Terre Celtiche Blog

Pretty ploughboy

Roud 186 ; Laws M24 ; G/D 1:170 ; Henry H105 ; Ballad Index LM24 ; Bodleian Roud 186 ; Wiltshire 50 , 198 , 938 ; trad.]

pretty ploughboy

The pretty ploughboy classificata nell’archivio Roud al numero 186 (conosciuta anche come The Jolly Ploughboy, The Simple Ploughboy e Little Plough Boy) è una delle tante ballate che hanno per protagonista un giovane contadino (letteralmente “un giovane che conduce l’aratro”) arruolato a forza (solitamente in Marina) e salvato dalla fanciulla amata. In effetti si tratta di una ballata sull’amore fedele messo alla prova (constant love) molto popolare in epoca vittoriana e diffusa in numerosi broadsides (la prima versione in stampa è riconducibile al 1797-1807).

impressment

L’impressment, cioè l’arruolamento forzato, è stata una pratica usata per lungo tempo dagli eserciti di mezzo mondo. La Royal Navy ne fece uso sistematico fino all’inizio del XIX secolo. Ad eseguire materialmente l’arruolamento era la cosiddetta press gang, una banda di uomini dalle maniere spicce che faceva le retate di vagabondi e sbandati. Nel nostro caso addirittura di un bravo contadino; ma a mandare la press gang sono i perfidi genitori della ragazza.

In The pretty ploughboy la storia è a lieto fine, perché la coraggiosa fanciulla non ha alcuna intenzione di farsi portar via il suo bel contadino: con “le tasche ben foderate d’oro” (trattasi quindi di signorina della buona società) lo raggiunge fin sulla nave dove è stato imbarcato e con il potere del denaro riesce a liberarlo.

Eliza Carthy, una delle interpreti della ballata in tempi moderni, ha scritto:
“Adoro il fatto che alla fine della canzone lei lo afferri e non lo lasci andare; non solo va a trovare il suo vero amore e lo salva dall’arruolamento forzato, ma paga anche denaro sonante per la sua liberazione, e sappiamo tutti come sono brave le ragazze con gli affari”

Rispetto a molte altre ballate decisamente più tragiche (si pensi ad esempio alla celebre Polly on the shore) questa ha dunque una trama un po’ più convenzionale, che però non le ha impedito di essere una canzone estremamente popolare, con versioni raccolte in tutta l’Inghilterra, Scozia e Irlanda, e altre in Canada e negli Stati Uniti.

la ballata

(la versione di Harry Cox, 1934 registrata da Alan Lomax)

It’s of a brisk young ploughboy,
he was ploughing on the plain,
And his horses stood down in yonder shade.
It was down in yonder grove,
he went whistling to his plough,
And by chance there he met a pretty maid, pretty maid,
And by chance there he met a pretty maid.


So the song that he sang as they walked along,
“Pretty maid, oh, you are of high degree (1).
If I should fall in love and your parents
they should prove,
Oh, the next thing they would send me to the sea (2)”

So when her aged parents they came for to know
That her love he was ploughing on the plain (3),
They sent for the press gang
and pressed her love away.
And they sent him to the wars to be slain.

So she dressed herself up all in that’s her best
And her pockets had been well lined with gold.
You should see her trudge the streets
with a tear all in her eye.
She was searching for her jolly (4) sailor bold.

So the first that she met was a jolly sailor bold.
“Have you seen my pretty ploughing boy?” she cried.
“He’s just across the deep and he’s sailing for the fleet.”
And he said, “My pretty maid, will you ride (5)?

So she sailed until she came to the ship her love was in
And unto the Captain did complain.
She said, “I’m come in search
for my pretty ploughing boy,
Who was sent to the wars to be slain

Five hundred bright guineas she then did lay down (6),
And so freely she told them all o’er,
Until she got her pretty ploughboy all in her arms,
And she hugged him till she got him safe on shore.

She set those bells to ring and so sweetly she did sing,
Just because she’d saved the lad that she adore.

(La storia è su) un giovane e sveglio contadino,
che arava il campo,
e i suoi cavalli riposavano all’ombra.
Fu laggiù nel boschetto,
mentre andava fischiettando all’aratura,
che gli capitò d’incontrare una graziosa fanciulla,
che gli capitò d’incontrare una graziosa fanciulla.


Così era la canzone che cantava mentre camminavano,
“Bella fanciulla, oh, sei di alto lignaggio.
se dovessi innamorarmi e i tuoi genitori
dovessero metter(ci) alla prova,
Oh, per prima cosa mi manderebbero in marina”

Così quando gli anziani genitori vennero a sapere
che il suo innamorato stava arando il campo
mandarono la banda dei reclutatori
per portare via il suo innamorato
e lo mandarono in guerra per essere ucciso.

Così lei si vestì al meglio
e si foderò per bene le tasche con l’oro,
avreste dovuto vederla arrancare per le strade
con le lacrime agli occhi
per cercare il suo allegro e audace marinaio!

Il primo che incontrò fu un audace marinaio
“Avete visto il mio bel contadinello?” gridò piangendo
“Sta per solcare il mare e imbarcarsi con la flotta”
Ed disse “Mia bella fanciulla, gli correrai dietro?”

Così navigò finché raggiunse la nave del suo amore
e di fronte al Capitano si lamentò
dicendo “Sono venuta a cercare
il mio bel contadino
che è stato mandato a farsi uccidere in guerra”

Cinquecento ghinee d’oro zecchino lei calò
e molto francamente raccontò tutto
finché ebbe il suo bel contadinello tra le braccia,
per abbracciarlo e portarlo al sicuro a terra.

Fece suonare le campane e dolcemente cantò
proprio perché aveva salvato il ragazzo che adorava.

NOTE
(1) complimento riferito al portamento e all’aspetto signorile della fanciulla che in questo caso corrisponde anche a una condizione sociale benestante
(2) nelle ballata sono in genere i protagonisti ad anticipare l’evolversi della storia con delle affermazioni come questa
(3) era tipico delle press gang tendere agguati ai malcapitati per tramortirli e portarli ancora intontiti sulla nave
(4) commonplace delle ballate i marinai sono sempre jolly
(5) letteralmente “tu cavalcherai?” La domanda del marinaio (talvolta capitano) rivolta alla fanciulla è una richiesta di salire a bordo della sua nave per andare all’inseguimento della flotta. Talvolta la fanciulla si traveste da marinaio per correre dietro all’innamorato (cross-dressing ballad)
(6) Contro l’arruolamento forzoso si levarono voci di dissenso da più parti fra gli intellettuali e i politici e fu formalmente condannato; a ribellarsi furono soprattutto le donne che andavano a riprendersi i mariti o i fidanzati, non bastava però dichiarare che il marinaio era stato costretto con la forza ad imbarcarsi, eppure talvolta con un sostanzioso gruzzolo si poteva pagare il suo salvacondotto.

la ballata nel folk revival

Eliza Carthy, dall’album Anglicana (2002)
Packie Manus Byrne in Songs of a Donegal Man (1977)

The Young Tradition in So Cheerfully Round (1967)
Dave Fletcher e Bill Whaley nella compilation Song List 2 (2005)

LINK
https://www.mustrad.org.uk/songbook/pret_plo.htm
https://mainlynorfolk.info/peter.bellamy/songs/theprettyploughboy.html
https://www.fresnostate.edu/folklore/ballads/LM24.html
http://ontanomagico.altervista.org/arthur-mcbride.htm
https://terreceltiche.altervista.org/the-press-gang-on-board-a-man-o-war/
http://gestsongs.com/18/ploughboy.htm
http://gestsongs.com/23/ploughboy.htm

Pubblicato da Sergio Paracchini

Sergio Paracchini, ascoltatore seriale di buona musica, dagli anni ’70 innamorato del folk revival (celtico e non solo). Gestisce il gruppo Facebook “Folk rock e dintorni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.