THE FLOWER OF MAGHERALLY

Eva Hollier Gli amanti
Eva Hollier Gli amanti

Una canzone diffusa nel Nord Irlanda e anche molto popolare in Scozia, la cui origine non è ben determinata, ma probabilmente risalente al 1800.

La storia è il classico colpo-di-fulmine: è primavera (stagione in cui gli spiriti giovanili ribollono) il ragazzo vede la bella Sally, occhi azzurri e capelli biondi e si innamora.
La vuole sposare presto e che la gente sparli pure! Però il tono della canzone non è scanzonato, bensì tenero e sognante.

Il luogo dove i due si incontrano a Magherally, vicino alla città di Banbridge i cui dintorni dovevano pullulare di belle ragazze, visto che oltre a Sally, la Queen of the County Down, ci viveva anche Rosie, la Star of the County Down

ASCOLTA Altan in The Red Crow 1990

ASCOLTA Cara Dillon 1992 una voce dolce  e lieve come una piuma

ASCOLTA Eitre (voce Dag Westling) in “The Coming of Spring”, 2005. Il gruppo svedese si è formato nel 2003 e qui da prova di un intrigante arrangiamento con  flauto e chitarra. Anche la cadenza della voce è molto “poetica” senza essere stucchevole (vedi sito)

ASCOLTA Irish Roses


I
One pleasant summer’s morning
when all the flowers were springing O
Nature was adorning
and the wee birds sweetly singing O
I met my love near Banbridge Town, my charming blue-eyed Sally O
She’s the queen of the County Down, the flower of Magherally O
II
With admiration I did gaze
upon this blue-eyed maiden O
Adam wasn’t half so much pleased when he met Eve in Eden O
Her skin was like the lily white
that grows in yonder valley O
She’s my queen and my heart’s delight, the flower of Magherally O
III
Her yellow hair in ringlets clung,
her shoes were Spanish leather O
Her bonnet with blue ribbons strung, her scarlet cap and feather O
Like Venus bright she did appear,
my charming blue-eyed Sally O
She’s the girl that I love dear,
the flower of Magherally O
IV
I hope the day will surely come
when we’ll join hands together
 O
‘Tis then I’ll bring my darling home
in spite of wind or weather O
And let them all say what they will
and let them reel and rally O
For I shall wed the girl I love,
the flower of Magherally O
TRADUZIONE DI CATTIA SALTO
I
In una bella mattina d’estate
quando tutti i fiori erano spuntati
la Natura si era fatta bella
e gli uccellini cantavano dolcemente
incontrai il mio amore vicino alla città di Banbridge, la mia affascinate Sally dagli occhi azzurri, la regina della Contea di Down, il fiore di Margherally.
II
Con ammirazione contemplai
questa fanciulla dagli occhi azzurri
Adamo non fu altrettanto contento quando incontrò la sua Eva in Paradiso
la sua pelle era bianca come il giglio che cresce nella valle laggiù
lei, la regina e delizia del mio cuore, il fiore di Magherally.
III
I capelli dorati arricciati in boccoli,
le scarpe erano di cuoio spagnolo
la cuffietta decorata con nastri azzurri e il cappello scarlatto con la piuma
come Venere luminosa lei apparve,
la mia affascinante Sally dagli occhi azzurri, la cara ragazza che amo, il fiore di Magherally.
IV
Spero che verrà sicuramente il giorno in cui ci sposeremo
allora porterò il mio tesoro a casa
con il bello o il cattivo tempo (2)
che la gente dica quello che le pare (3),
che spettegolino pure
perchè io mi sposerò con la ragazza che amo, il fiore di Magherally.

NOTE
1) letteralmente “uniremo le mani insieme” il matrimonio con l’hanfasting prevede che le mani unite dei due sposi vengano legate con un nastro continua
2) letteralmente “nonostante il vento o il tempo”
3) forse la fanciulla non è così immacolata come dovrebbe essere una fanciulla rispettabile, e la descrizione di come si veste la bella Sally è forse allusiva (quantomeno a una certa civetteria)

FONTI
http://mudcat.org/thread.cfm?threadid=51331
https://anglofolksongs.wordpress.com/2015/03/10/the-flower-of-magherally/
http://www.itma.ie/digitallibrary/sound/flower-of-magherally-flynn

DONAL AGUS MORAG: AN IRISH WEDDING!

Canto di nozze proveniente da Rathlin Island,  l’unica isola abitata dell’ Irlanda del Nord . I primi due versi sono stati pubblicati nel 1936 a testimonianza del gaelico parlato nell’isola, è stato riproposto da Mairéad Ni Mhaonaigh (voce leader degli Altan) con l’integrazione degli ultimi due versi composti dal padre (anch’egli eccellente violinista). L’irlandese che era parlato sull’isola era una particolare combinazione tra il gaelico di Antrim e quello scozzese.

rathlin-island
Isola di Rathlin – Irlanda

Al matrimonio, di Donald e Morag, probabilmente tra famiglie di alto ceto, c’erano nobili e anche parenti scozzesi (l’isola si trova relativamente vicina alle terre della Bassa Scozia) tra i quali McAuley il guerriero, c’erano persone istruite e personaggi pubblici: il matrimonio fu un evento così famoso, che se ne parlò per tutta l’isola e nei tempi a venire!

Il canto magnifica l’abbondanza di cibo e di bevande ed è una melodia giocosa e ritmata seguita nell’arrangiamento degli Altan da una vivace danza.

ASCOLTA Altan in Harvest Storm 1992

GAELICO IRLANDESE
I
Bhí móran daoine uasal  ann.
Bhí tuatanaigh na h-Alban ann.
Bhí ‘n máistir scoile is an ministir ann.
Bhí an laoch Mac Amhlaigh ann.
CHORUS
Dónal, ‘sé Dónal, ‘sé Dónal a rinne an bhainis.
Dónal agus Mórag a rinne an bhainis ainmeall.
II
Bhí cearcan ann, ‘s bhí géanna ann.
Bhí corr is doisín sgairbh ann.
Seo bha iad is bhí car a’ bí ann.
‘Sé cearc na n-éan a b’fhearr dhuibh ann.
III
Bhí bradáin ‘s bric ón Éirne ann.
Is flúirse feoil na bhfia n-éan ann.
Feol mart ‘s lao, ba bhlasta bhí
Bhí uanfheol friochta is oisfheoil ann.
IV
Bhí ‘n dí go fial ‘s go fairsing ann.
Bhí brannda is fíon na Spáinne ann.
Bhí póitín(1) stil is mead(2) le mil.
Bhí beoir is leann na h-Éireann ann.


traduzione inglese
I
There were many noble people,
There were ordinary folk from Scotland,
The school master and the minister,
The warrior McAuley was there.
Chorus
Donal, Donal, ‘twas Donal who made the wedding, ‘twas Donal and Morag made the wedding famous.
II
There were hens and geese there,
There were more than a dozen sea birds,/There all of it was, and the favorite food there,
Was the hens of the birds that they preferred.
III
There were salmon and trout from the Erne,
And an abundance of game and wild birds.
The prime beef and veal were the tastiest.
There was roast lamb and venison there.
IV
The drinks were generous and plentiful,
There was Spanish brandy and wine.
There was homemade poteen(1) and honey mead(2).
There was beer and ale from Ireland there

traduzione italiano
I
C’erano molti nobili,
c’era molta gente comune dalla Scozia,
il maestro di scuola e il ministro,
c’era McAuley il guerriero.
CORO
Donal, Donal, c’era Donal che si è sposato. Donal e Morag con il loro famoso matrimonio.
II
C’erano galline e oche,
più di una dozzina di cormorani,
c’era abbondanza di tutto,
e il cibo preferito erano i teneri polli.
III
C’erano salmoni e trote d’Irlanda,
e abbondanza di selvaggina e uccelli selvatici,
il manzo e il vitello dei più saporiti
e c’erano agnello arrosto e selvaggina.
IV
Bevute generose e abbondanti,
c’erano brandy spagnolo e vino. C’erano acquavite(1) e idromele(2). C’erano birre irlandesi a bassa fermentazione e ad alta fermentazione

NOTE
1) Póitín: il Poteen è un distillato casalingo prodotto in Irlanda e illegale dal 1661. Gli irlandesi hanno da sempre distillato uisce beatha (che significa in gaelico “acqua di vita” ). I distillatori abusivi continuarono a produrre la loro miscela in boschi segreti o in paludi sperdute all’interno di una piccola tinozza portatile chiamata poitín (vasetto). Secondo la tradizione, c’erano vari tipi distillati, fatti con more, lievito, zucchero od orzo, malto e patate. La sua secolare tradizione di segretezza e proibizione è divenuta parte del folklore rurale irlandese. continua
2) l’idromele, bevanda prodotta dalla fermentazione del miele, era tipicamente consumata dagli sposi durante il matrimonio perché si credeva avrebbe portato fertilità alla coppia. Era anche una bevanda che proteggeva dalle fate. continua

Unknown Flemish Artist Still Life with Pies 17th century

Sempre degli Altan una serie di jig The Wedding Jig/Hiudai Gallagher’s March/James Byrne’s/Mickey Doherty’s/Welcome Home Grainn arie da ballo tipicamente suonate nei matrimoni del Donegal

ASCOLTA Altan in The Red Crow (2006)

IN VIAGGIO

L’isola è il paradiso degli appassionati di sub e birdwatching. Sull’isola vi abitano oramai pochissime famiglie dedite principalmente alla pesca e all’agricoltura. (vedi)

CON ANDREA RICORDI: Rathlin Island, viaggio nel tempo
E’ piccola ( poco piu’ di 20km quadrati ), a forma di L e si trova quasi a metà strada tra la costa settentrionale irlandese e la Scozia ; gli abitanti sono circa un centinaio ed un servizio di traghetti li collega a Ballycastle, contea di Antrim, sulla terraferma . Isola, piccola, remota, tanta natura, poca gente … (con bellissime fotografie continua)

FONTI
http://www.celticlyricscorner.net/altan/donal.htm http://www.irishpage.com/songs/donal.htm
http://www.irlandando.it/cosa-vedere/nord/contea-di-antrim/rathlin-island/
http://www.andrearicordi.it/blog/2014/10/rathlin-island