Crea sito
Terre Celtiche Blog

Apple wassailing: the Somerset wassail

THE BLESSING OF THE TREES
[LA BENEDIZIONE DEGLI ALBERI]

wassailing-appleThe oldest form of the Wassail celebration (first part) was about the blessing of trees and bees, so important for pollination, in order to ensure a healthy harvest for the next year.
[La forma più antica della celebrazione Wassail  (prima parte) prevede la benedizione degli alberi e delle api, così importanti per l’impollinazione, al fine di garantire un raccolto sano per il prossimo anno.]

One of the songs associated with this practice states:
Here’s to thee, old apple tree,
Whence thou may’st bud, and thou may’st blow,
And whence thou may’st bear apples enow,
Hats full! Caps full! Bushel — bushel — sacks full!
And my pockets full too!
Huzza!
It seems a celtic spell that enchants the apple tree because it resumes to bloom in spring with abundance! The toast was therefore originally dedicated to the spirit of the tree, its vital and regenerative strength.

[Una delle canzoni associate a questa pratica, dichiara:
Per te vecchio melo
così che tu possa germogliare e sbocciare
e tu possa ancora portare mele
da riempire i cappelli, cesti e mastelli
e le mie tasche, hurrà
Sembra proprio la formula di spell celtico che incanta il melo perché riprenda a fiorire in primavera così da portare abbondanza di frutti! Il brindisi era quindi originariamente dedicato allo spirito dell’albero, alla sua forza vitale e rigeneratrice.]

This blessing of the orchard trees it took place in Winter but the date is uncertain, some scholars report it on Christmas Eve, others on New Year’s Eve, and others in January for Twelfth Night (6 January) and more in general nowaday is January the month of wassailing in orchards (see more).
[Questa pratica di benedizione degli alberi del frutteto si svolgeva d’Inverno ma la data è incerta, alcuni studiosi la riportano alla vigilia di Natale, altri alla notte di Capodanno, altri ancora a gennaio per la dodicesima notte (6 gennaio) e più in generale ai giorni nostri è gennaio il mese del wassailing nei frutteti (continua).]

Illustrazione di Paul Bommer
Illustrazione di Paul Bommer

APPLE WASSAIL

In the illustration of Paul Bommer appear all the characteristics and symbolic connotations of the ritual: a king and a queen dress in ancient fashion (with clear references to the Celtic indigenous customs) toast the tree and the bees, raising their horns full of mead or cider (the barrel under the woman’s arm). At the center of the image is the tree (an apple tree) and the honeycomb (the bees are creatures indispensable to nature for their work of untiring pollinators). A slice of cake in the branch (soaked in cider) was left to feed the robin which symbolizes the spirit of the tree but it is also the King of the New Year.
Wassail and Drinkhale as a back-and-forth of the toast. A shaggy pig to symbolize the month of January.
[Nell’illustrazione di Bommer compaiono tutte le caratteristiche e le connotazioni simboliche della rituale: un re e una regina in foggia antica (con chiari riferimenti ai costumi celtici indigeni) brindano all’albero e alle api, alzando i loro corni colmi di idromele o sidro (il barilotto sotto il braccio della donna). Al centro dell’immagine sia l’albero (un melo) che il favo delle api, creature indispensabili alla natura per la loro opera di instancabili impollinatrici! Una fetta di dolce tra gli alberi (che veniva imbevuta di sidro) era lasciata per nutrire il pettirosso che simboleggia lo spirito dell’albero ma è anche il Re dell’anno nuovo.
Wassail e Drinkhale come botta e risposta del brindisi. Un maialino irsuto per simboleggiare il mese di gennaio.]

Cider producers in the South West counties of England still celebrate Apple Wassailing, in Somerset and Devonshire it take place between 6 and 17 January (with the ancient calendar the twelfth night fell on 17 January ), but some farms move the appointment even at the end of the month (to ensure that the revels do not overlap each other): a succession of night parties in the various orchards of the estates, opened to the public and free (the party in some places start already in the afternoon with traditional live music and refreshments based on hot cider and donuts), a kind of visit to the farm to celebrate and taste the typical products.
[I produttori di sidro nelle contee del sud-ovest dell’Inghilterra ancora ai nostri giorni celebrano l’Apple Wassailing, nel Somerset e nel Devonshire si svolge tra il 6 e il 17 gennaio (con l’antico calendario la dodicesima notte cadeva il 17 gennaio), ma alcune fattorie spostano l’appuntamento anche a fine mese (per fare in modo che le feste non si accavallino tra di loro): un susseguirsi di feste notturne nei vari frutteti delle tenute, feste aperte al pubblico e gratuite (la festa in alcuni posti inizia già nel pomeriggio con musica tradizionale dal vivo e rinfresco a base di sidro caldo e ciambelle), una specie di visita alla fattoria per fare festa e degustare i prodotti tipici.]


THE RITE IN THE ORCHARDS
[IL RITO NEI FRUTTETI]

wassail_picDuring the ritual they sing and recite the magic formulas, they make a great noise by beating pots and pans (or shooting in the air) to ward off bad spirits, they pour cider around the roots of the oldest tree, toast to apple trees health and to the future harvest, they eat cakes, and as a sign of thanksgiving they put a slice of cake soaked in cider (to feed the robins) on the branches of the plant.
All the population is invited to the party and local groups of mummers can also attend and perform in the traditional dances called Morris Dance.
[Durante il rito si canta e si recitano delle formule magiche, si fa un gran baccano battendo pentole e tegami (o sparando in aria) per allontanare gli spiriti cattivi, si versa del sidro intorno alle radici dell’albero più vecchio, si beve alla salute dei meli e del futuro raccolto, si mangiano focacce dolci, e si donano allo spirito dell’albero delle focacce inzuppate di sidro (per nutrire i pettirossi), posate sui rami della pianta in segno di ringraziamento.
Alla festa è invitata tutta la popolazione e possono intervenire anche i gruppi locali di mummers per esibirsi nelle tradizionali danze dette Morris Dance (i nostri omologhi sono i gruppi carnevaleschi dei danzatori di spade ad esempio nelle vallate alpine del Piemonte)]

SOMERSET WASSAIL

From the first pagan rituals to stimulate the fertility of the trees we passed to the auspicious door to door visits, where they repeated the old stanzas and added a new, to the health of the landlords and their prospery.
In the Middle Ages then groups of young beggars were formed who sang and played on the streets for food and money.
[Dai primi riti pagani per stimolare la fertilità degli alberi si passò alle visite benaugurali di porta in porta che ripetevano le antiche strofe ed altre ne aggiungevano innaffiandole con abbondanti bevute alla salute dei padroni di casa. Nel Medioevo poi si formarono dei gruppi di giovani questuanti che cantavano e suonavano per le strade dietro il compenso di libagioni o di denaro.]
The structure of the song follows that of the typical wassail songs: it starts with stanzas that praise the goodness of the drink in the bowl, the request to open the door to let the beggars enter or at least that the waitress (or the butler) brings food or money; in return, they drink to the health of the family, to the prosperity of livestock and crops.
[La struttura del canto segue quella tipica delle wassail songs: si inizia con delle strofe che decantano la bontà della bevanda portata, la richiesta di aprire la porta per far entrare i questuanti o quantomeno far venire la cameriera (o il maggiordomo) per portare del cibo o un’offerta in denaro; in cambio si brinda alla salute della famiglia, alla prosperità del bestiame e dei raccolti.]
Artisan


I
Wassail and wassail all over the town
The bread it is white
and the ale it is brown(1)
The cup it is made of the good ashen tree
And so is the malt of the best barley
For its your wassail
and its our wassail
And its joy be to you
and a jolly wassail
II
Oh master and missus, are you all within?
Pray open the door and let us come in
O master and missus a-sitting by the fire
Pray think on us poor travelers,
a traveling in the mire
III
Oh where is the maid
with the silver-headed pin(2)
To open the door and let us come in
Oh master and missus, it is our desire
A good loaf and cheese
and a toast by the fire
IV
There was an old man
and he had an old cow
And how for to keep her he didn’t know how
He built up a barn
for to keep his cow warm
And a drop or two of cider will do us no harm
V
The girt dog of Langport
he burnt his long tail(3)
And this is the night
we go singing wassail
O master and missus now we must be gone
God bless all in this house
until we do come again
Traduzione italiano  di Cattia Salto
I
Un brindisi, un brindisi per tutta la città,
il nostro pane è bianco
e la nostra birra è scura (1),
la coppa è fatta con il migliore acero
e anche il malto è del miglior orzo.
Perciò per il vostro brindisi
e per il nostro brindisi,
che la gioia sia con voi
e un augurio di buona salute.
II
O Signore e Signora ci siete tutti in casa?
Aprite la porta e fateci entrare.
O Signore e Signora seduti accanto al fuoco,
pensate a noi poveri questuanti
che andiamo in giro nel fango.
III
Oh dov’è la domestica
con la spilla d’argento (2)
per aprire la porta e farci entrare?
Oh Signore e Signora desideriamo
un bel pezzo di formaggio
e un brindisi accanto al fuoco!
IV
C’era un vecchio
che aveva una vecchia mucca,
e non sapeva come fare per tenerla al sicuro,
così costruì una stalla
per tenere la mucca al caldo
così un goccio o due di sidro non ci farà male.
V
Il grande cane di Langport
si bruciò la sua lunga coda (3)
e questa è la notte
che andiamo a cantare per il brindisi.
Signore e Signora adesso dobbiamo andare
Dio benedica tutti in questa casa
finchè non ritorneremo di nuovo.

NOTE
1) Nowadays the wassail is prepared as a very spicy cider or even a mulled wine, but in the Middle Ages the main liquid had to be dark beer probably flavored with sugar, ginger, nutmeg and cinnamon and accompanied by slices of white bread, all presented in a maple cup
[Ai nostri giorni il wassail si prepara come un punch molto speziato a base di sidro, o anche un vin brulè, ma nel Medioevo il liquido principale doveva essere della birra scura probabilmente aromatizzata con zucchero, zenzero, noce moscata e cannella e accompagnata da fette di pane bianco, il tutto presentato in una coppa di acero (come la grolla dell’amicizia valdostana – che però ha come ingrediente principale il vino).]
2) a certain ritual was followed to receive the beggars, the person in charge wore the best suit and a ceremonial silver brooch
[per ricevere i questuanti si seguiva un certo rituale, la persona preposta all’accoglienza indossava il suo vestito migliore e portava una spilla d’argento cerimoniale]
3) the dog of Langport could be the reference to a local historical anecdote but also the local name given to the constellation of the Greater Dog whose tail is the bright star Sirius in the first night that it rise immediately after sunset ( indicating the right time to go to wassailing)
[il cane di Langport potrebbe essere il riferimento ad un aneddoto storico locale ma anche il nome locale dato alla costellazione del Cane Maggiore la cui coda è la luminosa stella Sirio nella prima notte che si vede sorgere subito dopo il tramonto (e che indica il tempo giusto per andare a wassailing)]

apple-wassailing

APPLE TREE WASSAIL

 “On Twelfth Eve, in Devonshire, it is customary for the farmer to leave his warm fireside, accompanied by a band of rustics, with guns, blunderbusses, etc., presenting an appearance which at other times would be somewhat alarming. Thus armed, the band proceed to an adjoining orchard, where is selected one of the most fruitful and aged of the apple trees, grouping round which they stand and offer up their invocations in the following doggerel rhyme: “Here’s to thee/ Old apple tree!/ Whence thou mayst bud,/ And whence thou mayst blow,/ And whence thou mayst bear,/ Apples enow:/ Hats full,/ Caps full,/ Bushels,/ bushels, sacks full,/ And my pockets full, too!/ Huzza! huzza!” The cider-jug is then passed around, and with many a hearty shout, the party fire off their guns, charged with powder only, amidst the branches.” Roy Palmer (from here)
[Alla dodicesima notte, nel Devonshire, è consuetudine che il contadino lasci il suo caldo focolare, accompagnato da un gruppo di campagnoli, con pistole, fucili, ecc., presentandosi con un aspetto che in altri momenti sarebbe alquanto allarmante. Così armati, la banda procede verso un frutteto vicino, dove viene selezionato uno dei più fruttuoso e invecchiato dei meli, raggruppandosi intorno offrono le loro invocazioni nella seguente filastrocca: “Per te vecchio melo
così che tu possa germogliare e sbocciare
e tu possa ancora portare mele
da riempire i cappelli, cesti e mastelli
e le mie tasche, hurrà”
La brocca di sidro viene poi passata in giro, e con molte urla calorose, sparano con i fucili, carichi solo di polvere, tra i rami.” Roy Palmer
(tradotto da qui)

The Whateverly Brothers


I
O lily-white lily, o lily-white pin (2),
Please to come down and let us come in!
Lily-white lily, o lily-white smock,
Please to come down and pull back the lock!
Chorus
(It’s) Our wassail jolly wassail!
Joy come to our jolly wassail!
How well they may bloom,
how well they may bear

So we may have apples
and cider next year.

II
O master and mistress, o are you within?
Please to come down
and pull back the pin
O lily-white lily, o lily-white pin,
Please to come down and let us come in!
Lily-white lily, o lily-white smock,
Please to come down and pull back the lock!
III
There was an old farmer
and he had an old cow,
But how to milk her he didn’t know how.
He put his old cow
down in his old barn
And a little more liquor won’t do us no harm.
Harm me boys harm, harm me boys harm,
A little more liquor won’t do us no harm.
IV
O the ringles and the jingles
and the tenor (4) of the song goes
Merrily merrily merrily.
O the tenor of the song goes merrily.
Spoken:
Hatfulls, capfulls,
three-bushel (5) 
bagfulls,
Little heaps under the stairs.
Hip hip hooray!
Traduzione italiano di Cattia Salto
I
O cameriera con la spilla d’argento (2),
sei pregata di scendere per farci entrare in casa!
O cameriera dal grembiule bianco,
sei pregata di scendere e di sbloccare la serratura!
Ritornello
Il nostro brindisi, l’allegro brindisi,
la gioia arriva con nostro allegro brindisi!

Che essi ben fioriscano
e portino abbondanza

così che si possa avere mele
e sidro il prossimo anno.

II
O padrone e padrona siete in casa?
Siete pregati di scendere
e tirare indietro il paletto!
O cameriera con la spilla d’argento,
sei pregata di scendere e di farci entrare in casa!
O cameriera dal grembiule bianco,
sei pregata di scendere e di sbloccare la serratura!
III
C’era un vecchio contadino
e aveva una vecchia mucca,
ma non sapeva come fare per mungerla,
ha messo la sua vecchia mucca
nel suo vecchio fienile,
così un po’ più di liquore non ci farà male.
Non ci farà male ragazzi,
un po’ più di liquore non ci farà male!
IV
Oh i coretti e i ritornelli
e la melodia (4) della canzone va avanti
allegramente,
oh la melodia della canzone va allegramente!
Parlato:
Cappelli, berretti pieni,
sacchi di tre moggi pieni (5),

un piccolo mucchio sotto le scale,
evviva

NOTE
4) cantus firmus
4) il bushel (traducibile in italiano come “moggio” o “staio”) è una vecchia unità di misura che equivale alla quantità contenuta in un tipico cesto a due manici utilizzato per la raccolta delle mele.

Apple wassailing in Cornwall

Wassail_BowlWASSAIL SONGS

 THE GOWER WASSAIL 
 THE CORNISH WASSAIL SONGS

God bless the master of this house
Jolly wassel-bowl

GLOUCHESTERSHIRE WASSAIL
THE YORKSHIRE WASSAIL SONGS:
Gooding carols
Here we come a-wassailing
We’ve been a-while a-wandering
Wessel cup carol
SOMERSET WASSAIL:
Apple tree wassail

LINK
http://piereligion.org/applewassail.html
http://mainlynorfolk.info/watersons/songs/appletreewassail.htmlhttp://www.ecoenchantments.co.uk/myogham_applepage.html

Pubblicato da Cattia Salto

Amministratore e folklorista di Terre Celtiche Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.