The Wild Wild Berry

A variation on the theme of the “The will of the poisoned man“, from the ancient Italian origins, known in the British Isles with the title of “Lord Randal“.
It is the story of a dying son, because he has been poisoned, who returns to his mother to go to bed and make his will. The background (known to the public at the time) is that of the meeting with the jealous lover or a fairy: she poisons him because he is about to marry a new bride. (see developments in Lord Olaf).
[Una variazione sul tema della Ballata dell’Avvelenato, dalle antiche origini italiane, conosciuta nelle Isole Britanniche con il titolo di Lord Randal
E’ la  storia di un figlio morente, perchè è stato avvelenato, che ritorna dalla madre per coricarsi a letto e fare testamento. Il retroscena (conosciuto dal pubblico del tempo e perciò taciuto) è quello dell’incontro con l’amante gelosa o una fata che lo avvelena perchè respinta dal giovane in procinto di sposarsi con un’altra. (vedasi gli sviluppi in Lord Olaf).]

The Wild Wild Berry

The English variant titled “The Wild Wild Berry” was reported by Ray Driscoll who collected it in Shropshire from an itinerant farmhand who sang it in the Cd “A century of Song” of the English Folk Dance and Song Society. This is how Gwilym Davies comments in the notes “The gem of Ray’s repertoire and unique to him.” The story is clearly the same as the Lord Randal but reworked. song is an old revival or is the product of the 19th Century re-working.Whatever the truth, the song has struck a chord with many revival folk singers on both sides of the Atlantic who are now performing it. ” (from here)
[La variante inglese intitolata “The Wild Wild Berry” è stata riportata da Ray Driscoll che l’aveva raccolta nel Shropshire da un bracciante agricolo itinerante che la canta nel Cd “A century of Song”  della English Folk Dance and Song Society. Così commenta Gwilym Davies nelle note “La perla del repertorio di Ray e l’unica sua versione. Ray ha imparato questa canzone, dal bracciante ambulante Harry Civil nello Shropshire, la storia è chiaramente la stessa di Lord Randal ma è stata rielaborata. La canzone è un vecchio revival o è il prodotto di una rielaborazione ottocentesca. Qualunque sia la verità, la canzone ha toccato il cuore di molti cantanti di folk revival di entrambe le sponde dell’Atlantico che ora lo stanno eseguendo” (tratto da qui)]

The murder weapon in this version are the poisonous berries of Dulcamara, named for its sweet taste with a bitter aftertaste.
[L’arma del delitto in questa versione sono le bacche velenose della Dulcamara denominata così per il suo sapore dolce con retrogusto amaro.]

DULCAMARA, magic plant

The term Solanum indicates more than a thousand plants, in particular the Dulcamara and the Erba Morella (which has white flowers and black berries) are common plants in Italy.
Some of these plants are consumed as vegetables (peppers, aubergines, tomatoes and potatoes) because the solanine is contained in very modest quantities, while others are poisonous plants (Belladonna, madragora, stramonium).
The Dulcamara is a plant that is used for medicinal purposes and sparingly even in the kitchen (as flavoring for vegetable and meat dishes). It grows in the woods, it blooms from May to July while the berries are born in autumn.
[Con il termine Solanum si indicano più di mille piante, in particolare la Dulcamara e l’Erba Morella (che ha però fiori bianchi e bacche nere) sono piante comuni in Italia.
Alcune di queste piante si consumano come ortaggi (peperoni, melanzane, pomodori e patate) perchè la solanina è contenuta in modestissime quantità, altre invece sono piante velenose (Belladonna, madragora, stramonio) .
La Dulcamara è una pianta che viene usata a scopi medicinali e con parsimonia anche in cucina (per insaporire piatti di verdura e carne).  Cresce nei boschi, fiorisce da maggio a luglio mentre le bacche nascono in autunno.]

Hladowski & Joyne

Sam Lee (partially I and III stanzas )


I
Young man came from hunting
faint and weary
What does ail my love, my dearie?
“O mother dear,
let my bed be made,
For I feel the gripe
of the woody nightshade (1)”
“Lie low, sweet Randall”
II
Come all you young men
that do eat full well
And them that sups right merry
‘Tis far better, I entreat,
to eat toads for your meat
Than to eat of the wild, wild berry
III
This young man, well, he died fair soon
By the light of the hunters’ moon(2)
‘Twas not by bolt, nor yet by blade
But the leaves and the berries (3)
of the woody nightshade
“Lie low, sweet Randall”
IV
This lord’s false love (4), well,
they hanged her high
For ‘twas by her deeds
that her lord should die (5)
Within her locks they entwined a braid
Of the leaves and the berries
of the woody nightshade
“Lie low, sweet Randall”
Traduzione italiano di Cattia Salto
I
Il giovane venne dalla caccia,
sfinito e stanco
“Cosa affligge il mio caro amore?”
“Oh cara madre,
fammi preparare il letto
perchè sento la morsa
della Dulcamara (1)”
“Sdraiati caro Randall”
II
Venite tutti voi giovani
che mangiate piuttosto bene
e coloro che cenano di gusto
è meglio assai, vi scongiuro,
mangiare rospi come pietanza,
piuttosto che mangiare la bacca velenosa
III
Beh, questo giovane è morto in fretta,
sotto la luce della luna dei cacciatori (2).
Non è stato il dardo, e nemmeno la lama,
ma le foglie e le bacche
della Dulcamara.
“Sdraiati caro Randall”
IV
La falsa innamorata di questo Sire, beh,
l’hanno impiccata
perché fu per mano sua
che il suo Sire dovette morire.
Con ciocche intrecciarono una treccia
di foglie e bacche
della Dulcamara
“Sdraiati caro Randall”

NOTE
1) Woody Nightshade è la Dulcamara (nome scientifico Solanum dulcamara)
2) It is the full moon of October, the month dedicated to hunting deer and foxes Hunter’s Moon is particularly bright and durable, giving the chance to spot their prey by night.
[la luna piena d’ottobre subito dopo la luna del raccolto, chiamata così per il mese della caccia ai cervi ingrassati dal periodo estivo e alle volpi che non possono più nascondersi nei campi ora nudi. Come la precedente, anche la Hunter’s Moon è particolarmente luminosa e durevole, dando così ai cacciatori la possibilità di individuare le prede di notte.]
3) Stephanie Hladowski says “deathly gripe”
4) Stephanie Hladowski says “His lord’s ships winch”
5) Stephanie Hladowski says “For she was the (a) cause of her love (lord) to die”.
letteralmente by her deeds = ad opera sua

The devil and the huntsman

Sam Lee has further reworked the “The Wild Wild Berry” (with Daniel Pemberton) turning it into the song “The devil and the huntsman” for the film King Arthur: Legend of the Sword (2017)
[Sam Lee ha ulteriormente rielaborato la ballata dell’Avvelenato nella versione intitolata “The Wild Wild Berry” (insieme a Daniel Pemberton) trasformandola nella canzone “The devil and the huntsman” per il film King Arthur: Legend of the Sword (2017)]
Sam Lee

Daniel Pemberton lyrics
Young man came from hunting
faint, tired and weary
«What does ail my Lord, my dearie?»
«Oh brother dear, let my bed be made
I feel the gripe of the woody nightshade»


Many a man would die as soon (1)
Out of the light of a mage’s moon (2)

‘Twas not by bolt (3), but yet by blade
Can break the magic that the devil made
‘Twas not by fire, but was forged in flame
can drown the sorrows of a huntsman’s pain  (4) 


This young man he died fair soon
By the light of the hunters’ moon
‘Twas not by bolt, nor yet by blade
[But] of the berries of the woody nightshade

«Oh father dear lie here be safe (4)
From the path that the devil made»
Traduzione italiano di Cattia Salto
Il giovane cavaliere venne dalla caccia
debole, sfinito e stanco
“Cosa affligge il mio amato Sire?”
“Oh amato fratello fammi preparare il letto
perchè sento la morsa della Dulcamara”


Molti uomini moriranno presto,
lontano dalla luna luminosa di un mago

Non è stato il dardo e neppure la lama
a spezzare la magia che il diavolo ha fatto
non è stato il fuoco, ma fu forgiato nella fiamma, ciò che può affogare le sofferenze di un cacciatore afflitto


Questo giovane è morto in fretta,
sotto la luce della luna dei cacciatori.
Non è stato il dardo, e nemmeno la lama,
ma le bacche della Dulcamara.
“Oh amato padre resta qui in salvo
dal sentiero che il diavolo ha fatto”.

NOTE
there are some discrepancies between the text found on the net and the sung version
[ci sono alcune discrepanze tra il testo trovato scritto in rete e la versione cantata]
1) ) although Sam chants “Many a man would die as soon” the verse is written “Men need a man would die as soon”
[sebbene Sam canti “Many a man would die as soon” il verso si trova scritto “Men need a man would die as soon”]
2) the moon of the magician is clearly a particularly bright and silver full moon [la luna del mago è chiaramente una luna piena particolarmente luminosa e argentea]
3) Sam dice “bone” ma è più propriamente una freccia (nella versione originale bolt)
4) The first verse says that it was not burned by the flames, but tempered in water like steel, only the first passage in the fire and then in the water can “drown the suffering of a hunter in pain”
[anche qui la frase è un po’ involuta. 
Il primo verso dice che non è stato bruciato dalle fiamme, ma temprato nell’acqua come l’acciaio, solo il passaggio prima nel fuoco e poi nell’acqua può “affogare le sofferenze di un cacciatore in pena”]

LINK
http://www.loscrivodame.com/dulcamara/
https://www.ideegreen.it/dulcamara-proprieta-85863.html
https://mainlynorfolk.info/martin.carthy/songs/lordrandall.html
http://www.joe-offer.com/folkinfo/songs/105.html

Lord Thomas & Fair Eleanor (Child # 73)

Some scholars believe that the story (a kind of gothic fable) narrates the same love triangle of “William and Margaret” (Child #74) with the protagonist who instead of committing suicide prefers to go to church to kill her rival. As a Shakespeare’s tragedy, the murdered victims immediately become three.
[Alcuni studiosi ritengono che la vicenda (una sorta di favola gotica) narri dello stesso triangolo amoroso di “William and Margaret” (Child #74) con la protagonista che invece di suicidarsi preferisce andare in chiesa a uccidere la rivale. Come da copione shakespeariano nella tragedia i morti ammazzati diventano subito tre.]

Beware the brown-haired woman

ENGLISH VERSION

“Fair Eleanor (Ellinor, Elinor)” is also known as “The Brown Girl” or named Annet in a version by Percy.
The Ritchie family lyrics (here) is the one that most recalls the version sung in England with the title “Lord Thomas and the Fair Ellender” which has many features in common with the American versions.
Thomas in this context does not behave like a gentleman, rather he is a brutal character who is married only for money and has no respect for his wife. The blond Ellender instead of staying at home crying, refusing her role as lover and dying of heartbreak, goes in great fanfare at the wedding and is stabbed by the bride!
[“Fair Eleanor (Ellinor, Elinor)” è anche conosciuta come “The Brown Girl” o è chiamata Annet in una versione del Percy. La versione della famiglia Ritchie (qui) è quella che più richiama la narrazione diffusa in Inghilterra con il titolo ” Lord Thomas and the Fair Ellender” con molti tratti in comune con le versioni americane.
Thomas in questo contesto non si comporta da gentiluomo, è piuttosto un personaggio brutale che si è sposato solo per la dote e non ha nessun rispetto verso la moglie. La bionda Ellender invece di restare a casa a piangere, ricusare il suo ruolo di amante e morire di crepacuore, si reca in pompa magna al matrimonio e viene pugnalata dalla sposa!]

Jean Ritchie in Folk Songs of the Southern Appalachians as Sung by Jean Ritchie, 1997

Hermes Nye in Early English Ballads from the Percy and Child Collections (Ballads Reliques) 1957

A. L. Lloyd in Bramble Briars and Beams of the Sun (lyrics)

 

Martin Carthy & Dave Swarbrick

Naomi Bedford, 2011

 

Jean Ritchie Lyrics
I
“Mother, oh mother, come riddle me down
Come riddle two hearts as one
must I marry fair Ellender
or bring the brown girl home?”
II
“The brown girl she has gold (house) and lands,
fair Ellender she has none;
the only advice I can give you my son,
is (go) bring me the brown girl home”.
III
He rode till he come to fair Ellender’s gate,
he tingled the bell to his came
No one was ready as fair Ellender
herself she arose to let him (4) come in.
IV
‘What news, what news, Lord Thomas?’ she cried,
‘What news have you to me?’
‘I’ve come to ask you to my wedding
now what do you think of me?’
V
“Mother, oh mother, come riddle me down
Come riddle two hearts as one
must I go to Lord Thomas’s wedding,
Or stay at home and mourn?”.
VI
”Oh, the brown girl she’s got buissness there
You know you have got none
the only (best) advice I can give you my girl (daughter) Is stay at home and mourn.”
VII
She dressed herself in a snow-white dress,
her maids she dressed in green
and every town she rode through
they took her to be some queen.
VIII
She rode till she came to Lord Thomas’s gate
she pulled all in her reins
no one so  ready as Lord Thomas himself
to arise and bid her come in.
IX
He took her by the lilywhite hand
And led her through the hall,
Saying fifty fair ladies are here today
But here is the flower of all”.
X
‘Thomas Lord Thomas is this your bride,
she looks so wonderful brown,
you could have married a lady as fair
as ever England shone on”
XI
Lord Thomas cried,
‘Despise her not to me,
Despise her not to me.
‘cause do I love your little finger
Than all her whole body.’
XII
The brown girl  had a little pen-knife
it being both keen and sharp.
betwixt the long ribs and the short
she pierced fair Ellender to the heart.
XIII (no Naomi)
“O what’s the matter Fair Ellender she cried
you look so pale and wan
you used to have as rosy a color
as ever the sun shone on”
XIV
“Thomas, Lord Thomas Ellender cried,
are you blind that you cannot see?
Do you see my own heart’s blood
Come  down to my knee?’
XV
Lord Thomas he drew his sword from
his side
As he run (came) through the hall;
He cut off the head of his bonny brown bride
And kicked it against the wall
XVI
Then placing the handle (hilt) against the wall,
The point (blade) against his breast (heart),
Saying, “did you ever see three true lovers meet
that had so soon to part?
XVII
Oh mother, oh mother o dig my grave,
go dig it both wide and deep
And bury fair Ellender in my arms
And the brown girl at my feet”
traduzione italiano di Cattia Salto
I(1)
“Madre oh madre risolveresti un dilemma,
per unire due cuori in uno :
devo sposare la bionda Ellender
o portare a casa la ragazza mora (2)?

II
“La ragazza mora ha denaro (case) e terre
e la bionda Ellender non ne ha;
l’unico consiglio che ti posso dare figlio mio
è di portarmi la ragazza mora a casa

III
Egli cavalcò fino al cancello della bionda Ellender e bussò alla porta (3);
la bionda Ellender in persona fu subito pronta
ad alzarsi e a farlo accomodare.
IV
Che novità mi hai portato, Lord Thomas? -gridò Che novità mi hai portato?
Sono venuto a invitarti al mio matrimonio;
così ora cosa pensi di me?” (5)
V
O madre, madre, risolveresti un dilemma
per unire due cuori in uno?

Dovrei andare al matrimonio di Lord Thomas o restare a casa a piangere ?
VI
E’ l’occasione della ragazza dai capelli neri,
non la tua,

il solo consiglio che ti posso dare  ragazza mia
è di restare a casa a piangere
VII (6)
Si vestì con della bella seta bianca come neve
e le sue damigelle erano vestite in verde
e per ogni città che attraversavano
la prendevano per una regina (7)
VIII
Cavalcò finchè arrivò al castello di Thomas
e tirò le redini
e fu Lord Thomas in persona
ad alzarsi e ad accoglierla.
IX
La prese per la mano bianco giglio
guidandola per la sala (del banchetto)
dicendo “Cinquanta belle dame sono qui oggi, ma ecco il fiore più bello” (8)
X
Thomas. Lord Thomas è questa la tua sposa?
Sembra così meravigliosamente mora,
non avresti potuto sposare la dama più bionda d’Inghilterra?(9)”
XI
Lord Thomas- gridò
Disprezzo su di lei non su di me,
Disprezzo su di lei non su di me,
perchè vale di più il tuo dito mignolo
che tutto il suo corpo“(10)
XII
La ragazza mora aveva uno stiletto (11)
aguzzo e tagliente.
tra le costole dello sterno
trafisse la bionda Ellender al cuore
XIII
Cosa succede bionda Ellender-grida lei-
sembri così pallida e debole
tu che di solito hai un colorito roseo
come il sole che brilla
XIV
Thomas, Lord Thomas -Ellender gridò-
sei cieco che non riesci a vedere?
Non vedi il sangue del mio stesso cuore
che mi gocciola fino ai piedi?
XV(12)
Lord Thomas sguainò la spada che aveva al fianco
e corse per il salone
e tagliò la testa della sua bella moglie mora
e la calciò contro il muro (13)
XVI
Poi mise il manico contro il muro
e la punta rivolta verso il proprio petto
dicendo “Avete mai visto tre amanti riuniti,
che si siano separati così velocemente?
XVII
O madre, madre scava la mia tomba
falla larga e profonda
e seppellisci la bionda Ellender tra le mie braccia e la ragazza mora ai miei piedi

NOTE
1) the initial stanza in which the two tragic lovers present themselves here is missing
[manca la strofa iniziale in cui si presentano i due tragici amanti]
2) the blonde and the black maiden have become in fairy tales two opposite types the blonde, sweet, submissive and good and the arrogant black, rude and bad. But they are both petty characters here, like Thomas; or better, characters driven by strong drives
[la bionda e la bruna sono diventate nelle favole due tipi contrapposti la bionda, dolce, remissiva e buona e la mora prepotente, sgarbata e cattiva. Senonchè qui sono entrambe dei personaggi meschini, come Thomas; o meglio personaggi guidati da forti pulsioni]
3) the action refers to an ingenious system to signal the arrival of a guest [letteralmente “tirò il campanello al suo arrivo” l’azione si riferisce a un sistema ingegnoso per segnalare l’arrivo di un ospite]
4) to arise and bid him (per alzarsi e darglielo)
5) here is Ellender’s answer in Child # 73 D
[manca la risposta di Ellender in Child # 73 D]
‘Oh, God forbid. Lord Thomas,’ she said,
‘That any such a thing should be done ;
For I thought to be the bride my own self,
And you was to be the bridegroom.’
[“Oh, Dio non voglia. Lord Thomas, “disse lei,
‘Che una cosa del genere debba accadere;
Perché pensavo di essere proprio io la sposa,
E tu dovevi essere lo sposo. ‘]
6) Naomi summarizes the two stanzas in one,
[Naomi riassume le due strofe in una,]
She dressed herself in a silk so fine
rode till she came to Thomas’s gate;
no one was  ready as Lord Thomas himself
to arise and let her come in.
(Si vestì con una seta raffinata
cavalcò finché arrivò alla porta di Thomas;
lo stesso Lord Thomas era pronto
ad alzarsi e a farla entrare)
7) Although Ellender is poor, her clothes and her bridesmaid procession are so sumptuous that it makes her look like a queen; it is true that in popular ballads there is often a tendency to add precious and rich details even in the most modest contexts, one would think of the intervention of a fairy’s magic wand; we can assume that Ellender was not so poor, probably belonged to a decayed branch of the nobility, rich in coats of arms, but with few resources
[nonostante Ellender sia povera, le sue vesti e il suo corteo di damigelle sono così sontuosi da farla sembrare una regina; vero è che nelle ballate popolari c’è spesso la tendenza a aggiungere dettagli preziosi e sfarzosi anche nei contesti più modesti, verrebbe da pensare all’intervento della bacchetta magica di una fata; possiamo presumere che Ellender non fosse poi così povera, probabilmente apparteneva ad un ramo decaduto della nobiltà, ricco di blasoni, ma con poche risorse]
8) or 
“he seated her down in the highest place/ amongst the ladies all” (tradotto:” la fece sedere al posto d’onore tra tutte le dame”)
9) or “as ever the sun shone on”.
The intentions of Ellender are obvious: she went to the wedding to make a scene and humiliate the bride (backed by the behavior of Thomas, who does not seem to care for his wife but has eyes only for the blonde) The aesthetic canon of beauty corresponds to that of a noble lineage and a noble appearance.
The black rival could belong to the enriched bourgeoisie and despite her wealth does not possess the moral qualities, the education and the appearance of the aristocracy
[Le intenzioni di Ellender sono così palesate: è andata alle nozze per fare una piazzata e umiliare la sposa (spalleggiata dal comportamento di Thomas, che non sembra curarsi della moglie ma ha occhi solo per la bionda)Il canone estetico della bellezza corrisponde a quello di un nobile lignaggio e di un nobile aspetto.
La rivale mora potrebbe appartenere alla borghesia arricchita e nonostante la sua ricchezza non possiede le qualità morali, l’educazione e l’aspetto dell’aristocrazia ]
10) letteralmente “perchè io amo di più il tuo mignolo che tutto il suo corpo”
scritto anche come “trinkling down to my knee?”
11) the favorite weapon of murderers (and women) because it is easy to hide under the mantle or in the sleeve of the dress. The description of how it is used is appropriate because it is made to penetrate strongly into the sternum to pierce the heart.
[l’arma prediletta dagli assassini (e dalle donne) perché facile da nascondere sotto il mantello o nella manica dell’abito. La descrizione di come viene usato è appropriata in quanto è fatto penetrare con forza nello sterno per trafiggere il cuore.]
12) Naomi version
Lord Thomas he was standing by
With knife ground keen and sharp,
Between the long ribs and the short
He pierced his own bride’s heart.
He put the handle to the ground,
the point to his heart.
No sooner did three lovers meet,
No sooner did they part.
(Lord Thomas era in attesa
Con il coltello lungo e affilato,
Tra le costole dello sterno
perforò il cuore della sua sposa.
Mise il manico a terra,
e la punta verso il suo cuore.
Appena i tre amanti si incontrarono,
subito si separarono)
13) the most splatter and truculent version that reaffirms the brutality of the Lord, the strength of his anger and his contempt.
[la versione più splatter e truculenta che ribadisce la brutalità del Lord, la forza della sua ira e del suo disprezzo.]

American version

LINK
https://www.hymnsandcarolsofchristmas.com/Poetry/lord_thomas_and_fair_ellinor.htm
http://www.idigbluegrass.com/lord-thomas-and-fair-ellender-the-brown-girl/
http://www.bluegrassmessengers.com/19-lord-thomas-and-fair-annet-.aspx
http://www.joe-offer.com/folkinfo/songs/159.html
https://mainlynorfolk.info/lloyd/songs/lordthomasandfaireleanor.html

Fair Ellender

Some scholars believe that the story (a kind of gothic fable) narrates the same love triangle of “William and Margaret” (Child #74) with the protagonist who instead of committing suicide prefers to go to church to kill her rival. As a Shakespeare’s tragedy, the murdered victims immediately become three.
[Alcuni studiosi ritengono che la vicenda (una sorta di favola gotica) narri dello stesso triangolo amoroso di “William and Margaret” (Child #74) con la protagonista che invece di suicidarsi preferisce andare in chiesa a uccidere la rivale. Come da copione shakespeariano nella tragedia i morti ammazzati diventano subito tre.]

AMERICAN VERSION

Also known as “The Brown Girl” the ballad of Lord Thomas and Fair Ellender comes from the Seeger family, a large American family of folk-singers and musicians, starting with the musicologist Charles Seeger (1886–1979))
[Nota anche con il titolo “The Brown Girl” la ballata di Lord Thomas and Fair Ellender proviene dalla famiglia Seeger, una grande famiglia americana di folk-singer e musicisti, a partire dal musicologo Charles Seeger (1886–1979)]

The story resumes the English version already analyzed here while the melody is resolved in a bluegrass key to waltz time.
In the twentieth century the folk singers tried to summarize the old ballads, reducing them in a dozen verses, combining them with catchy and danceable instrumental parts.
[La storia riprende la versione inglese già analizzata qui mentre la melodia è risolta in chiave bluegrass a tempo di valzer.
Nel Novecento i folk singer si sforzavano di riassumere le vecchie ballate riducendole in una decina di strofe, abbinandole a parti strumentali orecchiabili e ballabili.]

Peggy & Mike Seeger  in American Folk Songs Sung by the Seegers 1957

Jerry Garcia & David Grisman in Shady Grove 1996

The “brevity” of the story flattens the characters in the chronicle of an announced death, it is a murder ballad with a motive, jealousy.
[La “brevità” della storia appiattisce i personaggi nella cronaca di una morte annunciata, è una murder ballad con un movente, la gelosia.]


I
“Father, oh father, come riddle to me,
Come riddle it all in one,
And tell me whether to marry Fair Ellender
Or bring the Brown girl home.”
II
The Brown girl she has house and land,
Fair Ellender she has none,
And there I charge you with the blessing
To bring the Brown girl home.
III
He got on his horse and he rode and he rode,
He rode ‘til he came to her home,
And no one so ready as Fair Ellender herself
To rise and bid him in.
IV
What news have you brought unto me,
Lord Thomas?
What news have you brought unto me?
I’ve come to ask you to my wedding,
A sorrowful wedding to be.
V
Oh mother, oh mother,
would you go or stay?
Fair child, do as you please,
I’m afraid if you go you’ll never return
To see your mother any more.
VI
She turned around and dressed in white
Her sisters dressed in green,
And every town that they rode through
They taken her to be some queen.
VII
They rode and they rode
‘til they came to the hall,
She pulled at the bell and it rang
And no one so ready as Lord Thomas himself
To rise and welcome her in.
VIII
He taken her by her lily white hand
and leading her through the hall
Saying fifty gay ladies are here today
But here is the flower of all.
IX
The Brown girl she was standing by
With knife ground keen and sharp,
Between the long ribs and the short,
She pierced Fair Ellender’s heart.
X
Lord Thomas he was standing by
With knife ground keen and sharp,
Between the long ribs and the short
He pierced his own bride’s heart.
XI
By placing the handle against the wall,
The point against his breast,
Saying, “This is the ending of three true lovers,
God sends us all to rest.
XII
Oh father, oh father, go dig my grave,
Go dig it wide and deep,
And place fair Ellender in my arms
And the Brown girl at my feet.
traduzione italiano di Cattia Salto
I
Padre (1) oh padre risolveresti un dilemma,
una volta per tutte?

Dimmi se devo sposare la bionda Ellender
o portare a casa la ragazza mora
II
La ragazza mora possiede case e terre
e la bionda Ellender non ha niente
ed ecco ti affido la mia benedizione
per portare a casa la ragazza mora
III
Egli prese il suo cavallo e cavalcò, cavalcò
cavalcò finchè raggiunse la casa di lei
e fu la bionda Ellender in persona
ad alzarsi e a farlo entrare.
IV
Che novità mi hai portato,
Lord Thomas?
Che novità mi hai portato?
Sono venuto a invitarti al mio matrimonio;
che sarà un triste sposalizio
V
O madre, madre,
dovrei andare o restare?

Bella bambina, fai come credi,
temo che se andrai non ritornerai più
a rivedere tua madre

VI
Si guardò intorno e si vestì in bianco (2)
le sorelle si vestirono in verde
e in ogni città che attraversavano
la prendevano per una regina
VII
Cavalcarono e cavalcarono
finchè arrivarono al castello
lei si attaccò al campanello e lo tirò
e fu Lord Thomas in persona
ad alzarsi e ad accoglierla.
VIII
La prese per la mano bianco giglio
guidandola per la sala (del banchetto)
dicendo “Cinquanta belle dame sono qui oggi, ma ecco la bella tra le belle” (3)
IX
La ragazza mora che stava lì accanto,
con lo stiletto aguzzo e tagliente.
tra le costole dello sterno
trafisse il cuore della bionda Ellender
X
Lord Thomas che stava lì accanto,
con lo stiletto aguzzo e tagliente.
tra le costole dello sterno
trafisse il cuore della propria moglie.
XI
Poi mise il manico contro il muro
e la punta rivolta verso il proprio petto
dicendo “Questa è la fine di tre veri innamorati,
che Dio ci conceda il riposo
XII
O padre padre vai a scavare la mia tomba,
falla larga e profonda

e metti la bionda Ellender tra le mie braccia
e la ragazza mora ai miei piedi

NOTE
1) in the Scottish versions (still linked to a Celtic substrate) it is the mother to be questioned about the girl to marry, but in a patriarchal society it is the landlord to make such decisions
[nelle versioni scozzesi (ancora collegate a un substrato celtico) è la madre ad essere interrogata in merito alla fanciulla da sposare, ma in una società patriarcale è il padrone di casa a prendere tali decisioni]
2) white as a color for the wedding dress became fashionable only in the nineteenth century after Queen Victoria married her beloved Prince Albert with a sumptuous dress in satin and lace (see) [il bianco come colore per l’abito da sposa diventa di moda solo nell’Ottocento dopo che la regina Vittoria ha sposato il suo amato principe Alberto con un sontuoso abito in satin e pizzo (vedi)]
3) in this version is Thomas to offend the bride with black hair publicly preferring the blonde Ellender, she will be in his arms in the tomb [in questa versione è Thomas ad offendere la sposa dai capelli neri preferendole pubblicamente la bionda Ellender, sarà lei a volere tra le braccia nel sepolcro]

FONTI
https://singout.org/2012/01/02/fair-ellender/
http://mudcat.org/@displaysong.cfm?SongID=3725
http://www.folkways.si.edu/the-seeger-family/the-brown-girl-lord-thomas-and-fair-ellender/american-folk/music/track/smithsonian
http://www.bluegrassmessengers.com/recordings–info-73-lord-thomas-and-fair-annet.aspx
http://www.bluegrassmessengers.com/lord-thomas-and-fair-ellinor-a-preliminary-study.aspx
http://www.bluegrassmessengers.com/us–canada-versions-73-lord-thomas–fair-annet.aspx
http://ingeb.org/songs/lordthom.html
http://mudcat.org/thread.cfm?threadid=17932

THE SPINNING WHEEL SONG

“The Spinning Wheel” o anche “The Spinning Wheel song” (in taliano “La canzone del filatoio”) è una poesia scritta da John Francis Waller (1809-1894) e pubblicata sul “The Dublin University Magazine (mese di agosto anno 1853), nell’articolo “Midsummer Melodies” firmato con lo pseudonimo di Jonathan Freke Slingsby (vedi).

Nell’articolo Waller ci racconta di essersi ispirato a dei “rustici ricordi” di una tipica sera d’estate con la luna piena, in cui una bella ragazza cerca di sottrarsi alla sorveglianza dell’anziana e cieca nonna (che ahimè per lei ci sente ancora bene!) per incontrarsi con l’innamorato.
spinning_wheel_vintage_illustrations_poster-r2a63a76127f84e5ba4f5550fe36e204a_khu_8byvr_324La fanciulla è al filatoio accanto alla finestra, distratta dalla grande luna piena, che incombe sulla notte, e si accompagna con un canto mentre lavora.
E la canzone che Waller compone è ispirata proprio a quelle dolci melodie che le fanciulle cantano per passare il tempo nelle lunghe e monotone ore della filatura.

Ma ritorniamo alla nostra ragazza: oltre che la luna a distrarla dal suo lavoro c’è il fidanzato che la chiama dalla finestra, per uscire a passeggiar insieme, e la ragazza attende che la nonna, cullata dal suono della cantilena e dal rumore altrettanto cadenzato del filatoio si addormenti.
by-maes-old-woman-asleepIn effetti la melodia è da considerarsi una ninna-nanna anche se più “elaborata” rispetto alla semplicità più propria del genere, ma il poeta cerca ugualmente di rendere omaggio al genere, con l’uso di una struttura ripetitiva, delle assonanze e allitterazioni, come pure l’uso dei verbi al gerundio e delle espressioni e dei termini dialettali..
Le donne al lavoro in casa dovevano anche badare ai figli piccoli e non c’era niente di meglio di una ninna-nanna per farli calmare e addormentare!

Sempre nel suo articolo John Francis Waller spiega come la canzone deve essere suonata e interpretata: dice di immaginare di stare suonando con il filatoio a pedale o mulinello  ossia di tenere il tempo in modo cadenzato e rilassato, a imitare i movimenti ripetitivi e automatici della filatrice intenta al lavoro. (vedi pagina principale)
Dice di suonare in modo tranquillo ma non monotono e che l’ultimo ritornello deve essere rallentato e con un tono indispettito, come se chi racconta la storia, disapprovasse quello che succederà tra poco; inoltre di fare una pausa per sottolineare come l’ultimo impulso dato dal piede della ragazza prima di abbandonare il filatoio sia appena sufficiente ad un giro di ruota.

Nello schema metrico della testo Waller compone una strofa di otto versi seguita da un “ritornello” che viene modificato nella III strofa finale a sottolineare il diverso movimento della ruota del filatoio.
La canzone raccolse un discreto successo e venne pubblicata in altre collezioni ottocentesche di canzoni popolari irlandesi. Resa conosciuta nel bel mondo e al grande pubblico londinese da Delia Murphy (1902-1971) negli anni 30; oggi è però interpretata più come una ballata a tempo di valzer che una ninna-nanna di solito con l’accompagnamento dell’arpa celtica: la lunghezza delle strofe iniziali è stata accorciata della metà (ovvero la prima strofa del testo di Waller è suddivisa in 2 strofe e così via) e le strofe sono sempre intercalate dal ritornello; peraltro la storia è stata condensata nella sua essenzialità per assumere un andamento più consono alle ballate di tradizione popolare.

E’ difficile trovare una versione per l’ascolto che non sia troppo datata e “zuccherosa” ma alla fine ecco:

ASCOLTA Foster & Allen (strofe I, III, II, III, V, III, VIII)

ASCOLTA Cathy Harrop (strofe I, III, II, III, V, VIII) suonata con un arpeggio cadenzato quasi come un carillon, che verso la fine perde la carica e rallenta


I
Mellow(1) the moonlight
to shine is beginning
Close by the window
young Eileen is spinning
Bent o’er the fire
her blind grandmother sitting
Is crooning and moaning
and drowsily knitting.
II
“Eileen, a chara(2),
I hear someone tapping”
“‘Tis the ivy dear mother
against the glass flapping”
“Eily, I surely hear
somebody sighing”
“‘Tis the sound mother dear
of the autumn winds dying.”
III (Chorus)
Merrily, cheerily,
noiselessly whirring
Swings the wheel, spins the wheel while the foot’s stirring
Spritely and lightly and merrily ringing
Trills the sweet voice
of the young maiden singing.
IV
“What’s the noise that
I hear at the window I wonder”
“‘Tis the little birds chirping,
the holly-bush under”
“What makes you be shoving
and moving your stool on
And singing all wrong
the old song of The Coolun ?”
V
There’s a form at the casement,
the form of her true love
And he whispers with face bent,
“I’m waiting for you, love
Get up on the stool,
through the lattice step lightly
And we’ll rove in the grove
while the moon’s shining brightly.”
VI
The maid shakes her head,
on her lips lays her fingers
Steps up from the stool,
longs to go and yet lingers
A frightened glance turns
to her drowsy grandmother
Puts one foot on the stool,
spins the wheel with the other.
VII
Lazily, easily, swings
now the wheel round
Slowly and lowly is heard
now the reel’s sound
Noiseless and light
to the lattice above her
The maid steps then leaps
to the arms of her lover.
VIII (final Chorus)
Slower and slower and slower
the wheel rings
Lower and lower and lower
the reel rings
E’re(3) the reel and the wheel
stopped their ringing and moving
Through the grove the young lovers
by moonlight are roving.
traduzione italiano di Cattia Salto
I
Soave il chiaro di luna
inizia a brillare,
nascosta dalla finestra,
la giovane Avelina sta filando;
piegata verso il camino
la sua cieca nonna siede,
mormorando, gemendo
e pigramente facendo la calza.
II
“Avelina cara,
sento qualcuno che bussa”
“E’ l’edera, madre cara,
che sbatte contro la finestra”
“Ava, ho sentito di sicuro
qualcuno sospirare”
“E’ il mormorio, madre cara,
del vento autunnale”
III
Allegramente, allegramente,
senza ronzio
gira la ruota, gira la ruota
mentre si pigia il piede.
Con brio e soave e allegra risuona
e trilla la voce dolce
della giovane fanciulla che canta
IV
“Cos’è il rumore che
sento alla finestra, mi domando?”
“Sono gli uccellini che cinguettano
sotto il cespuglio di agrifoglio”.
“Cos’è che ti fa spingere
e muovere sul tuo sgabello
e cantare tutta sbagliata
la vecchia canzone “ The Coolun “?
V
C’è una figura alla finestra,
la figura del suo amore,
egli sussurra, col volto chino:
“Ti sto aspettando, amore!
Alzati dallo sgabello
e alza il piede dall’assicella piano
e passeggeremo nel boschetto
al chiarore della luna piena”
VI
La fanciulla scuote la testa,
sul labbro pone le dita,
s’alza furtiva dallo sgabello
per andare, ma ancora indugia.
Un’occhiata impaurita lancia
alla sua sonnolente nonna,
mette un piede sullo sgabello,
fa girare la ruota con l’altro.
VII
Pigramente, facilmente, gira
ora la ruota,
si sente piano e basso
ora il suono del rocchetto,
silenziosa e leggera
pigia l’assicella sotto il piede
e poi i passi della ragazza la portano
tra le braccia del suo amore.
VIII
Più lenta pian piano
la ruota gira
basso e sempre più basso
il suono del rocchetto
a quel punto il rocchetto e la ruota arrestano il loro ronzio e il movimento,
tra gli alberi, i giovani innamorati,
al chiaro di luna, stanno vagando.

NOTE
1) Mellow: è un aggettivo colloquiale e arcaico che qui ha significato di “caldo”, “dolce”
2) in gaelico “mia cara”
3) dialettale al posto di “There”

THE OLD SPINNING WHEEL

“Spinning Wheel” è tuttavia un titolo piuttosto comune nella scena musicale country e rock (per citarne uno il brano del gruppo Blood, Sweat & Tears)

“The Old Spinning Wheeel” è un brano popolare di origini americane scritto da J. “Billy” Hill negli anni 1930 il cui titolo per intero di scrive “There’s An Old Spinning Wheel In The Parlor.” (vedi per il testo

E le sue ramificazioni nell’Old Time Music
ASCOLTA

ASCOLTA Dave Hum

FONTI
http://mudcat.org/thread.cfm?threadid=504
http://thesession.org/tunes/484
http://www.traditionalmusic.co.uk/songster/29-the-spinning-wheel.htm
http://deegold.homestead.com/spinningwheel.html

ILLUSTRAZIONI
John Atkinson Grimshaw, Lovers in a Wood by Moonlight
http://vcrfl.wordpress.com/tag/1870s/