Crea sito
Terre Celtiche Blog

The Liverpool Packet, sea shanty

“The Liverpool Packet” (also The Flash Packet) is a sea shanty with a 4-verse refrain sung on the same melody as The Dreadnaught , of which several stanzas are recorded without ever mentioning the name of the ship, but stands out from the other for a different refrain:
“Bound away, bound away
Through the ice, sleet and snow.
She’s a Liverpool packet,
Oh Lord, let her go.”
“The Liverpool Packet” (anche The Flash Packet) è una sea shanty con un ritornello di 4 versi cantata sulla stessa melodia di The Dreadnaught di  cui si riprendono parecchie strofe senza però mai citare il nome della nave, ma si distingue dall’altra per un diverso ritornello

Hulton Clint picks up the two versions from Stan Hugill
Hulton Clint riprende le due versioni dalla “Bibbia dei sette mari” di  Stan Hugill
Hulton Clint 

Hulton Clint

Riggy Rackin in Nautical Pastoral and Pub Song 2002

Bob Webb in From Salthouse Dock 2008

Storm Weather Shanty Choir in Cheer up Me Lads! 2005

Full version (from here)
I
At the Liverpool docks
at the break of the day
I saw a flash packet bound westward away
She was bound for the westward,
where the wild waters flow
She’s a Liverpool packet (1)–
Oh, Lord let her go
Chorus
Bound away – ho! – Bound away – ho!
Through the ice, sleet and snow
She’s a Liverpool packet,
oh lord let her go

II
Oh the time of her sailing
is now drawing nigh
Stand by all you lovers
we’ll wish you goodbye
With a pair of clean heels (2) to you
now we will show
She’s a Liverpool packet –
Oh, Lord let ‘er go
III
And now we’re a-leavin’
the sweet salthouse docks
All the boy and the girls
on the pierhead do flock
All the boy and the girls
are shouting hurrah
She’s a Liverpool packet –
Oh, Lord let her go
IV
And now we’re a-waiting
in the Mersey so free
A-waiting the tugboat
to tow us to sea
And we’ll round the Rock Light
where the salt tides do flow
She’s a Liverpool packet –
Oh, Lord let her go
V
Oh now she’s home
you’re big topsails
hold out you deep seas
Oh she’s home for the night boys
you’ll get no damn sleep
Come aft now god damn yours,
come aft make a show
She’s a Liverpool packet –
Oh, Lord let her go
VI
And now we’re a-sailin’ down
the wild Irish Sea
Our passengers are merry,
and their hearts full of glee
Or sailors like tigers
they walk to and fro
She’s a Liverpool packet –
Oh, Lord let her go
VII
And now we’re a-sailin‘
the Atlantic so wide
And the hands are now ordered
to scrub the ship’s side
Now then, holystone boyos, (3)
ther bosun do blow
She’s a Liverpool packet –
Oh, Lord let her go
VIII
And now we are off
the banks of Newfoundland
Where the bottom all fishes
and fine yello’ sand
And the fishes they sing
as they swim to and fro
She’s a Liverpool packet –
Oh, Lord let her go
IX
And now we’re arriving
in old New York town
We’re bound for the Bowery (4),
and let sorrows drown
With our gals and our beer, me boys,
we’ll let the song flow
She’s a Liverpool packet –
Oh, Lord let her go
Traduzione italiano di Cattia Salto
I
Ai moli di Liverpool
allo spuntar del giorno
vidi un postale diretto verso l’Occidente,
faceva rotta per l’Occidente
dove ruggiscono i flutti impetuosi
E’ un postale di Liverpool
Per Dio fatela andare
Coro
Imbarcati, imbarcati
per il ghiaccio, il nevischio e la neve
è un postale di Liverpool,
Per Dio fatela andare
II
Il tempo della partenza
si avvicina
accanto a voi innamorate,
vi diciamo addio
fileremo a tutta birra,
vedrete
è un postale di Liverpool,
Per Dio fatela andare
III
Ora che stiamo lasciando
i cari moli di salmastro
dove i ragazzi e le ragazze
si ammassano sulla banchina
i ragazzi e le ragazze
stanno gridando Evviva
è un postale di Liverpool,
Per Dio fatela andare
IV
Ora stiamo aspettando
nel Mersey così libero
in attesa di un rimorchiatore
che ci porti fino al mare
supereremo il Faro
dove la marea salata s’alza
è un postale di Liverpool,
Per Dio fatela andare
V
Oh, ora è a casa,
tu sei una grande vela di vetta
che ti tiene in alto mare
Oh, è la casa per i ragazzi della notte
non dormirai dannatamente
Vieni a poppa ora, dannazione tua,
vieni a fare uno spettacolo a poppa
è un postale di Liverpool,
Per Dio fatela andare
VI
Ora stiamo navigando
nel Mare d’Irlanda
i passeggeri sono felici
con i cuori pieni di gioia
mentre i marinai come tigri
camminano sui ponti indaffarati
E’ il postale di Liverpool
per Dio, fatela andare
VII
Ora stiamo navigando
nell’Atlantico
e ai marinai è stato ordinato
di pulire la fiancata della nave
allora vai di pomice, ragazzi
il nostromo sbraita
è il postale di Liverpool
per Dio, fatela andare
VIII
E ora siamo al largo
dei Banchi di Terranova
con al fondo un mucchio di pesci
e una bella sabbia gialla
e i pesci cantano
mentre nuotano a frotte
è il postale di Liverpool
per Dio, fatela andare
IX
E ora  che siamo arrivati
nella vecchia New York,
andremo al Bowery
e annegheremo i dispiaceri
con le nostre ganze e la birra, ragazzi
faremo andare la canzone
è il postale di Liverpool
per Dio, fatela andare

NOTE
1) la Dreadnaught  era un clipper americano, fiore all’occhiello della Red Cross Line
2) espressione idiomatica=  To run or move away from someone at great speed
3) un verso alternativo recita: Now then, holystone boyos, ther bosun do ball
For Kickin‘ Jack Williams commands this Blackball (vedi)
4) quartiere (Manhattan) al margine del porto di New York, quartiere dei marinai e degli immigrati appena sbarcati; famoso nell’Ottocento per i suoi teatri-musichall
Nella seconda metà dell’Ottocento, con “the Bowery” veniva indicata una vasta zona compresa tra Broadway e i docks dell’East Side; era considerata il regno delle gang, della povertà, della prostituzione, del gioco d’azzardo, delle fumerie di oppio, della corruzione della polizia e dei politici. Ciò nonostante, vi sorsero e prosperarono teatri che diedero vita, in concorrenza con Broadway che era sinonimo di classicismo e di raffinatezza, ad un genere di rappresentazioni popolari che contribuì ad avvicinare vasti strati della popolazione al teatro, a lanciare negli Stati Uniti la moda del varietà e del musical, a creare uno stile originale, che più tardi avrebbe trionfato anche a Broadway, scalzandone gli spettacoli europei. (da Wiki)

LINK
http://www.contemplator.com/sea/dread.html
http://www.shantychoir.com/cdartekstar/liverpool-packet/
https://www.horntip.com/mp3/1990s/1993_sea_songs_and_shanties_[saydisc]_(CD)/18_the_liverpool_packet_shanty.htm
https://mudcat.org/thread.cfm?threadid=56382

Pubblicato da Cattia Salto

folklorista delle Terre Celtiche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.