Crea sito
Terre Celtiche Blog

Come and I will sing you

Come and I will sing you è una christmas carol sui 12 giorni del Natale

Roud 133 ; Ballad Index ShH97 ; Wiltshire 47 , 665 ; trad.]

Come and I will sing you è un canto enumerativo diffuso fin dall’antichità come canto mnemonico, per apprendere insegnamenti cosmogonici o religiosi. Un canto diffuso nei paesi anglofoni in numerosi varianti. In Italia prende il nome di “Le parole della verità” -conosciuto in Piemonte con il titolo La Lüna E ‘L Sul.

In Francia questi canti erano chiamati genericamente perdriole principalmente delle filastrocche per bambini, come la “Vèpres des Grenouilles”.

Melrose Quartet

Come and I will sing you, Green Grow the Rushes

Il canto inserisce il motivo Green Grow the Rushes come ritornello. Osserva Giorgio Gregori nella sua analisi in quattro puntate La serie dei numeri tra Branduardi e La Villemarqué: “La presenza di motivi simili a quelli del “Gousperoù” è nella canzone inglese “Green Grow the rushes O”, detta anche “I dodici Apostoli”, dove compaiono “le sette stelle nel cielo”, le ” tre rivali ” [o i tre rivali], i” due bambini bianchi vestiti di verde “. Per quanto riguarda la conclusione “Uno è tutto solo e sarà per sempre”, ricorda stranamente la “Necessità Unica, Morte padre del dolore, niente prima, niente dopo” della Serie dei numeri.”
Ed ecco che in questi canti che arrivano dal Medioevo le dottrine cristiane si sovrappongono ai miti classici (con Theodore Hersart de La Villemarqué e “il Druido e il bambino” in cui ha traslato nel canto simbologie celtiche).

Dilly Carol, tradizionale in Cornovaglia (testo nel The Cornish Song Book, 1929) veniva cantato a cappella da tre voci durante la Dodicesima Notte


Kate Rusby in “The Frost Is All Over “, 2015

Come and I will sing you green grow the rushes, oh
I will sing you one (1), oh down among the rushes, oh?
One of them was all alone, Evermore will be, oh.

I will sing you two,
Two of them were lily babes (2),
dressed all in green, oh.
I will sing you three,
Three of them were strangers, (3)
come to see the babe, oh.
I will sing you four,
Four the four evangelists, (4)
down among the green, oh.
I will sing you five,
Five are ferrymen in the boat (5),
sailing on the sea, oh.
I will sing you six,
Six the gospel preacher, (6)
stories all to tell, oh.
I will sing you seven,
Seven the stars all in the sky (7)
shining there above, oh.
I will sing you eight,
Eight is for the morning break, (8)
when all the birds awake, oh.
I will sing you nine,
Nine is for the dilly bird (9),
never seen but heard, oh.

Come and I will sing you. green grow the rushes, oh
I will sing you ten, oh. Down among the rushes, oh.
Ten the hand of kindness (10), ten begins again, oh.

NOTE
1) Dio
2) oppure Lily-White Boys, covered all in green. Sono Cristo e Giovanni il battista. Tra le altre letture: l’anno vecchio e quello nuovo, ossia il re Agrifoglio e il re Quercia. Secondo Baring-Gould sono il segno zodiacale dei Gemelli. La frase nelle sue varie versioni locali è un chiaro esempio di come il processo della trasmissione orale abbia ripetuto distorcendole parole della Verità la cui verità non era più compresa dai contemporanei.
3) sono i re Magi in viaggio per adorare Gesù neonato. Nell’altra versione “Three, three the rivals!” I tre rivali sono interpretati variamente; secondo alcuni si tratta di una citazione biblica Azaria, Anania e Misaele o Abdenego, Sadrach e Mesach sono i tre giovani nella fornace ardente mandati a morte da Nabucodonosor perchè si rifiutarono di adorare la sua statua (tutta la storia nel Libro di Daniele). Molti studiosi concordano nel ritenere le parole “Thrivers”, “Tires” o “Trivers” con cui viene cantato in molte versioni siano una corruzione del termine “Wisers” i Magi. In origine probabilmente le persone della Trinità
4) oppure Four for the gospel-makers, cioè gli Evangelisti, gli autori del vangelo

La versione diffusa nel Dorsetshire è associata alla Festa del Raccolto come canto di bevute.

The Spinners
Nowell Sing We Clear in The Second Nowell 1981

I’ll sing you One, O! Green grow the rushes, O!
What is your One, O?
One is One and all alone,
and ever more shall be so…

I’ll sing you Twelve, O!
Green grow the rushes, O!
What is your Twelve, O?
Twelve for the Twelve Apostles
Eleven for the Eleven that went to Heaven (11)
Ten for the Ten Commandments (10)
Nine for the Nine Bright Shiners (9)
Eight for the April Rainers (8)
Seven for the Seven Stars in the Sky (7)
Six for the Six Proud Walkers (6)
Five for the Symbols at your Door (5)
Four for the Gospel Makers (4)
Three, Three, the Rivals (3)
Two, Two, the Lily-White Boys, (2)
covered all in green, O!
One is One and all alone, (1)
and ever more shall be so.


5) il traghettatore nella barca è Caronte, il traghettatore delle anime. Nell’altra versione diventa “Five for the symbols at your door”; forse il segno di un pentacolo per tenere lontano il diavolo. Secondo altri il segno tracciato dall’angelo alle porte degli ebrei perchè la punizione di Dio si abbattesse solo sugli egiziani ( Pesach)
6) sei il predicatore del vangelo, forse San Paolo che estese la predicazione del cristianesimo ai gentili (non ebrei) oppure Six for the Six Proud Walkers, i sei orgogliosi camminatori: le ipotesi per interpretare la parola della verità sono veramente tante, ma nessuna veramente convincente
7) oppure Seven for the Seven Stars in the Sky. Le sette stelle nel cielo sono le stelle dell’Orsa maggiore.
Per altri le Pleiadi
8) letteralmente “otto è la pausa mattutina” nell’altra versione Eight for the April Rainers = Otto per le piogge di aprile. “Bold rainers”, “April Rainers”, “Bold rangers”, “bright shiners”, “archangels”
9) the dilly bird, il vero uccellino. L’origine di “dilly” è incerta, ma è presumibilmente della Cornovaglia e correlata al gallese dilys che significa “genuino, autentico” (l’uccellino mai visto ma sentito). Nell’altra versione Nove per i nove brillanti splendenti (gli angeli?)
10) molte versioni di questi canti enumerativi o parole della verità si fermavano a 10
11) gli undici che sono andati in paradiso cioè gli Apostoli senza Giuda Iscariota

The Ten Commandments/The Twelve Apostles

Una variante diffusa anche a Terranova prima vengono enumerati i 10/12 enunciati di cui si canta (aggiungendone man mano uno dietro all’altro) e quando si arriva al numero 10 (o 12) si ritorna indietro enumerandoli tutti di seguito.

Come and I will sing you
What will you sing O?
I will sing (you) One O.
What is your One O? (What will the One be?)

Venite e vi canterò
Cosa ci canterai?
Vi canterò Uno
Qual’è l’Uno?

Nowell Sing We Clear in Nowell, Nowell, Nowell! 2008
aggiungono un ulteriore coro
“One is one and one alone.
Come to my dilly, come dally, come dilly
Alone, and ever shall remain so.”
David Coffin in Welcome Yule: An English Christmas Revels 2010

Figgy Duff 1982

Come and I will sing you
What will you sing me?
I will sing you ten, o
What will the ten be? (What is your one-oh?)
Ten, the ten commandments
Nine, the bright-eyed shiners,
Eight, the Gabriel angels,
Seven, the seven stars under the sky,
Six, the six bowl wager,
Five, the Flem boys under the bush,
Four, the Gospel creatures,
Three of them were drivers,
Two of them were lily-white babes
clothed all in green,
o And one, the one lived all alone
Forever more shall be

Melrose Quartet in Fifty Verses 2013
Great Big Sea live sotto la neve e in The Hard and the Easy 2005

Twelve are the Twelve Apostles
‘Leven are the ‘leven will go to Heaven
Ten are the Ten Commandments
Nine is the moonshine bright and clear
Eight are the Eight Archangels
Seven are the Seven Stars in the sky
Six the Cheerful Waiter (1)
Five is the Ferryman in the boat
Four are the Gospel Praychers
Three of them are strangers
Two of them are Lilly-white babes
Clothed all in green-o
One of them is all alone
and ever shall remain so

12 gli Apostoli
11 andati in Paradiso
10 i Comandamenti
9 il chiaro di luna
8 gli Arcangeli
7 le stelle in cielo
6 allegri servitori (1)
5 il traghettatore
4 gli evangelisti
3 di loro sono stranieri
2 ragazzi bianchi come gigli
Vestiti tutti di verde
1 è uno, e tutto solo,
e così sia.

NOTE
1) cheerful waiters, noble waiters. l’altro significato del termine è “colui che aspetta”

Acres of Ground


The Imagined Village in This Way to the Imagined Village 2007

La rielaborazione di Eliza Carthy
The Imagined Village sono
Vocals and Fiddle: Eliza Carthy;
Acoustic Guitar and Viola: Ben Ivitsky;
Double Bass: Ali Friend;
Cello: Barney M Brown;
Tabla, Dhol Drum and Shaker: Johnny Kalsi;
Top Line Electric Guitar: Tom Salter;
Skank and Twang Electric Guitar: Simon Emmerson

Come in I will sing for you
what will you sing to me?
I can sing you one
so listen to my one oh
One is, one is all alone
and evermore it will be so

Chorus
Counting the days till when
monday, tuesday and then
if I could see you I’d have you in my house
and give you wine
wine for your love and time
wine for your love


Come in I will sing for you
what will you sing to me?
I can sing you two
so listen to my two oh

two in one will never be
it’s feathers for you and down for me (1)
one plus one will never be
and nobody knows but the devil and you and me

Come in I will sing for you
what can you sing to me?
I can sing you three
oh listen for my three

three, three, well it’s good for me
well he was gone as soon as he paid his fee
three, three, well it’s good for me
well he was gone as soon as he paid his fee

Come in I will sing for you
what will you sing to me
I will sing you four
so listen to my four

four, four between the bed and the door
there is acres of ground I’d not noticed before
four, four between the bed and the door
there is acres of ground I’d not seen there before

Entra e canterò per te
Cosa mi canterai?
Ti canterò l’Uno
così ascolta il mio uno
Uno è, Uno è tutto solo
e sempre sarà così

Coro
Contando i giorni fino a quando
lunedì, martedì e dopo
se potessi incontrarti ti terrei a casa mia
a darti del vino
vino per il tuo amore e il tuo tempo
vino per il tuo amore.

Entra e canterò per te
Cosa mi canterai?
Ti canterò il Due
così ascolta il mio Due

due in uno non potrà mai essere
sono piume per te e piumino per me
uno più uno non sarà mai
e nessuno lo sa eccetto il diavolo, tu ed io.

Entra e canterò per te
Cosa mi canterai?
Ti canterò il Tre
così ascolta il mio Tue

tre il tre per me va bene
se n’è andato dopo aver pagato pegno
tre il tre per me va bene
se n’è andato dopo aver pagato pegno

Entra e canterò per te
Cosa mi canterai?
Ti canterò il Quattro
così ascolta il mio Quattro

Quattro, quattro tra il letto e la porta
ci sono ettari di terreno che non avevo notato prima
Quattro, quattro tra il letto e la porta
ci sono ettari di terreno che non avevo visto prima

NOTE
1) per capire il senso della frase ho attivato il tam-tam di Mudcat e ricevuto una risposta chiarissima “That’s a pun; “down” is the softer under-feathers of birds used in nicer pillows and sleeping bags. The singer is saying she’ll get the nicer things and the other person will get the worse parts.” down feather è il piumino, la parte migliore del piumaggio, paragonabile ad un fiocco, soffice e morbido, il significato della frase vuol dire che la persona riceve la parte migliore di una cosa.

LINK
http://www.joe-offer.com/folkinfo/songs/828.html
http://www.joe-offer.com/folkinfo/songs/503.html
http://www.joe-offer.com/folkinfo/songs/826.html
http://www.joe-offer.com/folkinfo/songs/827.html
http://www.joe-offer.com/folkinfo/forum/405.html
https://mainlynorfolk.info/folk/songs/comeandiwillsingyou.html
http://www.boatnerd.com/pictures/special/cardgallery/bnsong.htm
https://maxhunter.missouristate.edu/songinformation.aspx?ID=597
https://mudcat.org/thread.cfm?threadid=160507
https://www.hymnsandcarolsofchristmas.com/Hymns_and_Carols/dilly_carol.htm
https://www.hymnsandcarolsofchristmas.com/Hymns_and_Carols/green_grow_the_rushes.htm
https://www.hymnsandcarolsofchristmas.com/Hymns_and_Carols/twelve_apostles1.htm
https://www.hymnsandcarolsofchristmas.com/Hymns_and_Carols/Notes_On_Carols/sharps_note_on_the_ten_commandme.htm

Pubblicato da Cattia Salto

Amministratore e folklorista di Terre Celtiche Blog. Ha iniziato a divulgare i suoi studi e ricerche sulla musica, le danze e le tradizioni d'Europa nel web, dapprima in maniera sporadica e poi sempre più sistematicamente sul finire del anni 90 tramite il sito dell'associazione L'ontano [ontanomagico.altervista.org]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.