Stormy Weather Boys

Stormy Weather Boys è una sea shanty tipica dell’East Anglia ed è stata registrata da Bob Roberts in “Sea Songs & Shanties”. Una versione molto simile (per parte del testo e della melodia) a “The Worst Old Ship (Waiting For The Day)”.

Il termine barge indica genericamente una piccola nave a tre alberi, ma viene anche utilizzato per definire una barca a fondo piatto (chiatta, battello).
Tuttavia nella canzone si parla di una Thames sailing barge (tipico battello del Tamigi) una barca a vela diffusa sul Tamigi a uso commerciale, una barca a fondo piatto e con derive mobili su ogni bordo, perfette per spostarsi lungo l’estuario del Tamigi e i suoi fiumi.

Stormy Weather Boys

Roud 1851 ; Ballad Index DTstrmyw ; trad.]

Si narrano le disavventure di un battello a vela del Tamigi. Il capitano arriva a bordo mezzo ubriaco; l’equipaggio (di tre persone) si ubriaca, il battello si incaglia. Incontrano una sirena e un fantasma (che prende il timone); alla fine arrivano a Yarmouth e finiscono al “The Druid’s Arms”

The Oxford Book of Sea Songs(p283-4)


We were laying in Surrey Dock(1) one day.
The mate(2) knew that it was time to get under way.
cho: Stormy weather, boys, stormy weather, boys,
When the wind blows our barge will go.

He’s homeward bound but he’s out of luck
‘Cause the skipper’s half drunk in the Dog and Duck(3)
Then the skipper came aboard with the girl on his arm
He’s going to give up barging(4) and take a farm.
So the mate ran forrard and the cook fell in the dock, and
the skipper caught his knackers in the mainsheet block
The mate’s at the wheel and he gybed her twice
‘Cause the skipper’s got his knackers in a bowl of ice
At last we’re off down Limehouse Reach,
When our leeboards(5) knocked on Greenwich Beach
The barge went ashore and scared our whore.
She said: “Chuck this, I’m off ashore.”
We shoved her off and away we go,
But the skipper’s got a barrel of beer below.
She fills away and she sails like heck
But there ain’t no bargemen up on deck.
There’s a crash and a bump and she’s ashore
The mate says: “Christ, we’re on the Nore(6).”
The skipper says: “I think we’re on the Whittaker Spit(7)
Then up comes a mermaid covered in slime(8)
Then up comes another one covered in Muck
So we took her down below and had good time.
On the top of the tide the barge did fleet,
When the mate sees a ghost on the tops’l sheet
So away we go and the ghost did steer,
And the cook drank the dregs of the old man’s beer.
We laid close-hauled round Orford Ness(9),
When the wind backed round to the south sou’west
We reached our port all safe and sound
And tied her up in Yarmouth Town.
So after all our fears and alarms
We all ended up in the Druid’s Arms.

Traduzione italiana Cattia Salto
Eravamo ormeggiati nel Surrey Dock
il secondo sapeva che era tempo di mettersi in viaggio.
Tempo di tempesta, ragazzi, tempo di tempesta
quando soffia il vento il nostro battello deve andare.

E’ in rotta verso casa, ma è sfortunato
perchè il capitano si è mezzo ubriacato al Dog and Duck.
Poi il capitano è salito a bordo a braccetto con la ragazza
vuole vendere il battello e prendere una fattoria.
Così il secondo prese la rincorsa e il cuoco cadde sul molo
e il capitano si prese i testicoli nel bozzello della scotta.
Il secondo era al timone e strambò due volte
perchè il capitano si metteva i testicoli nel ghiaccio.
Alla fine fummo al largo di Limehouse Reach,
quando le derive toccarono la spiaggia di Greenwich.
Il battello atterrò e spaventò la nostra donnina.
disse lei “Sbarazzatene, me ne vado a terra”.
Lo spingemmo via e partimmo
ma il capitano prese un barile di birra da sotto.
(il battello) fa il pieno e naviga come il diavolo
senza barcaioli sul ponte.
Ci fu uno schianto e un urto e il battello s’incagliò
il secondo dice “Cristo siamo sul Nore”.
Il capitano dice “Credo siamo sul Whittaker Spit”
poi arrivò una sirena ricoperta di melma.
E poi ne venne un altra ricoperta di fango
allora la portammo sotto-coperta e ci siamo divertiti.
In groppa alla marea il battello navigava,
quando il secondo vede un fantasma sulla vela di gabbia.
Allora via che si va e il fantasma pilotava
e il cuoco beveva il fondo della birra del capitano.
Abbiamo posato di bolina intorno a Orford Ness,
quando il vento girò a sud sud-ovest.
Abbiamo raggiunto il nostro porto sani e salvi
l’ormeggiammo a Yarmouth Town.
Così dopo tutte le nostra paure e gli allarmi
siamo finiti al “Druid’s Arms.”

NOTE
(1) un tempo i moli sul Tamigi a sud-est di Londra
(2) in genere con mate si definisce il primo ufficiale, ma in questo contesto è l’appellativo del secondo, infatti le chiatte a vela che percorrevano il Tamigi erano maneggiate da due persone al massimo tre.
(3) The Dog and Duck era una taverna costruita sui St George’s Fields a Londra nel 17 ° secolo. Prese il nome dallo sport di adescamento all’anatra, praticato lungo le rive. Covo di banditi e puttane rinomata taverna del vizio, divenne nell’Ottocento una stazione termale, ma fu demolita nel 1812.
(4) la tendenza oggi (visti anche i costi proibitivi delle case) è invece quella di andare a vivere su una barca ormeggiata lungo le sponde del Tamigi.
(5) ala di deriva, deriva laterale, suola deriva (grazie alla sua forma), pinna o deriva olandese, in inglese leeboard= aquilone da deriva,  significa anche ” sottovento “, riferendosi alla posizione sottovento dell’aquilone attivo nel mantenere la barca. La deriva mobile su ogni bordo è sollevabile con verricello per navigare in acque basse.
(6) Il Nore è un banco di sabbia alla foce del Tamigi
(7) nel mare del nord
(8) sebbene melma e fango siano simili in realtà la melma ha un significato di qualcosa di disgustosamente appiccicoso
(9) Orford Ness costa del Suffolk (è una Riserva Naturale ancora molto selvaggia)

il cimitero delle chiatte a Maldon, quelle sopravvissute sono state trasformate in barche da diporto

LINK
https://mainlynorfolk.info/tony.rose/songs/stormyweather.html

The hey day of Thames Sailing Barges was from the late 19th and early 20th century: in the early 20th century there were over 2000 barges registered. Fast under sail, they were an efficient and versatile means of transporting goods. Their design enabled them to sail without ballast and under heavy loads, while their flat bottoms allowed them to access shallow creeks and estuaries. Their rigging meant they could be handled by a two people, usually a man and a boy, though bigger barges required a crew of three. They carried building materials, agricultural produce and consumer goods to cities, returning with goods or with manure to spread on fields. They were, in effect, the heavy goods vehicles and short range container ships of their day, delivering cargoes all along the east and south coast of England as well as across the North Sea and over the English Channel.
https://www.citizan.org.uk/blog/2016/May/06/red-sails-sunset-thames-sailing-barges-and-their-remains-maldon/
https://www.bargetrust.org/about/our-history/

Pubblicato da Cattia Salto

Amministratore e folklorista di Terre Celtiche Blog. Ha iniziato a divulgare i suoi studi e ricerche sulla musica, le danze e le tradizioni d'Europa nel web, dapprima in maniera sporadica e poi sempre più sistematicamente sul finire del anni 90

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.