Crea sito
Terre Celtiche Blog

Dubliners’ Dublin: La penisola di Howth

Howth peninsula Dublin

Una gita fuori porta particolarmente gradita ai dublinesi in estate, per respirare un po’ di iodio e fare il pieno di vitamina D: la penisola di Howth con annesso villaggio di pescatori.
Secondo la leggenda del ciclo ossianico quando Fionn Mac Cumhaill il mitico capo dei Fianna, morì, la sua testa formò la penisola di Howth (Howth Head), il suo corpo si distese lungo il fiume Liffey e ai suoi piedi prese forma il Phoenix Park. Nella letteratura i due luoghi sono collegati anche a due celebri amanti, Tristano e Isotta:  Chapelizod (dove si suppone sia stata eretta la Cappella di Isotta) il villaggio che costeggia il Phoenix park appena a ovest di Kilmainham e il castello di Tristano costruito per Isotta a Howth.
Per andare a Howth da Dublino basta prendere la Dart, il treno urbano che percorre tutta la baia, in direzione Nord, non si può sbagliare è l’ultima fermata! Oppure l’autobus che vi porterà fino all’Howth Summit. Ma evitate assolutamente di andarci di domenica a meno che non vogliate ritrovarvi nello stesso caos che avete lasciato a Dublino. E possibilmente andateci all’alba.

Dubliners’ Dublin: itinerario cultural-turistico per la Dublino di ieri e di oggi (scritto da Cattia Salto per Terre Celtiche Blog)
SOMMARIO

Dear old Howth guarding as ever the water of the bay

In realtà il gigante addormentato non aiutò gli irlandesi al momento del bisogno, quando i vichinghi (dalla Norvegia) risalirono il Liffey e costruirono la prima Dublino! Dopo i Vichinghi fu la volta dei Normanni (sempre della stessa famiglia ma questa volta “civilizzati” dai francesi) che conquistarono Howth nel 1177. L’edificazione del Castello risale a un decennio dopo.

Howth castle

Sebbene sia una dimora privata ospita matrimoni ed eventi. Ma non dovete imbucarvi alla festa per visitare il castello, perchè la proprietà organizza periodicamente delle visite guidate, oltre a una serie di iniziative per tutta la famiglia. La proposta di quest’anno è il Food Fare at the Castle da venerdì a domenica con lo street-food nel bellissimo giardino del castello.
Consultate il sito internet prima di programmare una visita

Howth castle

https://howthcastle.ie/news/sample-news-article/
https://howthcastle.ie/about/estate/

Per quanto possa essere piacevole passeggiare per il porticciolo, andare a fare una partita di golf nei campi da Golf del Deer Park Hotel, acquistare pesce fresco per il vostro Cacciucco, bere una porter con le ostriche o farvi portare fino all’Ireland’s Eye, visitare cimitero dei Marinai, la Martello Tower e Radio Museum e la Chiesa di St Mary, l’avventura più bella sarà il percorso del Bog of Frogs loop.

Bog of Frogs loop

Bog of Frogs è il percorso ad anello di Howth, che segue la costa e poi prosegue all’interno del promontorio; tre-quattro ore circa di marcia, ma se ve la prendete comoda ad ammirare il panorama e fare birdwatching, fotografare e fermarvi a fare un bagno (de gustibus) o a meditare, finirete per starci tutta la giornata.
Lungo il percorso (di circa 15 km) a tratti roccioso e fangoso, scogliere a picco, piccole spiagge, un faro e alcuni punti molto panoramici, il tappeto di un green, un tratto di bosco, a seconda della stagione ginestre, erica o brugo e rododendri in fiore. Il sentiero diventa sempre più impervio man mano che si procede verso la zona meno frequentata a tratti sovrastato da felci e arbusti (ma non c’è bisogno che vi portiate il macete e non preoccupatevi, non ci sono serpenti in Irlanda), per inoltrarsi nella palude, la bog del titolo, bisogna lasciare il sentiero.
Sempre facendo una digressione si raggiunge la vetta di Ben of Howth (223 mt sul mare). Sulla Shielmartin Hill l’antico tumulo di quarzite bianca segna la tomba del re guerriero, Crimhthan Niadhnair. Seppellì un tesoro accumulato dalle incursioni contro la Britannia romana che attende ancora di essere dissepolto.
Ma i sentieri nella la penisola di Howth sono molti di più di quelli segnalati, in particolare quelli che collegano il Ben of Howth, a Shielmartin Hill. Oggi con il GPS è veramente impossibile perdersi, l’unico tratto pericoloso è quello sulla scogliera in caso di piogge o forti venti.
Alla fine della lunga camminata una cena a base di fish&chips e un po’ di gelato non sarà un peccato di gola.

spettacolari fotografie, composizione per piano “Rebirth” di Juan Sánchez

Attenzione il villaggio di pescatori sarà un posto idilliaco ancora per poco: investito da un progetto di trasformazione turistica che ne stravolgerà la natura.


Per quelli che si svegliano tra le 4 e le 5 del mattino, il momento perfetto per iniziare il percorso più lungo è proprio al sorgere del sole! Ci sono quattro percorsi ad anello, segnalati con diversi colori, il Bog of Frogs (freccia viola) è quello più impegnativo. Tutti e quattro i percorsi iniziano e finiscono alla stazione Howth DART. Ma i sentieri nella la penisola di Howth sono molti di più di quelli segnalati!!
Facendo una digressione nel bosco potete imbattervi nell’Aideen’s Grave nei pressi del castello: il luogo di sepoltura di Aideen, la moglie di Oscar, figlio di Oisin. Oscar tra i più coraggiosi dei Fianna morì nella battaglia di Gabhra. Aideen morì di crepacuore, e Oisin la seppellì a Howth in un tumulo, una sepoltura solitamente riservata a grandi guerrieri o re. Si raggiunge dal Deer Park Hotel da un piccolo sentiero.

la tomba di Aideen, moglie di Oscar dei Fianna
la palude delle rane

Dal promontorio vedete tutta la baia di Dublino, le ciminiere e il faro di Poolbeg

vista sulla Baia di Dublino con le Poolber Chimneys e il Poolbeg Lighthouse

Nora è un film diretto da Pat Murphy nel 2000, su Nora Barnacle e James Joyce, interpretati da Susan Lynch e Ewan McGregory. Il villaggio di Howth fa da location per Galway, il luogo di nascita di Nora.

Howth Head era un luogo di corteggiamento ben noto per gli amanti all’epoca.

https://www.independent.ie/life/travel/ireland/walk-of-the-week-howth-peninsula-co-dublin-26522008.html
http://www.megalithicireland.com/Howth%20Dolmen.htm
https://it.wikiloc.com/percorsi-escursionismo/howth-the-bog-of-frogs-the-ben-and-shielmartin-hill-ireland-19565551/photo-12260244

Pubblicato da Cattia Salto

Amministratore e folklorista di Terre Celtiche Blog. Ha iniziato a divulgare i suoi studi e ricerche sulla musica, le danze e le tradizioni d'Europa nel web, dapprima in maniera sporadica e poi sempre più sistematicamente sul finire del anni 90 tramite il sito dell'associazione L'ontano [ontanomagico.altervista.org]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.