasciata qualche anno prima della sua morte, non si ricordava se avesse ripreso un brano tradizionale o se fosse una sua composizione, d’altra parte Arthur rivendicò la paternità del testo, anche se più probabilmente l’imparò da Burnett, i due provenivano dalla Elk Spring Valley Kentucky e avevano subito entrambi delle mutilazioni (il primo era cieco, il secondo inabile ad una mano) che li spinse a fare del loro talento musicale un mestiere.
Alcuni studiosi sono inclini a ritenere che il brano sia scaturito dalla rielaborazione in chiave semi-biografica di un vecchio inno “I Am A Poor Pilgrim Of Sorrow“, ma potrebbe risalire ai primi pionieri americani insediati sui Monti Appalachi

Emry Arthur moved to Indianapolis where he joined the record circuit and in 1928 he recorded his old-time version of “Man of Constant Sorrow”
Emry Arthur
si trasferì a Indianapolis dove s’inserì nel circuito discografico e nel 1928 incise la sua versione old-time di “Man of Constant Sorrow”
(I, II, III, IV, V
Richard Burnett, VI Richard Burnett)

The Stanley Brothers  in the 1950s they gave it a new popularity and their bluegrass version, with a faster tempo, became the standard one
negli anni 1950 le diedero una nuova popolarità e loro versione bluegrass, con un tempo più veloce, è diventata quella standard
(I, II, III, IV, V) 

Bob Dylan – blues version recorded in 1961
released several arrangements of this song, alternating the words to turn the story into a sentimental adventure of a hobo
ha rilasciato diversi arrangiamenti di questa canzone e alternando quel tanto che basta le parole, trasforma la storia nell’avventura sentimentale di un hobo
nelle sue prime versioni (1961) prevale la vena blues

(I, IV-V Bob Dylan, II-III Bob Dylan, VI Bob Dylan )

Some female versions were also released: “Girl of Constant Sorrow” from Joan Baez and “Maid of Constant Sorrow” from Judy Collins (1961)
Così come furono rilasciate le versioni al femminile di Joan Baez con il titolo di  “Girl of Constant Sorrow” e di Judy Collins con il titolo di  “Maid of Constant Sorrow”

Jerry Garcia, David Grisman & Tony Rice in the Pizza Tapes 2000 (session live 1993)

Public interest in the song was renewed after the release of the 2000 film O Brother, Where Art Thou? (by the Coen brothers) that seems to condense the film’s plot; to sing it a fictitious bluegrass band with the unlikely name of Soggy Bottom Boys
Con il film “Fratello, dove sei?” dei fratelli Coen, del 2000, il brano che sembra condensare in una ballata la trama del film, ha conosciuto un rinnovato interesse, a cantarlo una fittizia bluegrass band dall’improbabile nome di Soggy Bottom Boys (letteralmente “i Culi a mollo” o qualcosa del genere)
Dan Tyminski live

Soggy Bottom Boys in “O Brother, where art you?” 2000
The soundtrack led a bluegrass revival in America and reached #1 on the Albums chart in 2002, the year it won the Grammy Award for Album of the Year.
Dan Tyminski voice and guitar, Jerry Douglas dobro, Ron Block banjo, Chris Sharp on the second guitar, Stuart Duncan violin, Mike Compton mandolin and Barry Bales bass.
La colonna sonora ha portato ad un rinnovato interesse verso il bluegrass in America e ha raggiunto il primo posto nella classifica degli album nel 2002 (anno in cui ha vinto il Grammy Award come Disco dell’Anno) 
Dan Tyminski voce e chitarra, Jerry Douglas dobro, Ron Block banjo, Chris Sharp alla seconda chitarra, Stuart Duncan violino, Mike Compton mandolino e Barry Bales basso.

The film version with a bewitching George Clooney: trying to scrape together some money along the escape route, Soggy Bottom Boys record the song in a small radio station and taking advantage of the producer’s blindness they pretend to be a black band
La versione del film con un ammaliante George Clooney : i tre evasi nel tentativo di raggranellare qualche soldo lungo la via di fuga, registrano il brano in una piccola stazione radiofonica e approfittando della cecità del produttore si spacciano per una band di negri

Dan Tyminski  and backing vocals from Harley Allen and Pat Enright

Cut from the movie: live version
la versione con l’esibizione live

Home Free in Timeless 2017 country version in Pentatonix style


I
I am a man of constant sorrow,
I’ve seen trouble on my day,
I bid farewell to old Kentucky, (1)
The place where I was borned and raised,
(The place where he was borned and raised.)
II
For six long years I’ve been in trouble (2),
No pleasure here on Earth I’ve found,
For in this world I’m bound to ramble,
I have no friends (3) to help me now,
(He has no friends to help him now.)
III
It’s fare thee well, my only lover,
I never expect to see you again,
For I’m bound to ride that Northern railroad (4),
Perhaps I’ll die upon this train,
(Perhaps he’ll die upon this train.)
II-III Bob Dylan version
Through this open world I’m a-bound to ramble
Through ice and snow, sleet and rain
I’m a-bound to ride that mornin’ railroad
Perhaps I’ll die upon that train
IV
You can bury me in some deep valley (5),
For many years where I may lay,
And you may learn to love another, 
While I am sleeping in my grave, (6)
(While he is sleeping in his grave.)
V
Maybe your friends think I’m just a stranger,
My face you’ll never see no more,
But there is one promise that is given,
I’ll meet you on God’s Golden Shore,
(He’ll meet you on God’s Golden Shore)
IV-V Bob Dylan version
Your mother says that I’m a stranger
A face you’ll never see no more
But here’s one promise to ya
I’ll see you on God’s golden shore
VI Bob Dylan
I’m a-goin’ back to Colorado
The place that I’ve started from
If I’d knowed how bad you’d treat me
honey, I never would have come
V Richard Burnett
Oh, fare you well to my native country,
The place I have loved so well,
For I have seen all kinds of trouble,
In this vain world no tongue can tell.
VI Richard Burnett
Dear friends, although I may be a stranger,
My face you may never see no more;
But there’s a promise that is given,
(Where) we can meet on that beautiful shore.
Traduzione italiano Cattia Salto
I
Sono un uomo con una eterna tribolazione
ho visto solo guai nella mia vita,
dirò addio al vecchio Kentucky 
il posto dove sono nato e cresciuto
(l posto dove è nato e cresciuto)
II
Ho vissuto sei lungi anni di guai,
qui sulla Terra non ho trovato delizie
perchè in questo mondo sono un vagabondo,
senza amici che mi aiutino
(non ha amici che lo aiutino)
III
Addio, mio unico amore,
non mi aspetto di rivederti ancora
perchè prenderò il treno della Northern
e forse morirò su quel treno
(e forse morirà su quel treno)
II-III Bob Dylan
Sono un vagabondo di questo vasto mondo
tra ghiaccio, neve, grandine e pioggia,
prenderò quel treno del mattino
e forse morirò su quel treno
IV
Mi seppellirai in una forra
dove starò per molti anni
e tu imparerai ad amare un altro
mentre dormirò nella mia tomba
(mentre dormirà nella sua tomba)
V
Forse i tuoi amici credono che io sia solo un forestiero, e la mia faccia non la vedrai mai più
ma una cosa te la posso promettere
ti rivedrò sulla sponde dorate del Paradiso
ti rivedrà sulla sponde dorate del Paradiso
IV-V Bob Dylan
Tua madre dice che sono un forestiero
una faccia che non vedrai mai più
ma eccoti una promessa
ti rivedrò sulla sponde dorate del Paradiso
VI Bob Dylan
Me ne ritorno in Colorado
il posto da cui sono partito
se avesi saputo quanto male mi avresti trattato
Ragazza, non ci sarei mai venuto
V Richard Burnett
Addio terra natia
il posto che ho amato tanto
perchè ho visto ogni genere di guai/in questo vano mondo da non riuscire a raccontare
VI Richard Burnett
Cari amici anche se sono un forestiero
e non rivedrete più la mia faccia,
vi faccio una promessa
(dove) c’incontreremo su quella bella riva.

NOTE
1) Bob Dylan sings “Colorado”
2) Dick Burnett writes “I’ve been blind, friends” 
3) Dick Burnett writes “parents” he was orphaned as a boy and was raised by his grandparents [ Dick Burnett  scrive”genitori”: Burnett rimase orfano fin da ragazzo e fu allevato dai nonni]
4) Burnett after becoming blind due to an assault in order to support his family, he started traveling by train, performing as a street musician
Burnett dopo essere diventato cieco a causa di un’aggressione per poter mantenere la famiglia si mise a viaggiare a piedi o con il treno esibendosi come musicista di strada
5) or Sund(a)y valley
6) Dick Burnett writes:
“Oh, when you’re dreaming while you’re slumbering
While I am sleeping in the clay.”
[dove sognerai mentre riposi
mentre io dormirò sotto terra]

LINK
https://terreceltiche.altervista.org/monti-appalachi/
https://musiccourtblog.com/2010/06/18/folk-telephone-a-man-of-constant-sorrow/
https://americansongwriter.com/2011/06/behind-the-song-man-of-constant-sorrow/
https://www.songfacts.com/facts/the-stanley-brothers/man-of-constant-sorrow
http://www.protestsonglyrics.net/Anti_Poverty_Songs/Man-of-Constant-Sorrow.phtml
http://www.bobdylancommentaries.com/bob-dylan/man-of-constant-sorrow/
http://www.maggiesfarm.it/ttt935.htm
https://oldtimeparty.wordpress.com/tag/dick-burnett/
http://www.bobdylanroots.com/farewell.html
https://secondhandsongs.com/work/68271
https://www.fabiosroom.eu/it/canzoni/man-of-constant-sorrow/
https://lapoesiaelospirito.wordpress.com/2009/09/13/i-am-a-man-of-constant-sorrow/

Go to sea once more

Leggi in italiano

“Go to sea once more”, an “American / English forebitter” (Stan Hugill) was the favorite song among the whale hunters.
In the song the sailor regrets being forced to go to sea again, because he has already spent all the money just earned, getting drunk he was robbed by a whore. The song is paired with “Holy Ground once more” with which it shares the tune and some verses.
Aka GO TO SEA NO MORE, OFF TO SEA ONCE MORE, JACKIE BROWN, SHANGHAI BROWN.

RAPPER BROWN

Italo Ottonellowrites “At the signing of the recruitment contract for long journeys, the sailors received an advance equal to three months of pay which, to guarantee compliance with the contract, was paid in the form of a promissory note, payable three days later that the ship had left the port, “if a sailor is sailed with that ship.” Everyone invariably ran to look for some complacent sharks who bought their promissory notes at a discounted price, usually forty percent, with much of the amount provided in kind. “The purchasers, boarding prosecutors and various procurers,” the enlisters, “as they were nicknamed,” were induced to ‘seize’ the sailors and bring them on board, drunk or drugged, with little or no clothes beyond what they were wearing, and squandering or stealing all the advances.
So behind the story there is probably the hand of the “sailor boarding-house master” that hired the thieves to rob the drunken sailors or put in league with some whore, all well-tested systems to peel the careless sailor just landed (see).
The authorities also closed an eye because the merchant companies made it convenient to have manpower always available for the hardest jobs (like the whaling ship) and the most unfavorable routes as those of the Arctic seas.

whale-ship

The Byrds record it with the title of “Jack Tarr The Sailor“. In some versions it is sung on the air of Greensleeves.

the Dubliners

Jerry Garcia & David Grisman from “Grateful Dawg” 1990

Ryan’s Fancy from “Songs From The Shows” 2001

Macy Gray from Son of Rogues Gallery Pirate Ballads, Sea Songs and Chanteys ANTI 2013,  a raspy voice, between soul and swing,

GO TO SEA NO MORE
I
When first I landed in Liverpool(1),
I went upon a spree
Me money alas I spent it fast,
got drunk as drunk could be
And when that me money was all gone, ‘twas then I wanted more
But a man must be blind
to make up his mind
to go to sea once more
CHORUS
Once more, boys, once more,
go to sea once more

II
I spent the night with Angeline(2)
too drunk to roll in bed
Me watch was new
and me money too,
in the morning with them she fled
And as I walked the streets about,
the whores they all did roar
“There goes Jack Strapp(3),
the poor sailor lad,
he must go to sea once more”
III
And as I walked the streets about,
I met with the Rapper Brown(4)
I asked him for to take me on
and he looked at me with a frown
He said “last time you was paid off
with me you could no score
But I’ll give you a chance
and I’ll take your advance
and I’ll send you to see once more”
IV
He shipped me on board
of a whaling ship(5)
bound for the arctic seas(6)
Where the cold winds blow
through the frost and snow
and Jamaica rum would freeze(7)
But worse to bear,
I’d no hard weather gear(8)
for I’d spent all money on shore
‘twas then that I wished
that I was dead
and could go to sea no more
V
So come all you bold seafaring men, who listen to me song
When you come off them long trips,
I’ll have you not go wrong
Take my advice, drink no strong drink, don’t go sleeping with them whores
Get married instead
and spend all night in bed
and go to sea no more

NOTES
1) in american version Frisco
2) or Last night I slept with Angeline
3) or Jack Sprad
4) Jack Ratcliff or Jackie Brown; in the American version it becomes Shanghai Brown famous in the city of San Francisco. The verb shanghaiing was coined around the mid-1800s to indicate the practice, much in vogue on American and British merchant ships, of violent or fraudulent conscription of  sailor. The shanghaiing was practiced above all in the north-west of the United States. The men who ran this “men’s trade” were called “crimps” and had no qualms to drug the beer of the victim with laudanum. So  Al Lloyd writes in Leviathan (1967) Who was Rapper Brown, the villain of the piece? Particularly during the latter days of sail, many lodging house keepers encouraged seamen to fall in debt to them, then signed them aboard a hardcase ship in return for the “advance note” loaned by the company to the sailor ostensibly to buy gear for the voyage. Paddy West of Great Howard Street, Liverpool, was well-known for this, likewise John da Costa of the same seaport. But we do not find Rapper Brown in this rogues’ gallery. Perhaps there’s some confusion here with the fearsome Shangai Brown of San Francisco, through whose ministrations many a British seaman awoke from a drunken or drugged sleep do find himself aboard a vessel for the bowhead whaling grounds of the Bering Sea, a trip few men in their senses signed for, unless desperately hard pushed”.


Shanghaied5)  whaler bark (barque) or whaler pack
6) the Arctic routes were the most feared by sailors, often the ships were trapped in the ice.
7)or Jamaica rum ‘twas free I think there is a hint of humor in the sentence and that means that the Jamaican rum was not found
8) or I’d no oilskins 

LINK
http://www.sfmuseum.org/hist11/sailors.html http://mainlynorfolk.info/lloyd/songs/offtoseaoncemore.html http://mudcat.org/thread.cfm?threadid=72360 http://aliverpoolfolksongaweek.blogspot.it/2012/05/49-go-to-sea-once-more.html
http://www.wtv-zone.com/phyrst/audio/nfld/11/tosea.htm http://mysongbook.de/msb/songs/g/gotosean.html http://www.loc.gov/item/sm1849.461970/

Fair Ellender

Some scholars believe that the story (a kind of gothic fable) narrates the same love triangle of “William and Margaret” (Child #74) with the protagonist who instead of committing suicide prefers to go to church to kill her rival. As a Shakespeare’s tragedy, the murdered victims immediately become three.
[Alcuni studiosi ritengono che la vicenda (una sorta di favola gotica) narri dello stesso triangolo amoroso di “William and Margaret” (Child #74) con la protagonista che invece di suicidarsi preferisce andare in chiesa a uccidere la rivale. Come da copione shakespeariano nella tragedia i morti ammazzati diventano subito tre.]

AMERICAN VERSION

Also known as “The Brown Girl” the ballad of Lord Thomas and Fair Ellender comes from the Seeger family, a large American family of folk-singers and musicians, starting with the musicologist Charles Seeger (1886–1979))
[Nota anche con il titolo “The Brown Girl” la ballata di Lord Thomas and Fair Ellender proviene dalla famiglia Seeger, una grande famiglia americana di folk-singer e musicisti, a partire dal musicologo Charles Seeger (1886–1979)]

The story resumes the English version already analyzed here while the melody is resolved in a bluegrass key to waltz time.
In the twentieth century the folk singers tried to summarize the old ballads, reducing them in a dozen verses, combining them with catchy and danceable instrumental parts.
[La storia riprende la versione inglese già analizzata qui mentre la melodia è risolta in chiave bluegrass a tempo di valzer.
Nel Novecento i folk singer si sforzavano di riassumere le vecchie ballate riducendole in una decina di strofe, abbinandole a parti strumentali orecchiabili e ballabili.]

Peggy & Mike Seeger  in American Folk Songs Sung by the Seegers 1957

Jerry Garcia & David Grisman in Shady Grove 1996

The “brevity” of the story flattens the characters in the chronicle of an announced death, it is a murder ballad with a motive, jealousy.
[La “brevità” della storia appiattisce i personaggi nella cronaca di una morte annunciata, è una murder ballad con un movente, la gelosia.]


I
“Father, oh father, come riddle to me,
Come riddle it all in one,
And tell me whether to marry Fair Ellender
Or bring the Brown girl home.”
II
The Brown girl she has house and land,
Fair Ellender she has none,
And there I charge you with the blessing
To bring the Brown girl home.
III
He got on his horse and he rode and he rode,
He rode ‘til he came to her home,
And no one so ready as Fair Ellender herself
To rise and bid him in.
IV
What news have you brought unto me,
Lord Thomas?
What news have you brought unto me?
I’ve come to ask you to my wedding,
A sorrowful wedding to be.
V
Oh mother, oh mother,
would you go or stay?
Fair child, do as you please,
I’m afraid if you go you’ll never return
To see your mother any more.
VI
She turned around and dressed in white
Her sisters dressed in green,
And every town that they rode through
They taken her to be some queen.
VII
They rode and they rode
‘til they came to the hall,
She pulled at the bell and it rang
And no one so ready as Lord Thomas himself
To rise and welcome her in.
VIII
He taken her by her lily white hand
and leading her through the hall
Saying fifty gay ladies are here today
But here is the flower of all.
IX
The Brown girl she was standing by
With knife ground keen and sharp,
Between the long ribs and the short,
She pierced Fair Ellender’s heart.
X
Lord Thomas he was standing by
With knife ground keen and sharp,
Between the long ribs and the short
He pierced his own bride’s heart.
XI
By placing the handle against the wall,
The point against his breast,
Saying, “This is the ending of three true lovers,
God sends us all to rest.
XII
Oh father, oh father, go dig my grave,
Go dig it wide and deep,
And place fair Ellender in my arms
And the Brown girl at my feet.
traduzione italiano di Cattia Salto
I
Padre (1) oh padre risolveresti un dilemma,
una volta per tutte?

Dimmi se devo sposare la bionda Ellender
o portare a casa la ragazza mora
II
La ragazza mora possiede case e terre
e la bionda Ellender non ha niente
ed ecco ti affido la mia benedizione
per portare a casa la ragazza mora
III
Egli prese il suo cavallo e cavalcò, cavalcò
cavalcò finchè raggiunse la casa di lei
e fu la bionda Ellender in persona
ad alzarsi e a farlo entrare.
IV
Che novità mi hai portato,
Lord Thomas?
Che novità mi hai portato?
Sono venuto a invitarti al mio matrimonio;
che sarà un triste sposalizio
V
O madre, madre,
dovrei andare o restare?

Bella bambina, fai come credi,
temo che se andrai non ritornerai più
a rivedere tua madre

VI
Si guardò intorno e si vestì in bianco (2)
le sorelle si vestirono in verde
e in ogni città che attraversavano
la prendevano per una regina
VII
Cavalcarono e cavalcarono
finchè arrivarono al castello
lei si attaccò al campanello e lo tirò
e fu Lord Thomas in persona
ad alzarsi e ad accoglierla.
VIII
La prese per la mano bianco giglio
guidandola per la sala (del banchetto)
dicendo “Cinquanta belle dame sono qui oggi, ma ecco la bella tra le belle” (3)
IX
La ragazza mora che stava lì accanto,
con lo stiletto aguzzo e tagliente.
tra le costole dello sterno
trafisse il cuore della bionda Ellender
X
Lord Thomas che stava lì accanto,
con lo stiletto aguzzo e tagliente.
tra le costole dello sterno
trafisse il cuore della propria moglie.
XI
Poi mise il manico contro il muro
e la punta rivolta verso il proprio petto
dicendo “Questa è la fine di tre veri innamorati,
che Dio ci conceda il riposo
XII
O padre padre vai a scavare la mia tomba,
falla larga e profonda

e metti la bionda Ellender tra le mie braccia
e la ragazza mora ai miei piedi

NOTE
1) in the Scottish versions (still linked to a Celtic substrate) it is the mother to be questioned about the girl to marry, but in a patriarchal society it is the landlord to make such decisions
[nelle versioni scozzesi (ancora collegate a un substrato celtico) è la madre ad essere interrogata in merito alla fanciulla da sposare, ma in una società patriarcale è il padrone di casa a prendere tali decisioni]
2) white as a color for the wedding dress became fashionable only in the nineteenth century after Queen Victoria married her beloved Prince Albert with a sumptuous dress in satin and lace (see) [il bianco come colore per l’abito da sposa diventa di moda solo nell’Ottocento dopo che la regina Vittoria ha sposato il suo amato principe Alberto con un sontuoso abito in satin e pizzo (vedi)]
3) in this version is Thomas to offend the bride with black hair publicly preferring the blonde Ellender, she will be in his arms in the tomb [in questa versione è Thomas ad offendere la sposa dai capelli neri preferendole pubblicamente la bionda Ellender, sarà lei a volere tra le braccia nel sepolcro]

FONTI
https://singout.org/2012/01/02/fair-ellender/
http://mudcat.org/@displaysong.cfm?SongID=3725
http://www.folkways.si.edu/the-seeger-family/the-brown-girl-lord-thomas-and-fair-ellender/american-folk/music/track/smithsonian
http://www.bluegrassmessengers.com/recordings–info-73-lord-thomas-and-fair-annet.aspx
http://www.bluegrassmessengers.com/lord-thomas-and-fair-ellinor-a-preliminary-study.aspx
http://www.bluegrassmessengers.com/us–canada-versions-73-lord-thomas–fair-annet.aspx
http://ingeb.org/songs/lordthom.html
http://mudcat.org/thread.cfm?threadid=17932

Wind & Rain

Bonny_Swan_by_SarachmetLa ballata “The two sisters” è originaria dalla Svezia o più in generale  dai paesi scandinavi (in epoca pre-cristiana) ma si è diffusa largamente  anche in alcuni paesi dell’Est e nelle isole britanniche.
The murder ballad “The two sisters” originates from Sweden or more generally from the Scandinavian countries, but has spread widely also in some Eastern countries and in the British Isles.

La narrazione si presta come sempre a molteplici letture fuori dal testo e tuttavia nell’approdare in America la ballata “The two sisters” si sfronda degli aspetti favolistici e mitici (re, regine, cigni e strumenti magici) per diventare una più tipica murder ballad: il movente non è solo la gelosia ma principalmente  una questione di denaro. (vedi quinta parteAnche la caratterizzazione delle sorelle una bionda e l’altra bruna viene meno, sono semplicemente la  maggiore e la minore d’età.
Ma prima di arrivare a questo estremo ci sono tutta una serie di versioni intermedie tra cui quella irlandese o irlandese/appalacchiana intitolata “The wind and rain” è la più conosciuta.
The ballad lends itself to multiple readings out of the text and yet in the United States is deprived by the fabulous and mythical aspects (kings, queens, swans and magical instruments) to become a more typical murder ballad: the motive is not only the jealousy but mainly a question of money. (see fifth part) Also the sisters are simply the major and the minor of age.
But before arriving at this extreme there are a whole series of intermediate versions including the Irish or Irish / Appalacchian entitled “The wind and rain” that is the best known.

QUARTA VERSIONE: O THE  WIND AND RAIN (Fourth version)

Questa versione irlandese si è diffusa in America e Bob Dylan la trasformerà,  con la stessa cadenza, nella sua canzone Percy’s Song. Qui la storia descrive le due sorelle come innamorate  dello stesso ragazzo, il figlio del mugnaio, sono sempre la bionda  e la bruna della fiaba scozzese, e la gelosia è il movente dell’omicidio, ma i personaggi sono diventati la gente del popolo e l’arpa magica un più comune violino.
This Irish version has spread to America and Bob Dylan will transform it, with the same cadence, in his song Percy’s Song. Here the story describes the two sisters as lovers of the same boy, the son of the miller, they are always the blonde and the black one of the Scottish fable, and jealousy is the motive of murder, but the characters are common people and the magic harp is becomed a violin.

Altan in Local Ground 2005 Nel nuovo corso pur restando sempre fedeli alla tradizione irlandese (in particolare del Donegal e gli influssi scozzesi) gli Altan si approcciano alla balladry americana e alla musica appalacchiana.
In the new course, while remaining faithful to the Irish tradition (in particular Donegal and the Scottish influences) the Altan approach the American balladry and the Appalacchian music.


I
There were two sisters of County Clare(1)
Oh, the wind and rain
One was dark and the other was fair
Oh, the dreadful wind and rain
And they both had the love of the miller’s son
But he was fond of the fairer one
II
So she pushed her into the river to drown
And watched her as she floated out(2)
She floated ‘til she came to the miller’s pond
Dead on the water like a golden swan (3)
III
And she came to rest on the riverside
And her bones were washed by the rolling tide
And along the road (woods) came a fiddler fair (4)
And found her bones just lying there.
IV
So he made a fiddle peg of her long finger bone(x2)
And he strung his fiddle bow with her long yellow hair
And he made a little fiddle of her little breast bone
But the only tune(5) that the fiddle would play
Was oh, the dreadful wind and rain
Traduzione italiana Cattia Salto
I
C’erano due sorelle nella Contea di Clare
Oh il vento e la pioggia,
una era mora l’altra bionda
oh il terribile vento e la pioggia
Entrambe erano innamorate del figlio del mugnaio,
ma lui voleva solo la più  bionda.
II
Così lei la spinse nel fiume per affogarla e restò a guardare mentre scivolava via.
Galleggiò finchè venne allo stagno del mugnaio, morta sull’acqua come un  cigno dorato (3),
III
E lei venne a posarsi sulla riva
e le sue ossa furono lavate
dalla risacca.
Lungo la strada venne un bel violinista  e trovò le ossa che stavano
proprio lì.
IV
Così fece i piroli dalle lunghe ossa delle dita
e fece le stringhe per l’archetto  con i lunghi capelli biondi,
e fece  un piccolo violino con lo sterno,
ma l’unica melodia(5) che il  violino avrebbe suonato
era “il terribile vento e la pioggia”.

NOTE
1) la storia è opportunamente ambientata in Irlanda, nelle versioni americane il luogo diventa un generico fiume
the story is set in Ireland but in the American versions the place becomes a generic river
2) l’omicidio è stato premeditato, non è frutto di un momentaneo gesto d’ira, e la sorella non ha nessun ripensamento
the murder was premeditated, is not the result of a momentary gesture of anger, and the sister has no rethink
3) si sottolinea la purezza e l’innocenza della più giovane per far risaltare la crudeltà dell’altra sorella.
si sottolinea la purezza e l’innocenza della più giovane per far risaltare la crudeltà dell’altra sorella.
5) il menestrello itinerante della fiaba era un bardo invitato alla mensa dei nobili signori, qui è un violinista ambulante probabilmente un traveller che suona per strada e alle feste di paese.
the itinerant minstrel of the fairy tale was a bard invited to the table of noble lords, here he is a violinist probably a traveler who plays at village parties.
6) il violino non accusa o rivela ma suonerà per sempre una melodia dolente
the violin does not accuse or reveal but it will always sound a painful melody

Una versione strepitosa è quella bluegrass di Jerry Garcia & David Grisman in Shady Grove
An amazing bluegrass version
Crooked Still in “Shaken By a Low Sound“, 2009


There were two sisters came walkin’ down the stream
Oh the wind and rain
Older one pushed the youngest one in
Cryin’ oh the dreadful wind and rain
Johnny gave the youngest a gay gold ring
Didn’t give the oldest one anything
So she pushed her into the river to drown
watched her as she floated down
She floated ‘til she came to the miller’s pond
Cried father o father there swims a swan
Then out of the woods came a fidder fair
He plucked thirty strands of her long yellow hair
And he made a fiddle bow of her long yellow hair
He made fiddle pegs of her long finger bones
And he made a little fiddle of her own breast bone
The sound could melt a heart of stone
And the only tune that the fiddle would play
Was oh the wind and rain
Traduzione italiana Cattia Salto
C’erano due sorelle che camminavano lungo la corrente
Oh il vento e la pioggia,
la più grande ci spinse la più giovane
oh il terribile vento e la pioggia
Johnny diede alla più giovane un anello d’oro
e alla maggiore non diede niente
Così lei la spinse nel fiume per affogarla
e restò a guardare mentre scivolava via.
Galleggiò finchè venne allo stagno del mugnaio,
“Padre o padre c’è un cigno che nuota”
Allora fuori dal bosco venne un bel violinista (4) prese trenta corde dai suoi lunghi capelli biondi
e fece un archetto con i lunghi capelli biondi,
fece i piroli dalle lunghe ossa delle dita
e fece  un piccolo violino con lo sterno,
il suono poteva sciogliere un cuore di pietra
e l’unica melodia che il  violino avrebbe suonato
era “il terribile vento e la pioggia”.

LINK
http://mudcat.org/thread.cfm?threadid=147644
http://singout.org/2012/01/23/two-sisters-wind-and-rain/
http://singout.org/2012/06/19/two-sisters-redux-part-2/

THE HANDSOME CABIN BOY

Cabin_boy_ou_mousse_1799“The handsome cabin boy” è una ballata popolare nelle Isole Britanniche incentrata sul tema della donna-marinaio (cross-dressing ballad) che si traveste da uomo per affrontare le avversità della vita o per inseguire l’innamorato partito per la guerra o per mare. Nessuno dei marinai sembra accorgersi del travestimento, e la stessa moglie del capitano “ci prova”, ma dopo nove mesi il medico di bordo corre al capezzale del bel mozzo squassato dal dolore del parto!

Ewan MacColl & A.L. Lloyd in Blow, Boys, Blow.

Sweeneys’ Men (voce Andy Irvine)

Kate Bush la quale taglia la II e l’ultima strofa

Jerry Garcia & David Grisman


I
‘Tis of a pretty female
As you may understand
Her mind being bent for rambling
Unto some foreign land
She dressed herself in sailor’s clothes
Or so it does appear
And she hired with a (sea) captain
To serve him for a year
II
The captain’s wife(1) she being on board, she seemed in great joy
To think her husband had engaged such a handsome cabin boy.
And now and then she slipped him a kiss, and she would have liked to toy,
But it was the captain found out
the secret of the handsome cabin boy.
III
Her cheeks they were like roses
and her hair(rolled) all in a curl,
The sailors often smiled and said,
he looks just like a girl.
But eating of the captain’s biscuit(2)
her colour did destroy
And the waist did swell of pretty Nell, the handsome cabin boy.
IV
It was in the Bay of Biscay
our gallant ship did plough.
One night among the sailors
was a fearful flurryin’ row.
They tumbled from their hammocks
for their sleep it did destroy
And they swore about the groaning
of the handsome cabin boy.
V
“Oh doctor dear, oh doctor,”
the cabin boy did cry,
“Me time has come, I am undone
and I shall surely die.”
The doctor came a-running
and smiling at the fun(3),
(for) To think a sailor lad
should have a daughter or a son.
VI
The sailors when they saw the joke, they all did stand and stare.
The child belong to none of them, they solemnly did swear.
And the captain’s wife she says
to him, “My dear I wish you joy,
For it’s either you or me betrayed(4)
the handsome cabin boy.”
VII
So each man took his drop of rum
and he drunk success to trade,
And likewise to the cabin boy
who was neither man nor maid(5).
It’s hoping the wars don’t rise again,
us sailors to destroy,
And here’s hoping for a jolly lot more
like the handsome cabin boy.(6)
Traduzione italiano di Cattia Salto
I
Una bella femmina
come potete capire
con la testa piena di avventure
in terre lontane,
si vestì come un marinaio
o così sembrava,
e prese l’ingaggio con un capitano,
per servirlo un anno
II
La moglie(1) del capitano che era a bordo, era contenta
nel pensare che il marito aveva ingaggiato un tal bel mozzo
e prima o poi le sarebbe scappato un bacio e se lo sarebbe goduto come un giocattolo, quando il capitano scoprì il segreto del bel mozzo
III
Le sue guance erano come rose
e i capelli ondulati
i marinai spesso sorridevano e dicevano che sembrava proprio una ragazza,
ma mangiando il biscotto(2) del capitano il suo colorito si rovinò
e si ingrossò la vita della graziosa Nell
il bel mozzo
IV
Era nel Golfo di Biscaglia
che il nostro vascello navigava,
una notte tra i marinai
ci fu un terribile e inquietante baccano
essi caddero dalle loro amache
che il loro sonno s’interruppe
e giurarono di sentire il lamento
del bel mozzo
V
“O dottore, caro dottore
-gridava il mozzo-
è arrivata la mia ora, sono finito
e di certo morirò”
Il dottore arrivò correndo
e sorridendo per lo scherzo(3)
nel pensare che un marinaio potesse avere una figlia o un figlio
VI
I marinai quando videro la sorpresa
stavano tutti in contemplazione
il bambino non era di nessuno di loro
solennemente giurarono
e la moglie del capitano disse
“O mio caro mi congratulo
perchè o tu o io abbiamo smascherato(4) il bel mozzo”
VII
Così che ogni uomo prenda la sua razione di rum e brindi per il successo dell’impresa e per il mozzo
che non era né un uomo nè una fanciulla, alla speranza che le guerre non riprendano di nuovo a distruggere i marinai
e speriamo in più svago(6)
come il bel mozzo

NOTE
1) prima sulle navi mercantili e poi sulle baleniere la moglie del capitano era tollerata a bordo, anche se faceva vita da reclusa nella cabina del capitano.
2) l’eufemismo è quanto mai appropriato
3) l’uomo incinto!
4) anche se i più interpretano la frase come ironica  a mio avviso c’è una velata allusione alla sessualità tra donne. Così scrive Massimo Vallerani nella recensione del libro di Marzio Barbagli “Storia di Caterina che per ott’anni vestì abiti da uomo” “In realtà, dal Cinquecento in avanti, erano frequenti i casi di travestimento di donne in uomini e di amori omoerotici di donne con donne (una specie di “sodomia” condannata dalla chiesa e dalla morale corrente, ma giudicata non troppo severamente dai tribunali laici ed ecclesiastici); come numerosi erano i modelli letterari di donne travestite o di donne di potere che intrecciavano relazioni amorose con altre donne. Una realtà multiforme, che le teorie scientifiche capivano poco, spiegandola ora con l’ermafroditismo, la doppia sessualità maschile e femminile nella stessa persona (ipotesi in piena decadenza nel Settecento), ora con l’ipertrofia del clitoride capace di scatenare passioni incontenibili, credenza invece allora assai diffusa tra i medici. Si trattava, comunque, di una ricerca viziata all’origine dal modello fallico della sessualità maschile, per cui le donne si trasformavano in uomini per accedere ai loro privilegi e amavano altre donne perché fornite di un clitoride abnorme con cui praticare, per imitazione, una qualche forma di penetrazione. L’idea di un piacere generato solo dal rapporto di corpi femminili era impensabile. (tratto da qui)
5) cioè non era una vergine
6) oppure “And if the wars should rise again the sailors to destroy We’ll ship some other sailors like the handsome cabin boy”: la ciurma vorrebbe che a bordo ci fossero molti più marinai-donna.. o almeno è questa una fantasia erotica dei marinai perchè di fatto la sessualità era bandita dalle navi!!

ASCOLTA la versione strumentale  di  Frank Zappa & the Mothers of Invention in Son Of Rogues Gallery ‘Pirate Ballads, Sea Songs & Chanteys ANTI 2013

FONTI
http://mainlynorfolk.info/lloyd/songs/thehandsomecabinboy.html
http://www.criticsatlarge.ca/2010/02/song-handsome-cabin-boy.html
http://www.8notes.com/scores/3805.asp
http://www.arivista.org/riviste/Arivista/310/53.htm
http://www.mareblucamogli.com/storie_di_mare/le_signore_delle_balene.html
http://www.ottante.it/blog/2009/12/balenieri-in-crinolina/

Andare per mare ancora una volta

Read the post in English

Stan Hugill classifica “Go to sea once more” come un “American/English forebitter”  (vedi sea shanty) e siccome si parla di un imbarco su una baleniera diretta nel Mare Artico, era la canzone favorita tra i cacciatori di balene.
Nella canzone il marinaio si rammarica di essere costretto ad andare per mare ancora una volta, perchè ha già speso tutti i soldi appena guadagnati, ubriacandosi e facendosi derubare da una puttana. La canzone fa il paio con “Holy Ground once more” con la quale condivide la melodia e alcune strofe.

TITOLI ALTERNATIVI: GO TO SEA NO MORE, OFF TO SEA ONCE MORE, JACKIE BROWN, SHANGHAI BROWN.

RAPPER BROWN

Italo Ottonello scrive “All’atto della firma del contratto d’arruolamento per i viaggi di lungo corso, i marinai ricevevano un anticipo pari a tre mesi di paga che, a garanzia del rispetto del contratto, era erogato in forma di pagherò, esigibile tre giorni dopo che la nave aveva lasciato il porto, “sempre che detto marinaio sia salpato con detta nave”. Tutti, invariabilmente, correvano a cercare qualche ‘squalo’ compiacente che comprasse il loro pagherò ad un valore scontato, di solito del quaranta per cento, con molta parte dell’importo fornito in natura. Gli acquirenti, procuratori d’imbarco e procacciatori vari, – gli ‘arruolatori’, com’erano soprannominati – erano indotti a ‘sequestrare’ i marinai e portarli a bordo, ubriachi o drogati, con poco o niente vestiario oltre quello che avevano indosso, e sperperare o rubare loro tutto l’anticipo.”
Così dietro alla vicenda c’è probabilmente lo zampino del “sailor boarding-house master” (in italiano: “tenutari di pensioni per marinai”) di turno che assoldava dei prezzolati ladruncoli per derubare i marinai approfittando della loro ubriachezza o si metteva in combutta con qualche puttana, tutti sistemi ben collaudati per spennare il marinaio incauto appena sbarcato (vedi).
Le autorità del resto chiudevano un occhio perchè alle compagnie mercantili faceva comodo avere manovalanza sempre a disposizione anche per i lavori più duri (come sulle baleniere) e le rotte più sfavorevoli come quelle dei mari artici.

whale-ship

I Byrds la registrano con il titolo di “Jack Tarr The Sailor“. In alcune versioni è cantata sull’aria di Greensleeves che ricorda vagamente.

the Dubliners

Jerry Garcia & David Grisman in “Grateful Dawg” 1990

Ryan’s Fancy in “Songs From The Shows” 2001

Macy Gray in Son of Rogues Gallery Pirate Ballads, Sea Songs and Chanteys ANTI 2013, una voce particolare che c’è solo un aggettivo adatto: “rasposa”; l’arrangiamento tra il soul e lo swing, perfetto!


I
When first I landed in Liverpool(1),
I went upon a spree
Me money alas I spent it fast,
got drunk as drunk could be
And when that me money was all gone, ‘twas then I wanted more
But a man must be blind
to make up his mind
to go to sea once more
CHORUS
Once more, boys, once more,
go to sea once more

II
I spent the night with Angeline(2)
too drunk to roll in bed
Me watch was new
and me money too,
in the morning with them she fled
And as I walked the streets about,
the whores they all did roar
“There goes Jack Strapp(3),
the poor sailor lad,
he must go to sea once more”
III
And as I walked the streets about,
I met with the Rapper Brown(4)
I asked him for to take me on
and he looked at me with a frown
He said “last time you was paid off
with me you could no score
But I’ll give you a chance
and I’ll take your advance
and I’ll send you to see once more”
IV
He shipped me on board
of a whaling ship(5)
bound for the arctic seas(6)
Where the cold winds blow
through the frost and snow
and Jamaica rum would freeze(7)
But worse to bear,
I’d no hard weather gear(8)
for I’d spent all money on shore
‘twas then that I wished
that I was dead
and could go to sea no more
V
So come all you bold seafaring men, who listen to me song
When you come off them long trips,
I’ll have you not go wrong
Take my advice, drink no strong drink, don’t go sleeping with them whores
Get married instead
and spend all night in bed
and go to sea no more
Traduzione italiano di Cattia Salto
I
Dopo che sono sbarcato a Liverpool
sono andato a far baldoria,
il mio denaro ahimè l’ho speso subito ubriacandomi a più non posso
e quando i soldi erano tutti finiti
fu allora che ne volevo di più,
eppure un uomo deve essere cieco, 
per cambiare idea
e andare ancora per mare!
CORO
Una volta, ragazzi ancora una volta,
andare per mare ancora una volta 

II
Trascorsi la notte con Angelina
troppo ubriaco per andare a letto,
il mio orologio era nuovo
e anche i miei soldi
al mattino con essi lei fuggì,
e mentre vagavo per le strade,
le puttane vociavano tutte
” Ecco che arriva Jack Strapp,
il povero marinaio, che deve andare per mare ancora una volta”
III
E mentre camminavo per strada incontrai Rapper Brown,
gli chiesi di imbarcarmi
e lui mi guardò corrucciato dicendo
” L’ultima volta che sei stato saldato
non hai regolato i conti con me,
ma ti darò una possibilità
e prenderò il tuo anticipo e ti manderò per mare ancora una volta”
IV
Mi spedì a bordo
di una baleniera
diretta per i mari artici,
dove i venti freddi soffiano
tra il gelo e la neve
e il rum giamaicano congelerebbe,
ma ancora peggio da sopportare,
non ero equipaggiato per il brutto tempo, perchè avevo speso tutto il denaro a terra, fu allora che desiderai di essere morto e di non poter andare per mare ancora una volta
V
Così venite tutti voi fieri marinai,
che ascoltate la mia canzone,
quando ritornate da quei lunghi viaggi,
per non sbagliare, date retta al mio consiglio, non bevete bevande forti,
non andate a dormire con delle puttane,
piuttosto sposatevi
passate tutta la notte a letto
e non andrete più per mare

NOTE
1) nella versione americana la città diventa Frisco (San Francisco)
2) oppure Last night I slept with Angeline
3) oppure Jack Sprad
4) oppureJack Ratcliff o Jackie Brown; nella versione americana diventa Shanghai Brown famoso nella città di San Francisco. Il verbo shanghaiing e’ stato coniato verso la meta’ del 1800 per indicare la pratica, molto in voga sulla navi mercantili americane ed inglesi, di coscrizione violenta o fraudolenta di marinai a bordo delle navi. Lo shanghaiing era praticato soprattutto nel nord-ovest degli Stati Uniti. Gli uomini che gestivano questo “commercio di uomini” venivano detti “crimps” e non avevano scrupoli a drogare la birra del malcapitato con il laudano. Così scrive Al Lloyd in Leviathan (1967) “Chi era Rapper Brown, il nostro cattivo? Soprattutto negli ultimi giorni dell’età delle vela molti tenutari di pensioni per marinai incoraggiavano i marinai a contrarre debiti con loro, poi li arruolavano a bordo di una nave per prendere in cambio l’anticipo della paga rilasciata dalla compagnia al marinaio per comprarsi le attrezzature necessarie al lavoro. Paddy West  di Great Howard Street, Liverpool, era famoso in quest’attività come John da Costa nello stesso porto. Ma non troviamo Rapper Brown in questa galleria di brutti ceffi. Forse qui c’è un po’ di confusione con il terribile Shangai Brown di San Francisco per i cui uffici molti marinai britannici si svegliavano da un sonno dopo essersi ubriacati o essere stati drogati e si trovavano a bordo di un vascello a caccia di balene nel Mare di Bering, un viaggio a cui pochi uomini in pieno possesso delle loro facoltà avrebbero sottoscritto, a meno che non fossero spinti dalla disperazione.”


Shanghaied5) anche whaler bark (barque) o whaler pack
6) le rotte artiche erano le più temute dai marinai spesso le navi restavano intrappolate nei ghiacci.
7) oppure Jamaica rum ‘twas free (in italiano: il rum giamaicano era gratis) credo che ci sia una sfumatura umoristica nella frase e che voglia dire che il Rum giamaicano non si trovava
8) oppure I’d no oilskins (in italiano: non avevo giubba impeciata)

FONTI
http://www.sfmuseum.org/hist11/sailors.html http://mainlynorfolk.info/lloyd/songs/offtoseaoncemore.html http://mudcat.org/thread.cfm?threadid=72360 http://aliverpoolfolksongaweek.blogspot.it/2012/05/49-go-to-sea-once-more.html
http://www.wtv-zone.com/phyrst/audio/nfld/11/tosea.htm http://mysongbook.de/msb/songs/g/gotosean.html http://www.loc.gov/item/sm1849.461970/

SHADY GROVE: I’m bound to go away

Una canzone diffusa sui monti Appalachi, terra colonizzata da irlandesi e scozzesi. Dall’Irlanda- Scozia con il nome di Matty Groves la melodia è sbarcata nel Nuovo Mondo ed è diventata Shady Grove: del testo sono pervenute moltissime versioni a testimoniare la popolarità della canzone che narrano anche storie molto diverse tra loro. Letteralmente il titolo si traduce con “Boschetto Ombroso” ma nel contesto si tratta del nome di una donna.

Le varie versioni testuali sono anche diverse interpretazioni della storia: ad esempio in quella riportata da Tim O’ Brien con il gruppo The Chieftains il protagonista è innamorato, perdutamente, ma ha sorpreso la sua bella in un boschetto con un altro e così la lascia.
Il tradimento non è esplicito ma spiega il motivo per cui il protagonista si sente ferito e piange.
Il refrain Shady Grove è quindi come un’ossessione, un flash d’immagine che gli ritorna in mente ogni volta che pensa a lei, ma anche un modo per maledire il posto.

shady_grove_by_anthonypismarov-d5pkz58

©2012-2013 AnthonyPismarov

The Chieftains & Tim O’Brien in “Further Down the Old Plank Road” 2003 (un cd da collezione!) (strofe I, III, IV, VI, VII)

Peter Rowan, Tony Rice, & Tim O’Brien per una strepitosa versione strumentale

ASCOLTA Doc Watson (strofe I, II, V, IV, III) il quale non cantava sempre una versione standard ma aggiungeva o alternava le strofe a piacimento.


Chorus
Shady Grove, my little love
Shady Grove I say
Shady Grove, my little love
I’m bound to go away
I
Cheeks as red as a blooming rose
Eyes the darkest brown
She’s the darling of my heart
Sweetest little thing in town
II
I wish I had a big  fine horse
And corn to feed him on
And Shady Grove to stay at home
And feed him while I’m gone
III
Well I went to see my little Shady Grove
She was standing in the door
Her shoes and socks were in her hand
Her little bare feet on the floor
IV
Now when I was a little bitty boy
I wanted me a Barlow knife
Now I want a little Shady Grove
I want her to be my wife
V
Kiss from pretty little Shady Grove
Is sweet as brandy wine
And there ain’t no girl in this old world
That’s prettier than mine
VI
There’s peaches in the summertime
There’s apples in the fall
If I can’t have the one I love
I won’t have none at all
VII
Well have you  seen the mournful dove
Flyin from pine to pine
She’s mournin for her own true love
Like I mourn for mine.
Traduzione italiano
Ritornello
Shady Grove, mio piccolo amore
Shady Grove (male)dico
Shady Grove, mio piccolo amore
sono pronto a partire
I
Guance rosse come una rosa in boccio
occhi del castano più scuro
lei è l’amore del mio cuore
la più dolce piccola in città
II
Vorrei avere un gran bel cavallo
e biada con cui nutrirlo
e Shady Grove che resta a casa
e gli dà da mangiare quando sono via
III
Andai a incontrare la mia piccola Shady Grove
lei stava in piedi sulla porta
con scarpe e calze in mano
i piccoli piedi nudi sul pavimento.
IV
Allora quando ero un ragazzetto
volevo per me un coltello Barlow
adesso voglio la piccola Shady Grove
voglio che lei sia mia moglie.
V
Un bacio dalla mia piccola Shady Grove, è dolce come il brandy
e non c’è ragazza in questo vecchio mondo che sia più bella della mia
VI
Ci sono le pesche d’estate
e le mele in autunno
se non posso avere colei che amo
non voglio allora niente d’altro.
VII
Beh, hai visto la colomba triste
volare di pino in pino
e lamentarsi per il suo vero amore
come io piango per il mio.

Per ascoltare dell’ottimo BLUEGRASS a go-go!!
ASCOLTA Jerry Garcia & David Grisman

ASCOLTA Jerry Garcia, David Grisman & Tony Rice

VERSIONE TESTO Jerry GARCIA
I
Peaches in the summertime
Apples in the fall
If I can’t get the girl I love
I don’t want none at all
Chorus
Shady Grove, my little love
Shady Grove, I know
Shady Grove, my little love
I’m bound for Shady Grove (1)
II
Wish I had a banjo string
Made of golden twine
Every tune I’d play on it
I wish that girl were mine
III
Wish I had a needle and thread
Fine as I could sew
I’d sew that pretty girl to my side
And down the road I’d go
IV
Some come here to fiddle and dance
Some come here to tarry
Some come here to fiddle and dance
I come here to marry
V
Every night when I go home
My wife, I try to please her
The more I try, the worse she gets
Damned if I don’t leave her
VI
Fly around, my pretty little miss
Fly around, my Daisy
Fly around, my pretty little miss
Nearly drive me crazy
Traduzione italiano
I
Le pesche d’estate
e le mele in autunno
se non posso avere colei che amo
non voglio allora niente d’altro.
CORO
Shady Grove, mio piccolo amore
Shady Grove lo so
Shady Grove, mio piccolo amore
sono pronto (1) per Shady Grove
II
Se avessi le corde del banjo
fatte d’oro
ogni melodia che ci suonerei
vorrei che fosse per la mia ragazza.
III
Se avessi ago e filo
da poter cucire così bene
mi cucirei quella bella ragazza al fianco
e ci andrei per strada.
IV
C’è chi viene qui per suonare e danzare
chi per passare il tempo
c’è chi viene qui per suonare e danzare
io ci vengo per sposarmi.
V
Ogni notte quando ritorno a casa
da mia moglie, cerco di darle piacere,
ma più ci provo, peggio lei diventa
che sia dannato se non la lascerò.
VI
Vai a farti un giro, mia graziosa piccola signorina,
Vai a farti un giro, mia margherita
Vai a farti un giro, graziosa signorina,
mi stai facendo diventare  pazzo

NOTE
1) to bound for in questo contesto ha lo stesso significato del verso biblico “bound for the land of Canaan.” This phrase stems from the 12th-century meaning of bound as “ready” or“prepared.”