Crea sito
Terre Celtiche Blog

National Gallery di Dublino: terza tappa

La visita alla National Gallery della “Dublino dei dublinesi” sarà a puntate, dedicata a coloro che a Dublino ci vivono e possono visitare un’ala per volta (l’ingresso è a gratis) o a quelli che, turisti a Dublino, vogliono farsi il loro personal tour.

ingresso da Clare street

Primo piano (nella mappa segnato come livello 3)
Beit Wing
stanze 25-33 (1300 -1650)

Il modo più diretto per raggiungere questo livello è tramite gli ascensori che trovate dall’ingresso di Clare street (dritto e a sinistra prima della rampa delle scale) All’uscita dell’ascensore un piccolo atrio vi immette nella sala 25

Il terzo livello della National Gallery è dedicato all’arte europea, prima della ristrutturazione la distribuzione nelle sale seguiva il criterio della collezione: francese, italiana, tedesca, fiamminga, olandese, britannica. Adesso invece le opere sono raggruppate per periodo storico.

Pronti a iniziare il tour con me?
Terza tappa alla National Gallery di Dublino: esploriamo il piano superiore della Beit Wing dove sono raccolti i quadri che vanno dal 1300 al 1650 (stanza 25-33).

Photo Chris Bellew

Io mi soffermerei sui due dipinti del 1460 circa “Presa di Pisa” e “Battaglia di Anghiari” (di autore anonimo ma chiaramente influenzato da Paolo Uccello): nel primo è raffigurato l’epilogo dell’assedio di Pisa, con l’esercito fiorentino che entra in città a seguito della resa, nel secondo la sconfitta dell’esercito milanese sul fiume Tevere, nei pressi di Anghiari, la rappresentazione della battaglia che potrebbe aver influenzato l’affresco perduto di Leonardo da Vinci in Palazzo Vecchio.

Nella presa di Pisa le due città sono raffigurate nella stessa scena con una Firenze tra i colli in lontananza (sullo sfondo nel lato sinistro – con un pezzetto di Cupola del Brunelleschi) e Pisa e il mare sul lato destro (una vista rovesciata rispetto all’orientamento con il nord in alto delle odierne mappe). Molto esaustivo il saggio di Massimo Predonzani che ha descritto il dipinto nei fatti e nei personaggi avvalendosi dell’araldica.

Presa di Cristo (Caravaggio)

La Presa di Cristo fu dipinto da Caravaggio, per il marchese romano Ciriaco Mattei alla fine del 1602. Su sfondo nero un Gesù pronto al martirio si consegna al bacio di Giuda e alle guardie. Il discepolo in fuga è Giovanni e un soldato (in armatura seicentesca) cerca maldestramente di trattenerlo per il mantello. Questo lembo di tessuto color rosso sangue disegna un arco sulle teste di Gesù e Giuda concentrando l’attenzione dello sguardo su di loro (e ne congela il movimento).
Ritenuto perduto per molti decenni, il dipinto è stato riscoperto appeso nella sala da pranzo della Casa dei Gesuiti in Leeson Street nel 1990, essendo stato erroneamente attribuito a Gerrit Van Honthorst, seguace di Caravaggio.

https://www.nationalgallery.ie/visit-us/audio-guides/upper-beit-wing

NATIONAL GALLERY OF IRELAND

Ingresso gratuito, comprese le guide audio tranne le mostre temporanee che sono a pagamento.
https://www.nationalgallery.ie/visit-us/opening-hours
Per farvi il vostro tour personale potranno esservi utili i virtual tours nel sito o gli overcrossing tour cioè i percorsi a tema

BEIT Wing

Abbastanza ricca la sezione italiana: “Giuditta con la testa di Oloferne” del Mantegna, “Cena di Emmaus”, “Ecce Homo” e “Ritratto di Baldassarre Castiglione” di Tiziano, “Pietà” di Pietro Perugino, oltre a varie opere di Beato Angelico, Paolo Uccello, Tintoretto, Luca Signorelli, Luca Giordano, Guercino, Annibale Carracci.

▣ Dipinti su tavola Cassone Capponi, fine 1460: due importanti vittorie fiorentine contro potenze vicine nei pannelli decorativi di un cassone nunziale

Presa di Pisa
Battaglia di Anghiari


▣ “Cattura di Cristo” Caravaggio 1602
L’uomo che porta la lanterna è l’autoritratto di Caravaggio trentenne.

Del soggetto esistono almeno 12 copie.

Per uscire dal Museo basterà prendere le scale che si trovano proprio davanti alla stanza 35, ci ritroveremo nell’atrio dell’entrata su Merrion Square 

The Dubliners’ Dublin itinerario cultural-turistico per la Dublino di ieri e di oggi scritto da Cattia Salto per Terre Celtiche Blog
SOMMARIO

INIZIA con
Prima Tappa
Seconda Tappa

Pubblicato da Cattia Salto

Amministratore e folklorista di Terre Celtiche Blog. Ha iniziato a divulgare i suoi studi e ricerche sulla musica, le danze e le tradizioni d'Europa nel web, dapprima in maniera sporadica e poi sempre più sistematicamente sul finire del anni 90 tramite il sito dell'associazione L'ontano [ontanomagico.altervista.org]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.