Hurdy Gurdy Man (“Der Leiermann”) by Sting

In 1823 Whilhelm Müller wrote a collection of 24 poems, entitled “Winterreise” four years later, Franz Schubert composed the music for the whole series, the last song is entitled “Der Leiermann”, that is ” the organ player “.
He describes the meeting between the poet and the poor beggar, a street musician, who despite the frost of the winter, is on the road barefoot to play for cold and indifferent passers, he also does not care about people and continues to turn the crank. We are in full German Romance and that mysterious old man could very well be Odin descended among the mortals in his favorite disguise, that of the wayfarer. The whole cycle of poems describes the erring romantic traveler in search of a sense of life and perhaps the mysterious old man has the answer.
Schubert and Müller were almost the same age and both young men died on the threshold of thirty years.
[Nel 1823 Whilhelm Müller  scrisse una raccolta di 24 poesie, intitolata “Winterreise” (Viaggio d’Inverno) quattro anni più tardi, Franz Schubert compose la musica per tutta la collana, l’ultima canzone s’intitola “Der Leiermann”, cioè “il suonatore d’organino”.
Descrive l’incontro tra il poeta e il povero mendicante, un musicista ambulante, che nonostante il gelo dell’Inverno è per strada a piedi scalzi a suonare per dei passanti infreddoliti e indifferenti, anch’egli non si cura della gente e continua a girare la manovella. Siamo in pieno romanticismo tedesco e quel vecchio misterioso potrebbe benissimo essere Odino sceso tra i mortali nel suo travestimento preferito, quello del viandante. Tutto il ciclo delle poesie descrive l’errare del viaggiatore romantico alla ricerca di un senso della vita e forse il vecchio misterioso ha la risposta.
Schubert e Müller erano quasi coetanei e morirono entrambi giovani sulla soglia dei trent’anni.]

Gustav Klimt

Once the instrument par excellence of the wandering musician was the hurdy-gurdy, an instrument invented in the Middle Ages by monks and also known by the names of organistrum, gironde, symphonia, vielle à roue. Initially instrument of the minstrels to accompany songs and dances, in the middle of the seventeenth century with the pastoral fashion rampant, the hurdy-gurdy knows a long period of glory and in the early eighteenth century it is perfected by illustrious luthiers to assume the characteristics of the contemporary instrument. Its popularity between the aristocracy and the cultured music ends however at the end of the eighteenth century (except in the countries of the East) and in the nineteenth century the itinerant musicians prefer to play the organ.
At the time of Müller and Schubert the Leiermann could be a hurdy-gurdy man or a cranked organ called the “roller organ” or “organ of Barberi” as a tribute to its inventor Giovanni Barbieri.
The music is printed on punched cards or on a cardboard disk and is reproduced by the organ pipes by turning a crank (often in the context of the walking entertainment the crank was driven by a trained monkey)
[Un tempo lo strumento per eccellenza del musicista girovago era la ghironda, strumento inventato nel Medioevo dai monaci e noto anche con i nomi di organistrum, gironda, symphonia, vielle à roue. Dapprima strumento dei menestrelli per accompagnare canti e danze, nella metà del Seicento in piena moda pastorale la ghironda conosce un lungo periodo di gloria e nei primi del Settecento viene perfezionata da illustri liutai fino ad assumere le caratteristiche dello strumento contemporaneo. La sua popolarità tra l’aristocrazia e la musica colta termina però a fine Settecento (tranne nei paesi dell’Est) e nell’Ottocento i suonatori ambulanti preferiscono passare all’organetto.
Ai tempi di Müller e Schubert lo Leiermann poteva essere un suonatore di ghironda o di un organino a manovella detto organo a rullo o anche “organetto di Barberia” in omaggio al suo inventore Giovanni Barbieri.
La musica è impressa su schede perforate o su un disco di cartone e viene riprodotta dalle canne d’organo girando una manovella (spesso nel contesto dell’intrattenimento ambulante la manovella era azionata da una scimietta ammaestrata)]

The poem thus enlightens with a further meaning, the perforated sheet is the fate of all humanity drawn by a numinous being and man can not but do what has already been preordained. So the poet asks “but if I were to sing, would you accompany me?”, That is, if I were to decide my destiny, would you agree with me?
[La poesia così s’illumina di un ulteriore significato, il foglio perforato è il fato di tutta l’umanità tracciato da un essere numinoso e l’uomo non può che non compiere ciò che è già stato preordinato. Così il poeta si chiede “ma se fossi io a cantare, tu mi accompagneresti?”, cioè se fossi io a decidere il mio destino, tu mi asseconderesti?]

Der Leiermann

Andreas Schmidt & Rudolf Jansen

Nataša Mirković De Ro (soprano) Matthias Loibner (hurdy-gurdy)

Voice: Philippe Sly, Guitar: Adam Cicchillitti


I
Drüben hinterm
Dorfe steht ein Leiermann
und mit starren Fingern
dreht er, was er kann.
II
Barfuss auf dem Eise
schwankt er hin und her
und sein kleiner Teller
bleibt ihm immer leer.
III
Keiner mag ihn hören,
keiner sieht ihn an,
und die Hunde knurren
um den alten Mann.
IV
Und er lässt es gehen
alles, wie es will,
dreht und seine Leier
steht ihm nimmer still.
V
Wunderlicher Alter,
soll ich mit dir geh’n?
Willst zu meinen Liedern
deine Leier dreh’n?
Traduzione italiano Pietro Soresina
I
Al limitare del paese
c’è un uomo con l’organetto (1);
con le dita indurite
gira la manovella.
II
Scalzo, sul ghiaccio
vacilla qua e là,
il piattello resta
sempre vuoto.
III
Nessuno l’ascolta,
nessuno lo vede,
e ringhiano i cani
intorno al vecchio.
IV
Indifferente a tutto lui (2)
gira, gira (3),
l’organetto
mai non tace.
V
Vecchio misterioso,
e se venissi con te?
Accompagneresti i miei canti
col tuo organetto?

NOTE
* da qui
english translation here
1) io tradurrei organino
2) il vecchio è indifferente all’indifferenza del mondo e caparbio, continua a suonare
2) gira la manovella 

Hurdy Gurdy Man

The version translated into English by Sting for his winter CD differs from the original only in the last stanza.
[La versione tradotta in inglese da Sting per il suo cd invernale si discosta dall’originale solo nell’ultima strofa]
Sting in If On A Winters Night 2009


I
In the snow there stands
a hurdy gurdy (1) man,
With his frozen fingers
Plays as best he can.
Barefoot on the ice
He shuffles to and fro
And his empty plate
It only fills with snow.
And his empty plate
It only fills with snow.
II
No one wants to hear
His hurdy gurdy song,
Hungry dogs surround him
and before too long
He will fall asleep
and then before too long
He’ll just let it happen,
happen come what may.
Play his hurdy gurdy
till his dying day,
III
Watching you, old man,
I see myself in you.
One day I will play
This hurdy gurdy too.
Traduzione in italiano Cattia Salto
I
Là nella neve
c’è un suonatore d’organino
con le dita intirizzite
suona meglio che può
A piedi nudi nel ghiaccio
vacilla avanti e indietro
e il suo piattino vuoto
è riempito solo dalla neve
e il suo piattino vuoto
è riempito solo dalla neve
III
Nessuno vuole stare ad ascoltare
il suono del suo organino,
cani affamati lo circondano
e fra non molto
si addormenterà,
e allora fra non molto
lascerà solo che accada,
accada quel che accada.
Suonerà il suo organino
fino al giorno della sua morte
III
Guardandoti, vecchio
vedo me stesso in te
un giorno suonerò
anch’io questo organino

NOTE
1) the original German Leier translates both lyre and organ, [Hardy gardy è il termine inglese per la ghironda, ma nell’originale tedesco Leier traduce sia lira che organetto, che ghironda]
2) I would like to ask Sting the reasoning underlying this translation [mi piacerebbe chiedere a Sting il ragionamento sotteso a questa sua traduzione]

LINK
https://www.passaggilenti.com/ghironda-storia-strumento-musicale/
http://www.ghironda.com/rubriche/ghironda.htm
https://closetotheedgesite.wordpress.com/approdi/terra/giunto-al-limite-der-leiermann-di-franz-schubert/
http://www.lieder.net/lieder/get_text.html?TextId=11848
http://www.lieder.net/lieder/get_text.html?TextId=26393

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.