Enya & Tolkien

The soundtrack of the Lord of the Rings is by Howard Shore but two tracks were composed expressly by Enya
La colonna sonora del Signore degli Anelli è di Howard Shore ma due tracce sono state composte espressamente da Enya

Music: Enya
Lyrics: Roma Ryan

May it be (La Benedizione della Stella Vespertina)

“May it Be” was featured for the movie Lord of the Rings: Fellowship of the Ring (2001)
“May it Be” è il singolo pubblicato nel 2001, tratto dalla colonna sonora del film “Il Signore degli Anelli: La Compagnia dell’Anello”


I
May it be an Evening star (1)
Shines down upon you
May it be when darkness falls
Your heart will be true
You walk a lonely road
Oh! How far you are from home
Chorus
Mornië utúlië (2)
Believe and you will find your way
Mornië alantië (3)
A promise lives within you now
II
May it be the shadow’s call
Will fly away 
May it be your journey on
To light the day (4)
When the night is overcome
You may rise to find the sun
Traduzione italiano Cattia Salto
I
Che la Stella del Crepuscolo
ti guidi.
Quando l’oscurità scenderà
possa il tuo cuore restare puro.
Percorri un sentiero solitario
Oh, quanto lontano sei da casa!
Coro
È arrivata la tenebra
Abbi fede e troverai la strada.
È calata la tenebra
C’è una promessa che ti sorregge
II
Che il richiamo dell’oscurità
possa disperdersi.
Possa il tuo viaggio continuare
alla luce del giorno.
Quando la notte sarà sconfitta
potrai risollevarti verso il sole.

NOTE
1) Evening Star is the name by which the Ancients called the planet Venus, but here we are in the Middle Earth of Tolkien’s fantasy world and the Evening Star is the nickname of Arwen, Elf in love with Aragorn [stella della Sera è il nome con cui gli Antichi chiamavano il pianeta Venere, ma qui siamo nella Terra di Mezzo del mondo fantasy di Tolkien e la Stella della Sera è il soprannome di Arwen, l’Elfa innamorata di Aragorn]
2) in Quenya= “the darkness has come”
3) in Quenya= “the darkness has fallen”
4) the structure seems to follow the Celtic blessings also used in the auspicious toasts [la struttura sembra ricalcare le benedizioni celtiche utilizzate anche nei brindisi benaugurali]

Aniron

 Arwen: The light of the Evenstar does not wax and wane. 
It is mine to give to whom I will. Like my heart.
Go to sleep
[La luce della Stella del Vespro non cresce nè diminuisce.
È mia, da donare a colui che desidero. Come il mio cuore.
Dormi ]
Arwen -Aragorn

Within the theme “The Council Of Elrond”, Aniron is a song entirely in Sindarin, the Tolkenian version of Gaelic: it is the love song that binds Aragorn to Arwen, it is sung when Aragorn and Arwen finally find themselves alone in Rivendell.
[All’interno del tema “The Council Of Elrond” (Il Consiglio di Elrond), Aniron è un canto tutto in lingua Sindarin, la versione tolkeniana del gaelico: è il canto d’amore che lega Aragorn a Arwen, viene intonato quando Aragorn e Arwen si trovano finalmente soli a Rivendell]

I
O môr henion i dhû:
Ely siriar, êl síla
Ai! Aníron (1) Undomiel (2)
II
Tiro! Êl eria e môr
I ‘lir en êl luitha ‘uren.
Ai! Aníron…..

English translation by Roma Ryan
I
Out of darkness I understand the night
dreams flow, a star shines
Ah! I desire Evenstar
II
Look! A star rises out of the darkness
The song of the star enchants my heart
Ah! I desire..
Traduzione italiano Cattia Salto
I
Dal buio capisco la notte
i sogni scorrono, la stella brilla
Ah! Desidero la Stella del Crepuscolo [Arwen]
II
Guarda! Una stella sorge dal buio
il canto della stella incanta il mio cuore!
Ah! Desidero..

NOTE
1) Aragorn’s desire for Arwen, she is his inspirational muse, the algid elf that enchanted his heart. [E’ il desiderio di Aragorn verso Arwen la sua musa ispiratrice, l’elfa dall’algida bellezza che incantato il suo cuore.]
La parola che Roma Ryan ha usato come titolo della sua canzone, Aníron, non appare nel corpus di vocaboli pubblicati. Si può trovare soltanto e aníra, che sono tradotte da Tolkien «egli desidera» (inglese he desires in Sauron Defeated, p. 129). E basta. Nessuno sa come coniugarlo, o che tipo di verbo sia. Sappiamo (PE:17, p. 132; vedere la pagina all’inizio del mio articolo) che in sindarin «io cresco» è galon, ma «io faccio» è cerin, non **ceron. Se si sa come coniugare un verbo elfico, ciò non significa che si sappia come coniugare tutti i verbi elfici. Questo è esattamente ciò che è la generalizzazione affrettata. Roma Ryan ha fabbricato Aníron solamente con la sua immaginazione e non seguendo le regole di coniugazione del sindarin, che né lei, né noi sappiamo. (Edouard Kloczko da qui)
2) Arwen is a half-elf who renounces her immortality out of love. In the tales of Tolkien is a secondary character, not so in the cinematographic transposition: she is the Lady who embodies the Sovereignty, or rather the seal on the return of the King, and it is the love for her that sustains Aragorn in his enterprise (chivalrous love)
[Arwen è una mezz’elfa che rinuncia alla sua immortalità per amore, scrive Tolkien: Arwen, figlia di Elrond, che si diceva reincarnasse le sembianze di Luthien, e che fu chiamata Undómiel poiché era la Stella del Vespro del suo popolo.” Tuttavia nei racconti di Tolkien è un personaggio secondario, non così nella trasposizione cinematografica: è lei la Dama che incarna la Sovranità, o meglio il sigillo sul ritorno del Re, e l’amore verso di lei che sorregge Aragorn nella sua impresa (i richiami all’amor cortese sono evidenti)]

LINK
https://www.jrrtolkien.it/2018/02/23/cosa-sta-succedendo-alle-lingue-elfiche/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.