Crea sito
Terre Celtiche Blog

How cruel are the parents

How cruel are the parents è un canto tradizionale rielaborato da Robert Burns che riscrisse una vecchia canzone inglese [ Altered from an old English song] sulla melodia John Anderson my jo, e che inviò all’editore Thomson nel maggio 1795

L’editore George Thomson si era avventurato nell’ambizioso progetto di pubblicare una raccolta musicale che sposasse le rime dei migliori poeti della Scozia alla musica dei grandi compositori del continente. Il progetto comprendeva anche le old song ma rivitalizzate da nuove rime e nuovi arrangiamenti che catturassero l’attenzione di un pubblico borghese avido di spartiti da cantare nei salotti.
La collaborazione non fu priva di attriti per le troppo invasive interferenze di Thomson che chiedeva al Bardo di sostituire alcuni vocaboli o frasi e soprattutto non gradiva l’uso del vernacolo.
La prima parte delle “Select Scottish Airs” vennero pubblicate nel 1973 con 25 canzoni originali elaborate da Burns, l’editore ne inviò una copia a Burns con 5 sterline e il Bardo si offese1, tuttavia lodò il pregio della rilegatura e la qualità della stampa. Gli altri volumi furono pubblicati dopo la morte di Burns.

How cruel are the parents

How cruel are the parents venne pubblicata da Thomson nel 1799 con la musica composta da Beethoven, ho così accostato le due versioni , quella folk sulla melodia John Anderson my jo e quella classica.

Ian F Benzie in The Complete Songs Of Robert Burns Volume 2
la versione composta da Beethoven in 26 Walisische Lieder: 13 `Helpless Woman` WoO 155/13 (1809-10)

How cruel are the parents
Who riches only prize,
And to the wealthy booby !(2)
Poor Woman sacrifice!
Meanwhile, the hapless Daughter
Has but a choice of strife;
To shun a tyrant Father’s hate (3)-
Become a wretched Wife.

The ravening hawk pursuing,
The trembling dove thus flies,
To shun impelling ruin,
Awhile her pinions tries;
Till, of escape despairing,
No shelter or retreat,
She trusts the ruthless Falconer,
And drops beneath his feet.

Quanto crudeli sono i genitori
che stimano solo le ricchezze,
e al ricco babbeo
sacrificano una povera fanciulla!
Intanto la sfortunata figlia
non ha che una scelta nella lotta:
per sfuggire all’odio di un padre tiranno,
diventare una moglie disgraziata.

Il falco rapace insegue
la colomba tremante che così vola,
per sfuggire all’incombente rovina,
per un pò prova le sue ali,
fino a quando, perduta la speranza di sfuggire,
senza riparo o rifugio
si affida allo spietato falconiere,
e cade ai suoi piedi

NOTE
1) cosi rispose Burns all’editore “that you truly hurt me with your pecuniary parcel. It degrades me in my own eyes. However, to return it would savour of bombast affectation; But, as to any more traffic of that Dr and Cr kind, I swear, by that HONOUR which crowns the upright Statue of ROBt BURNS’S INTEGRITY! On the least notion of it, I will indignantly spurn the by-past transaction, and from that moment commence entire Stranger to you!”
2) inglese colloquiale per stupido
3) così andava il mondo i matrimoni erano combinati dai genitori e raramente una fanciulla poteva avere voce in capitolo sulla scelta dello sposo

Link
https://www.lieder.net/lieder/get_text.html?TextId=26667

Pubblicato da Cattia Salto

Amministratore e folklorista di Terre Celtiche Blog. Ha iniziato a divulgare i suoi studi e ricerche sulla musica, le danze e le tradizioni d'Europa nel web, dapprima in maniera sporadica e poi sempre più sistematicamente sul finire del anni 90 tramite il sito dell'associazione L'ontano [ontanomagico.altervista.org]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.