Crea sito

Bonnie Annie -Banks of Green Willow, Child n° 24

In base ad una superstizione del mare nei momenti di estremo pericolo (tempeste o calma piatta nei tempi della navigazione a vela) si poteva evitare il peggio (naufragio o cannibalismo) gettando un’offerta al mare (percepita come una divinità da imbonire), di solito una persona che si riteneva catalizzasse su di sè la sfortuna o avesse arrecato un’offesa alle divinità stesse.
A volte la scelta era fatta tirando a sorte tra gli uomini dell’equipaggio (con il sistema della pagliuzza più corta), ma quando a bordo c’era una donna era sicuramente lei la vittima da sacrificare. Andando ad analizzare nel dettaglio la superstizione pare che il mare si scateni a causa di un peccato o una colpa grave, in questo ballata abbiamo una donna, ladra e anche un po’ puttana che ha partorito un figlio fuori dal matrimonio.
Insomma un cocktail allucinato di misoginia, deliri ossessivi e fanatismo.

Sebbene Child abbia riportato tre versioni della ballata Bonnie Annie (al numero 24) quella diffusa nella tradizione orale prende il titolo di “The Banks of Green Willow” divulgata in tutto il Sud dell’Inghilterra (Child 24 versione C), Cecil Sharp ad esempio, ha raccolto ben nove varianti della ballata nel Somerset.
Granny’s Attic in Wheels of the World 2019 ” from Mrs Emma Overd, Langport” noted in 1904 by Cecil Sharp.[VWML CJS2/10/346]

Nic Jones che fa un suo arrangiamento della stessa melodia

Shirley Collins in Lodestar 2016

Nick Jones
I
O it’s of a sea-captain
Down by the sea-side, O,
He’s courted a young lady,
And he’s got her by child.
II
“Go fetch your father’s gold
And some of your mother’s money,
And go all across the ocean,
All along with young Johnny.”
III
“I’ve brought my father’s gold
And some of my mother’s money,
And I’ll go all across the ocean,
All along with my Johnny.”
IV
Now they had not been sailing,
No not miles a great many
Before she was delivered
Of a beautiful baby.
V
[“Sea captain, sea captain,
Here’s fifty pounds for thee
To see me safe home again,
Me and my baby.”
VI
“Oh no,” said the captain,
“Such things they never can be.
‘Tis better to lose two lives
Than ‘tis to lose many.”]
VII
“Go and fetch a white napkin
For to tie my head easy,
And throw me (1) right overboard 
Both me and my baby.”
VIII
[So they tied the napkin round her head,
They’ve tied it soft and easy.
They’ve thrown her right overboard,
She and her baby. ]
IX
Now see how she totters,
And see how she tumbles,
And see how she’s rolling
All across the salt waters.
X
“Go fetch me a longboat
For to row my love back again,
For to row my true love back again,
Both her and her baby.
XI
“For she shall have a coffin,
And the coffin it shall shine yellow,
And she shall be buried
On the banks of green willow.” (2)
Traduzione italiana di Cattia Salto
I
C’è un capitano del mare
giù alla spiaggia
Che corteggiava una giovane signora
e l’ha messa incinta
II
“Vai a prendere l’oro di tuo padre
e anche un po’ dei soldi di tua madre
e vieni ad attraversare l’oceano
assieme al tuo giovane Johnny
III
“Ho preso l’oro di mio padre
e anche un po’ dei soldi di mia madre
e andrò ad attraversare l’oceano
assieme al mio Johnny”
IV
Erano appena salpati
e avevano fatto poche miglia
prima che lei si sgravasse
di un bellissimo bambino
V
{Capitano, capitano
ci sono 50 sterline per te
se mi riporti a casa al sicuro
a me a al mio bambino
VI
Oh, no -disse il capitano
non ci penso proprio.
Meglio perdere due vite
che perderne molte”*
VII
“Vai e prendi una tovagliola bianca
da legare attorno alla mia testa
e gettami fuoribordo
sia me che il bambino
VIII
Così le legarono una tovagliola attorno alla testa
la legarono con facilità
e la gettarono dritto fuoribordo
lei e il suo bambino
IX
Guarda come lei barcolla
E guarda come cade
E guarda come ondeggia
tra i marosi
X
“Vai a prendermi una scialuppa
per riportare indietro a remi il mio amore,
per riportare indietro a remi il mio vero amore,
Sia lei che il suo bambino.
XI
“Perché lei avrà una bara,
E la bara risplenderà di giallo (oro),
E sarà sepolta
Sulle rive del salice verde “.


NOTE
Ho preso come riferimento il testo arrangiato da Nic Jones e aggiunto sotto [] i versi omessi e cantati nelle altre versioni
1) in questa versione è la donna stessa a offrirsi come vittima sacrificale, ben consapevole della maledizione portata sulla nave
2) il salice nelle ballate ha spesso una connotazione negativa

Anche George Butterworth compose un ‘Idyll for small orchestra’ sulle variazioni di questa melodia

FONTI
https://www.springthyme.co.uk/ballads/balladtexts/24_BonnieAnnie.html
http://mainlynorfolk.info/lloyd/songs/thebanksofgreenwillow.html

continua domani

Pubblicato da Cattia Salto

folklorista delle Terre Celtiche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.