Picture-books in Winter/Books by Caprice

Picture-books in Winter

Picture-books in Winter (in italiano Libri illustrati in Inverno) è il titolo della poesia di Robert Louis Stevenson[1] messa in musica da Anton Brejestovski per la penultima traccia dell’album Girdenwodan part 2 dei Caprice, intitolata semplicemente Books.
Nella poesia, scritta verso il 1885, raccolta in “A Child’s Garden of Verses” Stevenson rivive la sua infanzia: il poeta ricorda con piacere i gelidi inverni scozzesi, sebbene a causa dei polmoni cagionevoli, soggiornasse spesso con la Tata nella Francia meridionale.

La sua tata-infermiera Alison Cunningham, detta “Cummy” era una donna profondamente pia che gli raccontava molte storie religiose. D’altro canto era nato un sognatore incline alla fantasticheria e all’irrequietezza dello spirito e ovviamente le sue letture preferite erano i libri di fiabe illustrate. E dovette leggerne parecchie poichè passava le sue giornate chiuso in camera.


I
Summer fading, winter comes—
Frosty mornings, tingling thumbs
Window robins, winter rooks,
And the picture story-books(1).
II
Water now is turned to stone
Nurse and I can walk upon;
Still we find the flowing brooks
In the picture story-books.
III
All the pretty things put by,
Wait upon the children’s eye,
Sheep and shepherds, trees and crooks,
In the picture story-books.
IV
We may see how all things are,
Seas and cities, near and far,
And the flying fairies’ looks,
In the picture story-books.
V
How am I to sing your praise,
Happy chimney-corner days,
Sitting safe in nursery nooks,
Reading picture story-books?

Girdenwodan, Pt. II
‘From a Garden of Songs / Songs from the poetry of Robert Louis Stevenson’ Music Tom Clelland

Tom Clelland: guitar and vocals Christine Kydd: vocals Wendy Weatherby: cello

Traduzione italiana Cattia Salto
I
L’estate svanisce, l’inverno è in arrivo—
mattine gelide, pollici formicolanti
pettirossi alle finestre, corvi invernali,
e i libri di fiabe illustrati.
II
L’acqua in pietra s’è tramutata
la tata ed io ci possiamo camminare sopra;
tuttavia troviamo i corsi d’acqua che scorrono
nei libri di fiabe illustrati.
III
Ci stanno tutte le cose belle,
che aspettano l’occhio del bimbetto,
pecore e pastori, alberi e vincastri,
nei libri di fiabe illustrati.
IV
Possiamo vedere come sono tutte le cose,
mari e città, vicine e lontane,
e l’aspetto delle fate volanti,
nei libri di fiabe illustrati.
V
Come cantare la vostra lode,
belle giornate all’angolo del camino,
seduto al sicuro nei cantucci della cameretta,
a leggere libri di racconti illustrati?

NOTE
(1) il poeta abbina tutta una serie di parole desuete che fanno rima con books

[1] Celeberrimo autore di “L’Isola del Tesoro” e de ” Lo strano caso di dottor Jekyll e Mr Hyde” Robert Louis Stevenson fu anche un curioso personaggio dell’età vittoriana, metà francese metà scozzese da parte di padre. Di salute cagionevole restò perennemente magro e allampanato, spesso in viaggio in gioventù verso climi più salubri. Morì a soli 44 anni. https://terreceltiche.altervista.org/r-l-stevenson/

https://poets.org/poem/picture-books-winter

Pubblicato da Cattia Salto

Amministratore e folklorista di Terre Celtiche Blog. Ha iniziato a divulgare i suoi studi e ricerche sulla musica, le danze e le tradizioni d'Europa nel web, dapprima in maniera sporadica e poi sempre più sistematicamente sul finire del anni 90

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.